Almanacco Bergamo 6 dicembre 2021 (Lunedì)

49^ settimana – Giorni fine/inizio anno 25/340 – BUONA SETTIMANA
AUGURI di BUON COMPLEANNO e di BUON ONOMASTICO a tutti coloro che oggi lo festeggiano

Spesso diamo tanto tempo a cose insignificanti … e poco tempo a cose veramente importanti

SEI NATO OGGI? Sei molto fantasioso e qualche volta tendi a confondere i tuoi sogni con la realtà. Creatività, originalità e spirito di iniziativa non ti mancano, ma nel lavoro devi cercare di essere più concreto e razionale. Solo così riuscirai a raggiungere gli obiettivi prefissati. In amore tendi a ricevere più che a dare e devi dunque cercare di essere più generoso.

SIGNIFICATO DEL NOME NICOLA
Significa Vincitore del popolo. Oggi è San Nicola. In Italia portano questo nome circa 273.702 persone di cui il 22,6% in Puglia, 19,1% in Campania e il 8,1% in Lombardia.

PROVERBI E MODI DI DIRE
Fai quello che il prete dice non quello che il prete fa


I MORTI DEL GIORNO A BERGAMO E PROVINCIA (clicca qui)

I SANTI del GIORNO

San NICOLA di BARI Vescovo. Nella Bergamasca è Patrono di Cividate al Piano – Riva di Solto e Zanica (Vedi nota) – Santa DIONISIA e 7 Compagni martiri – La Chiesa celebra la Festa di altri 5 SANTI e 5 BEATI

IL PENSIERO del GIORNO  (a cura di Mons. Antonio Donghi)

Tutti furono colti da stupore: Oggi abbiamo visto cose prodigiose! Il senso dello stupore deve accompagnare la supplica quotidiana perché incarna la speranza che opera nel cuore di ogni uomo, che si dibatte nelle proprie povertà esistenziali. Il fascino della bellezza presente in noi e fuori di noi ci attira continuamente e ci offre quel respiro che infonde coraggio nel vincere il grigiore feriale. Padre, quando ci lasciamo prendere dal volto del tuo Figlio, un profondo senso di commozione e di gioia interiore ci pervade e introduce una nuova tonalità esistenziale nelle nostre persone. Rendici nello Spirito consapevoli dei nostri limiti per lasciarci catturare dal suo cuore e per poter respirare ogni giorno un clima di costante novità di vita. Amen.

CONFERMATA LA PRIMA NEVE DI STAGIONE

Il Servizio Meteo Aeroporto di Orio al Serio lo conferma. In arrivo la neve a Bergamo e in tutta la Lombardia. E’ confermata, con un’attendibilità vicina al 70%, la prima nevicata in Pianura dell’anno, nella notte tra il 7 dicembre (Sant’Ambrogio) e poi tutto l’8 dicembre, mercoledì dell’Immacolata. Tra martedì e mercoledì, infatti, la perturbazione nord-atlantica farà il suo ingresso sul Nord-Italia portando un diffuso peggioramento del tempo, con neve fino in pianura su gran parte della Lombardia, Milano compresa, ad eccezione delle estreme pianure orientali tra Garda e mantovano. Temperature in marcata diminuzione: sottozero a Milano nella notte e poco sopra lo zero di giorno

CHI ERA SAN NICOLA?

Il mito di Babbo Natale nasce dalla leggenda di san Nicola, vissuto nel IV secolo, che si festeggia tradizionalmente il 6 dicembre: secondo la tradizione, san Nicola regalò una dote a tre fanciulle povere perché potessero andare spose invece di prostituirsi e – in un’altra È uno dei santi più amati e venerati in tutto il mondo, unisce cattolici e ortodossi, vanta numerose leggende e miracoli, le sue reliquie, conservate a Bari, sono ancora oggi contese e ogni tanto la Turchia ne chiede la restituzione dopo che furono trafugate da Myra nel 1087 da parte di alcuni marinai baresi. È così popolare,  San Nicola, da aver ispirato persino la figura di Babbo Natale. Il motivo? Forse un episodio della vita del Santo che prima di essere ordinato vescovo s’imbatté in una famiglia nobile e ricca caduta in miseria. Il padre, che si vergognava dello stato di povertà in cui versava, decise di avviare le figlie alla prostituzione. Nicola, nascondendosi, lasciò scivolare dalla finestra dell’abitazione dell’uomo tre palle d’oro, che ricorrono nell’iconografia classica con cui viene rappresentato, grazie alle quali l’uomo poté far sposare le figlie e risparmiare loro l’onta della prostituzione. Il Santo vescovo di Myra, nei secoli, è stato legato alla figura del vecchio portadoni. È diventato il Santa Claus dei paesi anglosassoni, e il NiKolaus della Germania che a Natale porta regali ai bambini. Ogni popolo lo ha fatto proprio, vedendolo sotto una luce diversa, pur conservandogli le caratteristiche fondamentali, prima fra tutte quella di difensore dei deboli e di coloro che subiscono ingiustizie

PONTE dell’IMMACOLATA: I RAGAZZI in LOMBARDIA SCIANO GRATIS

Il turismo invernale è ripartito, e per questo motivo la Lombardia ha deciso di offrire ai ragazzi al di sotto dei 16 anni – residenti in regione – lo skipass gratuito e lezioni di sci a un prezzo simbolico di 5 euro l’ora. L’iniziativa si chiama “Free Skipass dicembre 2021″ e si pone come obiettivo la ripartenza della montagna anche attraverso la pratica delle discipline sciistiche. Sport che, molto spesso, vengono riposti in secondo piano a causa degli alti costi legati proprio all’acquisto degli skipass e delle lezioni per principianti. Un progetto che in realtà era stato già proposto in via sperimentale nel 2019 e che è nato dalla collaborazione tra Regione Lombardia e ANEF SKI Lombardia, in qualità di soggetto unico che gestisce l’attuale sistema di emissione delle tessere stagionali regionali e PayPerUse (utilizzabili in tutte le stazioni sciistiche della Lombardia), cui si aggiunge la collaborazione con il Collegio dei Maestri di sci e le Scuole di Sci della Lombardia.

IMU: SI AVVICINA la SCADENZA

Nell’ambito del pacchetto Dote Scuola di Regione Lombardia, fino alle ore 12 del 21 dsi avvicina il termine per pagare la seconda rata o il saldo dell’intera tassa, a seconda che si sia scelto il pagamento dilazionato o in un’unica soluzione. L’appuntamento con il pagamento è per il 16 dicembre. Ricordiamo che devono versare l’Imu coloro che possiedono fabbricati, aree fabbricabili e terreni agricoli. L’Imu non si paga sulla prima casa, l’abitazione principale, a patto che questa non rientri tra le categorie degli immobili di lusso. Ci sono anche delle riduzioni ed esenzioni totali, per alcuni anche per il 2022, che ha previsto il governo per via delle difficoltà economiche causate dalla pandemia.

LE VIE DI BERGAMO: ELIA FORNONI

Nato a Bergamo il 29 maggio 1847 – morto a Bergamo il 5 dicembre 1925, è stato un architetto e ingegnere italiano. La città di Bergamo gli ha intestato una Via. Architetto ed ingegnere, visse ed operò a cavallo dei secoli XIX e XX, lavorando e distinguendosi principalmente nella provincia di Bergamo. È tuttora ricordato sia per i suoi studi riguardanti settori di interesse locale che per i progetti di edifici civili e religiosi. La sua versatilità lo portò a impegnarsi in numerosi ambiti: fu prima docente presso il circolo artistico bergamasco, poi rettore dell’ateneo di scienze, lettere ed arti dal 1902 al 1920, ed infine assessore presso il Comune di Bergamo. Pubblicò numerosi articoli e studi, tra tutti quello riguardante il medievale Ponte di Lemine (conosciuto anche come Ponte della Regina), anche se la sua opera principale, i “Manoscritti Fornoni” è rimasta inedita (a eccezione dei 17 voll. della Storia di Bergamo – trascritti da Paolo Oscar). Questa consisteva in 82 volumi che spaziavano nell’ambito storico-geografico locale e si divideva in: “Dizionario odeporico” (19 volumi), “Storia di Bergamo” (17 volumi), “Pittori bergamaschi” (9 volumi), “Pittori forestieri” (6 volumi), “Varie” (7 volumi), “Epigrafi” (3 volumi) e “Miscellanea di storia ed arte” (21 volumi). Ricevette l’incarico di progettare il nuovo manicomio venne assegnato all’Ing. Elia Fornoni, al quale venne richiesto un insieme di edifici di capienza, funzionalità e struttura idonei ad ospitare un maggiore numero di malati. Ma l’ambito in cui si distinse maggiormente fu la progettazione di edifici come: Famedio Cimitero municipale, Bergamo (1913), Villa Belotti, Bergamo (1918), Ricovero Municipale, Bergamo (1921), Scuola d’Arte “A. Fantoni”, Villa Romeri, Bergamo, Villa Taglioli, Bergamo, Villa Piccinelli, Bergamo, Casa parrocchiale, Borgo Canale in Città Alta. in questo settore si assicurò gran parte delle commissioni di costruzione o rifacimento di chiese (36 Chiese/Santuari) e ville nella provincia bergamasca, privilegiando lo stile neogotico, ma spaziando anche dallo stile neoclassico a quello neoromantico. In internet puoi trovare l’elenco delle Chiese in cui Fornoni ha dato il suo intervento architettonico.

QUANDO NON E’ RICHIESTO il GREEN PASS

Il Ministero della Salute ha emanato una Circolare precisando quando, dove e come non è richiesto né il green pass base né il super green pass a queste categorie: 1)bambini sotto i 12 anni: i bambini sotto i 12 anni sono esentati dalla certificazione verde Covid-19 per accedere alle attività e servizi per i quali nel nostro Paese è invece necessario il green pass. La Certificazione non è richiesta, inoltre, per l’accesso ai centri educativi per l’infanzia e ai centri estivi, incluse le relative attività di ristorazione. Attenzione però a chi viaggia: in caso di ingresso/ritorno dall’estero in Italia, ai bambini con più di 6 anni è richiesto il tampone molecolare o antigenico rapido. Per i viaggi fuori dall’Italia, i limiti sono decisi dai singoli Paesi e possono variare in base alla situazione epidemiologica, quindi è necessario informarsi prima della partenza – 2)soggetti esenti per motivi di salute dalla vaccinazione sulla base di idonea certificazione medica. Fino al 31 dicembre 2021 possono essere utilizzate le certificazioni di esenzione in formato cartaceo rilasciate, a titolo gratuito, dai medici vaccinatori dei servizi vaccinali delle aziende ed enti dei servizi sanitari regionali o dai medici di medicina generale o pediatri di libera scelta che operano nell’ambito della campagna di vaccinazione anti-SARS-CoV-2 nazionale. Sono validi i certificati di esenzione vaccinali già emessi dai servizi sanitari regionali sempre fino al 31 dicembre 2021; 3)cittadini che hanno ricevuto il vaccino ReiThera(una o due dosi) nell’ambito della sperimentazione Covitar fino al 31 dicembre 2021. Resta valida la certificazione rilasciata dal medico responsabile del centro di sperimentazione in cui è stata effettuata – 4) persone in possesso di un certificato di vaccinazione anti SARS-Cov-2 rilasciato dalle competenti autorità sanitarie della Repubblica di San Marino, fino al 31 dicembre 2021. In merito alle proroghe di validità delle certificazioni di esenzione, non è necessario un nuovo rilascio delle certificazioni già emesse.

L’ANGOLO della CULTURA A BERGAMO

  • BERGAMO – Chiesa S. Maria Immacolata “Alle Grazie” – 8 dic. ore 17 – S.Messa celebrata dal Vescovo Mons. Beschi per la Fesdta dell’Immacolata
  • CASNIGO – Santuario della SS. Trinità – 7 dic. ore 15 – “Il dialogo tra arte e fede” – Visita guidata al Centro storico di Canigo
  • GROMO – Palazzo Scacchi – 7 dic. ore 14 – “La casa bergamasca di Babbo Natale”
  • SERIATE –Centro città – 8 dic. dalle ore 9 – “Santa Lucia: la più bella delle tradizioni che ci sia” – chiusura del Centro per trattenimenti, spettacoli e musica

L’ANGOLO della LETTURA

Titolo: La CASA SENZA RICORDIAutore Donato Carrisi – Editore Longanesi – pag. 400 – costo € 22,00 – Trama Un bambino senza memoria viene ritrovato in un bosco della Valle dell’Inferno, quando tutti ormai avevano perso le speranze. Nico ha dodici anni e sembra stare bene: qualcuno l’ha nutrito, l’ha vestito, si è preso cura di lui. Ma è impossibile capire chi sia stato, perché Nico non parla. La sua coscienza è una casa buia e in apparenza inviolabile. L’unico in grado di risvegliarlo è l’addormentatore di bambini. Pietro Gerber, il miglior ipnotista di Firenze, viene chiamato a esplorare la mente di Nico, per scoprire quale sia la sua storia. E per quanto sembri impossibile, Gerber ce la fa. Riesce a individuare un innesco – un gesto, una combinazione di parole – che fa scattare qualcosa dentro Nico. Ma quando la voce del bambino inizia a raccontare una storia, Pietro Gerber comprende di aver spalancato le porte di una stanza dimenticata.

L’ANGOLO del CINEMA

CARO EVAN HANSEN – Critica **** – Musical – Durata 137 minuti – Consigliato + 13 anni – Trama: Un ragazzo di nome Evan con grandi problemi a relazionarsi con gli altri trova un modo per affrontare la sua ansia dopo una tragedia avvenuta nella sua scuola: il suicidio del suo compagno di classe Connor. Una lettera scritta da lui viene scambiata per l’ultimo messaggio lasciato dal ragazzo prima di morire. Così Evan finge di essere stato il migliore amico di Connor.

L’ANGOLO della CUCINA: Giornata Nazionale del BICERIN

Caldissimo, profumato, irresistibile, Il Bicerin è un’esperienza d’amore. Il Bicerin, una straordinaria seppur semplice bevanda simbolo di Torino, è nato nell’omonimo caffè aperto nel 1763 vicino al Santuario della Consolata. Nel piccolo locale di Piazza Consolata, dove il Bicerin è nato ne viene ancora conservata la ricetta originale, segretamente e gelosamente come ogni ricetta inimitabile dovrebbe essere conservata. Il bicerin era molto amato da Camillo Benso Conte di Cavour, ma anche da altri illustri personaggi come Puccini, Nietzche, Calvino, Soldati e Hemingway In piemontese il suo nome , Bicerin, significa bicchierino ed è la modalità in cui viene servito che incarna la sua evoluzione da bavareisa e lo consegna alla sempiterna fama.

Per tutte le notizie seguici su Google News

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in: