Almanacco Bergamo 28 gennaio 2022 (Venerdì)

4^ settimana – Giorni inizio/fine anno 28/337 – BUON ANNO 2022
AUGURI di BUON COMPLEANNO e di BUON ONOMASTICO a tutti coloro che oggi lo festeggiano

SEI NATO OGGI? Se siete nati in una di queste date, siete dei veri capi. Sapete prendere le decisioni giuste al momento giusto e sapete gestire un gruppo di persone. Siete intraprendenti, generosi e sicuri di voi. In più, se avete molto carisma, pochissime cose vi resisteranno. Indipendenti, creativi, dotati di coraggio e volontà, decisi a farvi strada nel mondo grazie all’intelligenza personale. Siete dei leader, sapete arrangiarvi da soli. Forte ambizione, sostenuta da grande energia e perseveranza, costanza e determinazione, a volte avete bisogno di essere incoraggiati, le vostre capacità di ragionamento sono eccellenti e siete buoni organizzatori.

I SANTI DI OGGI
San TOMMASO d’AQUINO Sacerdote e Dottore della Chiesa – Patrono dei teologi, accademici, librai, studenti e fabbricanti di matite. Patrono della Regione Campania. La Chiesa celebra la Festa di altri 10 SANTI e 7 BEATI

SIGNIFICATO DEL NOME TOMMASO
L’onomastico può essere festeggiato il 28 gennaio con San Tommaso d’Aquino oppure il 3 luglio in memoria di San Tommaso Apostolo. Il nome Tommaso è ancora oggi particolarmente popolare in Italia: è presente da oltre 10 anni tra i 15 nomi per neonati più utilizzati. In Italia portano questo nome circa 77.101 persone di cui il 18,8% la Puglia, 11,4% la Campania, 6,9% la Lombardia.

AFORISMA del GIORNO
Tutti i problemi tra le persone, grossi o piccoli, iniziano sempre a causa di una cattiva comunicazione. La cosa più importante per poter comunicare è saper ascoltare

PROVERBI
Ogni età è buona per imparare
Chi semina spine non cada scalzo
Chi semina odio poi lo raccoglie
Vivi e lascia vivere
La tavola ospitale fa da confessionale


I MORTI DEL GIORNO A BERGAMO E PROVINCIA (clicca qui)

ARRIVANO i GIORNI della MERLA 2022

Pronti a indossare sciarpa, guanti e cappello? Sono in arrivo i cosiddetti “Giorni della Merla”, secondo la tradizione i più freddi dell’anno. Ma da questo weekend le temperature sono destinate ad abbassarsi notevolmente, come prevede il meteo. I giorni della Merla indicano gli ultimi tre di gennaio, quindi quest’anno sabato 29, domenica 30 e lunedì 31 gennaio ma c’è anche chi li fa coincidere con gli ultimi due giorni di gennaio e il primo di febbraio. Sono molte le leggende intorno all’origine della locuzione “I giorni della Merla“, secondo una di queste, per ripararsi dal forte freddo, una merla e i suoi pulcini, in origine bianchi, si rifugiarono dentro un comignolo, dal quale emersero il 1º febbraio, tutti neri a causa della fuliggine. Da quel giorno tutti i merli furono neri. Secondo una versione più elaborata della leggenda, una merla, con uno splendido candido piumaggio, era regolarmente strapazzata da gennaio, mese freddo e ombroso, che si divertiva ad aspettare che lei uscisse dal nido in cerca di cibo, per gettare sulla terra freddo e gelo. Stanca del freddo, la merla fece provviste sufficienti per un mese e si rinchiuse nella sua tana fino al 28 gennaio (allora ultimo giorno del mese). Quando uscì si mise a cantare per sbeffeggiare Gennaio, ma il mese se ne risentì e chiese in prestito tre giorni a febbraio, scatenando bufere di neve e gelo che costrinsero la merla a rifugiarsi in un camino. Lì restò al riparo per tre giorni e quando uscì, era tutta nera a causa della fuliggine. E così rimase per sempre.

TERZO LOTTO DELLA RIQUALIFICAZIONE DEL CENTRO PIACENTINIANO. FOTO E RENDERING

Sono ormai imminenti i lavori per il terzo lotto di riqualificazione del centro piacentiniano, ultima fase di intervento di sistemazione del centro novecentesco di Bergamo bassa. Mentre sono ancora in corso i lavori del primo e del secondo lotto, rispettivamente su piazza Dante e lungo l’ultima parte del Sentierone, l’Amministrazione comunale si appresta ad allargare il cantiere anche su parte di Piazza Matteotti, iniziando dagli spazi tra via Crispi e via XX Settembre. E proprio dall’area antistante all’imbocco con via Crispi si comincia a lavorare la prossima settimana, con un intervento particolare, ovvero il trasferimento di un ippocastano, l’ultimo del filare di sinistra, quello più vicino all’ingresso di Palazzo Frizzoni. Un’operazione delicata e costosa: il Comune ha deciso di trapiantare l’albero al parco Suardi, utilizzando uno speciale mezzo – già utilizzato in piazzale degli Alpini per trasferire oltre una ventina di giovani alberi nel parco di via Leopardi – che scava la zolla dentro la quale affondano le radici della pianta e consente il trasporto dell’albero nel luogo prescelto per il trapianto. Ci vorrà un intero giorno di lavori per consentire l’operazione. Giovedì prossimo, al pomeriggio, è previsto l’avvio del trasferimento, con la potatura e la preparazione al trapianto dell’ippocastano. In serata è prevista la preparazione della buca che ospiterà l’albero al parco Suardi, successivamente il trasloco vero e proprio dell’albero con la conclusione del lavoro in nottata. Il giorno dopo saranno previsti i lavori di rifinitura e ancoraggio della pianta al parco Suardi. Trasferire l’albero è necessario in ragione del futuro assetto dell’area. Il Comune di Bergamo prevede la piantumazione di oltre 15 nuove alberature nell’ambito del terzo lotto di intervento, diverse delle quali a cingere lo spazio antistante palazzo Frizzoni, ma sarà necessario realizzare un raccordo per consentire il transito tra via Crispi e via Borfuro e, per questo motivo, è stato deciso di trasferire l’ippocastano. La riqualificazione entrerà nel vivo poco meno di due settimane dopo, con l’avvio dei lavori di riqualificazione a partire proprio dagli spazi all’imbocco di via Crispi. Nel frattempo progrediscono i lavori dei primi due lotti: in piazza Dante continua la posa della pavimentazione lato Camera di Commercio e, entro qualche settimana, si passerà al lato opposto e alla piantumazione delle alberatura previste – soprattutto carpini bianchi – e, in seguito, al montaggio della fontana, il cui restauro è in fase di completamento. Entro fine marzo, tutte queste fasi di intervento saranno concluse. Nello stesso periodo si dovrebbero completare anche i lavori del cantiere lungo il Sentierone e nei giardini di largo Gavazzeni. 

LOMBARDIA. MENO CASE POPOLARI MA CRESCE LA DOMANDA 

La distanza tra l’offerta e la domanda aumenta a vantaggio dell’ultima. Cresce il numero di famiglie in affitto (+23,4%), diminuisce il numero di alloggi destinati ai servizi abitativi pubblici e aumenta la morosità. Sono questi i risultati principali del report elaborato dal Comitato paritetico di controllo e valutazione del Pirellone sull’attuazione della legge regionale per i servizi abitativi. Nel report sono segnalate criticità già emerse nel corso degli ultimi anni. In particolare, le domande di assegnazione da parte di nuclei indigenti sono passate da circa 6.000 a 9.400 (dal 36 al 42%). Con il covid-19 e l’aumento della povertà assoluta, il Comitato paritetico segnala anche un aumento della morosità nei bilanci Aler.

CANONE RAI 2022

Scade il 31 gennaio la segnalazione all’Agenzia delle Entrate di non essere in possesso di un televisore presso la propria abitazione dove comunque c’è un’utenza elettrica così da evitare l’addebito del canone RAI sulla fattura. Sulla doppia abitazione, non affittata non si paga il canone così anche coloro che non superano un reddito annuo dato da ISEE.

PREVISIONI METEO

Sabato, 29 gennaio: Bel tempo con sole splendente per l’intera giornata, non sono previste piogge. Durante la giornata di sabato la temperatura massima registrata sarà di 9°C, la minima di -1°C, lo zero termico si attesterà a 1983m. I venti saranno al mattino deboli e proverranno da Nordovest, al pomeriggio deboli e proverranno da Sudovest. Nessuna allerta meteo presente –Domenica, 30 gennaio: Bel tempo con sole splendente per l’intera giornata, non sono previste piogge. Durante la giornata di domenica la temperatura massima registrata sarà di 13°C, la minima di 2°C, lo zero termico si attesterà a 2968m. I venti saranno al mattino deboli e proverranno da Est-Sudest, al pomeriggio deboli e proverranno da Nordest. Nessuna allerta meteo presente.

CANI e GATTI in CONDOMINIO. Le REGOLE

Prima di tutto, per effetto delle leggi più recenti, non è più possibile che il regolamento condominiale vieti il possesso di animali domestici nel proprio appartamento. Questo divieto però potrebbe essere incluso nel contratto di locazione. Infatti, in questo caso si tratterebbe di una clausola di un contratto tra le parti. Il regolamento condominiale riguardante gli animali domestici prevede che i padroni degli animali negli spazi comuni abbiano degli atteggiamenti consoni in modo da salvaguardare gli spazi stessi e il benessere e la tranquillità delle altre persone. Per questo motivo, leggendo cosa dice la legge sui cani in condominio, si scopre che negli ambienti condivisi i cani devono sempre essere portati al guinzaglio, mentre la museruola dev’essere a disposizione del padrone e indossata solo in caso di necessità. Inoltre, gli escrementi che i cani potrebbero lasciare negli spazi aperti devono sempre essere rimossi con gli appositi sacchetti igienici. Infine, in ascensore è obbligatorio far portare al cane sempre la museruola.

IL PENSIERO del GIORNO

“Così è il regno di Dio: come un uomo che getta il seme sul terreno; dorma o vegli, di notte o di giorno, il seme germoglia e cresce. Il mistero della vita matura attraverso l’impatto con la vita di tutti i giorni. Noi siamo il seme, il terreno è la storia quotidiana. La persona matura e si illumina a contatto con la complessità molteplice degli avvenimenti. Accogliamo con intelligenza e coraggio la ferialità e saremo in pace con noi stessi per affrontare il futuro. Padre, la nostra vita è un tuo dono che giorno per giorno è chiamata a maturare nella scelta quotidiana della sapienza del tuo Figlio Gesù Cristo. Nella tua assoluta gratuità cresciamo nella nostra identità. Rendici docili all’azione dello Spirito che, attraverso la storia quotidiana, ci scalpella perché possiamo essere sempre più quel volto di Gesù che semina sempre speranza e genera comunione. Amen

ABITANTI a BERGAMO: I DATI ISTAT NON CONCORDANO CON IL COMUNE

All’inizio di dicembre 2021 gli abitanti di Bergamo erano 119.684 e questo dato portava la nostra città al terzo posto tra i capoluoghi di provincia più popolosi della Lombardia. Al 25 dicembre 2021, il Comune di Bergamo, ha fatto sapere che gli abitanti in città sono aumentati in solo 20 giorni circa di 1.644 (quasi impossibile ma non escluso con il continuo arrivo di stranieri residneti), portando gli abitanti di Bergamo a 121.328. Guardando ai singoli quartieri, si registra un calo percentuale della popolazione a Monterosso e a Celadina. In quest’ultima zona la decrescita è pari a -2,7%, effetto anche del rallentamento del flusso di migranti al centro di accoglienza di via Gleno. Crescono le famiglie che scelgono di vivere a Redona, salite del 2,37%, una variazione su cui influisce probabilmente anche il nuovo insediamento Redona Centro, ma anche in Borgo Palazzo, in Pignolo, alla Malpensata, e nei quartieri di Santa Lucia e Carnovali. Una crescita leggerissima è avvertita per il secondo anno di fila anche in Città Alta, pari allo 0,11%. L’aumento dei residenti, che nel complesso restano lontani dai 122.094 raggiunti nel 2019, è dovuto soprattutto ai trasferimenti in città di persone provenienti da altri Comuni

GIORNATA MONDIALE DEI LEGO

Una delle azioni più importanti per un bambino fino dai primissimi mesi di vita. Attraverso il gioco il bimbo scopre la realtà che lo circonda e soddisfa un sano desiderio di divertimento. In età adulta il gioco sembra essere persino “terapeutico” poiché si ritrova la leggerezza, la spensieratezza tipiche dell’età infantile. Tra i giochi preferiti dai bambini, le costruzioni e in particolare  Lego occupano un posto di privilegio. Vediamo perché giocare con i Lego fa bene ai bambini, quali sono i suoi benefici dal punto di vista educativo e formativo. Ai bambini piace, tendenzialmente, molto giocare con le costruzioni perché possono escogitare varie soluzioni per realizzare uno stesso oggetto, scatenare la creatività e tutta la fantasia particolarmente ricca durante l’ età evolutiva. Perché il Lego si classificano come le costruzioni più amate? 1) Il bambino si diverte a sperimentare le tantissime combinazioni di incastro, a vedere realizzate una molteplicità di forme e giochi possibili (trenini, castelli, intere città e tanto altro) – 2) L’originalità consiste proprio nell’ offrire al piccolo fruitore una vastissima gamma di possibilità di utilizzo, consentendo di dare libero sfogo alla fantasia, particolarmente fervida nei bambini – 3) I colori sgargianti sono facilmente riconoscibili dai bambini – 4) Il peso del materiale dei suoi mattoncini è esiguo

GIORNATA EUROPEA per la PROTEZIONE dei DATI PERSONALI

I dati personali delle persone vengono elaborati ogni secondo: al lavoro, nelle relazioni con le autorità pubbliche, in ambito sanitario, durante l’acquisto di beni e servizi, i viaggi o la navigazione sul Web. Generalmente le persone non conoscono i rischi associati alla protezione dei dati personali e i propri diritti in questo ambito. Raramente sono consapevoli di ciò che possono fare se ritengono che i propri diritti siano stati violati o del ruolo delle agenzie nazionali di protezione dei dati. Nel 2006, il Consiglio d’Europa ha deciso di istituire la Giornata della protezione dei dati da celebrare ogni anno il 28 gennaio, data in cui la convenzione del Consiglio d’Europa per la protezione dei dati, nota come “Convenzione 108”, è stata aperta alla firma. La Giornata della protezione dei dati viene oggi celebrata a livello mondiale e al di fuori dell’Europa viene chiamata Giornata della privacy. In questa data, governi, parlamenti, organismi per la protezione dei dati e altri attori svolgono attività per accrescere la consapevolezza sui diritti alla protezione dei dati e alla privacy. Queste attività comprendono campagne mirate per il pubblico, progetti didattici per insegnanti e studenti, porte aperte a conferenze e agenzie per la protezione dei dati.

VIE E PIAZZE DI DI BERGAMO. ADOLFO ENGEL

Nato a Vicosoprano (Canton Ticino) 9 giugno 1851 – morto a Roma il 28 gennaio 1913 è stato un imprenditore, dirigente d’azinda, politico italiano. La Città di Bergamo gli ha intestato una Via. Dopo aver iniziato qui gli studi, li prosegui in Italia in seguito al trasferimento dei genitori a Caravaggio (Bergamo). Insignito di un premio per la fisica già nel 1870, s’iscrisse al politecnico di Milano, presso il quale consegui nel 1875 la laurea in ingegneria, meritandosi poi fama di valente professionista. Personaggio dai molteplici interessi culturali, si formò presto anche una coscienza politica di orientamento radicale e, nel 1878, si fece iniziare alla massoneria e si candidò alle elezioni comunali di Caravaggio. Egli promosse la costruzione e l’apertura di scuole pubbliche, ed altre iniziative educative e culturali: fu tra i fondatori di una società di mutuo soccorso e si impegnò nell’assistenza sociale; fu dinamico presidente del conforzio agrario e dell’ospedale della zona. Si distinse nel soccorso delle popolazioni in Sicilia colpite da un epidemia di colera per questo fu insignito da due medaglie al Valor Civile. E. si stabili a Treviglio e riprese la sua ascesa politica, divenendo consigliere provinciale nel 1886 ed infine, nel 1890, deputato alla Camera per quel collegio. L’Engel si inserì bene nella vita parlamentare, ricoprendo anche l’incarico di questore della Camera. Si collocò nell’Estrema Sinistra legalitaria, senza peraltro opporsi sistematicamente ai provvedimenti delle maggioranze di governo, delle quali il suo raggruppamento non faceva parte. Richiamò innanzitutto l’attenzione sull’arretratezza della disciplina del lavoro notturno delle donne e dei fanciulli, ed ai primi segnali delle agitazioni che caratterizzarono il 1898 ne avverti prontamente l’importanza e ne previde gli sviluppi. Sensibile ai temi istituzionali e deciso fautore dell’evoluzione in senso parlamentaristico dello statuto, si interessò di pubblica istruzione, sostenendo la scuola pubblica contro quella privata; di agricoltura, recando il contributo della propria esperienza personale; di trasporti, nei quali vedeva un poderoso fattore di incivilimento. In materia economica, si ispirava ai principi liberisti, dando ad essi una coloritura democratica. Anticlericale, lanciò nel 1891 una vera e propria accusa di doppiezza verso le istituzioni a carico delle gerarchie ecclesiastiche, invocando la vigilanza delle autorità ma invitando nel contempo ad astenersi da ogni eccesso persecutorio nei loro confronti. Intanto nel Bergamasco progrediva la mobilitazione dei cattolici contro di lui, sicché alle elezioni politiche del 1904 essi gli contrapposero un loro candidato, Agostino Cameroni, che risultò vincitore. Nel 1906 fu indicato da Giolitti per la nomina a senatore. Dal 1904 al 1909 era stato presidente della gran loggia di rito simbolico italiano, divenendo nel 1912 gran maestro. L’Engel fu stroncato da un improvviso attacco cardiaco a Roma il 28 apr. 1913.

TURNI delle FARMACIE E SERVIZIO PEDIATRICO

*** TURNO DIURNO durante il giorno, per sapere i turni. si chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24 ore su 24.

*** TURNO NOTTURNO: (da questa sera ore 21 a domani 29 gennaio 2022 alle ore 9,00): Albino Via Volta 3 – Almenno San Salvatore Via Garibaldi 15 (fino le ore 24) – Bedulita – BERGAMO Farmacia in Piazza Varsavia (zona Loreto) – Bossico P.za San Pietro – Brembate Farmacia della Piazza (fino le ore 24) – Dalmine Farmacia San Carlo Viale Betelli 108 (fino le ore 24) – Endine Gaiano Via Tonale 87 – Gromo Via Papa Giovanni – Martinengo Via Tadino 7 – Medolago Via Europa 34 – Piazza Brembana – Scanzorosciate Farmacia alla Tribulina (fino le ore 24) – SedrinaSeriate Farmacia Seriatese Via Maldura 12 – TREVIGLIO Comunale 3 Viale Piave – Urgnano Farmacia a Basella

*** CONTINUITA’ ASSISTENZIALE (ex Guardia Medica) tel. 116117 attivo dalle ore 20 alle ore 8 nei giorni lavorativi – 24 ore su 24 nei giorni di sabato e domenica e festivi.

*** SERVIZIO PEDIATRICO GRATUITO: il SABATO pomeriggio (dalle 14 alle 18,30) presso i Comuni: Albino (tel. 035.306.2722) – Almenno San Salvatore (tel. 035.632.0021) – BERGAMO (tel. 035.267.6523) – Calusco d’Adda (tel. 035.438.9418) – Dalmine (tel. 035.378.134) – Romano di Lombardia (tel. 0363.919220) – Sarnico (tel. 035.306.2444) – San Giovanni Bianco (tel. 0345.273.54)

AVVENIMENTI A BERGAMO E PROVINCIA

  • BERGAMO – GaMEC Pza Carrara – 29 gennaio ore 15,30 – Visita guidata a “Nulla è perduto”
  • BERGAMO – Circolino Città Alta – 29 gennaio ore 16 – Una conferenza che approfondisce la conoscenza della Bergamo del Trecento e del sommo poeta Dante Alighieri
  • BERGAMO – Cinema Conca Verde – 29 gennaio ore 16 – Film di Qualità “Il mio vicino Totoro”
  • BERGAMO – Spazio Polaresco – 29 gennaio ore 20, 30 – “Barabba Corso di sopravvivenza” il terzo segreto di Satira
  • BERGAMO – Colognola Cineteatro – 29 gennaio ore 21 – Spettacolo “Magnificat”
  • BERGAMO – Teatro Loreto – 29 gennaio ore 21 – “Via da lì – Storia del pugile zingaro” – spettacolo
  • BERGAMO – Teatro San Giorgio – 29 gennaio ore 18,00 – Giorno della Memoria “Il Volontario”.
  • ARDESIO – Sagrato Chiesa Parrocchiale – 30 gennaio ore 10 – Visita guidata al centro storico – prenotazione obbligatoria – tel. 035.704063
  • ARDESIO – Sala Consiliare – 29 gennaio ore 15 – presentazione di due libri: Campanacci d’Italia del Professor Giovanni Mocchi, membro onorario della Pro Loco Ardesio, e Transumanza Picta, Mandrie, greggi, contadini e santi negli ex voto, di Anty Pansera e Maria Vezzoli.
  • ENDINE GAIANO – Parcheggio Chiesa San Felice  – 30 gennaio ore 9 – inizio pulizie sponde del Lago – Tutti possono partecipare – contatti 347 1303105
  • LEFFE – Museo del Tessile e Centro Storico – 30 gennaio ore 15 – Visita guidata – prenotazione obbligatoria tel. 035.704063

COSA LEGGERE

IL SERPENTE MAIUSCOLO ” – Editore: Mondadori – Autore Pierre Lemaitrè – Prezzo € 19,00 – pag. 252 – Trama: Mathilde Perrin ha sessantatré anni, è vedova e abita con il suo dalmata in una villetta a Melun, non lontano da Parigi. Nessuno mai sospetterebbe che dietro quella donna elegante, curata e un po’ sovrappeso si nasconda un sicario. Implacabile, precisa, addestrata fin dalla prima giovinezza, Mathilde non sbaglia un colpo e porta a termine a sangue freddo tutti i compiti che il comandante – suo superiore ai tempi della Resistenza – le affida. “Mathilde non ha mai sprecato una pallottola, solo lavori puliti e senza sbavature. Stasera è stata un’eccezione. Un capriccio. Avrebbe potuto colpire da più lontano, fare meno danni e sparare un proiettile solo, certo”. Sì, perché in effetti da qualche tempo qualcosa non va. Mathilde si lascia un po’ andare a certe crudeltà gratuite per “abbellire” le sue missioni. E inizia davvero a perdere la testa: dimentica di disfarsi dell’arma, sbaglia bersaglio, è convinta che il suo vicino di casa abbia decapitato il suo cane…

L’ANGOLO del CINEMA

LA FIERA delle ILLUSIONI – critica *** – film drammatico – durata 150 minuti – consigliato ragazzi +13 anni – Trama: Un giovane criminale ha una relazione sentimentale con una psichiatra. La donna è una manipolatrice corrotta che, ad un certo punto, comincia ad ingannare anche lui.

L’ANGOLO della CUCINA. LA CUCINA LOMBARDA

Data la grande varietà territoriale e storica della Lombardia è molto difficile individuare una cucina lombarda unitaria: ha piuttosto più senso individuare un continuum di cucine provinciali accomunate da elementi affini in tutta la regione. Caratteristiche forse più peculiare è la prevalenza sulla pasta secca delle paste ripiene, ma soprattutto del riso: da quest’ultimo si possono ricavare sia minestre di riso della tradizione povera, sia riso con carne o verdure, fino ai più elaborati e raffinati risotti. Correlato alla cottura del risotto, ma non solo, è l’utilizzo del burro, e talvolta del lardo, in soffritti e fritture in luogo dell’olio: l’utilizzo del burro per la cottura di alimenti rientra nell’elevata diffusione regionale di latte e derivati, la Lombardia è la maggiore produttrice di latte in Italia con circa il 40% della produzione nazionale, ed una delle regioni con maggiore varietà di formaggi. Concludono il panorama comune lombardo l’uso di ricette a base di uova (frittate e preparati simili), la carne di maiale e la polenta, condivisa con il resto dell’area padana. Dal punto di vista della preparazione, preponderanti benché non esclusive sono le ricette a cottura prolungata e a fuoco basso come brasati, stufati e bolliti, storicamente derivati dall’abbondanza di legna da ardere nel territorio e la conseguente cottura sulla brace.

Per tutte le notizie seguici su Google News

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in: