Almanacco Bergamo 23 dicembre 2021 (Giovedì)

51° settimana – Giorni inizio/fine anno 357/08BUONA SETTIMANA
AUGURI di BUON COMPLEANNO e di BUON ONOMASTICO a tutti coloro che oggi lo festeggiano

SEI NATO OGGI? Sei dotato di spirito indagatore e scientifico e, nello stesso tempo, sei attirato da tutto ciò che è occulto e misterioso. Hai ottime possibilità di riuscita nel campo della medicina alternativa, ma evita di farti attrarre dal fascino dell’esotico e ricorda che lunghi soggiorni all’estero possono essere, per te, particolarmente pericolosi. In amore scegli la stabilità e ricordati sempre di dimostrare al partner quanto lo apprezzi.

AFORISMA del GIORNO
Perché, perché, perché, perché …” forse non sprechiamo troppo tempo a chiederci il perché di tutto? D’estate fa troppo caldo perché …. d’inverno fa troppo freddo perché … perché, perché !!!

GIORNATA MONDIALE …
… dell’orgasmo
… dello snowboard
… del cruciverba

PROVERBI
E’ più apprezzato quel che vien negato
Non cantar vittoria prima del tempo
Il silenzio è consenso
L’uomo ordisce, la fortuna tesse
Lo sfarzo eccita l’invidia
Canta che ti passa


I MORTI DEL GIORNO A BERGAMO E PROVINCIA (clicca qui)

I SANTI del GIORNO

San GIOVANNI da Kety sacerdote, fisico, teologo e filosofo. Patrono della Polonia e Lituania – Santi PRIMI 10 MARTIRI di Creta – Sant’IVO Vescovo – Santa VITTORIA martire – San SERVOLO “il paralitico”, passò la Sua vita chiedendo l’elemosina fuori dalla Basilica di San Clemente in Roma, dove alla Sua morte, nel 590 dC., trovò sepoltura. Un Isola della Laguna di Venezia porta il Suo nome e qui sorge ancora oggi il dormitorio pubblico della città – – La Chiesa celebra la festa di altri 11 SANTI e 2 BEATIDomani Vigilia del Santo Natale è giornata di magro e/o digiuno.

IL PENSIERO del GIORNO  (a cura di Mons. Antonio Donghi)

E davvero la mano del Signore era con lui”. La coscienza che la vita dell’uomo sia animata da un profondo senso del sacro è abbastanza noto dal punto di vista umano e dalla storia delle religioni. Il divino nelle sue molteplici interpretazioni opera nel cuore dell’uomo e ne guida i passi nello scorrere degli avvenimenti storici. Un simile atteggiamento esistenziale aiuta a crescere nella speranza e a leggere il quotidiano con maggiore fiducia. Padre, ogni nostra chiamata alla vita quotidiana è costruita e sostenuta nella ferma convinzione che siamo guidati dalla fedele e feconda creatività dello Spirito. La presenza del tuo Figlio Gesù risorto ci offre questa certezza: nel vivere la tua misteriosa volontà siamo sostenuti dalla tua presenza che ci attira sempre più al Maestro nella energia dello Spirito Santo. Amen

PERCHE’ VACCINARE i BAMBINI?

Lo abbiamo chiesto ai Medici Responsabili del Centro Vaccinazioni di Humanitas Gavazzeni. Con una circolare del 7 dicembre 2021 il Ministero della Salute ha esteso l’utilizzo del vaccino Comirnaty (Pfizer-BioNTech) ai bambini di età compresa tra i 5 e gli 11 anni. L’indicazione è arrivata dopo l’approvazione dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA), che a sua volta aveva accolto il parere favorevole dell’Agenzia Europea per i Medicinali (EMA). Il vaccino Pfizer-BioNTech è stato il primo vaccino arrivato in Italia per prevenire COVID-19, la malattia causata dal virus SARS-CoV-2 ed è un vaccino efficace e sicuro anche in età pediatrica. Perché è importante vaccinare i bambini? E come funziona la vaccinazione nella fascia di età 5-11? Dall’inizio dell’epidemia sono stati oltre 263mila i casi di COVID-19 nella fascia 6-11 anni, con 1453 ricoveri in reparti ordinari, 36 ricoveri in terapia intensiva e 9 decessi (dati dell’1/12/2021). Nelle ultime settimane il numero di contagi in questa fascia di età è in netta crescita. Anche i bambini si ammalano di COVID-19 e sebbene nella stragrande maggioranza dei casi i sintomi siano lievi, vaccinare i bambini è importante per diverse ragioni: 1) La vaccinazione consente innanzitutto di proteggere i bambini, garantendone il diritto alla salute, tenuto conto che sebbene in misura minore rispetto agli adulti, anche in età infantile COVID-19 può comportare rischi per la salute. Anche nei casi lievi, infatti, non è possibile escludere la comparsa di complicazioni quali la sindrome infiammatoria multi sistemica (MISc), una malattia rara ma grave che colpisce diversi organi contemporaneamente, e il cosiddetto “long COVID”, con la comparsa di effetti indesiderati a distanza di tempo – 2) La vaccinazione dei bambini consente di proteggere ulteriormente coloro che vivono con essi o condividono con loro contesti familiari o sociali fondamentali per lo sviluppo e la crescita (la scuola, le attività extra-scolastiche sportive, educative o ludico-ricreative) – 3) Vaccinare i bambini contribuisce a ridurre la circolazione del virus, limitando anche il rischio che produca mutazioni importanti.

UN NATALE SENZA SPRECHI ALIMENTARI

A Natale, ancora più che in altri periodi, cresce il rischio di cadere nella trappola dello spreco alimentare. Si calcola infatti che ogni anno finiscono nella spazzatura oltre 500.000 tonnellate di cibo un equivalente di 80 euro a famiglia. Ridurre lo spreco alimentare è importante per noi e per il Pianeta, basta pensare che ogni tonnellata di rifiuti alimentari produce infatti 4,2 tonnellate di CO2. Sotto Natale siamo preda di una strana frenesia che ci spinge all’acquisto, sia on line che off line, molto fanno gli sconti, le offerte, o meglio quello che percepiamo come tali. Sembra tutto assolutamente indispensabile – come ho fatto prima senza di questa cosa?! – e invece no. Se ne ho fatto a meno fino ad ora forse una domanda me la devo porre: mi occorre davvero? È proprio questa la prima domanda anti-spreco per il periodo di Natale-Capodanno-Befana. Mi serve davvero? Questi acquisti alimentari, in queste quantità? Prendiamo solo quello che ci occorre. Tanto nel giro di pochi giorni saranno completi gli inviti del periodo delle festività. Sapremo cosa fare al Cenone della Vigilia, al pranzo di Natale e ancora così via. Quali feste passeremo a casa con ospiti e quali invece saremo fuori per più o meno brevi vacanze, inviti di parenti e amici oppure in agriturismi e ristoranti. Che senso ha comprare prodotti che non servono, rischiano di scadere e essere buttati?

La LOMBARDIA RESTA in ZONA BIANCA

La Lombardia resta in zona bianca almeno fino al 2 gennaio 2022. La conferma è arrivata nel pomeriggio di giovedì 23 dicembre dal governatore Attilio Fontana: “I dati del monitoraggio settimanale confermano, anche per la prossima settimana, la zona bianca per la Lombardia. Di fatto, poi, anche nella nostra regione, come previsto dalla norma che sarà inserita nel nuovo Decreto Legge che il Governo si appresta a varare, si dovrà usare la mascherina all’aperto” I dati di questa settimana registrano il tasso di occupazione dei posti letto in area medica ancora sotto il 15%, “Anche se, come in tutto il territorio nazionale, stiamo assistendo a una crescita importante dei contagi che ci spinge a tenere monitorata e attenzionata la situazione”, ha puntualizzato Fontana.

NON SARA’ un BIANCO NATALE… MA IN MONTAGNA

Non sarà un bianco Natale a BERGAMO quello del 2021, anzi sarà un Natale piuttosto bagnato. Tutto colpa di una perturbazione che farà capolino sulla Lombardia. È quello che prevede il meteorologo dell’aeroporto di Orio al Serio. Dopo lunghe giornate in compagnia di nebbie e nubi basse, sulla Lombardia lo scenario meteo è destinato a sbloccarsi durante le festività natalizie Da venerdì 24 dicembre una perturbazione atlantica farà il suo ingresso sul nostro Paese portando delle piogge che persisteranno anche e soprattutto nel giorno di Natale. Sarà un peggioramento però più a stampo autunnale che invernale con precipitazioni moderate, a tratti abbondanti, e la neve cadrà soltanto in alta montagna, attorno ai 1400-1600 metri. Tempo che tendenzialmente è previsto rimanere instabile anche nei giorni successivi.

ORARI NATALIZI ATB – TEB

Il giorno di Natale il trasporto pubblico è sospeso in tutte le linee urbane e extra urbane. Il 26 dicembre orario festivo e così anche a Capodanno orario festivo.

BERGAMO, IL TRADIZIONALE CALENDARIO DEL COMUNE NEI CENTRI PER TUTTE LE ETÀ DELLA CITTÀ

Lo scorso anno fu consegnato direttamente a 2500 persone anziane della città, direttamente al proprio domicilio, quest’anno il calendario patrocinato dal Comune di Bergamo, caratterizzato come ormai da tradizione dalle foto d’epoca di Bergamo, tramite le quali è possibile ripercorrere la storia della città, viene consegnato nei tanti Centri per Tutte le Età di Bergamo.

Il calendario 2022 – si parla di circa 2500 copie – sarà consegnato, come sempre gratuitamente, dalle mani dei volontari di BergamoXBergamo, coordinati dall’assessorato alle Politiche sociali del Comune, in quelli che sono di fatto importanti presidi territoriali dei quartieri della città, appunto i Centri per Tutte le Età, da sempre particolarmente frequentati e al centro di reti di relazioni importanti per quello che riguarda soprattutto le persone più anziane di Bergamo. Il Comune di Bergamo sceglie, ancora una volta, di avvicinarsi ai propri concittadini: niente ritiro presso gli uffici di piazza Matteotti, come avvenuto gli anni scorsi, ma una prossimità che rende più semplice e facile il ritiro dei calendari, che potrà avvenire – a partire dai prossimi giorni – negli orari di apertura dei CTE (Qui la lista: https://www.comune.bergamo.it/unita-organizzativa/centri-della-terza-et%C3%A0). Il calendario contiene non solo fotografie, ma anche decine di proverbi della tradizione bergamasca che, pescando nella saggezza popolare orobica, accompagnano in modo folcloristico e tradizionale lo scorrere dei giorni del nuovo anno. Quest’anno il calendario si tematizza e a ogni mese corrispondono proverbi sul periodo a cui la pagina fa riferimento, con tanti richiami al meteo e alla popolare capacità di sintetizzare i cambiamenti del tempo. Il calendario 2022, patrocinato dal Comune di Bergamo e dalla Provincia di Bergamo, è stato realizzato in collaborazione con l’associazione culturale BGpedia e l’editore bergamasco Ferruccio Arnoldi.

AL VIA I LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE DEL PARCO DELLA CLEMENTINA

Hanno preso il via i lavori di ristrutturazione e riqualificazione al parco della Clementina, un progetto che si pone l’obiettivo di dare un nuovo volto all’attuale area verde pubblica priva oggi di un’effettiva identità caratterizzante, assegnandole funzioni specifiche destinate ad ampliare l’offerta dei servizi alla cittadinanza, all’abitato della Clementina in particolare, quale parte del più grande quartiere della Celadina a cui appartiene. La prima fase di lavori avviata nei giorni scorsi riguarda la zona che interessa il campo da calcio e l’ingresso verso la via Rovelli. Pertanto, a parte la porzione di parco di quella zona debitamente confinata, il resto dello spazio sarà ancora accessibile al pubblico per le festività natalizie e sino ai primi di gennaio del prossimo anno. Ferme restando le condizioni meteorologiche, a partire dalla seconda metà del mese di gennaio, è previsto l’avvio della seconda la fase in cui non sarà più possibile entrare nel parco e nell’area cani, per non ostacolare le attività di cantiere e soprattutto per garantire la massima sicurezza delle persone e dei cani che normalmente frequentano il parco. Se vi saranno le condizioni, si cercherà di riaprire il parco parzialmente, in modo da ridurre il più possibile il disagio degli utilizzatori. Salvo necessità o varianti, la durata dell’appalto è prevista in complessivi 120 giorni.

LE VIE E LE PIAZZE DI BERGAMO. GIOVANNI BERCHET

Nato a Milano, 23 dicembre 1783 – morto a Torino, 23 dicembre 1851 (170 anni fa) è stato un poeta, scrittore, traduttore e politico italiano, tra gli esponenti più significativi del romanticismo. Le Città di Bergamo, Milano e Torino gli hanno intestato una Via. Primo di otto fratelli. Il padre era un commerciante di tessuti. Da giovane fu traduttore non solo di opere poetiche all’avanguardia, che esprimevano il nuovo gusto romantico, come l’ode Il bardo di Thomas Gray, ma anche di romanzi, come Il vicario di Wakefield di Oliver Goldsmith. Nel 1816 fu l’autore del più famoso manifesto del romanticismo italiano, ovvero la “Lettera semiseria”  di Grisostomo al suo figliolo. Nel 1818 fece parte del gruppo che fondò Il Conciliatore, il foglio che era portavoce delle posizioni romantiche. Due anni dopo si iscrisse alla Carboneria, coltivando contemporaneamente la passione politica e quella letteraria. Partecipò ai moti repressi del 1821 e per sfuggire all’arresto fu costretto ad andare in esilio prima a Parigi, poi a Londra e infine in Belgio. A questo periodo belga risale la sua produzione poetica: il poemetto “I profughi di Parga” (1821, edito nel 1823), le “Romanze” (1822-1824) e l’altro poemetto “Le fantasie” (1829). Tornato in Italia nel 1845, partecipò alle Cinque giornate di Milano del 1848 e lottò con tutti i mezzi possibili per il raggiungimento dell’Unità d’Italia, alla quale però non poté assistere per motivi anagrafici: dopo il fallimento della Prima guerra di Indipendenza e la iniziale prevalenza dell’Austria fu costretto a riparare in Piemonte. Nel 1850 si schierò con la destra storica e fu eletto al Parlamento subalpino. Morì l’anno successivo. È sepolto nel Cimitero monumentale di Torino. Le Sue opere sono reperibili in internet dove si possono trovare ulteriori informazioni sul personaggio.

FARMACIE di TURNO NOTTURNO

(da questa sera ore 21 a domani 24 dicembre alle ore 9,00): BERGAMO Boccaleone Via G. Rosa 27 – Bracca – Castione della Presolana – Cene – Cologno al Serio – Costa di Mezzate – Dalmine Far. Ornati Snc (fino alle ore 24) – Isola di Fondra – Lovere – Mozzo – Pontida – Rota d’Imagna – Trescore Bal.io – Treviglio Comunale 3 – Valbrembo (fino alle ore 24) – Villa di Serio. Informazioni per le FARMACIE di TURNO, durante il giorno, puoi chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24 ore su 24. CONTINUITA’ ASSISTENZIALE (ex Guardia Medica) tel. 116117 attivo dalle ore 20 alle ore 8 nei giorni lavorativi – 24 ore su 24 nei giorni di sabato e domenica e festivi.

L’ANGOLO della CULTURA A BERGAMO

  • La CIASPOLADA di Santo Stefano (guidata) – 26 dic. ore 9 – ritrovo presso il Comune di Valgoglio fino a Selva d’Agnone – Iscrizione obbligatoria tel. 035704063 – possibilità di noleggio ciaspole.
  • BERGAMO – Centro Città promossa da A.RI.BI. – 24 dic. ore 8.30 – Vari percorsi – Biciclettata di Natale vestiti di Babbo Natale
  • BERGAMO – Seminario Vescovile – 1 Genn. ore 20,45 – Concerto Natalizio a scopo benefico pro “Spazio Autismo”
  • BERGAMO – Questura – dal 27 dic. – “Il Calendario della Polizia” offerta a favore dell’UNICEF negli orari d’ufficio al pubblico
  • BREMBATE SOPRA – Planetario – 27 dic. ore 16,15 e 17,30 – “Inseguendo una stella: la magica storia del Natale” – spettacolo raccontando i Vangeli
  • BRUSAPORTO – Chiesetta della Sacra Famiglia – dal 24 dic al 6 genn. – Visita gratuita al Presepio 40 mq realizzati da Giuseppe Marchetti
  • CASTRO – Comune – dal 27 dic.- consegna Skipass gratuiti per ragazzi fino a 16 anni come da Regione Lombardia
  • CLUSONE – Centro Storico – 24 dic. dalle 15 alle 18 – Coro IDICA – Canti di Natale per le vie della cittadina
  • DALMINE – Museo del Presepio – prenotazione visite al 035.563.383 – Orari festivi dalle 9 alle 18
  • GHISALBA – Centro paese –  24 dic. dalle 9 alle 19 – apre la Casa di Babbo Natale dove i bambini possono portare la loro letterina
  • GROMO – Palazzo Scacchi-Filisetti – dal 24 al 26 dicembre dalle ore 15 – “La Casa Bergamasca” di Babbo Natale.
  • LEFFE – Az. Agricola Vittoria’s Farm – 24 dic. dalle ore 14 alle 16 – “Regala un seme” la biodiversità di un seme all’altro – Prenotazione obbligatoria c/o Vittoria’s Farm
  • MILANO – Palazzo Marino – dal 20 dic al 6 febb – Mostra “Il rinascimento di Bergamo e Brescia: Lotto – Moretto – Savoldo – Moroni
  • NEMBRO – Santuario Madonna di Altino – 24 dic. ore 21.30 – Fiaccolata di Natale verso la Parrocchiale
  • STEZZANO – Via G. D’Alzano Negozio “Il Telaio” – fino al 27 dic – “Il panettone sospeso” – prenotazione tel. 3475451774 TRESCORE BALNARIO – Parrocchia – 24 dic. dalle ore 15 – Presepio Vivente

CAPODANNO IN FIORE IN SEMIARIO

L’ANGOLO della LETTURA

Titolo: L’ODISSEA di FENYX – Narrativa a fumetti – pag. 64 – costo € 16,90 – Trama: È un epoca in cui eroi mitologici e divinità banchettano insieme. Tantalo è in disgrazia per aver rubato i tesori di Zeus. Per tornare nelle sue grazie, Tantalo organizza una festa per onorare gli dei. Ma gli dei dell’Olimpo scoprono presto che ha servito loro il proprio figlio Pelope, come sacrificio. Colmo di collera, Zeus chiede alla sua semi-divina figlia Fenyx, una potente eroina che in passato ha salvato gli dèi dal mostro Tifone, di esplorare l’Ade per riportare in vita Pelope. Comincia quindi la più avvincente, folle ed eroica delle traversate infernali!

L’ANGOLO del CINEMA

SUPEREROI”– Commedia – Durata 113 minuti – Consigliato: + 13 anni – Critica non pervenuta – Anna e Marco si incrociano per la prima volta mentre si stanno riparando dalla pioggia. Lei è un’aspirante fumettista, dinamica e dal carattere impulsivo. Lui è un professore di fisica che crede che dietro ogni nostro comportamento ci sia una spiegazione logica. Si rivedono, finiscono a letto insieme. Poi si separano di nuovo. Marco è fidanzato con Pilar, con cui sta per andare a convivere, Anna convive con Tullia. Ma il loro destino è quello di stare insieme. Nel corso degli anni la loro coppia si regge su un equilibrio, ora stabile ora molto precario. Emergono incomprensioni, fughe, scontri, cose non dette. Ma anche momenti di intensa felicità. Intanto il tempo passa e anche loro cambiano. Il tempo è il vero protagonista di Supereroi. Il film racchiude infatti vent’anni dell’esistenza dei due personaggi e va continuamente avanti e indietro

L’ANGOLO della CUCINA. TIMBALLO DI MACCHERONI

Il Re della cucina aristocratica siciliana, con la crosta profumata di burro e zucchero ripieno di ragù di carni bianche e rosse reso ancora più prezioso dal tartufo e ammorbidito dalla crema leggermente dolce condita con un pizzico di cannella, nonostante svariate declinazioni che cambiano da cucina in cucina, non cambia. Il timballo richiede tantissimi passaggi dalla frolla esterna con un pizzico di cannella, alla la crema pasticcera anch’essa con cannella, le piccole polpettine di vitello, la farcia composta di ragù di vitello, salsiccia, funghi secchi, prosciutto cotto, frattaglie e piselli.

SEGNO ZODIACALE CAPRICORNO

Saturno è il pianeta dominante, l’elemento è la terra e la qualità e cardinale.  Il Sole si trova in Capricorno approssimativamente fra il 22 Dicembre e il 20 Gennaio. Colore da portare: il nero, appartiene a Saturno ed è l’invisibile, la notte.  Pietra Portafortuna: onice. La pietra del Capricorno è l’onice, dal colore nero translucido. Le proprietà di questa pietra sono quelle di combattere la negatività, portare equilibrio e calma e attenuare le controversie familiari, infondendo modestia e pensieri saggi. In salute rafforza il pancreas, regolarizza la tiroide e rigenera i tessuti. Combatte inoltre la perdita dei capelli  Metallo: il piombo.  Mesi favorevoli: Gennaio, Giugno, Dicembre.  Giorno favorevole: il Sabato.  Il simbolo grafico che rappresenta il segno zodiacale del Capricorno è quello delle corna  ell’animale stesso, che ha il corpo di delfino e capra, ad identificare la sua natura ambivalente, da un lato il contatto con il divino e al tempo stesso l’ascetismo.  Mitologia: I greci identificarono nella costellazione del Capricorno la creatura cornuta e con le zampe di capra dal nome Egocero. Immortalata nelle stelle, proteggeva le campagne ed i raccolti.

Per tutte le notizie seguici su Google News

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in: