NECROLOGIE DI OGGI 31 MARZO 2022

I SANTI del GIORNO
San BENIAMINO Diacono e martire – San GUIDO Abate – Santa BALBINA martire – La Chiesa celebra la festa di altri SANTI e BEATI – Domani 1° aprile è venerdì di Quaresima è di magro e/o digiuno

*

AFORISMA del GIORNO
Prima di arrabbiarsi chiedersi il motivo: a volte non è così importante

*

IL PENSIERO del GIORNO
Se fossi io a testimoniare di me stesso, la mia testimonianza non sarebbe vera. Ognuno di noi può illudersi nel valutare se stesso; solo attraverso una intensa reciprocità con amici veri possiamo crescere nella verità della nostra esistenza che si sente chiamata a incarnare ciò che abita nel nostro cuore. Ringraziamo per questi amici che ci aiutano a maturare nella vita fraterna e a crescere nel dono dell’esistenza. Padre, la tua presenza nella persona di Gesù si è rivelata nella luce della sua risurrezione. La tua fedeltà nella sua vicenda umana ci spinge ogni giorno ad accoglierne il mistero per essere suoi veri discepoli. Vivendo in lui e come lui nella potenza dello Spirito Santo possiamo regalare al mondo la bellezza del suo vangelo per crescere in una comune speranza, nella prospettiva della gloria eterna. Amen. (a cura di Mons. Antonio Donghi)

*

APRILE. MESE della PREVENZIONE ALCOLOGICA
Aprile è individuato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come il Mese della prevenzione alcologica. Via dunque anche nel 2022 alle iniziative di sensibilizzazione per riflettere sul consumo di alcol e sulla possibilità di scegliere comportamenti e stili di vita che incidano positivamente sulla qualità di vita del singolo e della collettività. Il Mese della Prevenzione alcologica è ormai un appuntamento consueto per informare l’opinione pubblica sui disturbi alcol-correlati – che in Italia coinvolgono almeno 650.000 famiglie secondo l’Istituto superiore di Sanità- e di conseguenza sull’importanza della riduzione del consumo medio di alcol nella popolazione. Previste varie iniziative negli ospedali d’Italia, stand informativi nelle strutture sanitarie e nelle piazze e distribuzione di materiale informativo.

*

GIORNATA MONDIALE del BACKUP
Il 30% delle persone non ha mai effettuato un backup. Questo dato statistico dovrebbe spaventare soprattutto se si pensa che ogni mese 1 computer su 10 viene infettato da un virus dannoso e che in tutto il mondo vengono rubati 213 telefoni al minuto. L’idea che c’è dietro al World Backup Day è proprio quella di raggiungere e sensibilizzare tutti quelli che non hanno mai fatto un backup o che, addirittura, non sanno neanche cosa sia. Il backup è un vero e proprio salvagente e in caso di guasti, rotture o attacchi informatici e avere a disposizione un backup aggiornato può davvero salvare un’azienda o, in ambito privato, conservare i ricordi di una vita. Ma cos’è esattamente il back up e perché è importante farlo? In poche parole, il backup è una copia, in un supporto esterno, dei documenti e dei file importanti che risiedono su un computer per poterli recuperare in caso di perdite dovute a danneggiamenti accidentali o ad attacchi informatici. Se in ambito privato la mancanza di un backup può portare alla perdita di file moralmente importanti ed insostituibili (le foto di una vita, una tesina su cui hai fatto molte “nottate” ecc) in ambito aziendale il backup può davvero fare la differenza fra il successo e il fallimento.

*

PRONTO SOCCORSO. AUMENTANO i COLORI per l’ACCESSO
Passano da 4 a 5 i codici per l’accesso al Pronto Soccorso. Fra coloro ai quali oggi viene assegnato il verde, saranno infatti individuati i pazienti che realmente necessitano una visita entro 60 minuti. Il nuovo modello di triage, contenuto in una delibera approvata dalla Giunta su proposta della vicepresidente e assessore al Welfare, Letizia Moratti, risulta dunque così articolato:

  • Emergenza: ingresso immediato
  • Urgenza Indifferibile: tempo massimo di attesa 15 minuti –
  • Urgenza differibile: tempo massimo di attesa 60 minuti –
  • Urgenza minore: tempo massimo di attesa 120 minuti –
  • Non urgenza: tempo massimo di attesa 240 minuti.

Regione promuoverà anche una soluzione che permetterà di ridurre il sovraffollamento, indirizzando il cittadino a percorsi mono-specialistici per codici non urgenti, gestiti in aree dedicate”, spiega l’assessora Letizia Moratti. I pronto soccorso dovranno infatti prevedere tre aree: una a bassa intensità di assistenza per i pazienti non gravi, una media e una ad alta intensità per coloro che arrivano in pronto soccorso in condizioni gravi o gravissime. Il nuovo triage non è un’innovazione solo lombarda: si tratta dell’applicazione di una norma nazionale. Entrerà a regime all’inizio dell’anno prossimo

*

COMUNI al VOTO a GIUGNO
Via libera del Consiglio dei Ministri all’Election day che si terrà il 12 giugno e che vedrà gli italiani votare sia per le amministrative che per i Referendum sulla Giustizia. Il secondo turno delle comunali si terrà il 26 giugno. Tornata elettorale in provincia di Bergamo, dove andranno al voto 17 comuni, tutti con meno di 15mila abitanti. Ecco l’elenco: Arzago d’Adda – Averara – Blello – Brembate di Sopra – Calusco d’Adda – Carona – Cisano Bergamasco – Curno – Fornovo San Giovanni –  Gandino – Leffe –  Mozzo – Nembro – Solto Collina – Sovere –  Villa d’Adda – Villongo. I quesiti ammessi dalla Corte costituzionale a febbraio e che saranno oggetto del referendum sono cinque: la riforma del Csm, l’abolizione della legge Severino, i limiti agli abusi della custodia cautelare, la separazione delle funzioni dei magistrati e la loro equa valutazione. Referendum giustizia, passano 5 quesiti su 6. Bocciate la responsabilità civile dei magistrati e la cannabis legale.

*

ATTENZIONE DOMANI al PESCE d’APRILE
Anche quest’anno per il primo di aprile molto probabilmente non leggeremo su siti e social network notizie assurde che poi, per quanto plausibili, si rivelano false e in poche parole “un pesce d’aprile”. Tra le notizie della guerra e i colpi di coda (si spera) della pandemia, non tutti avranno voglia di una burla. Ma la curiosità di conoscere le origini di questa usanza forse vi sono rimaste. Perché il pesce d’aprile e perché proprio oggi? A saperlo! La tradizione di fare gli scherzi nel primo giorno di aprile si perde nella notte dei tempi. Sul perché ci sia una data dedicata alle burle, e perché sia proprio questa e non una qualunque altra, c’è invece un’ipotesi. Arriva addirittura dalla Francia del XVI secolo, quando il calendario in uso prevedeva i festeggiamenti per il nuovo anno tra il 25 marzo e il 1° aprile, giorno, quest’ultimo, dedicato a banchetti, brindisi e scambi di doni. Con l’avvento del calendario gregoriano il capodanno fu spostato al primo di gennaio, ma la novità non fu immediatamente recepita da tutti: così coloro che, per ignoranza o per amore della tradizione, continuarono a festeggiare il 1° aprile, facendo scherzi di ogni genere agli amici e conoscenti. Fate attenzione però ai permalosi ne potrebbero …

*

BERGAMO e i GRANDI BERGAMASCHI
EMILIO RODEGHER nato a Nogara (Vr) il 12 ottobre 1856 – morto a Bergamo il 31 marzo 1922 (100 anni fa), professore, naturalista. La Città di Bergamo gli ha intestato una Via. Si stabilì nel bergamasco subito dopo la laurea in Scienze Naturali, conseguita all’Università di Padova. Egli fu per diversi anni insegnante nel Ginnasio di Romano di Lombardia e al Collegio Sant’Alessandro di Bergamo. Nel 1919 si stabilì definitivamente a Bergamo, professore di scienze alle Scuole Tecniche, all’Istituto Tecnico ed alle scuole di Valnegra e di Treviglio. Fino dai primi tempi della sua permanenza in bergamasca, il Rodegher aveva mostrato una grande passione agli studi botanici, particolarmente per la flora nella bergamasca; egli aveva erborizzato in tutta la nostra provincia, dalle pianure della bassa alla zona collinare e a tutte le montagne Orobiche, spingendo le sue ricerche nelle valli vicine, la Valtellina e la Valle Camonica, annotando e raccogliendo esemplari, aiutato in tale lavoro di raccolta e di classificazione dal figlio Alcide e i parte dai colleghi e dai suoi scolari. Potè così contribuire a questi particolari studi con alcune interessanti memorie. Nel 1894 Rodegher, con la collaborazione dell’Ing. Giuseppe Venanzi, insegnante di matematica, pubblicò infatti il suo maggiore lavoro che gli servì poi di base ad ulteriori aggiunte; esso porta il titolo: “Prospetto della flora della provincia di Bergamo” e vi sono elencate tra specie e varietà 4.000 piante che crescono spontaneamente nella bergamasca. Di Rodegher, non possiamo dimenticare altri suoi studi che direttamente si riallacciano al primo e lo completano in molte sue parti. Nel 1893 egli pubblicava una segnalazione sui muschi e sui licheni della bergamasca, nel 1896 continuava queste ricerche con un “Elenco delle epatiche della provincia di Bergamo” e un altro sulle alghe. Nelle ricerche sui pascoli alpini bergamaschi pubblicò un interessante appendice su le “Piante buone e cattive foraggifere della Provincia di Bergamo” di interesse non solo botanico ma anche agricolo. Le sue interessanti ricerche, eseguite con la collaborazione del figlio prof. Alcide, egli pure appassionato botanico, furono oggetto di ulteriori comunicazioni pubblicate specialmente negli Atti dell’Ateneo di Scienze, lettere ed arti, in Bergamo, negli anni che precedettero la di lui morte e anche dopo, a cura del figlio particolarmente su appunti del padre. Così nel 1920 abbiamo una prima puntata del “Novissimo prospetto della flora della provincia di Bergamo” seguito dalla seconda nel 1922, e da [tre] altre negli anni 1929-1930. In queste aggiunte sono riportate le nuove osservazioni e i dati aggiornati, frutto di ulteriori ricerche, nonché indicazioni sull’uso medicinale e industriale di alcune piante della flora. In omaggio alla memoria del padre, Alcide Rodegher ha anche pubblicato un opuscoletto di argomento botanico col titolo “Il genere Hieracium nelle Alpi Orobiche” con segnate 168 piante dei monti o delle colline bergamasche, appartenenti a quel genere. L’erbario posseduto da lui, e in parte dovuto alle fatiche dell’illustre suo genitore, raccoglie circa 30.000 specie vegetali, la maggior parte italiane”. L’erbario dei Rodegher contiene dunque le raccolte effettuate dal Professor Emilio Rodegher, dal figlio Alcide in un lasso di tempo che va dal 1880 al 1949.

*

BERGAMO. SI SMONTANO MOLTI DEHORS
Finchè erano gratis hanno occupato parcheggi auto, marciapiedi, piazze in modo incredibile, da domani si paga e molti hanno cominciato a smontare strutture metalliche, pedane, ombrelloni. La fine dello stato di emergenza sanitaria il 31 marzo invece che far tirare un sospiro di sollievo potrebbe creare un serio problema ai ristoratori. Se lo stop a Green Pass e mascherine dal primo maggio può essere considerato una ripresa per la categoria, quello dei tavolini, che ha ridisegnato il business in periodo di pandemia, rischia di trasformarsi in una penalità. Per andare incontro alle esigenze degli esercenti, pedane, ombrelloni e sedie hanno invaso metri e metri di spazio pubblico, cambiando il volto delle città. Non potendo consumare all’interno per via dei contagi, le attività si sono ingrandite fuori. I dehors che in alcuni casi e col placet delle pubbliche amministrazioni e governo hanno triplicato il loro spazio esterno con occupazioni straordinarie erano appunto la soluzione temporanea, vincolata allo stato di emergenza. Nel decreto legge Mille proroghe il governo ha prolungato fino al 30 giugno le misure di semplificazione per la presentazione delle domande e la posa in opera temporanea di nuove concessioni per l’occupazione di suolo pubblico o di ampliamento delle superfici già concesse. Resta però limitato fino al 31 marzo l’esonero dal pagamento. Dal giorno dopo gli esercenti dovranno riprendere a versare il canone. Ultimamente molti esercenti, soprattutto in centro città, avevano fortemente aumentato i prezzi con il servizio esterno quando l’occupazione del suolo pubblico era gratuito. Si suol dire “Ti ho dato una mano ma hai preso il braccio”

*

RINNOVO ESENZIONI TICKET SANITARI IN LOMBARDIA
Sarebbero dovute scadere il 31 dicembre in Lombardia le autocertificazioni relative alle esenzioni per reddito dal ticket sanitario e le esenzioni per patologia scadute o in scadenza: Regione Lombardia ha comunicato la proroga della scadenza al 31 marzo 2022. Da domani, 1° aprile, tutto deve tornare regolarizzato.

Più nel dettaglio:

*** scadono il 31 marzo 2022 tutte le autocertificazioni relative al diritto all’esenzione per reddito dal ticket sanitario in scadenza prima di tale data (codici E01, E02, E03, E04, E05, E12, E13, E14, E30, E40) ferma restando la sussistenza del diritto all’esenzione
*** scadono il 31 marzo 2022 le esenzioni per patologia scadute o in scadenza nel periodo compreso tra 01.01.2022 al 30.03.2022, ferma restando la sussistenza del diritto all’esenzione
Entro la scadenza sopra riportata, i cittadini possono rinnovare l’autocertificazione delle condizioni che comportano il diritto ad un’esenzione per reddito presso: 1) gli sportelli di Scelta/Revoca della ASST di competenza – 2) tramite il sito FSE e dei sevizi sanitari on line nella sezione specifica delle Esenzioni – 3) in qualunque farmacia (solo per E30, E40, E02, E12, E13). Rimane comunque onere e responsabilità del cittadino comunicare tempestivamente all’ASST di competenza territoriale l’eventuale perdita dei requisiti del diritto di esenzione autocertificato.

*

I TURNI delle FARMACIE:
*** TURNO DIURNO durante il giorno, per sapere i turni si può chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24 ore su 24.
*** TURNO NOTTURNO: (da questa sera ore 21 a domani 1 aprile 2022) – Almenno San Bartolomeo – BERGAMO Farmacia Viale Fermi 5 – Bracca –Capriate San Gervasio – Casazza – Clusone Farmacia Centrale – Fontanella – Isola di Fondra – Mornico al Serio (fino le ore 24) – Mozzo (fino le ore 24 – Nembro – Osio Sopra – SERIATE Farmacia Comunale 2 – Terno d’Isola (fino le ore 24) – TREVIGLIO Comunale 3 Viale Piave –
*** CONTINUITA’ ASSISTENZIALE (ex Guardia Medica) tel. 116117 attivo dalle ore 20 alle ore 8 nei giorni lavorativi – 24 ore su 24 nei giorni di sabato e domenica (fino le ore 8 di lunedì) e festivi.

*

SIGNIFICATO del NOME
BENIAMINO – Deriva dal nome ebraico Benyamin e significa “figlio della destra, prediletto”. Nell’Antico Testamento, Beniamino è l’ultimo figlio di Giacobbe, il secondo di Rachele; è il solo figlio di Giacobbe nato in terra d’Israele. Sua madre, morta mettendolo al mondo, aveva scelto per lui il nome Ben-Oni, “figlio del mio dolore”, ma suo padre lo chiamò Ben-Yamine, “figlio della destra” cioè “figlio della fortuna”. In Italia portano questo nome circa 16.721 persone di cui il 16,9% in Lombardia.

*

PROVERBI
Con la festa di San Beniamino termina il mese malandrino
Chi spera negli altri resta deluso
Chi vive sperando muore cantando
Giovane vizioso, vecchio bisognoso
Chi scherza con fuoco resta scottato
Lo scherzo è bello quando dura poco

*

L’ANGOLO della LETTURA
La FALENA e la FIAMMA di Roberto Costantini – Editore Longanesi – pag. 360 – Genere: gialli/avventura – costo € 20,90 – Trama: “Oggi sono Aba, una moglie e una madre. Oggi sono anche Ice, un’agente dell’intelligence. Allora avevo vent’anni. Non è una giustificazione, solo un fatto. In quell’estate del 1999 ero ancora soltanto Aba Abate, la figlia del generale Adelmo Abate, l’uomo a capo dei servizi segreti italiani. Una studentessa universitaria, convinta di sapere tutto e di poter contribuire a rendere il mondo un posto migliore. Per questa illusione ho scelto di prendere parte attiva a un gioco troppo più grande di me. Un gioco delle parti, un terribile gioco da spie, cominciato con una semplice e falsa partita a scacchi con l’uomo che mi avrebbe cambiato la vita. In quel momento, sotto l’ombra dei portici di Tripoli, davanti alla scacchiera, io non mi chiamavo Aba Abate. E lui forse non si chiamava davvero Johnny, non ho mai saputo il suo vero nome.

*

L’ANGOLO della CULTURA e degli AVVENIMENTI
BERGAMO – Biblioteca A.Mai – 1 aprile ore 18 – presentazione del libro: Sandro Angelini. Architetto in Bergamo e conservatore internazionale nel secondo Novecento, di Sandro Scarrocchia, edito da Mimesis.
BERGAMO – Circolino Città Alta – 1 aprile ore 20,45 – presentazione del libro “La Stazione” – Relatore Jacopo De Michelis
BERGAMO – Teatro Caverna – 1 aprile ore 20,45 – “Habitus: i luoghi del teatro”
BERGAMO – Teatro Loreto – 1 aprile ore 20,45 – “Lei, Adriano Olivetti”
ALBINO – Chiesa di San Giuliano – 2 aprile ore 21 – Concerto bandistico – iscrizione obbligatoria
CERETE – Comune – Ogni mercoledì dal 6 aprile dalle ore 10 alle 11,30 – Gruppi di Cammino – promossi dall’ATS di Bergamo
LOVERE – Teatro Crystal – 2 aprile ore 20,45 – Spettacolo: “Il Silenzio Grande” – prevendita biglietti
PARRE – Oratorio – 2 e 9 aprile ore 20,30 – Incontri “Ucraina, per capire” Relatore: Giovanni Cominelli editorialista politico – Giorgio Fornoni corrispondente
ROVETTA – Biblioteca – organizza a maggio un Corso di fotografia – 347.8255612 – info@matteozanardi.it
SOLZA – Biblioteca – 1 aprile ore 21 – “L’antica strada nova” relatore Paolo Aresi

*

L’ANGOLO del CINEMA
La FIGLIA OSCURA – critica **** – film premiato al “Festival di Venezia” – durata 121 minuti – consigliato a +13 anni – Da oggi nelle Sale di Bergamo – Trama: Leda Caruso è una docente universitaria americana di letteratura italiana, in vacanza presso una località di mare vicino a Corinto. Sulla spiaggia dove si reca ogni giorno arriva come un uragano una numerosa e rumorosa famiglia di Queens che ha origini greche e probabilmente qualche legame con la malavita organizzata. Dopo la reazione di fastidio iniziale, Leda comincia ad osservare con interesse Nina, la giovane madre che fa parte del gruppo degli “invasori”, e il rapporto fra Nina e la sua bambina riporta alla memoria della docente la propria relazione con le due figlie, ormai ventenni, quando erano ancora piccole. Una relazione complessa e per certi versi conflittuale che è venuta inevitabilmente a cozzare con il legittimo desiderio di Leda, brillante linguista, di avere una carriera nel mondo dell’accademia.

*

L’ANGOLO della CUCINA
I DOLCI PASQUALI – Gli antichi dolci pasquali ci parlano di territori, tradizioni, tramandati di famiglia in famiglia che racchiudono in sè i simboli della Pasqua. L’agnello, simbolo di purezza, si ritrova negli agnelli di marzapane tipici della Sicilia. Mentre la colomba, segno di pace, nelle colombe farcite di mandorle e canditi, un classico lombardo oggi preparato ovunque. Inoltre i dolci a forma di chiocciola attorcigliati su sè stessi, come il presnitz che si fa in Friuli Venezia Giulia, rimandano a simboli religiosi quali la corona di spine di Cristo. Mentre i ciambelloni marchigiani assumono un significato di visita agli amici e annuncio di buone cose proprio il giorno del lunedì dell’Angelo. In Puglia, i deliziosi dolci farciti chiamati dita degli apostoli, e le scarcelle con l’uovo assumono nel loro aspetto tutte le forme della simbologia cristiana. Primavera, stagione in cui abbondano grano e formaggi. E se la pastiera è il dolce simbolo del grano, a cui regala l’insostituibile sapore di sottofondo, sono numerosi i dolci a base di ricotta. Il fiadone in Abruzzo, la cassata in Sicilia, le pardulas della Sardegna. Un senso di rinascita della natura contrappuntato da un’infinità di ricette regionali che compongono l’incredibile tradizione italiana dei dolci di Pasqua.

*

SEI NATO OGGI?
Le persone nate in una di queste date sono molto diligenti. Lottate fino alla fine per riuscire in quello che volete fare ed il coinvolgimento è totale. Siete ambiziosi, desiderate portare a termine il vostro lavoro, che eseguite in maniera sistematica, seguendo regole ben precise e non vi fermate mai fino a che i vostri obbiettivi non siano raggiunti. Determinazione e rigore sono i vostri migliori qualificativi. La famiglia e il suo benessere sono al centro dei vostri pensieri. Molto fortunati, amate la stabilità, la famiglia e la casa. Legati alle tradizioni e ancorati alla routine.

*

A BERGAMO e in PROVINCIA
Il SOLE sorge alle ore 07.00 e tramonta alle ore 19.51– Durata del giorno ore 12.51 (+3 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte ore 11.09 (-3 minuti rispetto a ieri) – La LUNA calante (visibile al 7%) sorge oggi alle ore 07.05 e tramonta alle ore 18.59

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

,