Almanacco di oggi 28 agosto 2021 (Sabato); Notizie e curiosità

34^ settimana – Giorni inizio/fine anno 240/125 – BUON WEEKEND
AUGURI di BUON COMPLEANNO e di BUON ONOMASTICO a tutti coloro che oggi lo festeggiano

“Vivi ogni giorno come se fosse ogni giorno. Ne il primo ne l’ultimo. L’unico !”

Il SOLE sorge alle ore 06.35 e tramonta alle ore 20.10 – Durata del giorno 13.25 (-3 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte: 10.35 (+3 minuti rispetto a ieri) – La LUNA calante (59%) sorge oggi alle ore 22.54 e tramonta domani alle ore 13.54.

OGGI in QUESTO ALMANACCO:

  • I Santi del giorno
  • Il “pensiero” del giorno
  • L’Impegno della Chiesa bergamasca per la “Giornata della Custodia del creato”
  • Le allergie di fine estate
  • Storia di Bergamo: la ex Chiesa e Convento di Sant’Agostino
  • Bergamo e i Grandi teologi: Sant’Agostino
  • Dove servirà il green pass dal 1° settembre?
  • Lombardia: Moratti “Nove insegnanti su 10 sono vaccinati”
  • Giornata Nazionale della Liquirizia
  • Sei nato oggi?
  • Altre “Notizie e Curiosità” del giorno
  • I MORTI DI OGGI E LA DATA DEI FUNERALI A BERGAMO E PROVINCIA (clicca qui)
  • TUTTA LA CRONACA ANCHE SU FACEBOOK (clicca qui)

I SANTI del GIORNO:
Sant’AGOSTINO Vescovo e Dottore della Chiesa patrono dei teologi e stampatori
Sant’ERMETE martire
San GIULIANO martire, nella bergamasca è patrono di Ciserano Sant’EDMONDO martire
Santa GIOCCHINA religiosa
San VIVIANO Vescovo

IL PENSIERO del GIORNO (di Mons. Antonio Donghi) “Un uomo, partendo per un viaggio, chiamò i suoi servi e consegnò loro i suoi beni.” –  Ogni persona umana riceve il dono della vita perché lo faccia fruttare secondo le proprie possibilità e originalità per poter arricchire i fratelli in una viva esperienza di comunione e di fraternità. Ciò che conta è che sappiamo vivere tale consapevolezza per superare ogni forma di egoismo o di possesso. Vivendo con gratitudine quello che siamo, possiamo rendere fecondi tutti i doni e rallegrare il cuore dei fratelli – Padre, chiamandoci alla vita ci hai arricchiti del dono di essere uomini e donne per generare una feconda comunione fraterna. Rendici consapevoli di tale ricchezza per poter dare feconda vitalità al nostro quotidiano. Con Gesù e nello Spirito potremo costruire ogni istante come un rendimento di grazie e una fervente supplica per sognare un mondo nuovo. Amen.
 
L’IMPEGNO della CHIESA BERGAMASCA per la CUSTODIA del CREATO: Su indicazione della Conferenza Episcopale Italiana si celebra il prossimo – 1 settembre la 16° Giornata per la Custodia del Creato, in comunione con Chiese e Comunità ecclesiali europee delle diverse confessioni cristiane. L’Ufficio per la Pastorale Sociale e del Lavoro da qualche anno, al fine di sviluppare nelle comunità parrocchiali un’attenzione responsabile alle tematiche della Custodia del Creato, suggerisce di dedicare il periodo tra il 1° settembre e il 4 ottobre, festa di San Francesco d’Assisi, quale “Tempo per il Creato”. Si ritiene possa essere un segno importante, ricordare questo momento dedicato alla custodia e bellezza del Creato, nel momento delle Celebrazioni Eucaristiche domenicali nel mese di settembre e in particolare domenica 5 settembre Mercoledì 1° settembre 2021 alle ore 20.45 presso il Giardino della Pace di Sotto il Monte Giovanni XXIII (BG) è in programma la Celebrazione Ecumenica sul tema La transizione ecologica per la cura della vita.
 
Le ALLERGIE di FINE ESTATE: Chi soffre di allergia o asma, tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno spesso riferisce un peggioramento dei sintomi con ostruzione nasale, starnuti, naso che cola (rinite allergica), tosse, occhi che bruciano e lacrimano, bruciore o pizzicore alla gola, respiro sibilante e respirazione difficoltosa. Le allergie più comuni in questo periodo sono quelle a pollini, muffe e acari della polvere. Per quanto riguarda i pollini, le fioriture variano in base alle regioni; in autunno nell’area del Nord Italia sono presenti ambrosia e graminacee, mentre al Centro-Sud vi è la parietaria. I cambiamenti climatici degli ultimi anni, che hanno comportato un aumento delle temperature, fa sì che alcune piante estive continuino a produrre polline anche in autunno, prolungando di fatto il tempo di esposizione dei pazienti agli allergeni. Se i sintomi si manifestano per la prima volta e lasciano sospettare un’allergia è bene consultare il medico. Una corretta diagnosi è fondamentale per identificare la vera causa dell’allergia e studiare un trattamento mirato. La terapia è personalizzata e dipende dal quadro del paziente. Per diminuire la sintomatologia correlata alla rinite (prurito del cavo orale, starnutazioni, prurito al naso) possono essere utili farmaci antistaminici. Quelli di ultima generazione garantiscono un buon controllo dei sintomi con effetti collaterali praticamente nulli. Per l’asma sono invece disponibili farmaci specifici: nella maggior parte dei casi il controllo della malattia si ottiene con farmaci corticosteroidei per via inalatoria che possono essere associati anche a farmaci broncodilatatori. Esistono ormai farmaci con un’emivita di 24 ore che possono essere assunti una sola volta al giorno per aumentare la qualità di vita del paziente e la complicanze con il trattamento.
 
STORIA di BERGAMO: EX CHIESA e MONASTERO di Sant’AGOSTINO situati subito dopo aver superato Porta Sant’Agostino (una delle quattro porte d’accesso a Bergamo Alta). Non c’è occasione migliore della festa di un Santo per conoscere brevemente la storia della nostra città. La grande chiesa annessa al complesso monastico degli Eremitani di S. Agostino fu fondata nel 1290 per volontà del vescovo Roberto Bonghi e consacrata nel 1347 dal vescovo Bernardo Bernardi. La presenza di un sepolcro recante la data del 1315 fra la porta laterale della chiesa e la sacrestia testimonia come già in quell’anno data la zona presbiteriale e le campate più vicine ad essa fossero adibite al culto. Riccamente decorato con affreschi a partire dall’ultimo decennio del Duecento, l’edificio fu solo marginalmente interessato dal grande incendio del 1403 nel quale andò distrutto il monastero che si sviluppava nella zona a nord della chiesa. Nel 1442 agli Agostiniani subentrarono i Minori Osservanti, che promossero un vasto rinnovamento degli edifici conventuali, nei quali ancora si colgono, accanto a parti trecentesche (ad esempio le trifore e il portale dell’antica sala capitolare), brani tardoquattrocenteschi (come il primo cortile porticato). Il Monastero e l’annessa Chiesa sono dei sopravvissuti alla distruzione voluta dai veneziani per costruirvi le Mura che già avevano fatto demolire la Basilica Alessandrina, abitazioni private o ben 8 chiese con annessi Monasteri. La rivolta popolare contro le decisioni assunte da Venezia continuava ad essere repressa da ingenti forze militari inviate in città. Il volto della città stava continuamente cambiando e il Podestà decise di non demolire questo antico Monastero (le voci parlano che il Podestà fu corrotto economicamente dai frati del Convento). In seguito alla soppressione degli ordini religiosi, nell’Ottocento chiesa e convento furono adibiti a caserma e deposito di armi; gli affreschi furono allora nascosti dietro una cortina muraria in laterizio, rimossa soltanto negli anni Cinquanta e Sessanta del Novecento nell’ambito dei restauri diretti da Mauro Pelliccioli. Con l’occupazione tedesca fu anche realizzando un sopralzo per ospitare i militari tedeschi. Oggi l’intero complesso è sede dell’Università di Bergamo.
 
BERGAMO e i GRANDI SANTI: Sant’AGOSTINO nato a Tagaste il 13 febbraio 354, morto a Ippona il 29 agosto 430 dC, La città di Bergamo gli ha intestato il “Piazzale San Agostino” antistante la ex Chiesa e l’ex Monastero e oggi Sede dell’Università di Bergamo. Figlio di un consigliere municipale e modesto proprietario di Tagaste in Numidia e della pia madre Monica, Agostino, africano di nascita ma romano di lingua e cultura, filosofo e santo, è uno dei più eminenti dottori della Chiesa. Pur studiando prima a Cartagine e poi Roma e Milano, condusse in giovinezza una vita sregolata poi segnata da una celebre conversione grazie soprattutto allo studio dei filosofi antichi. La sua lunga e tormentata evoluzione interiore comincia con la lettura dell’Ortensio di Cicerone che lo entusiasma per sapienza ed acutezza ma ne guida i pensieri verso tendenze razionaliste e naturaliste. Poco dopo, lette senza frutto le Sacre Scritture, rimane affascinato dall’antagonismo dei manichei tra i due principi opposti e coeterni: Bene-Luce-Spirito-Dio da una parte e Male-Tenebre-Materia-Satana dall’altra. Accortosi attraverso l’appassionato studio delle arti liberali dell’inconsistenza della religione di Mani (da cui appunto deriva il termine “manicheo”), soprattutto dopo il deludente incontro con il vescovo manicheo Fausto, definito in seguito nelle “Confessioni” (il suo capolavoro spirituale, narrazione dei suoi errori di giovinezza e della sua conversione), “gran lacciuolo del diavolo”, non torna alla Chiesa cattolica ma si avvicina alla tentazione scettica dei filosofi “accademici” e si tuffa nella lettura dei platonici. Sempre come maestro di retorica, Agostino lascia Roma alla volta di Milano dove l’incontro con il vescovo Ambrogio è fondamentale per la sua conversione riuscendo a interpretare “spiritaliter” la Scrittura e a renderla intelligibile. Nella notte tra il 24 e il 25 aprile 386, vigilia di Pasqua, Agostino viene battezzato dal vescovo insieme al figlio Adeodato avuto a diciassette anni. Decide di tornare in Africa ma ad Ostia muore la madre: decide pertanto di tornare a Roma dove rimane fino al 388 continuando a scrivere. Si ritira a Tagaste, in Africa, conducendo un programma di vita ascetica e, ordinato sacerdote, a Ippona ottiene di fondare un monastero. Dopo un’intensissima attività episcopale, Agostino muore il 28 agosto del 430.
 
LOMBARDIA: NOVE INSEGNANTI SU DIECI SONO VACCINATI: 86% del personale nelle scuole lombarde ha già aderito alla campagna vaccinale anti covid ricevendo almeno la prima dose. Nel frattempo per garantire la massima copertura contro il virus, a poche settimane dall’inizio delle lezioni, la Regione garantisce a tutto il personale scolastico l’accesso libero a tutti i centri vaccinali. La scuola è un pilastro fondamentale della nostra società e dare finalmente continuità alla didattica in presenza costituisce un obiettivo comune per ragazzi, famiglie e istituzioni. Bisogna superare reticenze e timori infondati e guardare con fiducia a un futuro che, grazie alla prevenzione e alla protezione offerta dal vaccino, potrà essere più sereno. Scuola in presenza significa anche consentire agli studenti di riavviare importanti rapporti di socialità e ai genitori di dedicarsi al loro impegno lavorativo”.
 
DOVE e QUANDO SERVIRA’ il GREEN PASS dal 1° SETTEMBRE A stabilirlo è il decreto legge 6 agosto 2021, n. 111. Si legge nel decreto: “È consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi covid-19, di cui all’articolo 9, comma 2, l’accesso ai seguenti mezzi di trasporto e il loro utilizzo:  a) aeromobili adibiti a servizi commerciali di trasporto di persone; –  b) navi e traghetti adibiti a servizi di trasporto interregionale, ad esclusione di quelli impiegati per i collegamenti marittimi nello Stretto di Messina;  c) treni impiegati nei servizi di trasporto ferroviario passeggeri di tipo Intercity, Intercity Notte e Alta Velocità;  d) autobus adibiti a servizi di trasporto di persone, ad offerta indifferenziata, effettuati su strada in modo continuativo o periodico su un percorso che collega più di due regioni ed aventi itinerari, orari, frequenze e prezzi prestabiliti;  e) autobus adibiti a servizi di noleggio con conducente, ad esclusione di quelli impiegati nei servizi aggiuntivi di trasport pubblico locale e regionale”. Il green pass sarà quindi obbligatorio per tutti gli aerei – anche per le tratte nazionali -, per le navi che collegano due regioni diverse, per molti dei treni – compresi i Frecciarossa, sui cui la capienza sale all’80% – e per i bus di linea tra diverse regioni. “I vettori aerei, marittimi e terrestri, nonchè i loro delegati, sono tenuti a verificare che l’utilizzo dei servizi di cui al comma 1 avvenga nel rispetto delle prescrizioni”, viene sottolineato nel decreto.
 
ACCADDE OGGI:
– 1916 Prima Guerra Mondiale: l’Italia dichiara guerra alla Germania
– 1981 Vengono presentati alla Comunità Scientifica i primi casi di AIDS come una nuova malattia resistente ai farmaci
 
SIGNIFICATO del NOME “AGOSTINO”: “consacrato”. In Italia portano questo nome circa 79.865 persone di cui il 17,5% in Lombardia
 
PROVERBI:
“Muove la coda il cane, non per te ma per il pane”
“Quando la merda monta lo scanno, o fa puzza o fa danno”
“Chi troppo vuole nulla stringe”
“Il meglio è nemico del bene”
“Non fu mai gloria senza invidia”
 
GIORNATA NAZIONALE della LIQUIRIZIA La liquirizia viene estratta da una pianta spontanea ed ha un colore naturale marrone chiaro che poi, con l’ossidazione data dall’aria, diventa il nero che tutti conosciamo. La liquirizia è molto versatile e può essere apprezzata e valorizzata per arricchire ricette dolci e salate. La liquirizia è digestiva, diuretica, antinfiammatoria, espettorante e protettiva della mucosa gastrica. Indicata contro tosse, mal di gola, catarro, cervicale e acidità gastrica esercita anche una blanda funzione lassativa. Chi soffre di pressione bassa può trarre giovamento dalla liquirizia poiché aumenta la pressione del sangue: l’ideale dunque soprattutto d’estate con il grande caldo. Per lo stesso motivo va consumata con parsimonia, e non è indicata per le persone che soffrono di ipertensione.
 
SEI NATO OGGI: Se siete nati in una di queste date, siete dei veri capi. Sapete prendere le decisioni giuste al momento giusto e sapete gestire un gruppo di persone. Siete intraprendenti, generosi e sicuri di voi. In più, se avete molto carisma, pochissime cose vi resisteranno. Indipendenti, creativi, dotati di coraggio e volontà, decisi a farvi strada nel mondo grazie all’intelligenza personale. Siete dei leader, sapete arrangiarvi da soli. Forte ambizione, sostenuta da grande energia e perseveranza, costanza e determinazione, a volte avete bisogno di essere incoraggiati, le vostre capacità di ragionamento sono eccellenti e siete buoni organizzatori.

L’almanacco di oggi lo trovi anche su Google News


Print Friendly, PDF & Email