NECROLOGIE DI OGGI 12 APRILE 2022

I SANTI del GIORNO
San ZENO (Zenone) Vescovo e Patrono dei pescatori, invocato contro le inondazioni. Invocato dalle mamme per far parlare o camminare i bambini piccoli. Nella bergamasca è patrono di Ambivere – Cene –Cisano Bergamasco – Osio Sopra – PianicoSan GIUSEPPE MOSCATI patrono dei medici anatomo-patologi, venne chiamato “il medico dei poveri” – San GIULIO I Papa (dal 337 al 352 Dc), per primo nella storia della Chiesa, stabilì il ricordo dei Santi nei vari giorni del calendario, istituì con “Bolla Papale” la “Festa dell’Onomastico” collegata al Santo del giorno. La   dell’onomastico si festeggia solo nelle Nazioni cristiane – San SABA martire – Santa VISSIA martire – San DAMIANO Vescovo – Sant’ALFERIO Abate – La Chiesa celebra la festa di altri SANTI e BEATI. La Chiesa Cattolica celebra la SETTIMANA SANTA – Domani è l’ultimo giorno di Quaresima

AFORISMA del GIORNO
“La vita è una sfida: affrontala! – La vita è un sogno: realizzalo! – La vita è un gioco: giocaci! – La vita è amore: divertiti!

*

IL PENSIERO del GIORNO
“Ora il Figlio dell’uomo è stato glorificato”. Uno dei problemi dell’uomo dei nostri giorni sta nella mentalità con la quale leggiamo la storia. La vicenda esistenziale di ognuno di noi deve essere interpretata nella nostra originalità e alla luce dei valori che abitano nei nostri cuori e nella nostra sensibilità. In questo scaturisce la profonda coerenza della vita dove ogni persona ritrova sempre più sé stessa, per poter anche intraprendere percorsi futuri attendibili per sé e per i fratelli. Padre, in Cristo Gesù ci insegni a come leggere la nostra vita, nel primato del Vangelo. La esemplarità del Maestro divino rappresenta la luce che illumina i nostri passi. È nel tuo mistero di Amore, rivelatosi nel Risorto, che noi impariamo a interpretare il quotidiano per costruire ogni istante nella tua misteriosa volontà, camminando con i fratelli nel vivere il presente, con un cuore ricco di speranza. Amen – (a cura di Mons. Antonio Donghi)

*

GIORNATA MONDIALE dell’UOMO nello SPAZIO
Per celebrare l’inizio di un’era, quella dell’uomo e dei viaggi spaziali, le Nazioni Unite hanno reso il 12 aprile la Giornata internazionale dei viaggi dell’uomo nello spazio. È proprio il 12 aprile che ha segnato una svolta nella storia dell’umanità. Era il 1961 quando il giovane astronauta Jurij Gargarin ha lasciato l’atmosfera terrestre per orbitare intorno al nostro pianeta segnando così l’inizio dell’esplorazione del cosmo abbattendo i confini che sembravano insuperabili. L’Italia, con i suoi 245 istituti di istruzione superiore, offre nel suo panorama molte facoltà e, nel suo interno, quasi 20 di questi offrono programmi spaziali caratterizzati da corsi di laurea più generali e master più specializzati. Ad esempio, astronomia e astrofisica sono offerte generalmente a livello di master o come corsi singolari all’interno del corso di laurea in fisica. Infatti, i master spaziali italiani – con il 43% del totale dell’offerta nazionale – rappresentano la quota più alta mentre il 17% sono lauree triennali.

*

GIORNATA NAZIONALE per la TUTELA dei PESCI d’ACQUA DOLCE
Molti pesci d’acqua dolce sono a rischio estinzione. A lanciare l’allarme è un nuovo report pubblicato dal WWF e da altre 15 organizzazioni a livello mondiale. I pesci d’acqua dolce sono fondamentali per la salute, la sicurezza alimentare e il sostentamento di centinaia di milioni di persone, ma sono sempre più minacciati. I pesci d’acqua dolce sono oltre la metà di tutte le specie di pesci del mondo e di un quarto di tutte le specie di vertebrati sulla Terra. Un patrimonio importante di biodiversità, fondamentale per la salute dei fiumi, dei laghi e delle zone umide del mondo. Purtroppo i pesci d’acqua dolce continuano a essere sottovalutati e trascurati e migliaia di specie stanno rischiando l’estinzione.Secondo l’analisi, la biodiversità dell’acqua dolce sta diminuendo a una velocità doppia rispetto a quella degli oceani e delle foreste. I numeri parlano chiaro: oltre 80 specie di pesci d’acqua dolce sono già state dichiarate estinte dall’IUCN, di cui 16 solo nel 2020.

*

GIORNATA MONDIALE dei CRICETI
Anche i criceti hanno diritto ad un loro giorno di gloria. Ci sono molte ragioni per cui si decide di optare per un criceto. I criceti dorati, una volta abituati e addomesticati, creano dei forti legami con i loro proprietari. Anche se non amano la compagnia dei loro simili, si affidano ai loro amici umani per compagnia ed interazione. criceti semplicemente accumulano il cibo nel loro posto preferito e mangiano una data quantità ogni giorno. Il sacchetto di cibo essiccato durerà varie settimane, specialmente se aggiungerete al menu delle fettine di frutta fresca e della verdura. Questi piccoli roditori sono generalmente robusti nel corso delle loro brevi vite a patto che siano tenuti in gabbie adatte e nutriti con una dieta perfetta per loro. Amano anche giocare con scale o in un recinto.

*

1827 – BREVETTATO e in VENDITA il PRIMO FIAMMIFERO di LEGNO
(195 anni fa) John Walker, inglese di Stockton on Tees, sperimentò un sistema di combustibile istantaneo utile per la caccia: sfregò sulle pietre del caminetto di casa un legnetto intriso di sostanze chimiche, antimonio e potassio, riuscendo a far infiammare il pezzetto di legno. In seguito migliorò la sua invenzione e i fiammiferi divennero prima dei bastoncini di cartone, poi piccole stecche tagliate a mano, alle quali era applicata una piccola quantità di composto chimico. Walker lo chiamò “Luci a sfregamento” (Friction lights) e vende il primo, nella sua farmacia, il 12 aprile 1827. L’inventore non depositò mai la sua idea e dunque il brevetto fu concesso al connazionale londinese Samuel Jones, che solo due anni dopo iniziò a commercializzare su larga scala i sui Lucifers, identici in tutto e per tutto ai Friction lights.

*

CHI DEVE FARE LA QUARTA DOSE
E’ il momento della quarta dose. Da oggi, martedì 12 aprile, in Lombardia sarà possibile prenotare – sul portale dedicato – l’appuntamento per ricevere la seconda dose di richiamo booster del vaccino anti covid. A stabilire chi può fare il “secondo richiamo” è una determina dell’Aifa, l’agenzia italiana del farmaco, pubblicata in gazzetta ufficiale. La quarta dose – ricordano dal Pirellone in una nota – è destinata agli “over 80, agli ospiti dei presidi residenziali per anziani e agli over 60 con elevata fragilità”. Le somministrazioni partiranno giovedì 14 aprile e – chiarisce la regione – “potranno essere somministrate dopo almeno 4 mesi, 120 giorni, dalla terza dose, prima dose di richiamo, e al momento non è indicata per i soggetti che abbiano contratto l’infezione da Sars-CoV-2 successivamente alla somministrazione della prima dose di richiamo”. I lombardi vaccinabili con la quarta dose sono 519.710. “La vaccinazione di questa platea è garantita da 35 hub vaccinali distribuiti su tutto il territorio regionale, 370 farmacie aderenti e 6 cooperative di medici di medicina generale. Coinvolti in questa fase della campagna vaccinale anche 58mila ospiti delle Rsa e 70.231 cittadini con elevata fragilità motivata da patologie concomitanti e preesistenti di età pari o superiore a 60 anni”, spiegano dal Pirellone.

*

LOMBARDIA: OSPEDALI e AMBULATORI APERTI di SERA e FESTIVI?
Nessuno ci creda ma la Regione Lombardia ha deliberato un finanziamento agli Ospedali, Cliniche “Convenzionate” e ambulatori perché durante il 2022 i recuperi l’arretrato sia per le viste che per gli interventi. La riduzione delle liste d’attesa nelle prestazioni sanitarie lombarde prevede un sistema di “premialità” per le strutture ma anche una sperimentazione circa l’allungamento degli orari. In particolare, dal primo di maggio 2022 e per dodici mesi, tutti gli ospedali pubblici saranno chiamati a tenere gli ambulatori aperti la sera e nei weekend almeno una volta alla settimana. Lo prevede la delibera approvata lunedì 11 aprile dalla giunta regionale della Lombardia, su proposta di Letizia Moratti, assessora al welfare e vice presidente della giunta. La delibera prevede che gli ospedali individuino almeno un turno serale, almeno un turno prefestivo e almeno un turno festivo per ogni settimana. Eccezionalmente, gli ospedali della sola Ats Montagna potranno sostituire il turno serale con un turno prefestivo o festivo, dato che in quelle zone potrebbe essere complicato per gli utenti raggiungere l’ospedale di sera. Ovviamente per gli utenti non cambierebbe nulla: anche in questi turni straordinari continuerebbero a pagare il solo ticket, sempre che sia dovuto nel caso specifico.

*

PERCHE’ SI FESTEGGIA L’ONOMASTICO
Fu Papa Giulio I a promuovere la festa dell’Onomastico. Perché si festeggia l’onomastico? Significato e tradizioni di questa ricorrenza che celebra non solo il nome ma anche il santo corrispondente sul calendario sono molto importanti per alcune famiglie, spesso alla stregua di un compleanno. Molte persone scelgono i nomi dei loro bambini proprio in virtù della storia, della vita e del significato che gli attribuiscono da un punto di vista cristiano. Non tutti sanno che l’onomastico affonda le sue radici proprio nella tradizione religiosa cattolica, perché esalta, una volta all’anno e sempre nel medesimo giorno, la vita di un santo a cui è stata intitolata quella data precisa. I nomi per bambini più amati dai genitori sono spesso frutto di una accurata ricerca sul libro che, oltre ai nomi, ne riporta anche il significato. Ed è impossibile trascendere questo significato dal collegamento con la vita e le opere di questi personaggi che hanno fatto grande la cultura e la tradizione cristiana. Il nome del bambino è un vero e proprio biglietto da visita, che lo rappresenterà anche negli anni a venire. Per questo i genitori quando si avvicina il momento della scelta, incrociano diverse informazioni sulla rosa di nomi selezionata, oltre al suo significato, soprattutto se si tratta di nomi rari e italiani che si portano con sé una simbologia importante. Molto spesso si documentano anche sulla vita del santo, su quando si celebra l’onomastico.

*

VINITALY. UN SUCCESSO per i VINI BERGAMASCHI
Il Consorzio Tutela del Vino Moscato di Scanzo è presente al Vinitaly ma neanche il tempo di aprire i padiglioni di Vinitaly e Bergamo può già brindare a due importanti premi. Alla sesta edizione del concorso «5StarWines», la selezione di vini organizzata da Veronafiere, due etichette orobiche sono state giudicate fra i migliori prodotti in gara. Ad aggiudicarsi l’ambito riconoscimento il Brut Metodo Classico 2016 dell’azienda agricola Tenuta degli Angeli, che ha conquistato 91 punti da una giuria composita di esperti da tutto il mondo, che ha il compito di selezionare i migliori vini. Per la realtà vitivinicola di Carobbio degli Angeli è arrivata una doppietta grazie all’ Extra Brut Metodo Classico 2016che ha raggiunto i 90 punti. «E’ una grande soddisfazione – commenta Manuela Ghidini Testa che con la famiglia gestisce la Tenuta degli Angeli a Carobbio -. E’ il terzo anno consecutivo che entriamo in questa speciale e prestigiosa classifica: un vero onore che ci ripaga dei sacrifici portati avanti in tanti anni di lavoro».

*

BERGAMO e i GRANDI PERSONAGGI
EMANUELE FILIBERTO nato a Chambery il 8 luglio 1528 – morto a Torino 30 agosto 1580. La Città di Bergamo gli ha intestato una Piazza (Piazza Emanuele Filiberto – Zona Colognola). Viene principalmente ricordato come colui che fece diventare Torino capitale del Ducato. Era il figlio terzogenito maschio di Carlo II di Savoia e di Beatrice del Portogallo. Emanuele Filiberto era stato destinato alla carriera ecclesiastica quale figlio cadetto ma, alla morte del fratello Ludovico, in previsione della successione venne indirizzato allo studio delle lettere. E soprattutto alle armi. Il ducato che il padre lasciò alla morte nel 1553 era il campo di battaglia delle lotte tra francesi e spagnoli. Infatti proprio in quell’anno il Piemonte venne occupato dalle truppe di Enrico II re di Francia. La situazione militare in Piemonte era ormai molto grave. L’occupazione francese del paese, divenuto nel 1536 una provincia del Regno era dura. Spesso gli abitanti dei luoghi sottoposti al governo ducale, o meglio imperiale, emigravano per porsi sotto la protezione francese. Lo stesso Emanuele Filiberto fu costretto a riconoscere l’abilità di tale politica, soprattutto in confronto con quella, assai più dura e costosa, del governo imperiale. Alla notizia della morte del padre fu nominato René de Challant luogotenente generale del Ducato e capo del Consiglio ducale. Le armi sabaude ormai tenevano soltanto Vercelli, Asti, Ceva, Fossano, Cuneo, Nizza, Ivrea e la Valle d’Aosta. Questi erano possedimenti isolati o lontani fra loro, la cui difesa dipendeva più dall’impegno e dal valore dei singoli comandanti che dalle truppe imperiali. Per poco, nell’autunno del 1553, cadde Vercelli, occupata sia pure per soli due giorni da un colpo di mano del Brissac. Difesa e soccorsa da Asti, la città venne rioccupata dai Savoia. Emanuele Filiberto, preoccupato per la possibilità che i francesi potessero occupare o invadere la Valle d’Aosta inviò in Piemonte le truppe con l’incarico di assicurare la difesa della valle. Così il viaggio in armi nella città piemontesi e soprattutto a Nizza fu positivo. Vennero ovunque organizzate accuratamente le difese contro i francesi. Nell’Italia settentrionale, il Emanuele Filiberto si rivelò pessimo comandante in campo e crudele saccheggiatore in campagna. Provocando le ire e le ritorsioni dei francesi e la disperazione degli abitanti. Fortuna volle che fosse nominato l’anno seguente viceré di Napoli. Nel 1553 Emanuele Filiberto fu nominato luogotenente generale e comandante supremo dell’esercito imperiale nelle Fiandre. Addio Piemonte per il “Testa di Ferro”. Morì a Torino il 30 agosto 1580.

*

L’ANGOLO della SALUTE
MAL di TESTA da CERVICALE – Ne parliamo con il dott. Vincenzo Tullo, neurologo in Humanitas. Quando parliamo di mal di testa, facciamo riferimento a un disturbo molto comune, che si associa a diverse condizioni: può essere infatti un sintomo associato ad altre malattie, oppure rappresentare la patologia stessa. Il mal di testa è localizzato al cranio e può presentarsi con un’intensità maggiore o minore, può essere continuo o intermittente, cronico o episodico e presentarsi in contemporanea a nausea, vomito, e ipersensibilità a luci e suoni. Il mal di testa si associa sia a patologie complesse come la malattia cerebrale, i tumori cerebrali, il glaucoma e la meningite, sia a condizioni più comuni come l’influenza o lo stress. Alcuni tipi di mal di testa sono al contempo la malattia e il sintomo con cui questa si manifesta: per esempio nel caso di emicrania, cefalea a grappolo e cefalea tensiva. Definiamo mal di testa da cervicale una condizione correlata a una patologia della zona cervicale superiore, ovvero delle prime tre vertebre del collo. La cervicalgia può essere scatenata da vari fattori, come traumi, strappi, o contratture, ma anche da una postura scorretta e da stress psico-fisico. Le malattie che si associano al mal di testa da cervicale sono invece le artrosi, le artriti e le ernie del disco. La diagnosi per indagare le cause scatenanti della cefalea e distinguerla da altre tipologie di mal di testa, viene effettuata dallo specialista che, alla valutazione clinica con anamnesi e esame obiettivo del paziente, affianca una serie di esami esplorativi. I test diagnostici più comuni in questo senso sono radiografia, TAC, risonanza magnetica ed elettromiografia. Una volta diagnosticato il mal di testa da cervicale lo specialista può impostare la terapia di cura, che può variare in relazione alla causa scatenante della cefalea.

*

I TURNI delle FARMACIE:
*** TURNO DIURNO durante il giorno, per sapere i turni si può chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24 ore su 24.
*** TURNO NOTTURNO: (da questa sera ore 21 a domani 12 aprile 2022) – Almè (fino le ore 24) – Bedulita – BERGAMO Farmacia Via Corridoni 26 – Brembate Sopra – Comun Nuovo – Cortenuova – Dalmine Farmacia Via M.Polo (fino le ore 24) – Gandino – Gorlago – Grassobbio – Olmo al Brembo – Ranica – Schilpario – Rota d’Imagna – Songavazzo – Tavernola Bergamasca – TREVIGLIO Comunale 3 Viale Piave – Zogno
*** CONTINUITA’ ASSISTENZIALE (ex Guardia Medica) tel. 116117 attivo dalle ore 20 alle ore 8 nei giorni lavorativi – 24 ore su 24 nei giorni di sabato e domenica (fino le ore 8 di lunedì) e festivi.

*

SIGNIFICATO del NOME
ZENO – ZENONE Il nome è un accrescitivo di Zeno, termine che proviene forse dall’indiano, sicuramente per via greca. Zen significa “vita” in indiano anche se, in greco, compare un nome molto antico, Zoe, che assume sempre il significato di “vita”. Zenone, in ogni modo, assume il significato di “vivente per Giove”. I Italia portano questo nome, in via d’estinzione, circa 467 persone di cui il 24,7% in Lombardia.

*

PROVERBI
“Ride bene chi ride ultimo”
“Guardati da che ride e guarda da un’altra parte”
“E’ meglio contentarsi che lamentarsi”
“La mala erba non muore mai”
“Una bella risata guarisce molte ferite”
“Una bella risata è il sole in casa”

*

L’ANGOLO della LETTURA
Le OSSA PARLANOAutore: Antonio Manzini – Editore: Mondadori – Genere: Gialli/Avventura – costo € 15,00 – pag. 416 – trama: Un medico in pensione scopre nel bosco delle ossa umane. E il cadavere di un bambino. Michela Gambino della scientifica di Aosta, nel privato tanto fantasiosamente paranoica da far sentire Rocco Schiavone spesso e volentieri in un reparto psichiatrico, ma straordinariamente competente, riesce a determinare i principali dettagli: circa dieci anni, morte per strangolamento, probabile violenza. L’esame dei reperti, un’indagine complessa e piena di ostacoli, permette infine di arrivare a un nome e a una data: Mirko, scomparso sei anni prima. La madre, una donna sola, non si era mai rassegnata. L’ultima volta era stato visto seduto su un muretto, vicino alla scuola dopo le lezioni, in attesa apparentemente di qualcuno. Un cold case per il vicequestore Schiavone, che lo prende non come la solita rottura di decimo livello, ma con dolente compassione, e con il disgusto di dover avere a che fare con i codici segreti di un mondo disumano. Un’indagine che lo costringe alla logica, a un procedere sistematico, a decifrare messaggi e indizi provenienti da ambienti sotterra-nei. E a collaborare strettamente con i colleghi e i sottoposti, dei quali conosce sempre più da vicino le vite private: gli amori spericolati di Antonio, il naufragio di Italo, le recenti sistemazioni senti-mentali di Casella e di Deruta, persino l’inattesa sensibilità di D’Intino, le fissazioni in fondo comiche dei due del laboratorio.

*

L’ANGOLO della CULTURA e degli AVVENIMENTI
BERGAMO – Accademia Carrara – fino al 12 giugno – “Piccio in Carrara”
BERGAMO – Biblioteca Tiraboschi – 13 aprile ore 16 – Presentazione del libro del giorno
BERGAMO – Biblioteca A. Mai Città Alta – 15 aprile ore 16,30 – Visita alla mostra “Il sogno di una cosa. Pier Paolo Pasolini attraverso i libri della Biblioteca”
BERGAMO – Creberg Teatro – 13 aprile ore 21 – Spettacolo: “Ermal Meta”
BERGAMO – Opera sant’Alessandro – 13 aprile ore 16 – Modellismo
BERGAMO – Circolo Artistico Bergamasco (Palazzo Aci) – dal 16 al 28 aprile dalle 16 alle 19 – Collettiva di Primavera – Ingresso libero
BERGAMO – Museo del Burattino – 13 aprile ore 17 – Visita guidata al Museo
BERGAMO – ARIBI Via Monte Gleno – 18 aprile ore 9.30 – partenza in bicicletta per un pic nic al Tempio di San Tomè di Almenno SB. prenotazioni 333.4964400
LEFFE – Museo del Tessile – fino al 24 aprile dalle ore 14 alle ore 18 – Visita guidata al Museo (su prenotazione)
SARNICO – Ex Chiesa di Nigrignano” – fino al 18 aprile – Mostra: “Di vento, di Luce e di Vita”
SERIATE – Biblioteca –fino al 30 aprile – Inaugurazione e prosieguo della Mostra: “Galleria 72 a Bergamo”
VERDELLO – Museo del territorio – fino al 24 giugno – Mostra: “Il territorio tra tradizione e contemporaneità”
VILLA di SERIO – Biblioteca – 13 aprile ore 20,45 – Incontro “Dalle nevi della Norvegia al Deserto del Sahara” Relatore Alessandro Guerini
URGNANO – Parrocchia – 18 aprile ore 9 – Pellegrinaggio a piedi dalla Parrocchiale al Santuario della Basella

*

L’ANGOLO del CINEMA
LA FIGLIA OSCURA dal 7 aprile nella Sale di Bergamo – critica *** – Film drammatico – durata 121 minuti – consigliato +13 anni – Trama: L’attrice Maggie Gyllenhaal, alla sua prima prova come sceneggiatrice e regista di un lungometraggio per il cinema, così come Elena Ferrante nel romanzo “La figlia oscura” su cui è basato questo film, tocca un tema tabù, soprattutto in Italia, correndo il rischio del rifiuto a parte del pubblico già affrontato, ad esempio, da un libro e un film come Quando la notte. Il racconto dei sentimenti conflittuali di una madre verso la propria progenie, e in particolare verso le proprie figlie femmine, è raramente affrontato dalla letteratura e dal cinema proprio perché suscita una reazione di rifiuto e di condanna senza appello. Invece è fondamentale esplorare le contraddizioni della maternità, soprattutto quando c’è in gioco l’affermazione individuale di un’intellettuale e di un’artista, cui l’espressione di sé richiede quella concentrazione che un figlio piccolo inevitabilmente toglie, soprattutto alle madri.

*

L’ANGOLO della CUCINA
I BENEFICI della CARNE del CAPRETTO viene macellato prima di compiere un anno di vita. La sua carne è tenera e pregiata e viene molto apprezzata sulla tavola. La carne di capretto si utilizza nelle ricette tipiche delle cucine regionali in particolare nel periodo pasquale, quando si preparano piatti tradizionali. La carne del capretto è molto simile a quella dell’agnello ma più tenera e con un odore e un gusto meno forte. Il capretto ha un alto tenore di proteine e un basso tenore di grassi ed è un tipo di carne che può essere consumata quando si segue una dieta ipocalorica. Nella carne di capretto non ci sono fibre, zuccheri o carboidrati. Tra i minerali più importanti abbondano il ferro, il calcio e il fosforo. Per quanto riguarda le vitamine, nel capretto sono presenti quelle del gruppo B. Mangiare capretto al forno fa bene? Sicuramente la cottura al forno è ritenuta un buon rimedio di preparazione per gli alimenti. Questo perché ovvia l’utilizzo di condimenti invasivi e compromettenti per la salute. La carne di capretto è poi abbastanza tenera per cui la cottura al forno ovvia lo sfaldamento delle carni.

*

SEI NATO OGGI?
Siete dotati di una bella parlantina, con una mente acuta e con molta immaginazione. Persone estremamente creative, dovreste scrivere, tenere conferenze, insegnare nel campo del giornalismo o dell’arte. La vita sociale e gli amici sono importantissimi, ed allo stesso tempo voi lo siete per il vostro gruppo. Ambiziosi, generosi e sinceri, avete una grande opinioni di voi e non ponete limiti ai vostri obiettivi. Vi manifestate al meglio nel campo artistico, intellettuale e creativo. Socievoli e ricchi di immaginazione, avete un carattere dinamico e mobile e numerosi talenti, ma non riuscite mai a rilassarvi: dovete sempre agire.

*

SOLE E LUNA
Il SOLE sorge alle ore 06.38 e tramonta alle ore 20.06– Durata del giorno ore 13.28 (+3 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte ore 10.32 (-3 minuti rispetto a ieri) –  La LUNA crescente (visibile al 71%) sorge oggi alle ore 15.01 e tramonta domani alle ore 05.37

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

,