Almanacco Bergamo 21 novembre 2021 (Domenica)

47° settimana – Giorni fine/inizio anno 40/325 – BUONA DOMENICA
AUGURI di BUON COMPLEANNO e di BUON ONOMASTICO a tutti coloro che oggi lo festeggiano

Dal 21 settembre (Equinozio d’autunno) a oggi 21 novembre (60 gg) la durata del giorno è diminuita di 2 ore e 43 minuti. Dal 21 giugno (solstizio d’estate – 153 gg) ad oggi la durata del giorno è diminuita di 4 ore e 36 minuti. Tra 30 giorni – 21 dicembre – inizierà l’inverno e in coincidenza con il “solstizio d’inverno” dopo 4-5- giorni solstiziale le giornate ricominceranno ad allungarsi

Smettile di dire “Non posso”. La tua mente crede a ciò che dici.

SEI NATO OGGI? Le tue capacità intuitive ed una notevole intelligenza analitica ti mettono in grado di risolvere qualsiasi rebus o problema. Nel lavoro dai il meglio di te quando affronti situazioni complesse e difficili. All’amore dedichi poco tempo ed energie: se non ami la solitudine, cerca di cambiare atteggiamento e dai di più a chi ti è vicino.

SIGNIFICATO del NOME MAURO è di pelle scura. Oggi è San Mauro. In Italia portano questo nome circa 216.867 persone di cui il 16,8% in Lombardia.

PROVERBI E MODI DI DIRE
Al bugiardo non è creduto il vero
La verità sta in fondo al pozzo
Bisogna far buon viso a cattivo gioco
Non ti curar di loro guarda e passa
Chi non ha sdegno, non ha ingegno

GIORNATA MONDIALE o NAZIONALE…
… della gioventù
… degli alberi
… della televisione
… della pesca
… delle vittime della strada

OGGI in QUESTO ALMANACCO

  • I MORTI DEL GIORNO A BERGAMO E PROVINCIA (clicca qui)
  • Il Santo del giorno
  • Il pensiero del giorno
  • 2021 Dati allarmanti per gli incidenti stradali
  • 1871 (150 anni fa) brevettato l’accendisigari
  • Storia di Bergamo
  • Bergamo e i “Grandi Bergamaschi”
  • ISEE Cosa cambia nel 2022
  • Accadde Oggi
  • L’Angolo della Lettura
  • L’Angolo del Cinema
  • L’Angolo della Cucina

I SANTI del GIORNO

San MAURO Vescovo – San GELASIO I Papa – Santi AGAPIO e RUFO martire – La Chiesa celebra la Festa di altri 5 SANTI e 2 BEATI. La Chiesa oggi celebra la solennità di CRISTO RE dell’UNIVERSO a chiusura dell’Anno Liturgico che ci porta, con domenica prossima, alla Prima  Domenica d’AVVENTO in preparazione al Santo NATALE di GESU’. La Chiesa oggi ricorda la PRESENTAZIONE della B.V. MARIA al Tempio. Come prescritto, i genitori di Maria salgono al Tempio per la consacrarla a Dio.

IL PENSIERO del GIORNO  (a cura di Mons. Antonio Donghi)

“Chiunque è dalla verità, ascolta la mia voce”. Chiunque viva una profonda comunione fraterna sa gustare una intensa reciprocità esistenziale, pur nelle lontananze fisiche. Il risuonare della voce della persona amata evidenzia una intimità di vita. Il cuore va al di là dello spazio e del tempo. Ascoltare la voce è proprio di chi nelle risonanze emotive dell’udire una voce avverte una intensa e meravigliosa sintonia di cuori. È un invisibile che inonda la sensibilità della persona, ricolmandolo di gioia serena e luminosa. Padre, il tuo Figlio Gesù Cristo ci introduce nella tua intimità di amore, ci offre il gusto della vera comunione e ci comunica la bellezza del tuo cuore. In questa reciprocità di Spirito Santo, che anima le nostre persone, abbiamo la capacità di accogliere nella purezza del cuore le sue parole per rendere le nostre sfumature spirituali una costante incarnazione della tua benevolenza innamorata di ogni umana creatura. In tal modo respiriamo sempre eternità nel tempo. Amen

VACCINO ANTINFLUENZALE: COME VIENE SOMMINISTRATO?

Da giorni ne stiamo parlando con i medici di Humanitas Gavazzeni. Il vaccino viene somministrato in un’unica dose per via intramuscolare nel deltoide del braccio scelto, mentre per i più piccoli l’iniezione viene effettuata di preferenza nel muscolo antero-laterale della coscia oppure viene somministrato il vaccino per via endonasale. Dopo il vaccino potrebbero verificarsi alcuni effetti avversi quali dolore, eritema, gonfiore nel sito di iniezione. Le reazioni sistemiche comuni includono malessere generale, febbre, mialgie, con esordio da 6 a 12 ore dalla somministrazione della vaccinazione e della durata di 1 o 2 giorni.  DOMANDA: Si possono fare assieme i Vaccini antinfluenzale e anti covid19? Sì, non vi è alcuna controindicazione. Il vaccino antinfluenzale non interferisce con la risposta immune ad altri vaccini inattivati o vivi attenuati e non vi sono effetti collaterali al di fuori di quelli già noti.

INCIDENTI STRADALI 2021: DATI ALLARMANTI

(dai dati riportati riguardano il 1° semestre 2021). Addio effetto lockdown sugli incidenti stradali. Le stime Aci-Istat sui primi sei mesi del 2021 mostrano una decisa impennata rispetto allo stesso periodo del 2020: gli incidenti con lesioni sono aumentati del 31,3%, le vittime del 22,3% e i feriti del 28,1%. In particolare, l’incremento maggiore di vittime si è registrato sulle autostrade (+50%) mentre sulle urbane ed extraurbane la crescita è stata tra il 17 e il 20%. In valore assoluto, tra gennaio e giugno2021 gli incidenti sono stati 65.116, i morti 1.239 e i feriti 85.647. In media 360 incidenti, 7 morti e 473 feriti ogni giorno. C’era da aspettarselo, evidentemente, considerato che da marzo 2020 la circolazione si è bloccata per due mesi e, comunque, la ripresa, a partire da maggio, fu comunque molto graduale. Se però si prende in considerazione il periodo precedente la pandemia, evidenziano Aci e Istat, i dati che emergono sono tutt’altro che negativi: rispetto alla media 2017-2019, infatti, gli incidenti sono diminuiti del 22,5%, i deceduti del 19,8% e i feriti del 27,6%. I bergamaschi coinvolti in incidenti stradali mortali nel 2021.

150 ANNI FA BREVETTO DEL PRIMO ACCENDINO

A New York viene brevettato l’accendisigari. L’ideatore Moses F. Gale dice che la miglioria di sua invenzione consiste in un dispositivo meccanico che consente l’apertura e la chiusura anche parziale della fuoriuscita di gas per una efficace regolazione della fiamma. Un ulteriore passo avanti fu compiuto nel 1933 dal designer e inventore statunitense George Grant Blaisdell, che progettò un accendino comodo da impugnare e utilizzabile anche con condizioni atmosferiche non ottimali. Nei decenni seguenti, sempre più aziende hanno quindi puntato sulla commercializzazione di modelli usa e getta (nei quali l’alimentazione non è più costituita da benzina, ma prevalentemente da Gpl) e con la fiamma di intensità regolabile. Ma i nuovi arrivati non hanno fatto uscire di scena i classici ricaricabili.

TORNA IN PRESENZA LA COLLETTA ALIMENTARE 2021

Promossa dalla Fondazione Banco Alimentare, compie 25 anni e torna anche in presenza il prossimo 27 novembre. L’invito è di recarsi sabato 27 novembre 2021 negli 11.000 supermercati aderenti all’iniziativa dove 145.000 volontari, distanziati e muniti di green pass inviteranno a comprare prodotti a lunga conservazione: omogeneizzati alla frutta, tonno e carne in scatola, olio, legumi, pelati. I prodotti donati saranno poi distribuiti alle 7.600 strutture caritative convenzionate con Banco Alimentare (mense per i poveri, comunità per i minori, banchi di solidarietà, centri d’accoglienza ecc..) che sostengono quasi 1.700.000 persone. Il Presidente del Banco Alimentare. “La Colletta Alimentare è la giornata in cui chiediamo a tutti di fare squadra con noi. Abbiamo visto in questi 24 anni come un atto semplice e concreto come donare una spesa a chi è in difficoltà, sia alla portata di tutti e arricchisca ognuno di noi”

REGIONE LOMBARDIA: PRENOTAZIONI OVER 40 da DOMANI

Lombardia corre. Da domani, 18 novembre, in regione tutti gli over 40 potranno prenotare la terza dose del vaccino anti covid. L’annuncio è arrivato martedì per bocca del coordinatore della campagna vaccinale lombarda, Guido Bertolaso. In Lombardia “da domani gli over 40 si possono prenotare sul portare di Poste Italiane”, ha spiegato, anche se gli appuntamenti saranno comunque dal 1 dicembre, come previsto dalle linee guida nazionali. In Lombardia l’incidenza ogni 100 mila abitanti negli ultimi 7 giorni si attesta a 74 contro una media nazionale del 91. La percentuale dei posti letto occupati negli ospedali è dell’8% mentre nelle terapie intensive è stabile al 3%. Un anno fa l’incidenza era di 592, l’occupazione di letti in area medica del 124% e nelle terapie intensiva del 56%.

BERGAMO e i “GRANDI BERGAMASCHI”: ANGELO MAZZI

Nato a Villa d’Almé BG (o secondo altri Bergamo) 23 aprile 1841 – morto a Bergamo 20 novembre 1925. La Città di Bergamo e il Comune di Villa d’Almè gli hanno intestato una Via. A Bergamo una Scuola Media porta il Suo nome. Laureato all’Università di Padova, professore, fu anche sindaco del Comune di Villa d’Almé nel 1869-1870, poi in vari periodi consigliere o membro della Giunta, e membro della Deputazione provinciale nel 1872-1873. Diresse dal 1898 (e come reggente provvisorio almeno dall’anno precedente) fino alla morte la Biblioteca civica di Bergamo, nella quale lavorava, a quanto pare, già da alcuni anni. Nei primi anni della sua direzione la Biblioteca venne completamente riordinata e riorganizzata avviando un nuovo catalogo alfabetico a schede e un nuovo sistema di collocazione e introducendo il registro cronologico d’ingresso e l’inventario topografico. Nel 1907 venne iniziata la pubblicazione del «Bollettino della Biblioteca civica di Bergamo» e nel 1908 venne preso in consegna l’Archivio storico del Comune per ordinarlo e permetterne la consultazione da parte del pubblico. Durante la sua direzione vennero inoltre acquisiti numerosi fondi e importanti raccolte. Fu anche socio dell’Ateneo di scienze lettere ed arti di Bergamo, che lo ha ricordato con una lapide commemorativa, della Deputazione di storia patria per le antiche province e la Lombardia (corrispondente dal 1897, deputato dal 1919) e della Società storica lombarda (dal 1901). Pubblicò numerosi studi di storia bergamasca, soprattutto nell’antichità e nel Medio Evo. La Biblioteca A. Mai conserva il suo carteggio e le sue carte, di cui è disponibile l’inventario

ISEE COSA CAMBIA NEL 2022

Novità in arrivo per l’Isee, l’Indicatore della situazione economia equivalente, a partire dal 2022. Col nuovo anno, aumenteranno le prestazioni per le quali sarà richiesto come requisito indispensabile per poterne beneficiare, così come si allargherà la platea dei beneficiari. Dal superbonus 110% per le villette agli aiuti ai giovani per l’acquisto della prima casa, ci sarà un altro modo di calcolare la Dsu, la dichiarazione sostitutiva unica che porta alla definizione dell’indicatore. Ci saranno alcune novità nelle procedure per ottenere l’Isee dal 2022. Si parte sempre dall’individuazione del numero dei componenti del nucleo familiare su cui calcolare l’indicatore. Il riferimento è quello della famiglia anagrafica al momento della presentazione della dichiarazione sostitutiva unica (la Dsu). Così come rientrano nello stesso nucleo i genitori non sposati e conviventi che hanno la stessa residenza. I figli vengono calcolati nell’Isee del genitore con cui convivono, anche se risultano fiscalmente a carico dell’altro genitore. La regola vale anche per i maggiorenni conviventi, anche se sono fiscalmente autonomi. Se, però, i figli maggiorenni hanno spostato la residenza altrove, fanno nucleo a sé quando hanno compiuto i 26 anni, sono sposati o hanno figli oppure hanno un reddito che li rende indipendenti dai genitori.

ACCADDE OGGI

  • 1941 L’Esercito inglese sconfigge il Regio Esercito Italiano in Abissinia
  • 1944 Eccidio di Costa Volpino e Lovere: tutti condannati a morte ad eccezione di Giorgio Paglia, graziato in virtù della medaglia d’oro al valor militare assegnata al padre, caduto in Etiopia. Paglia tuttavia rifiuta il privilegio concessogli, ed il 20 novembre è fucilato al Cimitero di Costa Volpino assieme a Guido Galimberti, Andrea Caslini e ai russi Semion Kopcenko, Alexsander Nogin e Ilarion Eranov, ad opera di un plotone d’esecuzione della legione Tagliamento. Nello stesso giorno, poco distante, al cimitero di Lovere, venivano fucilati anche i fratelli Pellegrini, Renato e Florindo, catturati il 20 novembre nei rastrellamenti di Covale.

L’ANGOLO della LETTURA

Titolo del libro: “FESTA SOTTO la NEVEAutore: Jessica Redland – Edito nov. 2021 – Pag. 342 – Costo: € 9,40 – Trama: La neve ha cominciato a cadere, le luci scintillano per le strade e la corsa ai regali è iniziata: lo spirito natalizio sta conquistando proprio tutti… tranne Tara. La proprietaria della più esclusiva caffetteria nel cuore di Whitsborough Bay, infatti, sembra essere immune alla magia del Natale. Sono anni che Tara ha eretto un muro intorno a sé, nascondendosi dietro l’immagine di donna d’affari di successo, fredda e priva di scrupoli. Ma la realtà è un’altra. Ci sono segreti nel suo passato che ancora fanno male. E che l’hanno convinta ad allontanarsi da tutto, per paura di soffrire ancora. Amici, famiglia e persino la speranza di un nuovo amore vengono tenuti a distanza: ha imparato a sue spese quanto può far male un cuore infranto.

L’ANGOLO del CINEMA

“IL POTERE del CANE” – Critica *** –  – Drammatico – Durata 125 minuti – Consiglio +13 anni – Trama: I fratelli Burbanks, Phil e George, sono gli eredi di un grande ranch di famiglia, che mandano avanti occupandosi quotidianamente dello spostamento mandrie, dell’essicazione delle pelli e dell’addestramento degli uomini di fatica. Mentre George è un uomo sensibile e desidera una famiglia, Phil è un bullo patentato e omofobo, ossessionato dal mito del suo mentore Bronco Henri. Quando George prende in sposa la giovane vedova Rose e la porta al ranch, Phil prende di mira la donna e suo figlio Peter e non smette di tormentarli.

L’ANGOLO della CUCINA: Giornata Nazionale della FOCACCIA genovese

Dall’unione di semplici ingredienti come acqua farina e lievito, impastati con passione e secondo la tradizione, ecco nascere uno degli street food più amati della nostra penisola: la focaccia. A Genova è impossibile passeggiare senza assaporare la focaccia genovese che profuma ogni angolo della città. Ecco alcuni suggerimenti che vi permettono di prepararla con successo anche in casa – Per una base liscia, omogenea ed elastica servono solo ingredienti di assoluta qualità e un po’ di manualità – La quantità di acqua è variabile, perché questa dipende dal tipo di farina utilizzato  La focaccia genovese è bassa. Non preoccupatevi quindi se, una volta stesa, risulterà sottile, perché è cosi che deve essere. La seconda lievitazione e la cottura faranno poi il resto.

Per tutte le notizie seguici su Google News

Print Friendly, PDF & Email