Almanacco di oggi 23 ottobre 2021 (Sabato); 

42^ settimana – Giorni fine/inizio anno 69/295 – BUONA DOMENICA
AUGURI di BUON COMPLEANNO e di BUON ONOMASTICO a tutti coloro che oggi lo festeggiano

Non sempre sarai ripagato con lo stesso bene che hai donato, ma sappi che alla lunga il bene paga sempre

Il SOLE sorge alle ore 07.46 e tramonta alle ore 18.25 – Durata del giorno ore 10.39 (-3 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte ore 13.21 (+2 minuti rispetto a ieri) – La LUNA calante (visibile al 81%) sorge oggi alle ore 19.49 e tramonta domani alle ore 11.38

SIGNIFICATO del NOME “GERMANO” è: “fratello”. In Italia portano questo nome circa 20.959 persone di cui il 19,1% in Lombardia, 12,3% in Veneto e Emilia Romagna.

SEI NATO OGGI Le persone nate in una di queste date sono molto diligenti. Lottate fino alla fine per riuscire in quello che volete fare ed il coinvolgimento è totale. Siete ambiziosi, desiderate portare a termine il vostro lavoro, che eseguite in maniera sistematica, seguendo regole ben precise e non vi fermate mai fino a che i vostri obbiettivi non siano raggiunti. Determinazione e rigore sono i vostri migliori qualificativi. La famiglia e il suo benessere sono al centro dei vostri pensieri. Molto fortunati, amate la stabilità, la famiglia e la casa. Legati alle tradizioni e ancorati alla routine.

PROVERBI E MODI DI DIRE
“La vecchiaia viene con tutti i malanni”
“Cena corta vita lunga, cena lunga vita corta” 

  • I MORTI DI OGGI E LA DATA DEI FUNERALI A BERGAMO E PROVINCIA (clicca qui)
  • SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK (clicca qui)
 

I SANTI del GIORNO

San GIOVANNI da CAPESTRANO sacerdote (1386-1456). Fu frate inquisitore in Italia contro gli Ebrei e i Saraceni. Ricondusse alla Chiesa Cattolica la Chiesa Armena. Su incarico di Papa Callisto III promosse una Crociata contro le forze militari musulmane che vennero sconfitte e cacciate da Belgrado il 6 agosto 1456 e lo stesso Papa, come ringraziamento a Dio per la vittoria, istituì la “Festa della Trasfigurazione di N.S. Gesù Cristo” che ancora oggi si celebra in tutta la Chiesa. Già in quegli anni fu definito “Apostolo dell’Europa Unita”, Patrono dei Cappellani Militari e dei Giuristi – San SEVERINO BOEZIO filosofo e martire. (NdR.: Dante nella Divina Commedia nel IV Cerchio del Paradiso incontra San Severino mentre sta dialogando con San Tommaso d’Aquino e dialoga con loro) – Sant’IGNAZIO Patriarca – Santi SERVANDO e GERMANO martiri – Sant’ ELISEO martire – La Chiesa celebra la festa di altri 13 SANTI e 21 BEATI


GIORNATA MISSIONARIA MONDIALE

Come ogni anno la Chiesa celebra la Giornata Missionaria Mondiale la penultima domenica di ottobre, quest’anno il 24 ottobre. Papa Francesco afferma: “Nella Giornata Missionaria Mondiale… ricordiamo specialmente quanti sono stati capaci di mettersi in cammino, lasciare terra e famiglia affinché il Vangelo possa raggiungere senza indugi e senza paure gli angoli di popoli e città dove tante vite si trovano assetate di benedizione… Infatti siamo consapevoli che la vocazione alla missione non è una cosa del passato o un ricordo romantico di altri tempi.” Tale ricordo per la nostra Diocesi quest’anno sarà arricchito dall’occasione del 60° della cooperazione missionaria che vivremo lungo tutto il prossimo anno pastorale: l’11 ottobre 1962 partivano i primi due missionari per la Bolivia. Sarà per questo un anno particolare per la dimensione della missionarietà in diocesi, con iniziative finalizzare a ricostruire la memoria, ma anche a dare uno sguardo prospettico sul futuro della missione.


DOMENICA 24 OTTOBRE SCIOPERO TRENI

Dalle ore 03:00 di Domenica 24 Ottobre alle ore 02:00 di Lunedì 25 Ottobre 2021, è stato indetto uno sciopero che interessa esclusivamente il personale di bordo dei treni. Sono quindi possibili ripercussioni sulla circolazione ferroviaria (esclusa la Lunga Percorrenza). Il Servizio Regionale, Suburbano ed il servizio Aeroportuale potranno subire variazioni e/o cancellazioni. Poiché lo sciopero avviene in una giornata festiva, non sono previste fasce orarie di garanzia.


1883 – FONDAZIONE del CAI

Da oltre un secolo e mezzo al servizio della conoscenza e della salvaguardia dell’ambiente montano, il Club Alpino Italiano (CAI) è oggi la maggiore organizzazione che raggruppa professionisti e appassionati di alpinismo. L’atto costitutivo dell’associazione venne formalizzato il 23 ottobre a Torino da Quintino Sella, ministro delle Finanze dell’allora Regno d’Italia, e da altri 183 soci. Fu lo storico fondatore a dettare (in una lettera conservata tra i documenti fondativi del CAI) lo spirito identitario del nuovo organismo, assimilato in seguito nello statuto, dove si indica quale principale scopo quello «di far conoscere le montagne, più specialmente le italiane e di agevolarvi le salite e le esplorazioni scientifiche». Organizzato in circa 500 sezioni, sparse in tutta la Penisola, e con oltre 300mila iscritti, il CAI oggi svolge un ruolo prezioso in tutti i vari aspetti che riguardano l’ambiente montano: dalla memoria storica, affidata al Museo della Montagna (istituito a Torino nel 1874), all’esplorazione con l’Associazione Guide Alpine Italiane (nata nel 1931 come costola del CAI), passando per le attività di prevenzione e soccorso di incidenti prestate dal “Corpo nazionale di soccorso alpino e speleologico” (CNSAS), in collaborazione con la Protezione Civile


I SANTI nella CUPOLA del DUOMO di BERGAMO

Un’ esposizione da non perdere per la’lto valore artistico che non si ripeterà più. Dal 23 ottobre al 21 novembre 2021 presso la Sacrestia dei Canonici della cattedrale di Sant’Alessandro sarà allestita la mostra Nelle alte sfere. I Santi nella cupola del Duomo di Bergamo: l’opera di Francesco Coghetti. Dalla collaborazione di Museo, Archivio Storico e Biblioteca diocesani, in occasione della solennità di Ognissanti nasce il racconto degli esempi di santità e delle figure dei patroni che popolano il grande affresco della cupola del Duomo. La mostra, che sarà inaugurata venerd’ 22 ottobre, muove dalla conclusione del restauro di cinque dei cartoni preparatori che Francesco Coghetti realizza per dipingere l’Apoteosi di Sant’Alessandro nel catino della cupola del Duomo di Bergamo. Disegni, documenti, antiche pubblicazioni e un grande ciclo figurativo divengono lo spunto per elevare lo sguardo e lo spirito attraverso una rinnovata contemplazione della testimonianza dei Santi, fratelli nella fede. L’esposizione sarà visitabile tutti i giorni dalle 15.00 alle 17.30


SETTIMANA dei POVERI: la RACCOLTA di SAN MARTINO 

Sabato 6 novembre è in programma la Raccolta di San Martino che apre ufficialmente la “Settimana dei Poveri” che si concluderà con la Giornata Mondiale dei Poveri di domenica 14 novembre 2021. Nonostante il periodo ancora delicato attraversato dalla pandemia, la Caritas Bergamasca accogliendo il desiderio del Vescovo e delle Parrocchie, ha deciso di proporre la Raccolta di San Martino 2021, che vedrà tante Parrocchie insieme, nella stessa giornata, mobilitarsi per rispondere in maniera condivisa ad un’iniziativa di solidarietà, valorizzando il fatto che ciò che non serve più non viene buttato ma riciclato e trasformato in risorsa economica utile a sostenere, come sperimentato con successo per la raccolta del 2019, i progetti che nascono dalle parrocchie. Le modalità verranno comunicate dalla Tua parrocchia.


CAMBIO di STAGIONE: i “GRASSI SANI” OTTIMI per L’INVERNO

Quante volte ci siamo sentiti ripetere che il grasso fa male alla linea e alla salute? Lo abbiamo chiesto ai medici dietisti. Ma le cose non stanno proprio così. Il grasso, infatti, è una sostanza nutritiva indispensabile per il nostro organismo e fondamentale per il corretto funzionamento di numerosi processi, soprattutto con il freddo. Ad esempio, il grasso permette al nostro organismo di assorbire le vitamine A, D, E e K. Scopriamo quindi quali sono gli alimenti ricchi di grassi sani da assumere durante la giornata per fare il pieno di gusto e salute. (1) PESCE GRASSO: Salmone, tonno, sgombro, trota sono pesci tendenzialmente grassi, ma ricchissimi di acidi grassi omega 3, EPA e DHA, che aiutano a ridurre gli stati infiammatori del nostro corpo e a rafforzare il sistema immunitario, e di proteine, che contribuiscono ad aumentare la massa muscolare magra. Inoltre sono buonissimi anche se cucinati al forno o al vapore e con pochi condimenti – (2) FRUTTA SECCA: Noci, anacardi e mandorle sono una fonte eccellente di grassi sani insaturi e proteine di origine vegetale, e sono ricchi di sostanze antiossidanti, come la vitamina E, e di fibre alimentari, per aiutare a mantenere un sistema digestivo sano. Inoltre, una dieta ricca di frutta secca può aiutare a ridurre il rischio di sviluppare malattie cardiache del 30%, il diabete del 50%, e l’incidenza di ictus del 50%. (continua)


BERGAMO e i “GRANDI ITALIANI”: FILIPPO CORRIDONI

Nato a Pausula il 19 agosto il 18 agosto 1887 – morto a San Martino del Carso il 23 ottobre 1915, è stato un sindacalista, politico, militare, rivoluzionario e giornalista italiano. La città di Bergamo gli ha dedicato una Via. È uno degli eroi della guerra 1915-18 più cari al popolo, caduto in combattimento sul Carso, alla “trincea delle frasche”.  Nella prima giovinezza fu mazziniano. Uscito dalla scuola industriale superiore di Fermo, e trasferitosi a Milano nel 1905, è impiegato disegnatore presso la Miani-Silvestri; e si getta subito nella lotta sociale, dichiarandosi sovversivo marxista e inscrivendosi alla scuola sindacalista rivoluzionaria. Egli pensa che il sindacalismo operaio potrà creare uno stato nello stato e, successivamente, procedere alla conquista violenta del potere. Austero, incurante di pericoli e di privazioni, sa infondere nella folla il fàscino dei suoi ideali. Sostiene con storica fermezza una lunga serie di battaglie e persecuzioni, e, per qualche tempo, l’esilio. Nel 1907, con Maria Rygier fonda un giornale antimilitarista di breve vita: “Rompete le file” e conduce un’aspra lotta contro la Confederazione generale del lavoro (CGIL) dando prova di grande ardimento personale durante scioperi e agitazioni. In mezzo a dure esperienze in Italia e all’estero, le sue concezioni sindacaliste si allargano e si modificano. Propagandista e volontarista, insieme con la rivolta delle masse operaie, Corridoni predica la rivolta della borghesia per l’avvento d’una classe dirigente più consapevole e atta ad affrontare una lotta decisiva. Allo scoppiare della guerra dichiara di trovarsi di fronte all’immaturità proletaria e a moltissimi problemi da risolvere in comune con le altre classi sociali. Fa coraggiosa ammenda di tutte le ubbie internazionali cui aveva fino allora creduto, e, richiamando le moltitudini alle idee di patria e di dovere nazionale, si schiera a fianco di Benito Mussolini per l’intervento. Benché inabile alle fatiche di guerra riesce a farsi inviare, volontario, al fronte. Nella vittoria, che egli profetò sicura, delle armi italiane contro gl’Imperi centrali, vide la premessa necessaria dello sviluppo e della grandezza della sua nazione. Alla sua memoria venne concessa la medaglia d’argento al valor militare, tramutata poi in medaglia d’oro da Benito Mussolini, che definì Filippo Corridoni: apostolo del lavoro, eroe della patria


ACCADDE OGGI

  • 2011 Muore Marco SIMONCELLI (10 anni fa) è stato un pilota motociclistico, deceduto a soli 24 anni sul circuito di Sepang, durante il Gran Premio della Malesia. Ha corso per le scuderie Gilera, Aprilia ed Honda. Nel 2002 ha esordito nella classe 125, dal 2006 è passato alla 250 e dal 2010 alla MotoGP. Ha vinto 14 Gran Premi sui 151 disputati e nel 2008 ha vinto il Mondiale della classe 250. Un bruttissimo incidente mortale, il 23 ottobre 2011, l’ha fermato per sempre, suscitando eccezionali manifestazioni di affetto. In più di 25.000 hanno partecipato ai funerali di SuperSic (come l’hanno soprannominato i suoi fan), trasmessi anche in diretta televisiva.
  • 1996 Il Vaticano decide la riabilitazione di Charles Darwin, padre delle teorie evolutive, poiché queste non ono in contrasto con al Chiesa


SEGNO ZODIACALE: “SCORPIONE”

Marte governa il segno, l’elemento è l’acqua e la qualità è fissa.  Il Sole transita nel segno dal 23 Ottobre al 22 Novembre. Colore da portare: il viola che aiuta lo Scorpione nelle sue meditazioni. Pietra Portafortuna: è l’agata, appartenente alla famiglia dei quarzi. Pietra portafortuna, trasmette forza e coraggio, portando nel soggetto anche un grande ottimismo. In salute combatte i dolori articolari, la febbre e le punture di insetto. In generale agisce positivamente sul sistema immunitario rafforzandolo – Il simbolo grafico che rappresenta il segno zodiacale dello Scorpione è quello dell’animale stesso, disegnato evidenziando le chele e la coda velenosa, simbolo della morte e della natura in agonia, in attesa della rinascita. Mitologia: La mitologia attribuisce allo Scorpione varie leggende in cui il tema ricorrente è la morte e la resurrezione, il sacrificio e la purificazione. Nella costellazione di questo segno i Greci identificarono l’animale che venne utilizzato da Era per punire il gigante Orione che ebbe la presunzione di dire che nessuna fiera sarebbe fuggita alla sua mira. Lo scorpione mandato dalla dea riusci a pungerlo e ucciderlo rte, governatore dello Scorpione –  Giorno favorevole: il Martedì, giorno di Marte


L’ANGOLO della LETTURA

Titolo: I RONDONIAutore: Fernando Aramburu – Argomento: Narrariva moderna – Editore: Guanda – pagine 720 – costo € 22,00 – romanzo che entra nell’animo di un uomo arrabbiato col mondo, e soprattutto deluso da sé stesso, per non aver mai imparato ad amare e per essersi accorto ora, a cinquantaquattro anni, che forse è troppo tardi. Toni è professore di filosofia in un liceo, ma sente di prendere in giro i suoi allievi sfoderando certezze che è ben lontano dal possedere. L’ex moglie Amalia gli ha lasciato solo rimpianti e rancore, mentre il figlio Nikita, problematico fin da piccolo, non gli ha mai dato soddisfazioni. L’unica consolazione della sua esistenza solitaria sono le chiacchierate al bar con l’amico Bellagamba, caustico ma con un grande cuore, e l’affetto instancabile di Pepa, la cagnolina che lo accompagna nei suoi giri per Madrid, in cui Toni cerca di liberarsi a poco a poco di «pezzi» della sua vita, libri e oggetti vari che abbandona sulle panchine, tanto ben presto non gli serviranno più.


L’ANGOLO del CINEMA dal 22 OTTOBRE

  • USPIDE DOWN” – Registra Lucio Tornatore – Genere: Commedia drammatico – Durata: 90 minuti – Trama: racconta la storia di Paolo (Gabriele Di Bello), un giovane con sindrome di Down, che cerca in ogni modo di condurre un’esistenza il più possibile “normale”. Sua madre (Donatella Finocchiaro) è una donna vivace e solare che ha decido di affrontare la sindrome del figlio con ironia, accettandola senza alcun remore; suo padre (Fabio Troiano), invece, è quello che ne soffre di più, perché incerto sul da farsi e non in grado di prendersi cura del figlio come vorrebbe. Nonostante alcuni momenti in cui ha un leggero decadimento cognitivo e ha atteggiamenti infantili, Paolo lavora in un ristorante e frequenta la palestra. Qui incontra Armando (Antonio Zavatteri), un uomo di mezza età dal carattere duro e solitario, che allena giovani promesse della box. Grazie a lui, il ragazzo inizia un corso di fit box, appassionandosi talmente tanto allo sport da iniziare ad allenarsi con i pugili dilettanti e salire sul ring.


L’ANGOLO in CUCINA: I FORMAGGI BERGAMASCHI

La città e la provincia di Bergamo premiati con il titolo di “Bergamo Capitale dei formaggi 2021”. La bergamasca vanta ben 9 formaggi: Formai de Mut dell’alta Valle Brembana, Strachitunt Valtaleggio, Taleggio, Gorgonzola, Bitto, Grana Padano, Provolone Valpadana, Quartirolo Lombardo, Salva Cremasco e 2 presidi Slow Food (associazione internazionale no profit impegnata a ridare il giusto valore al cibo, nel rispetto di chi produce, in armonia con ambiente ed ecosistemi). Agrì di Valtorta e Stracchino delle Valli Orobiche. Oltre a questi vi sono anche altri apprezzati prodotti caseari quali il Branzi, la Formaggella della Val di Scalve, lo Stracchino del Monte Bronzone e la Torta Orobica.

L’almanacco di oggi lo trovi anche su Google News


Print Friendly, PDF & Email