NECROLOGIE DI OGGI 24 OTTOBRE 2022

42^ Settimana – Giorni inizio/fine anno 297/68 – BUONA SETTIMANA

GIORNATA MONDIALE delle NAZIONI UNITE
GIORNATA MONDIALE dell’INFORMAZIONE sullo SVILUPPO
GIORNATA MONDIALE LOTTA alla POLIOMIELITE
GIORNATA MONDIALE del DISARMO
GIORNATA MONDIALE del CANGURO
GIORNATA MONDIALE della TRIPPA
GIORNATA MONDIALE degli ORIGAMI

SEMPRE PIU’ INCIDENTI SULLE STRADE BERGAMASCHE

Nonostante i controlli delle Forze dell’Ordine e il ritiro di patenti per guida in stato d’ebrezza e per uso di droghe, le nostre strade sono costantemente coinvolte in incidenti stradali. Dal 2020 al 2021, in un anno gli incidenti sulle strade della provincia di Bergamo sono saliti da 1.782 a 2.414, con un aumento di 632 sinistri. Bisogna ricordare che nel 2020 ci sono stati diversi mesi di lockdown con meno mezzi circolanti. Il numero complessivo dei feriti è passato da 2.348 a 3.126 feriti. Purtroppo si sono registrati anche 7 decessi in più: da 26 a 33 morti. Sono le cifre più rilevanti che emergono dalle statistiche effettuate dall’Automobile Club Italiano e riferite alla rete stradale della provincia di Bergamo. Fra le circostanze che hanno provocato incidenti figurano la velocità (266), guida distratta (577), contromano (119), mancato rispetto della distanza di precedenza (176), sorpasso (89), mancato rispetto della segnaletica (527), manovre irregolari (133), altro (148): in totale 2.035 incidenti con queste modalità. Sempre dall’ACI per il 2021 sulle strade bergamasche si evincono alcuni aspetti sui comportamenti dei conducenti: quelli che procedevano regolarmente sono stati 1.407; quelli che manovravano regolarmente 313, in circostanze imprecisate 261; in circostanze non dovute al comportamento di guida 334. Il totale dei pedoni investiti è stato di 200 e ben 109 non hanno avuto alcuna responsabilità. Nella graduatoria dei veicoli coinvolti: al primo posto figurano le auto (2.686), le moto (648), i velocipedi (361), i ciclomotori (243), i monopattini elettrici (57), gli autobus-tram (20). La media giornaliera degli incidenti si mantiene al di sopra dei 300, con un picco di 377 al giovedì e con il minimo alla domenica quando i casi sono 282. Più in generale, per quanto concerne il 2021, sulle strade italiane, si sono registrati 151.875 incidenti con lesioni a persone, che hanno causato 2.875 decessi e 204.728 feriti. In media, rispettivamente, 416 incidenti, 7,9 morti e 561 feriti ogni giorno. Le statistiche provinciali, elaborate da ACI e Istat a completamento di quanto già elaborato a luglio, mostrano una situazione di graduale ritorno alla normalità in seguito all’allentamento delle restrizioni imposte dalla pandemia da Covid-19. In 40 province (su 107) il numero di decessi rispetto al 2019 – anno scelto come riferimento per l’obiettivo 2030 – è aumentato ed in 7 è rimasto stabile

I SANTI del GIORNO

Sant’ANTONIO MARIA CLARET Vescovo missionario – San LUIGI GUANELLA sacerdote. Patrono dell’UNITALSI. E’ annoverato tra i “santo Sociali” per le sue attività caritatevoli. A Verdello (Bg) una RSA è dedicata a San Guanella – Sant’ARETA e 340 Compagni martiri nello Yemen massacrati dagli islamici nella conquista della nazione – San CIRIACO e CLAUDIANO martiri – La Chiesa celebra la Festa di altri 15 SANTI e 4 BEATI

AFORISMA del GIORNO

“Amicizia significa: donare con il cuore la parte migliore che abbiamo in noi”

IL PENSIERO del GIORNO

“La folla intera esultava per tutte le meraviglie da lui compiute” – Di fronte al mistero della vita l’uomo è chiamato ad un profondo senso della meraviglia e dello stupore. Tale esperienza rappresenta una sorgente di tanta speranza davanti alle oscurità del momento presente. È bello aprire lo spirito umano a un simile atteggiamento di commozione esistenziale per essere uomini che desiderano respirare in un mondo che brama dare un volto nuovo alla storia. – Padre, la persona del tuo Figlio Gesù ci attira sempre più e in lui le nostre persone respirano un clima di costante novità di vita. Qui troviamo la nostra vera gioia. Aiutaci a rendere vivo il nostro rapporto con il Maestro. Lo Spirito Santo ci prenda per mani e ci introduca nel suo cuore per gustare la bellezza di lasciarci da lui profondamente amare. Amen – Mons. Antonio Donghi

BONUS PATENTI per AUTOTRASPORTO PERSONE o MERCI

Per far fronte alla carenza di autisti di autobus il Governo ci mette di suo. Un nuovo bonus per gli italiani. Arriva la notizia, dal Decreto appena pubblicato sulla gazzetta ufficiale, di un nuovo indennizzo dal valore di 2.500 euro. Si tratta del «bonus patente autotrasporto» previsto dal «Programma patenti giovani autisti per l’autotrasporto» del 2021 A decorrere dal 1° luglio 2022 e fino al 31 dicembre 2026. Un incentivo alla formazione di nuovi conducenti per il settore dell’autotrasporto mediante l’erogazione di benefici volti a coprire, in parte, i costi necessari per conseguire i titoli e le abilitazioni professionali necessarie per la guida dei mezzi pesanti destinati all’esercizio dell’attività di autotrasporto di persone e di merci. Per promuovere la nascita di nuovi autotrasportatori in Italia, il governo ha stanziato un fondo pari a 3,7 milioni di euro per l’anno 2022, che salirà a 5,4 milioni dal 2023 e resterà tale fino al 2026. Il fondo sarà utilizzato per il periodo dal 1° luglio 2022 al 31 dicembre 2026. Servirà a dare un contributo, denominato «buono patente autotrasporto», pari all’80% della spesa sostenuta e comunque di importo non superiore a 2.500 euro. A chi è rivolto? Il voucher sarà emesso in favore dei cittadini di età compresa fra 18 e i 35 anni, per il conseguimento della patente e delle abilitazioni professionali per la guida dei veicoli destinati all’esercizio dell’attività di autotrasporto di persone e di merci

BERGAMO: RISCALDAMENTO il 29 OTTOBRE – INSEGNE SPENTE alle 23

Vista la situazione climatica, come già a Milano e Brescia, anche a Bergamo, con un Ordinanza di Palazzo Frizzoni, in linea con i provvedimenti per ridurre consumi e inquinamento posticipa l’accensione degli impianti di riscaldamento di una settimana, che sarà quindi concessa dal 29 ottobre 2022 al prossimo 7 aprile 2023. L’ordinanza è in vigore dal 20 ottobre 2022 che prevede inoltre per i commercianti l’obbligo di chiudere le porte dei propri esercizi se in funzione il riscaldamento o la climatizzazione e tutte le insegne luminose vanno spente entro le 23. Sono esentati dall’Ordinanza le RSA, gli Ospedali, gli Asili e nelle abitazioni con persone con grave disabilità

1917 – La DISFATTA di CAPORETTO

(105 anni fa) Nella storia dell’esercito italiano è ricordata come la madre di tutte le sconfitte. L’episodio segnò una fase drammatica della Prima guerra mondiale, che vide prevalere temporaneamente le truppe austro-ungariche sulle potenze alleate (Francia, Gran Bretagna, Impero russo e Regno d’Italia). I fatti si svolsero lungo la valle dell’Isonzo, al confine con la Slovenia, teatro delle maggiori operazioni belliche dell’esercito guidato dal comandante Luigi Cadorna. Il bilancio finale fu catastrofico per gli Italiani: 11mila morti, 30mila feriti e circa 300mila prigionieri. Numeri che spinsero il presidente del Consiglio dei Ministri, Vittorio Emanuele Orlando, a rimuovere Cadorna dall’incarico e a sostituirlo con il generale napoletano Armando Diaz. Fu quest’ultimo a guidare la storica resistenza lungo la linea del Piave e le altre vittoriose battaglie della Grande Guerra

I TABACCAI ESENTATI dall’USO del POS

Sono esentati dall’obbligo di accettare pagamenti con carta di credito per quanto riguarda i tabacchi ed i valori bollati». L’annuncio che il Direttore dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e dall’Associazione Nazionale dei tabaccai. La bassa marginalità di questi prodotti e servizi infatti mal si concilia con i costi di transazione della moneta elettronica. La decisione dell’Agenzia delle Entrate apre nuovi scenari anche per altri prodotti a bassa marginalità

CARICARE L’AUTOELETTRICA +161% in PIU’

Alla faccia della transizione ecologica. Dodici mesi fa, l’auto elettrica era nettamente la più economica dal punto di vista dei costi di carburante con una spesa che, a seconda del modello, era inferiore tra il 50% e il 70% rispetto alle versioni a benzina e diesel. A causa degli aumenti del prezzo dell’energia, invece, oggi non solo non è più così, ma addirittura, in alcuni casi, per rifornire un’auto elettrica si spende di più rispetto ad una vettura tradizionale. E se anziché ricaricare dalla presa di casa ci si volesse attaccare ad una colonnina su strada, i prezzi sarebbero ancora più elevati. È quanto emerge dall’analisi realizzata dal Ministero dei Trasporti, che ha esaminato i consumi di alcuni modelli elettrici e li ha messi a confronto con veicoli simili alimentati a benzina o diesel. Secondo gli esperti il rincaro dei costi energetici rischia di danneggiare anche la mobilità elettrica. Per l’analisi, il comparatore ha preso in esame tre modelli di auto nelle versioni full electric, diesel e benzina, tenendo in considerazione i consumi dichiarati dalle case automobilistiche e i prezzi di energia e carburante. Per l’energia elettrica è stato considerato il costo di una ricarica casalinga, usando come valore di riferimento i prezzi in vigore nel mercato tutelato ad ottobre 2021 ed ottobre 2022, mentre per benzina e diesel sono stati utilizzati i valori medi del prezzo alla colonnina rilevati a settembre 2021 e nell’ultima settimana di settembre 2022

I PERSONAGGI nelle VIE di BERGAMO: (Via) GIUSEPPE ERCOLE MOZZI

Nato a Scano al Brembo (oggi frazione di Valbrembo) forse battezzato lo stesso giorno l’11 aprile 1697. Nello stesso anno (1697) morì il padre e Ercole crebbe negli anni e in condizioni economiche non molto floride. Nel 1727 dovette trasferirsi a Bergamo intraprese quelle ricerche d’archivio e quegli studi di antichi documenti per i quali fu definito lo storiografo medievale. Egli dovette avere come maestro di paleografia e di diplomatica il Canonico Antonio Adelasio che però morì nel 1759. Mozzi non limitò le sue ricerche, ma estese il suo interesse agli Archivi del Capitolo, del Vescovado, della Misericordia, di Astino e dei vari Ospedali dell’epoca, di famiglie private su Bergamo e il suo territorio. Il Mozzi, il suo intenso lavoro lo distribuì su tre volumi: il primo, il maggiore, contenente gli estratti dei documenti, il secondo composto di scritti di vario argomento, il terzo formato dagli “Alberi genealogici” delle principali famiglie bergamasche. Tale ordine dell’Opera fu scomposto nel tempo e il terzo volume andò perso. Quando Mozzi morì, gli eredi vendettero alla Municipalità i tre volumi, il 17 agosto 1778, questi documenti furono depositati nella Biblioteca Civica di Bergamo. I volumi del Mozzi, nell’aprile 1878, furono portati negli Uffici Municipali dove subirono varie trasformazioni, diventarono 10 volumi e quando si decise di riportarli alla Biblioteca Civica ne giunsero solo otto. Della vita del Mozzi null’altro si può dire che egli fu socio dell’Accademia degli Eccitati (Ndr.: formata da preti e letterati con lo scopo di invogliare i ragazzi allo studio, la patrona era la Madonna del Carmine) amico oltre che dell’Abate Adelasio, dell’Abate Angelini e certamente in rapporto con il Canonico Agliardi, con Rocchetti e Mairone da Ponte. Giuseppe Ercole Mozzi, di cui restano poche notizie se non tutta la documentazione depositata presso la Biblioteca A. Mai, morì il 31 marzo 1777 in età di quasi ottant’anni e l’Atto di morte depositato presso gli Archivi Parrocchiali della Chiesa “del Carmine” sotto la data 1 aprile 1777 ci informa che morì di idropisia e fu sepolto nella Chiesa di Sant’Agata, in un loculo presso la porta d’ingresso. Con bell’atto Mario Lupi collocò sul suo sepolcro una lapide con la seguente iscrizione: “A Giuseppe Ercole della Nobile stirpe Mozzi, antiquario prestantissimo che con somma esattezza e fatica raccolte innumerevoli autentiche patrie memorie alle famiglie massimamente appartenenti, ricusata in povero stato ogni ricompensa, ne fece copia a tutti a comune beneficio avendole destinate, uomo di antica probità e candore della Patria e de’ suoi cittadini, benemerito passato a miglior vita ottuagenario addì XXXI marzo MDCCLXXVII, il Canonico Mario Lupo Primicerio della Chiesa di Bergamo, discepolo suo amatissimo, fece porre questo monumento”. Con l’arrivo di Napoleone, la Parrocchiale del Carmine e il Convento furono soppressi e abbandonati, i resti mortali di Mozzi andarono persi e la lapide ricordo andò distrutta. Fu Mairone da Ponte che nei suoi scritti riportò il testo dell’epigrafe del Lupo altrimenti non ci sarebbe più traccia del Mozzi. I documenti rimasti del Mozzi sono ancora oggi patrimonio storico della Biblioteca A. Mai in Città Alta. Per lungo tempo e presso talune categorie di persone si ritenne che la storia di Bergamo dovesse essere soprattutto la storia di alcune famiglie che vi dominarono suscitando divisioni e fazioni esercitando prepotenze e spargendo sangue e fu perciò che per lungo tempo la ponderosa opera del Mozzi venne pregiata come una raccolta di notizie utili alle ricerche sulle famiglie della terra bergamasca.

VUOI DIVENTARE ANIMATORE da CINEFORUM?

Un’iniziativa della Diocesi di Bergamo. Sabato 5 novembre 2022 dalle 9.00 alle 16.00 (pranzo compreso) presso la sede di ACEC-SAS (Piazzale Sant’Antonio da Padova 8, Bergamo) è in programma una giornata organizzata da ACEC e SAS Bergamo e a cura di Arianna Prevedello (scrittrice, animatrice culturale nelle Sale della Comunità e responsabile della formazione di ACEC nazionale) a cui sono invitati a partecipare sia agli animatori delle Sale della Comunità di Bergamo che già conducono cineforum, sia a coloro che vogliono formarsi in tale senso. A partire dalla visione di un film che diventa un vero e proprio ‘case study’, il laboratorio prevede la sperimentazione di un metodo utile per facilitare le dinamiche di approfondimento del linguaggio cinematografico da una prospettiva esistenziale. Si farà riferimento in particolare alle esperienze di approfondimento in sala, ma anche ad altre forme di decodificazione e confronto possibili con il pubblico delle Sale della Comunità sempre nell’ottica formativa ed educativa. L’approccio partecipativo aiuterà a chiarificare i diversi livelli offerti dalla fruizione cinematografica comunitaria (emozionale, estetico ed antropologico) e le progettualità culturali e pastorali che possono essere supportate da questo linguaggio. La partecipazione è gratuita contattando [email protected] oppure telefonando allo 035 320828 entro il 30 ottobre

SIGNIFICATO del NOME “CIRIACO”

Deriva dall’antico nome greco cristiano Kyriakós, latinizzato in Cyríacus e derivato da Kýrios “Dio, Signore”: il nome significa quindi “del Signore, dedicato al Signore” (e corrisponde al nome Domenico derivato dal latino dominicus. Oggi San Ciriaco. In Italia portano questo nome circa 2.992 persone di cui il 32,5% in Campania, 4,4% in Lombardia.

PROVERBI

  • “Nella vita bisogna scegliere: le noie o la noia”
  • “Mi annoio raramente e ma mai da solo”
  • “La noia porta sbadiglio”
  • “I due nemici della felicità umana: il dolore e la noia”

I TURNI delle FARMACIE

  • *** TURNO DIURNO durante il giorno, per sapere i turni si può chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24 ore su 24.
  • *** TURNO NOTTURNO: (da questa sera ore 21 a domani 25 ottobre ore 9) Per sapere i turni si può chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24/24 – consultare il sito www.federfarma.bergamo.it
  • *** CONTINUITA’ ASSISTENZIALE (ex Guardia Medica) tel. 116117 attivo dalle ore 20 alle ore 8 nei giorni lavorativi24 ore su 24 nei giorni di sabato e domenica (fino le ore 8 di lunedì) e festivi.

CULTURA e AVVENIMENTI in CITTA’ e in PROVINCIA

  • BERGAMO – Palazzo del Podestà (Piazza Vecchia) – fino al 21 dicembre dalle ore 10,30 – torna Dance Well incontri per persone con il morbo di Parkinson
  • BERGAMO – Biblioteca A. Mai (Città Alta) – fino al 30 ottobre – Mostra “L’arte della persuasione” ingresso libero e gratuito – Possibilità di visitare la Biblioteca
  • BERGAMO – Cine teatro Boccaleone – 25 ottobre ore 20,45 – proiezione film: “Nowhere special – una storia d’amore – su iniziativa “Teatro e cinema del Sacro”
  • BERGAMO – Centro Culturale San Bartolomeo – 25 ottobre ore 18 – “La battaglia di Lepanto: l’iconografia della Madonna del Rosario in terra orobica”
  • BERGAMO  – Sala Galmozzi (Palazzo Biblioteca Caversazzi) 26 ottobre ore 17,30 – “Il cimitero unico tra progetto e cantiere”
  • BERGAMO – Seminario Vescovile – 27 ottobre dalle ore 9,30 – Giornata di Studio: “Il dialogo islamo-cristiano: prospettive e bilancio” – ingresso libero
  • BERGAMO – Fiera – dal 28 ottobre al 1 novembre – Fiera Campionaria 2022
  • ALBINO – Museo della Torre di Comenduno – fino al 31 dicembre – Mostra “Le Cagère di Albino (dove si lavora il latte)
  • ALMENNO SAN BARTOLOMEO – Palalemine – fino al 31 ottobre – Festa della birra con altre degustazioni autunnali
  • NEMBRO – Cineteatro Oratorio – 25 ottobre ore 20,45 – Spettacolo: “E’ bello vivere liberi” promosso da: “Molte fedi sotto lo stesso cielo”
  • SERIATE – Biblioteca – dal 25 ottobre – Corsi di pittura a olio personalizzate – orari pomeridiani e serali – iscrizione obbligatoria

USI della TRIPPA in CUCINA

Oggi è la Giornata Mondiale della Trippa. Tra i tanti modi per gustare la trippa, la semplicità ripaga sempre: lessata e servita condita con olio, sale e succo di limone è il metodo più digeribile e leggero per gustarla. Per un tocco in più, possiamo aggiungerla all’insalata mista, con prezzemolo fresco e pepe bianco. Oltre all’utilizzo classico, la tradizione italiana la vede come protagonista di tante preparazioni in umido. Trippa alla toscana con verdure e pomodoro, trippa alla romana con pomodoro, il mitico guanciale e pecorino, oppure ricordiamo la tipica trippa alla milanese: pietra miliare della tradizione lombarda. Non solo in Italia ma in molti paesi del mondo possiamo trovare ricette con la trippa davvero gustose ma mai povere. Insomma, un taglio versatile ed economico, nutriente e adatto a tutti i palati – per la sua forma non a tutti – ma se si riesce ad andare oltre la forma e consistenza, troverete nella trippa un ingrediente da rivalutare e portare in tavola più spesso

IL CINEMA a BERGAMO: “HATKING – La FORMA del MALE”

Dal 6 ottobre nelle Sale di Bergamo – Film horror – drammatico – durata 86 minuti – consigliato + 13 anni – Una ragazzina di dodici anni che fa la ginnasta cerca di fare tutto il possibile per compiacere sua madre, una donna ossessionata dalla perfezione. Un giorno la piccola trova uno strano uovo e decide di nasconderlo e tenerlo al caldo. Quando l’uovo si schiude ciò che ne emerge è oltre ogni immaginazione. Tinja è una ginnasta dodicenne che deve portare avanti la disciplina non tanto per proprio piacere, quanto per accontentare la madre, che pretende da lei una perfezione irraggiungibile, tanto da rovinarle continuamente la vita in una ricerca ossessiva dello stile e della grazia. La donna è infatti una blogger molto conosciuta: il proprio sito, denominato “Lovely Everyday Life”, insegue il modello di una famiglia perfetta, che in realtà è una facciata di comodo che cela un’esistenza superficiale e piena di menzogne

SEI NATO OGGI?

Se siete nati in questa date, siete tra le persone più intelligenti. Spesso gli altri vi considerano l’intellettuale del gruppo, le vostre conoscenze sono estese e sapete sempre come cavarvela. Siete in grado di risolvere i vostri problemi e potete uscire da qualsiasi situazione facendo appello alla vostra ragione. Avete lo stampo del maestro e siete portati a imporre il vostro credo agli altri. Avete un forte fiuto psicologico, dinamismo psichico e una notevole forza di volontà. La vostra logica è evidente. Amate ogni nuova esperienza che vi insegni qualcosa di nuovo. Avete bisogno d’affetto, di sicurezza e di radici

LUNARIO A BERGAMO e in PROVINCIA

Il SOLE sorge alle ore 07.47 e tramonta alle ore 18.24 – Durata del giorno ore 10.37 (-3 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte ore 13.23 (+3 minuti rispetto a ieri) – La LUNA calante (visibile al 9%) sorge oggi alle ore 06.24 e tramonta alle ore 18.04

Fonte immagine di copertina: Depositphotos

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

,