Almanacco di oggi 29 maggio 2021 (Sabato). Notizie e curiosità

21^ settimana – Giorni inizio/fine anno 149/216 – BUON WEEKEND

OGGI in QUESTO ALMANACCO:

  • I morti di oggi e la data dei funerali (clicca qui)
  • I Santi del giorno
  • Giornata Mondiale della “Buona Azione”
  • Festa della Regione Lombardia
  • 1986 Viene issata per la prima volta la Bandiera dell’Europa
  • Giornata Mondiale della salute digestiva
  • Giornata Mondiale della “Forze di Pace “ ONU
  • Il “pensiero” del giorno
  • 1936: brevettate le prime lenti a contatto
  • Pista ciclabile Almè-Sedrina ricorderà Gimondi
  • Bergamo e i “Grandi personaggi”
  • Accadde Oggi (845 anni fa?)
  • E’ tempo di ciliegie: conosciamo le qualità
  • Altre “Notizie e Curiosità” di oggi
  • TUTTA LA CRONACA (clicca qui)

I SANTI del GIORNO
San PAOLO VI Papa (Papa Montini). Su Decreto di Papa Francesco, che lo proclamò Santo il 14 ottobre 2018, la Sua festa viene celebrata oggi nel giorno in cui ricorre l’anniversario della Sua Ordinazione Sacerdotale avvenuta il 29 maggio 1920 a Brescia (vedi nota)
San MASSIMO (di Verona) Vescovo
Sant’ORSOLA LEDOCHOWSKA fondatrice delle Suore polacche (a Bergamo operano presso il Centro Don Orione)
San MASSIMINO Vescovo
Santa BONA Religiosa
Santi protomartiri trentini SISINNIO (diacono), MARTIRIO (Letttore) e ALESSANDRO (Ostiario)
Beato ROLANDO RIVI seminarista, morì vittima di una rappresaglia nazista il 29 maggio 1945

GIORNATA MONDIALE della “BUONA AZIONE” marita di essere messa subito all’inizio di questo post. Adesso più che mai c’è bisogno di solidarietà e buone azioni. Partecipa anche tu e mostra la tua voglia di fare! La «Giornata della buona azione» invoglia ciascuno di noi a fare del bene. E vuole dare un segnale di solidarietà grazie a piccoli o grandi gesti. Partecipare è semplice: basta offrire a qualcuno il proprio aiuto nel quotidiano, sostenere un progetto di pubblica utilità oppure riservare una piccola attenzione a una persona. In questo modo realizziamo insieme il maggior numero possibile di buone azioni. Perché con tanti piccoli gesti si ottengono grandi risultati. Partecipa e incoraggia a fare una buona azione famigliari, amici o un’associazione.

FESTA della REGIONE LOMBARDIA: è stata istituita nel 2013 per ricordare la battaglia di Legnano del 29 maggio 1176. Il 29 maggio, in occasione della Festa della Lombardia, riapre la Villa Reale di Monza con un concerto inaugurale dei Cameristi del Teatro alla Scala. Nell’edizione 2021 la riapertura al pubblico della Villa Reale rappresenta un messaggio di bellezza e speranza per tutti i cittadini. Per la Festa della Lombardia la Villa di Monza resta comunque aperta al pubblico gratuitamente dal 30 maggio al 2 giugno sempre con prenotazione obbligatoria tramite il sito della Reggia di Monza. Nel rispetto delle attuali norme sanitaria sarà garantita la presenza di 150 persone ogni ora. I visitatori potranno assistere a performance artistiche organizzate nei diversi ambienti della dimora reale a cura di artisti provenienti anche dalle Istituzioni musicali dell’Alta Formazione Artistica e Musicale. Dal weekend successivo, sabato 5 giugno, la Villa sarà visitabile, sempre tramite prenotazione, per tutto il corso dei fine settimana e dei giorni festivi seguenti.

FESTA della LOMBARDIA 2021: ASSEGNATA la “ROSA CAMUNA” E’ tornata, in occasione della Festa, la cerimonia di consegna dei premi “Rosa Camuna” della Regione Lombardia. All’auditorium Testori di Palazzo Lombardia, sono stati consegnati i riconoscimenti dell’edizione 2021 destinati a coloro che si sono distinti nel contribuire allo sviluppo economico, sociale, culturale e sportivo della Lombardia. Presenti il presidente della Regione Lombardia e tutti i vertici regionali. I premi sono andati all’attrice Giulia Lazzarini, al Presidente di Fondazione Fiera Milano Enrico Pazzali, al Presidente Remo Ruffini, alla senatrice Liliana Segre, al Rettore del Politecnico di Milano Ferruccio Resta, all’Inter Calcio (rappresentata dall’ad Alessandro Antonello), a Confartigianto Imprese Bergamo, al Cardinale Giovanni Battista Re, all’Associazione sportiva dilettantistica Briantea 84 e alla direttrice di Vidas Giada Carla Lonati. Riconoscimenti alla memoria sono stati assegnati al fotografo Giovanni Gastel e all’ambasciatore Luca Attanasio

1986 La BANDIERA dell’EUROPA VIENE ISSATA per la PRIMA VOLTA: (35 anni fa). La bandiera europea viene issata per la prima volta a Bruxelles sede della Commissione Europea. La bandiera dell’Unione europea è simbolo dell’unità e dell’identità di tutta l’Europa ed è composta da una corona di stelle dorate che rappresentano la solidarietà e l’armonia tra i popoli d’Europa. Contrariamente a quanto spesso si crede, le 12 stelle non rappresentano il numero degli Stati membri: fu scelto il numero 12 perché in alcune tradizioni rappresenta il simbolo della perfezione, della completezza e dell’unità. La bandiera rimarrà quindi la stessa anche dopo le future adesioni di nuovi Stati membri. Il 25 ottobre 1955 l’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa scelse all’unanimità l’attuale bandiera europea: un cerchio di 12 stelle dorate in campo azzurro. L’8 dicembre dello stesso anno il Comitato dei ministri adottò questa bandiera (Festa dell’Immacolata Concezione: le 12 stelle che ornano il Capo della Madonna). E’ dal 1986 che tutte le Istituzioni e gli organismi dell’Unione sono rappresentati da un emblema unico e per la prima volta, il 29 maggio 1986, la bandiera europea fu issata a Bruxelles. L’Italia ha stabilito con la Legge n. 22 del 5 febbraio 1998 e il suo regolamento DPR n° 121 del 7 aprile 2000, che la bandiera italiana e quella europea devono essere esposte insieme all’esterno degli edifici pubblici, i seggi elettorali, le rappresentanze diplomatiche e consolari italiane all’estero.

GIORNATA MONDIALE della SALUTE DIGESTIVA: L’intestino è l’ultima parte dell’apparato digerente, nonché l’organo adibito all’assimilazione dei nutrienti e all’espulsione delle scorie. La sua importanza è spesso messa in secondo piano, nonostante sia rinominato “secondo cervello”. Quando qualcosa non va, l’intestino dà dei segnali molto chiari. Quando mangiamo male, magari senza introdurre frutta e verdura, oppure quando mastichiamo troppo poco o divoriamo velocemente i nostri pasti, o ancora quando introduciamo nel nostro organismo alimenti che non tolleriamo a dovere, l’intestino “si ribella”, ed ecco che spuntano patologie e condizioni anomale sia dell’intestino, sia dello stomaco e dell’esofago. Le più comuni sono il colon irritabile, la dispepsia e la malattia da reflusso esofageo. ecco quindi le 7 “regole d’oro” per digerire bene: 1) Curare la qualità di ciò che mangiamo, 2) Bere il giusto quantitativo di acqua, ogni giorno, 3) Masticare bene prima di deglutire: la digestione, infatti, comincia in bocca, e mangiare bocconi grossi, frettolosamente, potrebbe ripercuotersi più tardi, proprio nell’intestino, 4) Parlare mentre si mastica fa entrare aria a partire dal cavo orale: meglio evitare, 5) Dopo cena bisognerebbe far passare almeno due ore, prima di coricarsi: questo faciliterà la digestione, 6) Nei periodi di forte stress, sarebbe bene evitare pasti troppo abbondanti: lo stress peggiora – non poco – l’efficienza dell’intestino, 7) Ascoltare la propria pancia: se “borbotta” troppo frequentemente, forse è il caso di andare da un gastroenterologo.

GIORNATA MONDIALE delle FORSE di PACE dell’ONU: Il mantenimento della pace delle Nazioni Unite aiuta a coltivare la pace in alcuni dei luoghi più pericolosi del mondo. Oggi e ogni giorno, salutiamo la dedizione e il coraggio dei nostri operatori di pace nell’aiutare le società ad abbandonare la guerra e verso un futuro più sicuro e più stabile. La Giornata internazionale delle forze di pace delle Nazioni Unite, il 29 maggio, offre la possibilità di rendere omaggio al contributo inestimabile del personale in uniforme e civile al lavoro dell’Organizzazione ONU e di onorare più di 4.000 caschi blu che hanno perso la vita prestando servizio sotto la bandiera delle Nazioni Unite dal 1948, di cui 130 l’anno scorso.

SAN PAOLO VI Papa: Giovanni Battista Montini nato a Concesio (Brescia) il 26 settembre 1897, fu ordinato Sacerdote il 29 maggio 1920 (101 anni fa), nel 1954 venne nominato Arcivescovo di Milano. Eletto Pontefice il 21 giugno 1963, fu il 262 Papa della Chiesa Cattolica e Primate d’Italia, 4° Sovrano della Città dello Stato del Vaticano, condusse a termine il Concilio Ecumenico Vaticano Secondo iniziato da San Giovanni XXIII Papa. Papa Paolo VI visse i drammatici momenti del sequestro e dell’uccisione di Aldo Moro. Fu il Papa del dialogo ecumenico con le varie Chiese cristiane e con le altre fedi non cristiane. Morì il 6 agosto 1978. Fu proclamato Santo da Papa Francesco il 14 ottobre 2018. 

IL “PENSIERO” del GIORNO (di Don Antonio Donghi) “Con quale autorità fai queste cose?”  La parola “autorità” crea non pochi interrogativi, ma se la vogliamo vedere in modo positivo, magari un po’ utopistico, potremmo dire che l’autorità è il desiderio del bene effettivo dell’altro per una concreta educazione alla libertà. Chi è uomo libero, attraverso il suo stile di vita, con l’esercizio dell’autorità, condivide libertà e rende i fratelli creature libere.  Padre, l’agire del tuo Verbo incarnato non è stato altro che un cammino di comunione con te e con ogni uomo. Nella sintesi tra questi due valori egli ha esercitato la sua libertà per donarci la effettiva serenità del nostro cuore. Investici con la creatività del tuo Spirito perché ogni nostro pensiero e gesto scaturisca da un intenso desiderio di fare il vero bene dell’altro in un percorso di reciprocità autentica. Amen

AFORISMA del GIORNO: “O dentro o fuori. Se stai sulla porta blocchi il traffico”

LENTI a CONTATTO: una storia antica e già Leonardo da Vinci ne parlava ma solo il 29 maggio 1936 (85 anni fa) viene brevettata la prima lente. Oggi sono milioni di persone che hanno mandato in pensione (o li tengono di scorta) gli occhiali da vista.

PISTA CICLABILE ALME’-SEDRINA RICORDERA’ FELICE GIMONDI: La pista ciclabile Almè-Villa d’Almè-Sedrina, che si snoda lungo il sedime dell’ex ferrovia della Val Brembana, sarà intitolata al celebre ciclista bergamasco Felice Gimondi (morto il 16 agosto 2019). Lo ha deciso la Provincia per decreto del presidente Gianfranco Gafforelli

BERGAMO e i “GRANDI PERSONAGGI”: ALBERTO da GIUSSANO. – Battaglia di Legnano 29 maggio 1176 (845 anni fa) – Fu, secondo una diffusa tradizione (cantata dal Carducci nella Canzone di Legnano e consacrata persino nel Famedio del cimitero monumentale di Milano), un personaggio leggendario del XII secolo e secondo gli storici la figura di Alberto da Giussano non è mai esistita. ll comandante della famosa e leggendaria “Compagnia della morte”, che nella giornata della battaglia di Legnano (29 maggio 1176 – 845 anni fa), decisiva per il contrasto tra i Comuni italiani e l’imperatore Federico Barbarossa, avrebbe, col suo disperato valore, salvato il Carroccio, risolvendo favorevolmente una situazione bellica che diventava sempre più pericolosa e minacciava di trasformarsi in una rotta per le forze della Lega Lombarda. Che valore ha questa tradizione? E se si tratta di leggenda è leggendario anche il nome? Ricerche fatte, sia pure per altri scopi hanno trovato che nel 1196, in un ricorso presentato a papa Celestino III figura il nome di un Alberto da Giussano. Possiamo dunque essere certi almeno dell’esistenza, proprio in anni vicini all’epoca della lotta contro Federico I, di una persona di tale nome, anche se non siamo in grado di affermare che si tratti veramente del condottiero. Egli avrebbe abitato presso quella chiesa di S. Sempliciano a Milano donde, come vuole la leggenda, sarebbero partite le tre bianche colombe, che i combattenti avrebbero visto, durante la battaglia di Legnano, posarsi sul pennone del Carroccio. La leggenda di Alberto. da Giussano non compare in nessuno dei cronisti contemporanei della battaglia di Legnano; solo con Galvano Fiamma (n. 1283-m.1344) essa prese inizio.

ACCADDE OGGI:
1176
 Le truppe della Lega Lombarda (845 anni fa) sconfiggono l’esercito imperiale di Federico Barbarossa nella battaglia di Legnano. Con essa fu posta la parola fine al tentativo di egemonizzazione dei comuni dell’Italia settentrionale da parte dell’imperatore tedesco. Essendo simbolo della vittoria delle popolazioni italiane su quelle straniere, Legnano, grazie alla storica battaglia, è l’unica città, oltre a Roma, ad essere citata neI ”l Canto degli Italiani di Goffredo Mameli e Michele Novaro, inno nazionale italiano dal 1946. L’importante scontro armato è ricordato annualmente dal Palio di Legnano.
1848 La battaglia (173 anni fa) di Curtatone e Montanara (Prima Guerra d’Indipendenza)
1886 La prima campagna pubblicitaria della Coca Cola
1985 A Bruxelles 39 persone muoiono (32 le vittime italiane) e centinaia rimangono ferite durante gli scontri scoppiati nella finale di “Coppia dei Campioni” tra Juventus e Liverpool (36 anni fa). Per non dimenticare

SIGNIFICATIO del NOMEROLANDO” è: “che ha fama, glorioso nella sue terra”. In Italia portano questo nome circa 24.361 persone di cui il 22,1% in Toscana, 14,5% nel Lazio, 11,7% in Lombardia, poi sparso in tutta Italia.

PROVERBI:
“Le donne sono come le ciliegie, una tira l’altra”
“La vita è semplice: è roso ciliegia o blu notte”
“Sotto un albero di ciliegie tutti i fardelli della vita colano via”

CILIEGIE: CONOSCIAMO la QUALITA’ ACQUISTARLE: Il nostro Paese offre numerose varietà di ciliegie, che si distinguono per colore, sapore e dimensione. Le più comuni tipologie di ciliegie sono: CILIEGIA di FERROVIA: è una varietà di ciliegia piuttosto diffusa e si distingue per le dimensioni importanti, un colore scuro, la polpa soda e un sapore piuttosto dolce; DURONE di VIGNOLA: è una delle varietà di ciliegie più apprezzate e consumate per via del sapore molto dolce, il colore scuro e le dimensioni elevate; CILIEGIA di MAROSTICA: si tratta di un prodotto a indicazione geografica tipica. Il frutto si caratterizza per il suo colore rosso, la polpa molto soda e le dimensioni devono avere un calibro minimo di 23 mm; MORA di VIGNOLA: è una varietà di ciliegie autoctona e piuttosto antica della zona di Vignola (MO). La mora di Vignola si caratterizza per un colore molto scuro, la polpa soda e un sapore molto dolce; CILIEGIA ANELLA: detto anche durone dell’Anella si tratta di un durone dal colore rosso intenso con polpa soda e sapore abbastanza dolce; MORA di CAZZANO Mora di Cazzano: detta anche durone di Verona, si tratta di una varietà di ciliegia tipica del veneto. Si distingue per il colore scuro, polpa croccante e sapore dolce. Questi frutti, oltre che gustosi, hanno ricevuto sempre più attenzione per il loro utilizzo in campo medico. Risultano infatti essere frutti densamente ricchi di minerali e sostanze antiossidanti, come vedremo meglio nei prossimi paragrafi. Diamo ora uno sguardo ai valori nutrizionali delle ciliegie. Vedremo in altri post i benefici e le controindicazioni.

SCOMPARSA OGGI: 2013 Franca RAME (8 anni fa) è stata un’attrice teatrale, drammaturga e politica italiana.

SEI NATO OGGI? In un mondo di forti tu sei attratto dai deboli e a loro, a chi è indifeso e a chi soffre, sei disposto a dedicare la tua vita e il tuo lavoro. In amore dovrai affrontare qualche incomprensione e forse rinuncerai per molto tempo a crearti una tua famiglia, ma nella seconda parte della vita ti aspetta un’unione solida ed importante.

A BERGAMO e in PROVINCIA: Il SOLE sorge alle ore 05.37 e tramonta alle ore 21.00 – Durata del giorno 15.23 (+2 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte: 08.37 (-2 minuti rispetto a ieri) – La LUNA calante (80%) sorge domani notte alle ore 00.05 e tramonta domani alle ore 08.15 

Seguici su Google News

Print Friendly, PDF & Email