NOTIZIE e CURIOSITA’. Almanacco di oggi 6 novembre 2020 (Venerdì)

45^ settimana – Giorni inizio/fine anno 311/55 – BUONA GIORNATA

 OGGI in QUESTO POST:

  • I Santi di Oggi (Buon Onomastico)
  • Necrologie a Bergamo (clicca qui)
  • Lombardia: zona rossa
  • Giornata Mondiale per la prevenzione dello sfruttamento dell’ambient in caso di guerra e conflitti armati
  • Novembre: mese della prevenzione cardiovascolare
  • Settimana AIRC sulla ricerca del cancro
  • Storia di Bergamo: la Chiesa di san Leonardo
  • Giornata del Tartufo italiano
  • Altre Notizie e Curiosità del giorno

I SANTI di OGGI: San LEONARDO abate. Patrono dei prigionieri, è considerato il patrono dei carcerati; gli è stata attribuita la protezione dei fabbricanti di catene, fibbie, fermagli, è patrono dei minatori. La sua intercessione viene invocata per i parti difficili, i mal di testa, le malattie dei bambini, le malattie del bestiame, la grandine, i banditi e anche contro l’obesità. A BERGAMO gli è stato dedicato un Borgo e una delle più antiche Chiese della città – San MELONIO vescovo –

AUGURI di BUON COMPLEANNO a tutti coloro che oggi lo festeggiano –  AUGURI di BUON ONOMASTICO a coloro che portano il nome LEONARDO

LOMBARDIA: ZONA ROSSA è ufficialmente nelle “regioni rosse”, ovvero quelle a maggior rischio di covid-19. Gli spostamenti sono vietati e non ci si potrà più muovere se non per comprovati motivi. Le serrande saranno abbassate praticamente ovunque. In internet l’autodichiarazione. Servirà anche per assistere alla Santa Messa o alle funzioni religiose (funerali, matrimoni, ecc…)

GIORNATA MONDIALE per la PREVENZIONE dello SFRUTTAMENTO dell’AMBIENTE in CASO di GUERRA e nei CONFLITTI ARMATI proclamata dall’ONU nel 2001. Sebbene gli uomini abbiano sempre contato le loro perdite di guerra in termini di soldati e civili morti e feriti, città e mezzi di sostentamento distrutti, l’ambiente è spesso rimasto una vittima poco nota della guerra. I pozzi d’acqua vengono inquinati, le coltivazioni bruciate, le foreste abbattute, i terreni inquinati, e gli animali uccisi per ottenere vantaggio militare. Riscontrato che negli ultimi 60 anni, almeno il 40% della totalità dei conflitti interni hanno avuto un legame con lo sfruttamento di risorse naturali, sia di alto valore come legno, diamanti, oro e olio, sia modeste come terreni fertili e acqua. E’ emerso che i conflitti che implicano risorse naturali hanno una probabilità di ricaduta due volte superiore. Le Nazioni Unite affermano con convinzione che l’azione in materia ambientale fa parte dell’attività di prevenzione dei conflitti, e delle strategie di peacekeeping (mantenimento della pace) e peacebuilding (costruzione della pace) – perché non vi può essere pace durevole se le risorse naturali che danno sostentamento e nutrono l’ecosistema vengono distrutte.

NOVEMBRE: MESE di PREVENZIONE CARDIOVASCOLARE: Da un’analisi della popolazione italiana per fattori di rischio, emerge un quadro piuttosto preoccupante: il 18% degli italiani è iperteso, ci sono 10 milioni di fumatori, 3 milioni e 200.000 diabetici e 6 milioni di obesi (fonte: Istat, 2019). Per ciascuno di questi fattori, il rischio cardiovascolare si moltiplica. Per questo è necessario ribadire l’importanza della prevenzione e impostare una serie di comportamenti virtuosi alla base di uno stile di vita sano. Identificare i fattori di rischio ed essere consapevoli del proprio stato di salute è il primo passo per proteggere il proprio cuore. Non è tanto l’età, infatti, il fattore discriminante che espone alle malattie cardiovascolari, quanto la presenza di altre patologie, la familiarità e le “cattive” abitudini. Per questo è fondamentale conoscere il proprio rischio cardiovascolare e, su consiglio del proprio medico, attivare di conseguenza un piano di esami diagnostici e terapie. La prevenzione è fondamentale, basti pensare che la maggior parte degli eventi cardiovascolari è evitabile attraverso una buona attività di prevenzione

SETTIMANA della RICERCA sul CANCRO promossa dall’AIRC dal 3 al 9 novembre 2020. La prima settimana di novembre, Fondazione AIRC rinnova il tradizionale appuntamento con I Giorni della Ricerca per fare il punto sull’emergenza cancro e raccogliere nuove risorse per i ricercatori impegnati a contrastarla. Un momento che assume ancora maggiore importanza quest’anno in cui la pandemia di Covid-19 ha influito sui progressi della ricerca oncologica, rallentando l’attività nei laboratori e, soprattutto, il trasferimento dei risultati ai pazienti, in particolare per l’approvazione di nuovi farmaci o di nuove strategie terapeutiche. I numeri confermano che il cancro è un’emergenza a livello mondiale, con cifre spesso superiori a quelle di molte grandi epidemie. Ricercatori e medici non possono permettersi battute d’arresto: in Italia si stima che quest’anno saranno diagnosticati 377.000 nuovi casi, più di 1000 al giorno. Per incidere su questi dati AIRC sostiene con continuità circa 5.300 scienziati al lavoro per sviluppare diagnosi sempre più precoci e trattamenti più efficaci e mirati per tutti i pazienti.

La CHIESA di SAN LEONARDO a BERGAMO: E’ posta all’incrocio di due tra le più celebrate vie dello shopping cittadino, via XX Settembre e via Sant’Alessandro, eppure il più delle volte ci si passa davanti e non lo si nota. La presenza di un edificio destinato al culto cristiano è datata prima dell’anno Mille, segno dell’avvenuto superamento dei culti pagani: solo nel 1017 questo venne però dedicato a San Leonardo, protettore dei carcerati. Come per molte altre chiese dell’epoca, vi fu annesso un ospedale: la zona era però pressoché disabitata. A metà del 1200 Borgo San Leonardo conobbe uno sviluppo, causato dalla sua vicinanza ad importanti arterie stradali: la zona si popolò notevolmente, assumendo però quell’aspetto di borgo a forte caratterizzazione popolare che lo contraddistinguerà sempre. Il Vescovo Guala, nel 1171, affidò la gestione della chiesa e dell’annesso ospedale all’ordine dei Crociferi (il loro stemma, tre croci, è ancora visibile in qualche capitello del chiostro interno al complesso, oggi di proprietà del Credito Bergamasco), con il compito di curare pellegrini, infermi (in particolare i reduci delle crociate) e i bambini abbandonati. Nel 1495 il vescovo Giovanni Barozzi (la città di Bergamo gli ha dedicato la Piazzetta davanti agli ex Ospedali Riuniti) decretò l’unione di tutti i piccoli ospedali esistenti in città, ben dodici, in un’unica struttura: nacque l’ospedale grande di San Marco (sull’area dell’attuale piazza della Libertà). Conseguentemente cessò anche la funzione dell’ospedale annesso alla chiesa di San Leonardo. E non poteva mancare nemmeno il miracolo (e non sarà l’unico), avente come protagonista, manco a dirlo, un’immagine della Vergine: il fatto avvenne nel 1613, allorquando, da sotto la calce che imbiancava i muri della chiesa, (era difatti d’uso coprire le pareti di calce dopo ogni pestilenza per scongiurare il rischio di epidemie e disinfettare gli ambienti) apparve d’improvviso un’immagine da molti anni celata. Fu una Chiesa contesa tra i Guelfi e Ghibellini con uccisione del Priore e dei Frati del Convento. Nel 1682 la Congregazione dei Somaschi acquistò chiesa e annesso convento per 6000 ducati: quest’ordine, fondato da San Gerolamo Miani, aveva fatto il suo ingresso in città cinquant’anni prima, con il compito di curare scuole pubbliche. Con l’arrivo del francesi anche tutto questo convento fu chiuso e venduto ad un certo Magni che iniziò la demolizione e la realizzazione degli attuali edifici. Quando toccò la demolizione della Chiesa (ecco il miracolo n.2) una forte scossa di terremoto colpì la città di Bergamo e gli abitanti videro in questo un gesto miracoloso e acquistarono la Chiesa donandola poi alla Parrocchia di Sant’Alessandro. Solo pochi anni fa (1988-89) un accurato intervento ha permesso di riscoprire le varie fasi dell’edificazione di San Leonardo: sempre lungo la via XX Settembre si possono vedere oggi le vecchie finestre in arenaria altre ancora ad arco, murate ma ben visibili, e infine la parte alta, quella più recente. I differenti momenti della costruzione della chiesa appaiono ora evidenti. Sulla facciata due statue: San Girolamo Miani e San Leonardo (oggi è la Sua festa) All’interno alcune opere d’arte sopravvissute alle varie vicende di questa Chiesa.

PENSIERO e PREGHIERA del GIORNO: “Chi progetta con il cuore ottiene sempre qualche risultato”. PREGHIERA: Guida i nostri passi nel far nostri i tuoi disegni di amore, per rendere nuova l’umanità. Non permettere che perdiamo mai l’entusiasmo della fede, perché siamo sempre segni vivi e veri della tua bontà. Amen. Gloria al Padre

ACCADDE OGGI: 1963 Giulia Natta (morto a Bergamo il 2 maggio 1979) riceve il “Premio Nobel per la chimica”. Ha inventato il Moplen ed è ancora oggi, una delle materie termoplastiche più utilizzate nell’industria

SIGNIFICATO del NOME: “LEONARDO” è: “leone, forte e coraggioso”. In Italia portano questo nome circa 101.452 persone di cui il 23,4% in Puglia, 10,1% in Lombardia

PROVERBI “Chi sa fa, chi non sa s’ingegna” “L’oliva tanto più pende, tanto più rende”

GIORNATA del TARTUFO ITALIANO: vive in simbiosi con le radici delle piante e viene considerato una sentinella ambientale perché non cresce in terreni inquinati. Il delicato tartufo bianco è da utilizzare esclusivamente a crudo, al contrario quello nero resiste ad una breve cottura. Differisce anche nella pulizia, il primo va solo spazzolato, mentre il secondo può essere passato velocemente sotto l’acqua fredda poco prima dell’utilizzo

A BERGAMO e in PROVINCIA: Il SOLE sorge alle ore 07.07 e tramonta alle ore 17.02 – Durata del giorno 09.55 (-2 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte: 14.05 (+2 minuti rispetto a ieri) – La LUNA calante (60%) sorge oggi alle ore 21.12 e tramonta domani alle ore 12,34

Print Friendly, PDF & Email