NOTIZIE e CURIOSITA’, almanacco di oggi 21 marzo 2021 (Domenica)

12^ settimana – Giorni inizio/fine anno 80/285 – BUONA DOMENICA

OGGI in QUESTO ALMANACCO:

  • I morti di oggi e la data dei funerali (clicca qui)
  • I Santi del giorno
  • Giornata Mondiale della Sindrome di Down
  • Giornata Nazionale in ricordo delle Vittime innocenti dalle mafie
  • Giornata Mondiale delle foreste e dei boschi
  • Giornata Mondiale per l’eliminazione delle discriminazioni razziali
  • Giornata mondiale del polline Giornata del Calendario Gregoriano
  • Il “pensiero del giorno”
  • Giornata della pace interiore
  • Giornata Mondiale della poesia
  • Detti e proverbi bergamaschi
  • Molte altre “Notizie e Curiosità” del giorno
  • TUTTA LA CRONACA (clicca qui)

I SANTI del GIORNO
San BENEDETTO da NORCIAPatrono d’Europa”. Patrono degli agricoltori, agronomi, architetti, chimici, ingegneri, speleologi
San SERAPIONE Vescovo
San GIUSTINIANO Vescovo
San LUPICINO Abate
San NICOLA di Flue patrono della Svizzera e co-patrono della Guardia Svizzera Pontificia

GIORNATA MONDIALE della SINDROME di DOWN: #Connect. È lo slogan e l’invito del 2021. Perché connettersi non è facile, con la pandemia che ci ha fisicamente allontanati, nascondendo i sorrisi. Gli occhi però sono rimasti scoperti e hanno imparato a sorridere. La felicità è un diritto di tutti e per ognuno può esprimersi in maniera diversa. Per una persona con sindrome di Down essere felice può voler dire tante cose, anche quelle apparentemente più scontate per chiunque: andare a scuola e imparare a scrivere; poter viaggiare e conoscere il mondo; avere la possibilità di lavorare, guadagnare i propri soldi e poter andare, in alcuni casi, anche a vivere da solo, magari con la persona amata. Eppure il diritto alla felicità viene spesso negato proprio a causa dei molti pregiudizi che ancora devono essere superati. Ecco perché il tema scelto per la Giornata Mondiale sulla sindrome di Down, in programma in tutto il mondo il 21 marzo 2021, è il benessere: per le persone con disabilità vuol dire innanzitutto integrazione nella società, in particolar modo nel mondo della scuola e del lavoro. In Italia celebra l’appuntamento del 21 marzo attraverso una campagna di sensibilizzazione a tutela dei diritti delle persone con sindrome di Down, anche il diritto ad essere felici. L’obiettivo della Giornata Mondiale è inoltre quello di diffondere una nuova cultura della diversità e una maggior conoscenza delle persone con sindrome di Down.

GIORNATA NAZIONALE in RICORDO delle VITTIME INNOCENTI delle MAFIE: Ogni anno, il 21 marzo, primo giorno di primavera, l’Associazione Libera, fondata da Don Ciotti, celebra la “Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie”. L’iniziativa nasce dal dolore di una mamma che ha perso il figlio nella strage di Capaci e non sente pronunciare mai il suo nome. Un dolore che diventa insopportabile se alla vittima viene negato anche il diritto di essere ricordata con il proprio nome. Dal 1996, ogni anno, una città diversa, un lungo elenco di nomi scandisce la memoria che si fa impegno quotidiano. Recitare i nomi e i cognomi come un interminabile rosario civile, per farli vivere ancora, per non farli morire mai. Il 21 marzo in tanti luoghi del nostro Paese per un abbraccio sincero ai familiari delle vittime innocenti delle mafie, non dimenticando le vittime delle stragi, del terrorismo e del dovere. Il 1° marzo 2017, con voto unanime alla Camera dei Deputati, è stata approvata la proposta di legge che istituisce e riconosce il 21 marzo quale “Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafie”

GIORNATA MONDIALE delle FORESTE e dei BOSCHI: coprono un terzo della superficie terrestre della Terra, svolgendo funzioni vitali in tutto il mondo. Circa 1,6 miliardi di persone, tra cui oltre 2000 culture indigene, dipendono dalle foreste per i loro mezzi di sostentamento, medicinali, energia, cibo e riparo. Le foreste sono gli ecosistemi più diversi biologicamente sulla Terra, dove vivono oltre l’80% delle specie di altri gruppi tassonomici. Eppure, nonostante tutti questi inestimabili benefici ecologici, economici, sociali e sanitari, la deforestazione a scala globale continua ad essere allarmante: 12 milioni di ettari di foreste vengono distrutti ogni anno. La deforestazione rappresenta il 12-20% delle emissioni globali di gas serra che contribuiscono al cambiamento climatico per circa 4,5 miliardi di tonnellate di anidrite carbonica. Il 21 marzo si svolge annualmente la Giornata internazionale delle foreste per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza delle foreste per le persone e il ruolo vitale nell’eradicazione della povertà, nella sostenibilità ambientale e nella sicurezza alimentare. La gestione sostenibile di tutti i tipi di foreste è al centro delle sfide dei paesi in conflitto, in via di sviluppo e sviluppati, a beneficio delle generazioni attuali e future. In Italia le foreste sono in continuo e graduale aumento, giungendo a coprire circa un terzo del territorio nazionale, soprattutto a causa della crescita spontanea della vegetazione forestale sui terreni agricoli abbandonati. La maggiore pressione sulle foreste deriva dagli incendi e dagli impatti dei cambiamenti climatici (e dei suoi eventi estremi).

GIORNATA MONDIALE per l’ELIMINAZIONE della DISCRIMINNAZIONE RAZZIALE: venne istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 26 ottobre 1966, la data del 21 marzo ricorda l’anniversario del massacro avvenuto nel 1960 a Sharpeville (Sud Africa), allorché, in occasione di manifestazioni di protesta contro le leggi sui passaporti interni – adottate dal governo sudafricano per segregare la popolazione di colore – la polizia aprì il fuoco contro i dimostranti, uccidendone 69 e ferendone 180. Da allora, si sono moltiplicati gli sforzi e le iniziative di sensibilizzazione promosse dalle Nazioni Unite per sconfiggere il razzismo, tra le quali spicca la “Convenzione internazionale sull’eliminazione della discriminazione razziale” L’edizione 2021 della giornata è intitolata “Giovani che si oppongono al razzismo”, e mira a evidenziare l’impegno profuso dai giovani nelle più recenti manifestazioni contro il razzismo in più parti del Mondo, attraverso una pervasiva e capillare opera di mobilitazione digitale e reale. In occasione della Giornata internazionale, l’Unione europea ha organizzato, nella giornata di venerdì prossimo il Vertice europeo contro il razzismo (European Anti-Racism Summit), promosso dalla Commissione europea, dalla Presidenza portoghese del Consiglio dell’UE

GIORNATA NAZIONALE del POLLINE: Sappiamo che l’arrivo della primavera, per le persone allergiche, coincide con l’inizio di fastidiosi disturbi. E quando parliamo di pollini e primavera, parliamo anche di allergie. Le elevate concentrazioni di pollini sono causa di malattie allergiche, la più comune delle quali è la pollinosi, che dalle ultime stime relative alla popolazione italiana, parlano di una prevalenza del 25% e il fenomeno tende ad aumentare ancora. La pollinosi è una patologia a carico dell’apparato respiratorio determinata dai pollini di piante anemofile, ovvero quelle piante che affidano l’impollinazione al vento. Le principali manifestazioni di pollinosi si hanno a carico di occhi con la congiuntivite, del naso con la rinite, quando si manifestano congiuntamente si parla di oculorinite, e anche a carico delle prime vie bronchiali con l’asma bronchiale. Ad accentuare il problema delle pollinosi concorrono sia l’inquinamento atmosferico sia l’aumento globale delle temperature. Chi si sottopone al vaccino anti covid19 ed effettua terapie contro le allergie è importante che porti con sé l’elenco dei farmaci e lo comunichi al medico del Centro Vaccini.

GIORNATA del CALENDARIO GREGORIANO: si ricorda la morte di Luigi LILIO (21 marzo 1574) grande studioso astrologo che propose a Papa Gregorio XIII il nuovo calendario chiamato dal 1582 ad oggi e per sempre “Calendario Gregoriano” perché emanato con Decreto Pontificio. Grazie allo studio di Luigi Lilio oggi in (quasi) tutto il mondo viene utilizzato il “Calendario Gregoriano.

IL “PENSIERO del GIORNO (di Don Antonio Donghi): “Se il chicco di grano non muore non porta frutto”  La vita è un dono che entra in una storia concreta, rappresentata dal terreno, che fa maturare l’uomo. Nel vissuto attuale con tutte le sue caratteristiche l’uomo diventa uomo vivendole con l’impegno di tutto se stesso. La condizione di fecondità sta nel vivere il contingente quotidiano con tutto il suo spessore esistenziale. La storia di tutti i giorni è un diuturno percorso di novità per essere il mistero che è ognuno di noi.  Padre, il tuo Figlio ci è accanto perché sappiamo costruire la nostra dignità di discepoli. Egli ci insegna a vivere ogni istante come una incarnazione effettiva nel concreto con tutte le grandezze e le povertà del momento storico per camminare nel tempo con ogni uomo. Donaci il tuo Spirito perché sappiamo vivere il tuo amore con tutti i fratelli. Amen

AFORISMA del GIORNO: “La vita è un soffio. Fai le cose che desideri di più, circondati di persone positive. Il tuo primo dovere è essere felice

GIORNATA MONDIALE della PACE INTERIORE: La pace interiore è diventata un lusso. Viviamo in una società convulsa che ci “costringe” a condurre uno stile di vita frenetico in cui non ci fermiamo un minuto. Se ci lasciamo coinvolgere, verremo sommersi da una montagna di cose da fare, la maggior parte delle quali insignificanti, che non ci lasciano un secondo per noi stessi. Siamo così presi dal ritmo frenetico che a volte, quando abbiamo un po’ di tempo per noi stessi, ci sentiamo colpevoli. Colpevoli perché dovremmo fare qualcosa di più produttivo. Ma arriva il momento in cui è necessario fermarsi e dire “basta!”. Basta alle preoccupazioni senza senso e a un ritmo di vita opprimente. Basta alle pressioni sociali, a tutte quelle attività prive di significato e alla ricerca della perfezione. Ritrovare la pace interiore è fondamentale per il nostro benessere e la nostra felicità.

GIORNATA MONDIALE della POESIA: è stata adottata il 21 marzo dall’UNESCO nel 1999. È un invito a riflettere sul potere del linguaggio e sul pieno sviluppo delle capacità creative di ogni persona. Supporta anche la diversità linguistica attraverso l’espressione poetica e offre alle lingue a rischio di estinzione (e non solo a quelle, per fortuna, anche ai dialetti, per esempio) l’opportunità di essere ascoltate all’interno delle loro comunità. Lo scopo o il tema della giornata mondiale della poesia è ricordare il ruolo della poesia nella sopravvivenza delle lingue antiche, nello sviluppo del mondo e nell’illuminazione del mondo. La comunità globale è convinta che lo sviluppo del mondo moderno sia debitore nei confronti dei poeti del passato. Hanno usato il linguaggio in vari modi che hanno portato all’arricchimento e all’abbellimento della conoscenza e della comprensione umana.

UN RICORDO di ALDA MERINI (nata il 21 marzo 1931) con una Sua poesia: “Sono nata il ventuno a primaveraSono nata il ventuno a primavera /ma non sapevo che nascere folle, /aprire le zolle potesse scatenar tempesta. /Così Proserpina lieve vede piovere sulle erbe,/ sui grossi frumenti gentili e piange sempre la sera./ Forse è la sua preghiera. (Alda Merini)

ACCADDE OGGI: 1956 Anna MAGNANI (65 anni fa) la prima attrice italiana a ricevere l’Oscar del cinema

SIGNIFICATO del NOMEBENEDETTO”: è: “consacrare, benedire”. In Italia portano questo nome circa 32.707 persone di cui il 26,7% in Sicilia, 19,5% nel Lazio, 8,7% in Lombardia

PROVERBI: “Se le gemme fan cucù, l’inverno  non c’è più” “I panni sporchi si lavano in casa” “Dalla casa si conosce il padrone” “La cucina piccola fa la casa grande” “Non c’è regola senza eccezioni”

PROVERBI e DETTI BERGAMASCHI: “A San Benedet i rondene i è sòta òl tecc” (A San Benedetto le rondini sono sotto il tetto) “Ol còr l’è ol prim a nàs l’è l’ùtem a mòr” (Il cuore è il primo a nascere e ‘ultimo a morire) – “Ol fic al fa mia èt ol fiur ma di fròc l’è òl miglùr” (Il fico non fa vedere i propri fiori, ma tra i frutti è il migliore”  “L’è mei de chè pòstès che de là fès” (E’ meglio di qua postici che morti)

COME LI CHIAMAVANO gli ABITANTI di: Ogna ( Villa d’Ogna): ”i gacc” – Olda (Taleggio): “i brùstùlìcc” – Olera (Alzano Lombardo): “i bocì” – Olmo al Brembo: “i sendraròi” – Oltre il Colle: “i chissòì” – Oneta: “i còrf” “i cornàcc” “i taissine” – Onore: “i màrtor” – Orbrembo (Camerata Cornello): “i ùmbrelèr” – Orezzo (Gazzaniga): “i cavrècc” “i cavrì” – Orio al Serio: “i barbabèch” (continua con altri Comuni e Frazioni)

SEI NATO OGGI?. Hai uno spiccato senso pratico e ottime capacità organizzative. La tua mente sistematica e analitica ti predispone allo studio della matematica, dell’ingegneria o dell’elettronica. Sei fin troppo sicuro di te stesso e a volte il tuo comportamento sfiora l’arroganza procurandoti antipatie che possono ostacolarti nella riuscita professionale. Potrai avere molti amori, ma la tua estrema indipendenza ti impedirà di vivere stabilmente con qualcuno.

A BERGAMO e in PROVINCIA: Il SOLE sorge alle ore 06.23 e tramonta alle ore 18.35 – Durata del giorno 12.12 (+4 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte: 11.48 (-4 minuti rispetto a ieri) – La LUNA crescente (53%) sorge oggi alle ore 10.30 e tramonta domani alle ore 01,22

Print Friendly, PDF & Email