NOTIZIE e CURIOSITA’, almanacco di oggi 25 marzo 2021 (Giovedì)

12^ settimana – Giorni inizio/fine anno 84/281 – BUONA GIORNATA

OGGI in QUESTO ALMANACCO:

  • I morti di oggi e la data dei funerali (clicca qui)
  • I Santi del giorno
  • Festa dell’Annunciazione del Signore (9 mesi al Natale)
  • Giornata Nazionale dedicata a “Dante”
  • Giornata Mondiale della Vita
  • Giornata Mondiale in ricordo delle Vittime della schiavitù
  • Giornata di prevenzione dell’orzaiolo
  • La “Sacra Spina” di San Giovanni Bianco
  • L’Accademia della Crusca
  • Detti e Proverbi bergamaschi
  • Giornata Nazionale dello stracchino bergamasco
  • Sei nato oggi?
  • Molte altre “Notizie e Curiosità” del giorno
  • TUTTA LA CRONACA (clicca qui)

I SANTI del GIORNO
Sant’ISACCO Patriarca
San DISMAS “il buon ladrone” che secondo la tradizione è stato crocefisso con Gesù sul Monte Calvario e che chiese a Gesù perdono per i suoi peccati e la risposta fu “Oggi sarai con me in Paradiso”.

GIORNATA NAZIONALE DEDICATA a DANTE ALIGHIERI: istituita nel 2020 dal Consiglio dei Ministri. Il 25 marzo è riconosciuto dagli studiosi come data di inizio del viaggio nell’aldilà della Divina Commedia. Oltre a questa ricorrenza, quest’anno si celebra anche il 700° anniversario dalla morte del Sommo Poeta. Dante Alighieri, il cui vero nome era Durante di Alighiero degli Alighieri (come si diceva al suo tempo, quando non era così scontato avere un cognome) non solo fu un poeta di straordinario talento – tra i massimi esponenti del Dolce Stil Novo medievale – ma è considerato da tutti il padre della lingua italiana insieme agli illustri “colleghi” Francesco Petrarca e Giovanni Boccaccio. Dante infatti scrisse il suo capolavoro, la Divina Commedia (che però lui intitolò solo “Commedia”, fu Boccaccio a definirla “divina”) e tanti altri componimenti utilizzando il volgare fiorentino, ossia la lingua del “vulgo”, la lingua usata quotidianamente dal popolo e che fino a poco tempo prima non era considerata una forma d’espressione adatta a componimenti letterari, dove invece si usava il ben più nobile latino. Ebbene Dante con la sua opera riuscì ad elevare ai massimi livelli questa “nuova” lingua, tanto che, secoli più tardi, sul suo linguaggio venne modellato la struttura dell’italiano che tutti noi parliamo ogni giorno.

LOMBARDIA RESTERA’ in ZONA ROSSA? Proprio in queste ore, i comitati tecnici delle Regioni stanno vagliando i dati che poi, venerdì, verranno analizzati dal Cts e dal Ministero della Sanità per il consueto monitoraggio settimanale e la redazione delle conseguenti ordinanze ministeriali sui colori. I parametri della Lombardia, per la seconda settimana consecutiva, sono in miglioramento e per la prima volta dopo diverse settimane sono addirittura inferiori rispetto a sette giorni fa. Ma questo potrebbe non bastare per portare la Lombardia in zona arancione dal 29 marzo.

GIORNATA MONDIALE della VITA istituita nel 2003. In diverse Nazioni ha assunto nomi diversi “Giornata del bambino che sta per nascere”, in altri “Giornata del bambino non nato”. L’ONU ha proclamato questa “giornata” il 25 marzo in concomitanza con la “festa dell’annunciazione”. L’Italia non ha ancora aderito all’iniziativa ONU. Da più parti anche in Italia si chiede che un giorno, almeno uno, si parli nelle piazze, nelle scuole, nelle televisioni e nei giornali, della gioia di essere genitori, fuori da ogni retorica, partendo dalle esperienze concrete, dalle testimonianze, dalle informazioni.

GIORNATA MONDIALE in RICORDO delle VITTIME della SCHIAVITU’ è stata pensata, per la prima volta, nel 2007, dalle Nazioni Unite (ONU) per sensibilizzare e onorare le vittime e i sopravvissuti alla riduzione in schiavitù. La commemorazione delle vittime e la prima giornata internazionale è stata nel 2008, e da allora è stato un evento annuale. La Giornata internazionale della memoria delle vittime della schiavitù mira anche a sensibilizzare sul razzismo e il pregiudizio nella società odierna. Ogni anno c’è un tema per l’evento. Quest’anno il tema è “Porre fine all’eredità del razzismo della schiavitù: un imperativo globale per la giustizia”. Il tema riflette il movimento globale per porre fine alle ingiustizie derivanti dalla tratta degli schiavi. Il tema sottolinea anche l’importanza di educare le persone sulla storia del commercio transatlantico di schiavi, le persone che sono state ridotte in schiavitù, e il riconoscimento dell’impatto e degli effetti duraturi della schiavitù.

GIORNATA MONDIALE di SOLIDARIETA’ con il PERSONE ONU sia esso detenuto o scomparso. Sono numerosi i dipendenti delle Nazioni Unite arrestati o detenuti in varie parti del mondo di cui non si hanno più notizie specialmente nelle zone di guerra.

GIORNATA di PREVENZIONE dell’ORZAIOLO: è un disturbo che colpisce l’occhio e che si presenta sotto forma di una tumefazione della palpebra. L’orzaiolo si può riconoscere tramite sintomi come dolore, arrossamento e rigonfiamento del bordo della palpebra. Ci scrivono gli Specialisti di Humanitas Gavazzeni: l’orzaiolo è un disturbo oculare che si presenta con gonfiore e arrossamento delle palpebre, che viene causato da un’infiammazione delle ghiandole di Zeiss, ovvero delle ghiandole posizionate alla base dei follicoli ciliari. L’orzaiolo infatti si manifesta solitamente anche con un’escrescenza alla radice di un ciglio, che alla vista appare come un puntino chiaro. Di solito l’orzaiolo tende a guarire da sé. Nel caso si renda necessaria una terapia medica, l’orzaiolo viene curato tramite la somministrazione di colliri antibiotici, e nello specifico si tende a prescrivere un antibiotico di tipo macrolide. L’antibiotico va utilizzato dopo aver deterso i bordi oculari con dei prodotti specifici. È importante non spremere né bucare con aghi l’orzaiolo, perché la fuoriuscita del pus potrebbe allargare l’infezione alle aree circostanti. Nel caso in cui l’orzaiolo persistesse anche dopo la cura, si procede con l’asportazione, come nel caso dei calazi.

La “SACRA SPINA” di SAN GIOVANNI BIANCO (Bg): quando il giorno dell’Annunciazione (come oggi) cade il Venerdì Santo , per cui nello stesso giorno si celebra il “concepimento” e la “morte” di Gesù si verificano sulla Sacra Spina conservata nella Chiesa Parrocchiale di San Giovanni Bianco si verificano dei fenomeni “detti fioritura” inspiegabili dal punto di vista scientifico. Una Commissione di esperti ne attestano la veridicità dell’Evento con atto notarile. L’ultimo evento è avvenuto il 25 marzo 2016 richiamando migliaia di fedeli da ogni parte d’Italia. Il prossimo evento è atteso per il 25 marzo 2157.

ACCADDE OGGI: 1436 CONSACRATA la CATTEDRALE di FIRENZE (585 anni fa) dedicata a Santa Maria del Fiore. Quando venne ultimata era la più grande cattedrale d’Europa, oggi è la terza più alta al mondo dopo la Cattedrale di Beauvais e la Basilica di San Pietro in Vaticano. Ma soprattutto è uno degli esempi più sublimi del Rinascimento italiano. L’onore della consacrazione toccò a papa Eugenio IV, che il 25 marzo 1436, in coincidenza con il Capodanno fiorentino, la dedicò alla Vergine del Fiore, dove per fiore si sottintendeva il giglio, simbolo di Firenze. Il fascino di Santa Maria del Fiore, oltre all’opera in sé, è legato all’impronta di grandi maestri del Rinascimento che qui operarono sotto la spinta illuminata dei Medici. Dal Vasari che affrescò l’interno della cupola con il tema del Giudizio Universale, a Donatello, Paolo Uccello e Andrea del Castagno cui sono attribuite le 44 vetrate del Duomo. Oggetto di recenti restauri, Santa Maria del Fiore risulta ogni anno tra i cinque monumenti più visitati in Italia.

IL “PENSIERO del GIORNO (di Don Antonio Donghi): ”E il Verbo si fece carne”  Uno degli impegni della creatura umana è riscoprire ogni giorno la bellezza misteriosa e complessa della propria umanità e psichica e fisica. È un gioiello da amare e da custodire per approfondire la grandezza del dono della vita, anche se piena di tanti rischi. È sicuramente un grande mistero ma nella fecondità dei sensi si può cantare la bellezza del creato e delle relazioni fraterne.  Padre, nel tuo Verbo incarnato ci aiuti a comprendere la grandezza della nostra vocazione ad essere uomini e donne: siamo tuo dono. Aiutaci nello Spirito ad amare e custodire tale bellezza per essere riflesso del tuo amore in ogni concreta situazione della storia. In tal modo potremo diventare sempre più un regalo da offrire ad ogni fratello per una edificazione comune. Amen

AFORISMA del GIORNO: “Dovremmo tutti imparare dalla storia per trovare la forza di dire “no” e lottare per la libertà

ACCADDE OGGI
: 1585 INAUGURATA L’ACCADEMIA della CRUSCA (436 anni fa). Da oltre quattro secoli la massima istituzione linguistica italiana, ogni suo parere sulla grammatica e sul lessico della “lingua del sì” è vangelo. Pubblicato a partire dal 1612, il suo Vocabolario della lingua italiana, oltre a dare forma e regole alla lingua italiana, rappresentò un modello lessicografico per le lingue francese, spagnola, tedesca e inglese. Considerata la più antica accademia linguistica del mondo, la Crusca ha sede nella Villa medicea di Castello, che ospita una biblioteca con oltre 120mila volumi (tra cui manoscritti, incunaboli e cinquecentine). Gli studiosi ed esperti che vi lavorano continuano nella preziosa attività di conservazione e divulgazione dell’italiano, utilizzando anche il sito web per rispondere ai numerosi quesiti degli utenti.

ACCADDE OGGI: 1421 (1600 anni fa) Con la consacrazione della Chiesa dedicata a San Giacomo in Rialto a mezzogiorno viene fondata la città di Venezia

SIGNIFICATO del NOME: “NUNZIO” è: “annunciare”. In Italia portano questo nome circa 35.561 persone di cui il 36,6% in Sicilia, 18,6% in Campania, 7,3% in Lombardia – ”NUNZIA” in Italia portano questo nome circa 49.710 donne di cui il 32,5% in Sicilia, 29,4% in Campania, 16,5% in Puglia, 5,9% in Lombardia

PROVERBI:
“Chi vuol vivere in pace vede, ascolta e tace”
“Tra gli evviva e i battimani vanno in scena i ciarlatani”
“C’è da stupirsi che un indovino non rida vedendo un altro indovino”

PROVERBI e DETTI BERGAMASCHI:
Se a la Madona de mars a l’vé la brina, dòpo no la fa piö rüina” (Se alla Madonna di marzo (Annunciazione) scende la brina, dopo tale data non arreca più danno)
“A cùs senza gròp a s’cus per òl negòt” (a cucire senza nodi si cuce invano)
A ès trop bù s’dienta boasù” (A essere troppo buoni si diventa poco rispettati)
A forsa de magagnè a s’campa cent’ agn” (a forza di problemi si vive cent’anni)

COME li CHIAMAVANO gli ABITANTI di: Ponte Selva (Parre): “i gaèi” – Ponteranica: “i barbète” “i marengo” – Pontida: ”i pisa-ànime” “i spelì” – Pontirolo Nuovo: “i sorcc” – Pradalunga: “i fasòi” “i coderòcc” – Pradella (Schilpario): “i gacc” – Premolo: “i burlapòm” – Presezzo: “i galècc” “i pars” – Prezzate: “i cò de ròsa” – Qualino (Costa Volpino): “i pelafìch” “i ambròs” (continua con altri Comuni e Frazioni)

GIORNATA NAZIONALE dello STRACCHINO (bergamasco): è un formaggio da tavola a pasta molle, grasso e di breve stagionatura. Con il suo sapore dolce, burroso con una punta leggermente acidula o piccante (nelle forme più mature) lo stracchino è un ingrediente assai versatile in cucina, ma è davvero gustoso assaporato in purezza spalmato su una fetta di pane. Vanta origini davvero antiche, la sua origine risale al ‘200 e nasce dalla necessità di produrre formaggio durante le brevi pause di riposo delle mucche durante la lunga transumanza dagli altopiani (gli alpeggi) alla pianura e viceversa. Le mucche erano stanche (“stracche” in dialetto bergamasco da cui il nome del formaggio) e la produzione di latte ridotta al minimo. Prodotto con latte vaccino crudo intero appena munto, dopo la rottura della cagliata in due fasi successive si versa la pasta nelle fascere e inizia la stufatura per circa 1 giorno

SEI NATO OGGI? I nati il 25 marzo non si fermano mai: sono tra gli individui più attivi, energici e dinamici dell’anno. Apparentemente sembrano dei dominatori nati, ma forse sarebbe meglio definirli dei solitari, degli individualisti: quando infatti si trovano a dover guidare un gruppo, non lo fanno quasi mai per desiderio di emergere, ma perché spinti dalle circostanze o dal loro stesso talento. Il matrimonio risulta alquanto difficile per questi individualisti, forse perché sono abituati a ragionare solo per sé: il loro partner deve non soltanto sapere essere un vero compagno, ma anche saper controbilanciare la loro energica personalità. Non troppo dotati di tatto, i nati il 25 marzo hanno un temperamento schietto e sbrigativo che non di rado li mette nei pasticci

A BERGAMO e in PROVINCIA: Il SOLE sorge alle ore 06.18 e tramonta alle ore 18.38 – Durata del giorno 12.20 (+3 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte: 11.40 (-3 minuti rispetto a ieri) – La LUNA crescente (73%) sorge oggi alle ore 13.22 e tramonta domani alle ore 03,56 

Print Friendly, PDF & Email