Press ESC to close

Matteo Vavassori

Atalanta-Bologna 4-1. E’ difficile commentare una partita che anziché durare 90 minuti + recupero è di fatto durata solo 15 minuti. Difficile perché è impossibile tirar fuori tutte le componenti che si possono trovare in una partita di calcio: predisposizione tattica, prestazione di ogni individuo, arbitro all’altezza o meno, meriti e demeriti di chi vince e di chi perde, ecc. Restano però questi 15 minuti memorabili, sotto l’acqua che scendeva in maniera incessante, dove si è vista la bellezza di una squadra che – è inutile nasconderlo (e non per essere di parte) – in questo momento gioca il miglior calcio d’italia. 15 minuti straordinari. Sembrava una partita tra playstation e uomo, una gara di formula 1 tra una ferrari e una 500. Pronti via e Ilicic fa uno spettacolo di alta magia calcistica. Il Bologna non tocca praticamente palla. In 5 minuti Ilicic fa 2 gol uno di sinistro l’altro di destro sotto l’incrocio dei pali. Un’Atalanta scatenata: passaggi di prima sempre precisi nonostante il campo scivoloso per la pioggia.


Al 9° minuto si dipana un’azione che parte da metà campo da De Roon, passaggio in profondità ad Ilicic che subito da la palla ad Hateboer, gran destro rasoterra e palla nell’angolino 3 – 0! Pazzesco, pubblico in delirio. Avere la consapevolezza che dopo 10 minuti l’Atalanta guadagnava al 5° posto in classifica con 51 punti è una cosa che forse viaggi di pari passo l’ascendere sul pianeta Marte. Ma non è finita… al minuto 15 c’è il lancio di Gomez per Zapata che entra in area, dribbla un difensore e mette la palla nel sette. 4-0 e partita finita! Il resto c’è poco da raccontare perché si abbassano i ritmi, addirittura un tiro da centrocampo di De Roon quasi fa 5-0 e se entrava quel tiro sarebbe venuto giù lo stadio non per il punteggio, ma per la bellezza del gol. Ad inizio secondo tempo gran gol dell’ex Orsolini su punizione. Ma ripeto questa partita è durata solo 15 minuti! Ed ora domenica senza paura a San Siro contro l’Inter, anche senza Zapata, ma consapevoli delle nostre forze. Andiamo a prenderci 3 punti e prepariamoci ad andare al Camp Nou di Barcellona a vedere Barcellona-Atalanta di Champions… Per ora è solo un sogno, ma la realtà è molto vicina! FORZA ATALANTA

La rubrica “La Dea del Teo”



Print Friendly, PDF & Email

Preferenze dei cookie