Dal 25 settembre al 19 dicembre, alla Biblioteca Civica Angelo Mai, sono in esposizione ben 119 illustrazioni tratte da L’Assiette au Beurre, settimanale di satira politica pubblicato dal 1901 al 1912 a Parigi, allora vivace, moderna e incontrastata capitale della cultura. Una mostra, a cura di Paolo Moretti, che racconta la Belle Époque attraverso la grafica a volte graffiante a volte più raffinata, ma sempre cinica e dissacrante, della celebre rivista francese. Le illustrazioni, protagoniste del percorso espositivo, denunciano infatti le contraddizioni politiche e sociali di inizio ‘900 criticando, con estrema ironia, i vizi e i costumi della borghesia, e offrendo una caricatura spietata dei potenti dell’epoca visti attraverso lo sguardo antimilitarista, anticolonialista e anticlericale della linea editoriale.

Grazie al contesto storico in cui viene pubblicata – da inizio secolo fino quasi agli anni della Prima Guerra Mondiale – la rivista ci fornisce anche una notevole testimonianza dei mutamenti dell’opinione pubblica nei confronti di Inghilterra e Germania. Con una collezione totale di circa 9.600 disegniL’Assiette au Beurre si è distinto nel panorama della stampa satirica contemporanea grazie alla sua originale impostazione grafica, che lascia ampissimo spazio alle illustrazioni piuttosto che alla parola, e all’impaginazione che restituisce un’impressione visiva quasi da cinematografia. All’impronta modernissima e irriverente del periodico hanno contribuito disegnatori provenienti da tutta Europa: tra gli italiani, i più noti sono stati Galantara, Cappiello, Soffici, mentre altri, come Brunelleschi, Giri, Musacchio, sono tutti da riscoprire in questa affascinante mostra.

Le tavole esposte, scelte accuratamente e suddivise in apposite sezioni tematiche per far conoscere al meglio il più autentico spirito ironico e sfrontatamente critico dell’Assiette, sono dedicate a questioni come i rapporti tra Stato e religione, le ingiustizie di classe, i costumi e le professioni, la politica interna ed estera francese, i grandi eventi della storia europea e mondiale. Un’importante sezione è anche dedicata a due grandi illustratori francesi: l’espressionista Gustave Henri Jossot, e Jules Grandjouan, la cui arte era in estrema contrapposizione con i dettami della Belle Époque. L’Assiette au Beurre. L’immagine satirica della Belle Époque, nasce dalla felice collaborazione tra il Fondo Paolo Moretti per la satira politica e la Biblioteca Civica, già avviata nel 2018 con la fortunata esposizione antologica Arte per ridere. La caricatura italiana dal Cinquecento ai tempi nostri. Il Fondo Moretti è considerato la raccolta specialistica più ricca e importante in ambito nazionale, nonché una delle più prestigiose collezioni private a livello mondiale riguardanti la satira politica e la caricatura.

La mostra è visitabile durante gli orari di apertura della Biblioteca (da lunedì a venerdì 8.45-17.30; sabato 8.45-13) e nei giorni di apertura straordinaria del 26 settembre, 31 ottobre e 28 novembre. Il 16 novembre 2021, la Biblioteca ospiterà un incontro internazionale di studi con interventi dei maggiori studiosi francesi e italiani su “Assiette au beurre e Belle Époque”.

Leggi anche: 25 e 26 settembre 2021, Giornate Europee del Patrimonio: le iniziative a Bergamo

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in: