Dopo il ritorno del Bonus moto e scooter dal 18 ottobre, ecco che ripartono gli incentivi rottamazione auto 2022. Dalle ore 10 del 2 novembre vengono infatti riaperte le prenotazioni sulla piattaforma ecobonus.mise.gov.it per i nuovi incentivi destinati all’acquisto di auto non inquinanti fino a 60 g/km CO2, così come stabilito dal Dpcm adottato dal Governo su proposta del ministro dello sviluppo economico Giancarlo Giorgetti.

Istituendo per la prima volta al Mise un fondo ad hoc da 8,7 miliardi di euro, sono stati infatti resi strutturali finanziamenti e strumenti dedicati sia al lato dell’offerta che a quello della domanda, con l’obiettivo di imprimere una forte accelerazione nella diffusione di auto meno inquinanti e un solido sostegno alle produzioni industriali italiane.

Le novità introdotte riguardano innanzitutto i cittadini con un reddito inferiore a 30mila euro, che per l’acquisto di veicoli di categoria M1, elettriche e ibride plug-in, potranno beneficare fino a fine 2022 di un incremento del 50% dei contributi finora previsti sulla base delle risorse già stanziate. In particolare, gli incentivi vengono rimodulati in questo modo:

  • fino a un massimo di 7.500 euro di contributi con rottamazione e fino a 4.500 euro senza rottamazione per l’acquisto di nuovi veicoli con emissioni comprese nella fascia 0-20 g/km CO2 e con prezzo di listino della casa automobilistica pari o inferiore a 35mila euro IVA esclusa
  • fino a un massimo di 6mila euro di contributi con rottamazione e fino 3mila euro senza rottamazione per l’acquisto di nuovi veicoli con emissioni comprese nella fascia 21-60 g/km CO2 e con prezzo di listino della casa automobilistica pari o inferiore a 45mila euro IVA esclusa

Fonte immagine di copertina: Depositphotos

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

, , ,