NECROLOGIE DI OGGI 2 MARZO 2022

I SANTI del GIORNO
Sant’AGNESE di Boemia Principessa e badessa – Sant’ANGELA de la Cruz Fondatrice – San LUCA CASALE monaco – San QUINTO Taumaturgo – La Chiesa celebra la Festa di altri SANTI e BEATI

*

AFORISMA del GIORNO
“Ho bisogno di credere che quando le cose vanno male, io abbia il potere di cambiarle”

*

IL PENSIERO del GIORNO
“E il Padre tuo che vede nel segreto, ti ricompenserà”. La grandezza dell’uomo sta nella sua interiorità che anima la vita spirituale della creatura umana. L’uomo è il suo cuore, che pulsa d’amore e costruisce rapporti fraterni per una reciproca edificazione. Solo approfondendo un simile percorso esistenziale la persona realizza la propria identità, in una attenta e sincera apertura ad ogni fratello. Viviamo nella luce della verità. Padre, il tuo sguardo è sempre rivolto a ciascuno di noi perché sappiamo vivere in piena sintonia con il tuo cuore. Solo così potremo essere il riflesso luminoso del tuo amore a speranza della comunità battesimale. Il tuo Cristo, che abita e agisce in noi, ci insegna ogni giorno ad essere attenti all’azione dello Spirito Santo che nella sua quotidiana creatività ci stimola a crescere nella novità del cuore per essere il tuo luminoso sorriso per ogni fratello. Amen (a cura di Mons. Antonio Donghi)

*

Dal CARNEVALE alla QUARESIMA e il MERCOLEDI’ delle CENERI
Nella Chiesa cattolica di rito romano e in altre chiese cristiane, il Mercoledì delle Ceneri inaugura il cammino spirituale che precede la Pasqua, caratterizzato da varie forme di penitenza, tra cui il digiuno ecclesiastico e l’astinenza dalle carni. Il Mercoledì delle Ceneri viene subito dopo il martedì grasso, l’ultimo giorno di Carnevale, la cui etimologia deriva non a caso dal latino carnem e levare, ossia “eliminare la carne”, proprio in richiamo agli obblighi imposti dalla Quaresima. Eccezione alla regola, in Italia il Mercoledì delle Ceneri non segna ovunque l’avvio del cammino quaresimale. Nel rito ambrosiano, adottato nell’arcidiocesi di Milano e nelle zone che ne facevano parte un tempo, il Carnevale  è iniziato e finito un po’ dopo, ritardando di riflesso anche l’ingresso in Quaresima. Il Rito delle Ceneri viene celebrato durante la Messa tale giorno, quando il sacerdote sparge sulla testa dei fedeli la cenere ottenuta bruciando i rami d’ulivo benedetti la Domenica delle Palme dell’anno passato. Il gesto dell’imposizione delle ceneri ha un doppio valore simbolico, in quanto rimanda alla precarietà della vita terrena, ma rappresenta anche un segno di pentimento dell’uomo di fronte a Dio. L’imposizione delle ceneri può essere accompagnata da due diverse formule: “Convertitevi e credete al Vangelo” (Paenitemini, et credite Evangelio) oppure “Uomo, ricordati che sei polvere e in polvere tornerai”

*

La LOMBARDIA SI PREPARA ad ACCOGLIERE 100.000 PROFUGHI
La conseguenza più tangibile della guerra russa in Ucraina per l’Italia sarà in un primo momento l’arrivo dei profughi in cerca di una nuova casa. Per questo la Lombardia sta predisponendo un piano per l’accoglienza di 100mila persone che potrebbero arrivare nei prossimi giorni, secondo quanto annunciato dal presidente della Regione Attilio Fontana, intervistato su Radio24. “Stiamo predisponendo un piano per la distribuzione dei profughi a livello regionale. Tenuto conto dei 55mila ucraini residenti in Lombardia”, gli arrivi stimati sono “intorno ai 100mila, uno o due persone per ogni ucraino residente. Probabilmente – ha detto Fontana – saranno meno, però ci dobbiamo preparare per una evenienza di questo genere”. Oltre ad aver messo a disposizione gli ex covid hotel, che sono già pronti, “stiamo facendo una ricognizione anche delle case Aler”, gli edifici di edilizia popolare di proprietà della Regione, “per capire se anche in queste possano individuarsi dei luoghi di accoglienza”, ha aggiunto il governatore

*

MARZO
è il terzo mese dell’anno nel calendario gregoriano. Il nome deriva dal latino «Martius», in riferimento al fatto che il mese fosse dedicato al dio romano Marte: alla divinità erano attribuiti il raccolto primaverile e la guerra. Prima della riforma giuliana, era il mese con cui aveva inizio il nuovo anno. Marzo è il mese che segna il passaggio dall’inverno alla primavera e risulta contrapposto al mese di settembre. Secondo l’astrologia a inizio mese il sole è nei Pesci e dal 21 entra nell’Ariete, mentre astronomicamente il sole si trova nella costellazione dell’Aquario fino giorno 11, per poi entrare nei Pesci. Nell’immaginario collettivo, marzo è descritto come un mese «pazzo» che renderebbe le persone nate in questo periodo incostanti e volubili

8 marzo: si celebra la giornata internazionale della donna, più comunemente detta “festa della donna”;
14 marzo: ricorre il giorno del Pi greco, basato sul fatto che in inglese le cifre del numero (3-14) possano venire lette come l’omonima data[
19 marzo: cade la ricorrenza della festa del papà, in coincidenza con l’onomastico di San Giuseppe;
21 marzo: è convenzionalmente la data dell’equinozio di primavera, sebbene il giorno esatto possa variare di anno in anno.

*

SCADONO i DEHORS in CITTA’ e in PROVINCIA
Il 31 marzo 2022 scade il regime di gratuità per l’occupazione di suolo pubblico con i cosiddetti dehors, gli spazi di somministrazione di bevande e alimenti all’aperto. Non solo: tra un mese tutte le attività che hanno usufruito delle agevolazioni decretate in questi ultimi due anni per poter posare tavolini e sedia fuori dai propri locali dovranno presentare una nuova domanda per poter continuare a utilizzare questi spazi. Il Comune di Bergamo, a un mese esatto dalla data di scadenza delle attuali concessioni, è pronto a ricevere le domande di installazione definitiva per i dehors della città, secondo i criteri individuati dalla Giunta comunale con la delibera dello scorso 2 dicembre, provvedimento nel quale l’Amministrazione confermava la volontà di mettere a disposizione molti dei luoghi della città concessi per l’ampliamento dell’attività di bar e ristoranti negli ultimi due anni. Alcune piazze manterranno quindi alcuni dei dehors posati dal 2020 a oggi e sarà ancora possibile l’installazione di spazi di somministrazione su stalli di parcheggio a pagamento. Il cambio di disciplina non vale ovviamente solo per la città di Bergamo, ma interessa tutto il territorio nazionale. Fino al 30 giugno 2022, tra l’altro, sarà possibile presentare le domande di installazione definitiva (ovvero con occupazione del suolo pubblico, a pagamento, fino a un massimo di 9 anni). La maggior parte delle autorizzazioni prevedevano solo tavoli, sedie, fioriere e ombrelloni, mentre i gestori hanno pensato bene di allestire ben altro. Abbiamo visto nascere verandine agli incroci stradali e sotto i semafori, balconcini fioriti, pedane alte oltre 20cm, in difformità ai regolamenti comunali e non accessibili ai diversamente abili, prati di erba sintetica e tante altre cose strane non previste nelle autorizzazioni. Per poi non parlare dei prezzi per il servizio al tavolo …

*

GRANDI BERGAMASCHI
GIACOMO ANTONIO DOMENICO QUARENGHI nato a Capiatone (frazione di Rota Imagna) il 21 settembre 1744 morto a San Pietroburgo il 2 marzo 1817 (205 anni fa) è stato un architetto e pittore italiano, cittadino della Repubblica di Venezia. La Città di Bergamo gli ha intestato una Via del centro. Secondo dei cinque figli di Giacomo Antonio Quarenghi e di Maria Rota. La famiglia Quarenghi è una delle più antiche di Bergamo e possiede diversi edifici di proprietà. Sia il padre Giacomo Antonio che il nonno Francesco, notaio ed agrimensore, si dedicano alla pittura. In particolare, di Francesco si ricordano diverse opere in chiese della Valle Imagna. Il giovane Giacomo frequenta il Collegio Mariano di Bergamo ricevendo una solida preparazione umanistica, tuttavia non tarda a manifestarsi il suo talento per il disegno e la pittura, che studia sotto la guida dei pittori Paolo Bonomini e Giovanni Raggi. Dopo diversi viaggi che lo portano a Vicenza, Verona, Mantova, Venezia e Paestum, nel 1761 si trasferisce a Roma per perfezionare la propria formazione artistica. Frequenta per breve tempo gli studi di Anton Raphael Mengs e di Stefano Pozzi, poi, complice l’amicizia con il coetaneo Vincenzo Brenna, intraprende lo studio dell’architettura presso gli ateliers degli architetti Paolo Posi, Antoine Derizet, Nicola Giansimoni. Si appassiona, inoltre, agli studi musicali: sotto la guida di Derizet s’interessa al tema dei rapporti tra architettura e musica. La lettura del trattato di Andrea Palladio “I quattro libri dell’architettura” (1570) rappresenta una vera illuminazione: inizia lo studio dell’architettura antica e moderna di Roma, ai cui monumenti dedica numerosi disegni di veduta. Tra il 1771-72, si trasferisce a Venezia, dove approfondisce le sue conoscenze sull’architettura palladiana e sull’architettura europea contemporanea (in particolare i progetti di Claude-Nicolas Ledoux, di Étienne-Louis Boullée e Robert Adam).. Dopo aver intrapreso la carriera di architetto, assumendo diversi incarichi sul territorio romano, come la ristrutturazione interna di S. Scolastica a Subiaco (1770-77), il 1° settembre 1779 Quarenghi firma il contratto con cui viene ingaggiato “come virtuoso architetto” alla corte di Pietroburgo, per la durata di tre anni. Il viaggio per la Russia della famiglia Quarenghi inizia a Venezia, prosegue per Vienna, Potsdam, Berlino, Konigsberg, Mitava, Riga, Derpt, e Narva. Giunto a destinazione, Quarenghi imprime la sua peculiare impronta palladiana all’architettura russa del periodo realizzando, a Pietroburgo, il teatro dell’Ermitage (1782-85), l’Accademia delle scienze (1783-89), la Banca di stato (1783-90), la Borsa dei Mercanti (1783, demolita nel 1805), la cappella dei Cavalieri di Malta (1789-1800), l’Istituto Smol´nyj per le fanciulle nobili (1806-08); a Petergof (odierna Petrodvorec) il Palazzo inglese e la sala per concerti (1781-89, distrutti nel 1942); a Carskoe Selo (odierna Puškin) il palazzo di Alessandro (1792-96). Muore a San Pietroburgo il 18 febbraio 1817 (calendario Giuliano) – (2 marzo secondo ilgregoriano) ed è sepolto nel settore cattolico del cimitero luterano di Volkovo. Perdutasi la memoria del luogo di sepoltura, i resti vengono ritrovati, dopo lunghe ricerche, in occasione delle celebrazioni quarenghiane del 1967, e traslati nel cimitero del Monastero di Aleksandr Nevskij. Giacomo Quarenghi è ragionevolmente considerato la figura-chiave nell’ambito dei reciproci rapporti culturali tra la città di Bergamo e la Russia. Questo non solo in virtù del suo evidente e fondamentale contribuito allo sviluppo architettonico e delle città russe, ma anche della molteplicità dei suoi interessi culturali e della sua posizione di rilievo presso la corte dell’Imperatrice Caterina II. Abbiamo, ad esempio, notizie del suo ruolo di mediatore per il rilascio dei marchesi Terzi, di patrocinatore artistico nei confronti del pittore trevigliese Giovanni Dell’Era, di appassionato cultore della poesia di Torquato Tasso.

*

SIGNIFICATO del NOME
QUINTO Nome latino, da Quintus, che segue la tradizione di dare il nome ai figli seguendo l’ordine di nascita. Infatti Quinto significa chiaramente “Il figlio nato dopo il quarto parto. Oggi San Quinto. In Italia portano questo nome circa 13.710 persone di cui il 20,6% in Emilia Romagna, 19,2% nelle Marche, 5,3% in Lombardia

*

PROVERBI: “Marzo tiene sempre preparata qualche improvvisata” “Il primo tortello non viene mai bello” “Canto di raganella o pioggia o panzanella” “Frasi dette tra i denti non sono mai complimenti”

*

I TURNI delle FARMACIE:

TURNO DIURNO durante il giorno, per sapere i turni. si chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24 ore su 24.
TURNO NOTTURNO: (da questa sera ore 21 a domani 3 marzo 2022 alle ore 9,00): Almè – BERGAMO Farmacia Comunale 2 Via Carducci – Brembate Sopra (fino le ore 24) – Comun Nuovo (fino le ore 24) – Cortenuova – DALMINE Farmacia Via Marco Polo – Gandino – Gorlago – Grassobbio – Ranica – Rovetta – Sant’Omobono Terme – Sedrina – Taleggio – Tavernola Bergamasca – TREVIGLIO Comunale 3 Viale Piave.
CONTINUITA’ ASSISTENZIALE (ex Guardia Medica) tel. 116117 attivo dalle ore 20 alle ore 8 nei giorni lavorativi – 24 ore su 24 nei giorni di sabato e domenica e festivi.

*

SALUTE: BULLISMO e QUALI SONO le CAUSE?
Ne parliamo con la dott.ssa Ylenia Canavesio, psicologa e psicoterapeuta dell’età evolutiva in Humanitas. Le motivazioni alla base del bullismo sono difficili da individuare e spesso hanno un’origine profonda; possono andare da una mancanza di controllo degli impulsi a problemi di gestione della rabbia, o essere legate più a sentimenti di gelosia o invidia. È importante ricordare che, non di rado, la causa di questo comportamento è un sentimento di inadeguatezza da parte dell’autore di questi gesti. Il bullo infatti è un soggetto fragile, sofferente, e mette in atto tale comportamento come riflesso di questa fragilità. Ecco una panoramica delle principali ragioni per cui i ragazzi possono fare i bulli: 1) per sentirsi potenti e avere il controllo della situazione e stabilire un dominio sociale; 2) per affrontare sentimenti di rabbia o paura; – 3) per assecondare la pressione dei pari; 4) perché hanno poche competenze sociali e capacità di autocontrollo; – 5) per affrontare problemi di autostima e fiducia; 6) perché sono stati essi stessi vittime di bullismo o di violenza. Le ragioni alla base di questo comportamento possono essere differenti e le scuole di pensiero riguardo a questo sono ancora molteplici.

*

L’ANGOLO della LETTURA
La VIA DELL’EDEN – Narrativa – pag. 256 – prezzo € 18,00 – Non è dato a tutti uscire indenni dalle esperienze radicali della vita in cui un evento, una passione, una confessione, una rivelazione inaspettata, ci pongono davanti a un’intensità tale da esigere la più nuda verità su noi stessi e sul nostro mondo. Quattro persone entrarono nel Pardès, nel giardino dell’Eden, è scritto nel Talmud, ma soltanto una ne uscì incolume. Le vie dell’Eden, infatti, dove maturano i frutti più preziosi della vita, sono lastricate di pericoli. Lo sa bene Omri, il musicista che, nelle prime pagine di quest’opera, deve trovare il modo di confessare l’inconfessabile. Incalzato dal proprio avvocato, affida alla pagina la terribile vicenda che lo vede coinvolto. Tutto ha avuto inizio con il necrologio di un uomo con cui ha trascorso insieme a La Paz soltanto qualche ora. Nel trafiletto sotto la foto si dice che Ronen Amirov, turista israeliano di ventotto anni, è rimasto ucciso in un incidente sulla «Strada della Morte», in Bolivia, mentre era in luna di miele. Ma quando Omri parte per andare in visita alla famiglia di Ronen riunita per la shivah, la settimana di lutto stretto, non lo fa per onorare il defunto, bensì per rivedere Mor Amirov, la moglie di Ronen. A cercare sollievo nella confessione è anche il dottor Asher Caro, attempato primario che, d’un tratto, prova uno strano interessamento per una giovane specializzanda, Liat Ben Abu. Che il segreto gelosamente custodito dall’uomo per lunghi anni abbia qualcosa a che fare con l’impulso irrefrenabile che Liat risveglia in lui, ovvero quello di proteggerla da chiunque osi ferirla?

*

L’ANGOLO della CULTURA e degli AVVENIMENTI

BERGAMO – Fiera di Bergamo – “Creattiva 2022“
BERGAMO – Sale delle Carte – Centro Culturale “Alle Grazie” 3 marzo ore 17,30 – “Giovanni Verga” anniversario (1840-1922) – Relatore Beatrice Gelmi
BERGAMO – Biblioteca Tiraboschi – 3 marzo ore 17,30 – incontro con gli autori del libro “Atlante delle case maledette” dibattito
BERGAMO – Teatro Sociale – 3 marzo ore 20,30 – nell’ambito “Altri percorsi” con Mario Balliani “Una Notte sbagliata”
BERGAMO – Creberg Teatro – 3 marzo ore 21 – Incontro con Marco Travaglio “Il conticidio dei migliori”
BERGAMO – città – 5 e 6 marzo orari negozi – “Lo sbarazzo”
BERGAMO – Spazio Viterbi – 3 marzo ore 17.30 – Dibattito: “Ebrei a Bergamo tra il ‘400 e ‘500” – Ingresso libero
BERGAMO – Via Mai – 5 marzo dalle ore 9 – “Mercatino”
CLUSONE – Cinema Garden – 3 marzo ore 21 – Film di Qualità: “Scompartimento n.6 “
DALMINE – Biblioteca Civica – 3 marzo ore 21 – “In un futuro aprile” – Rassegna “C’è un tempo da scoprire”
FILAGO – Biblioteca – 4 marzo ore 21 – “Acqua, elemento vitale” incontro con Antonio Covello
GANDELLINO – Comune – 6 marzo ore 14,30 – Manifestazione contro la violenza sulle donne in occasione della Festa della donna
LEFFE – Museo del Tessile – 5 marzo ore 15 – Visita guidata – prenotazione obbligatoria
SARNICO – Centro – 5 e 6 marzo orario negozi – “Sbarazzo tutto”

*

L’ANGOLO del CINEMA
GHIACCIO – critica *** – film drammatico – durata 95 minuti – consigliato +13 anni – Trama: Roma 1999. Giorgio è un giovane pugile che è in attesa dell’incontro che potrebbe cambiare la sua vita facendolo entrare nel mondo del professionismo. Ad allenarlo è Massimo che vede in lui la realizzazione di un sogno a cui ha rinunciato per farsi una famiglia. Su Giorgio pesa però il passato con una figura paterna controversa che ha lasciato a lui e alla madre un debito che la malavita reclama.

*

L’ANGOLO della CUCINA
Il FARRO contiene principalmente carboidrati, che compongono circa il 70% del suo peso, e proteine con alto valore biologico, cioè sono costituite da tutti gli aminoacidi essenziali. È inoltre povero di grassi e molto ricco di fibre, utili al benessere intestinale e a tenere a bada il colesterolo. Per quanto riguarda i micronutrienti, questo cereale è una buona fonte di minerali come potassio, magnesio e ferro e vitamine del gruppo B, in particolare acido folico, vitamina B2 e B3. Inoltre, il farro è una buona fonte di lignani, molecole che aiutano a mentenere in salute il cuore e potenziano il sistema immunitario. Per quanto riguarda l’apporto energetico, invece, le calorie del farro sono paragonabili a quelle di altri cereali e, più nello specifico, 100 gr di cereale apportano 353 Kcal.

*

SEI NATO OGGI?
Se siete nati in una di queste date siete molto emotivi e adattabili, ottimisti e affidabili. Avete bisogno però di spazi sicuri attorno a voi. Siete dotati per l’arte e la musica, e leali nell’amicizia. Naturalmente portati a ricercare un ambiente armonioso, sapete sfruttare le occasioni. Siete diplomatici e lavorate meglio insieme ad altri, piuttosto che da soli. Avete bisogno di attenzione e affetto vi piace circondarvi sia di persone sia di oggetti. Temete molto la solitudine, e sentite il bisogno di vivere in mezzo alla gente. I rapporti umani e privati vengono messi davanti a tutto. L’amore, nel corso della vita sarà fonte di gioia ma anche di delusioni.

*

A BERGAMO e in PROVINCIA
Il SOLE sorge alle ore 06.55 e tramonta alle ore 18.12– Durata del giorno ore 11.17 (+4 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte ore 12.43 (-4 minuti rispetto a ieri) – La LUNA calante (visibile al 3%) sorge oggi alle ore 07.18 e tramonta alle ore 17.51

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

,