NECROLOGIE DI OGGI 23 MARZO 2022

I SANTI del GIORNO
San TURIBIO Vescovo. Patrono dei Vescovi, dei Missionari e dei popoli indigeni – Santa REBECCA religiosa – San WALTER Abate – Sant’OTTONE eremita – La Chiesa celebra la festa di altri 20 SANTI e 6 BEATI

*

AFORISMA del GIORNO
Senza uno scopo, la vita è una rincorsa del non importante

*

IL PENSIERO del GIORNO
“Sono venuto a dare compimento”. Gli avvenimenti del quotidiano rappresentano una parola storica per farci maturare giorno per giorno a riguardo del significato più profondo della nostra esistenza. È quella lettura del positivo nello scorrere del tempo che ci regala speranza anche nelle situazioni più oscure. Questo sia il nostro respiro. Padre, la persona del tuo Figlio Gesù è il compimento della tua condiscendenza nelle vicende umane. In lui ci riveli la grandezza del tuo amore per l’uomo. Guardando a lui siamo sempre raggianti e ricchi di speranza. Rendici docili ogni giorno al suo mistero nella potenza dello Spirito Santo, perché possiamo crescere giorno per giorno nel significato più profondo della nostra vocazione di discepoli, insieme a tutti i fratelli. Amen – (a cura di Mons. Antonio Donghi)

*

GIORNATA MONDIALE della METEOROLOGIA
Come ogni anno, il 23 marzo si celebra la Giornata Meteorologica Mondiale, promossa dall’Organizzazione Meteorologica Mondiale per commemorare la propria nascita nel 1950. Il tema scelto per il 2022 – “Tempo, clima e acqua: i motori del nostro futuro” – richiama l’attenzione sull’importanza di un continuo sviluppo delle conoscenze scientifiche e delle applicazioni in questi settori. Ciò soprattutto in relazione ai rischi derivanti dai fenomeni meteorologici o attesi per il futuro in conseguenza dei cambiamenti climatici. L’acqua e la meteorologia sono due protagonisti di estrema attualità, a livello globale e locale, sia come temi a se stanti sia nello stretto rapporto che li lega. La scienza meteorologica rappresenta, infatti, un supporto fondamentale per la corretta gestione della risorsa acqua grazie alla sua capacità di misurare e prevedere. E’ problematica particolarmente sentita la cosiddetta “crisi idrica”, che sta interessando in questo periodo anche la nostra regione. L’inverno appena trascorso si infatti è dimostrato molto avaro di precipitazioni e le riserve idriche – in forma di ghiacciai, nevai e bacini idrici – si trovano ora ai livelli più bassi raggiunti nell’ultimo decennio. Fatto questo che comincia a destare le prime preoccupazioni in vista della stagione estiva, caratterizzata tradizionalmente da un più alto consumo di acqua per scopi produttivi e sociali. L’Agenzia sta collaborando con Regione Lombardia fornendo il supporto conoscitivo per la gestione della “crisi” mediante l’elaborazione di previsioni meteorologiche a breve, medio e lungo termine. Le più recenti indicano scarse probabilità di precipitazioni fino alla fine di marzo, mentre per i primi segnali positivi (pur nella limitata affidabilità di previsioni a scadenza superiore alle due settimane) bisognerà aspettare aprile, mese in cui solitamente le condizioni atmosferiche sono più favorevoli alle piogge. Tuttavia, un aprile con precipitazioni nella norma non sarebbe ancora sufficiente ad appianare il deficit pluviometrico accumulato. La situazione verrà pertanto costantemente monitorata nelle prossime settimane.

*

GIORNATA MONDIALE del TOPOLINO del PRIMO DENTINO
La tradizione vuole che di notte il topolino o la fatina dei denti facciano visita a ogni bimbo che ha perso un dente da latte. Il piccolo lascia il dentino sotto al cuscino o sul comodino, e mentre dorme, uno dei due passa a ritirarlo lasciando in dono una moneta o un regalino. Oggi questa usanza è diffusa anche in tutta Europa e in altri continenti e molti bambini credono alla fatina dei denti esattamente quanto a Babbo Natale o al coniglietto di Pasqua. Ecco così spiegato perchè oggi, al cadere dei primi dentini da latte molte famiglie si preparano a ricevere la visita del topolino o della fatina dei denti. Il cambio della dentatura rappresenta una tappa importante nello sviluppo infantile. La maggior parte dei bambini inizia a perdere i primi denti da latte tra i quattro e i sei anni. Se la dentizione è cominciata presto, i dentini iniziano a cadere prima seguendo lo stesso ordine con cui sono spuntati. Per molti bambini il primo dentino dondolante è motivo di gioia: significa infatti che stanno diventando grandi. Per di più, le finestrelle che si aprono nella dentatura sono irresistibilmente simpatiche. I denti che spuntano ora sono destinati a durare per tutta la vita e devono dunque essere curati adeguatamente.

*

BERGAMO ARRIVA il CALDO ma NON la PIOGGIA
Ci sarà aria frizzante al mattino e temperature tipicamente primaverili al pomeriggio, ma ancora nessuna precipitazione. È quello che prevedono i meteorologi dell’Aeroporto di Orio al Serio/Bergamo per i prossimi giorni e il merito è tutto di un vasto anticiclone che si è insediato alle latitudini centro-settentrionali europee e che continua ad espandersi verso Sud. “Le temperature subiranno un apprezzabile rialzo, tanto da portarsi su valori ormai del tutto primaverili con massime spesso superiori a 20°C al Nord e sulle centrali tirreniche a metà settimana, per l’apporto di miti correnti afro-mediterranee all’interno dell’anticiclone e questo è quanto scritto nel Bollettino dei prossimi giorni. Ma con l’assenza di precipitazioni si prolungherà il grave periodo di siccità che sta interessando le nostre regioni settentrionali, rimaste praticamente a secco per tutto l’inverno, a parte brevi ed inutili episodi piovosi”. A BERGAMO le temperature si alzeranno nettamente rispetto ai giorni scorsi, la giornata più calda – stando alle previsioni attuali – dovrebbe esser quella di giovedì 24 marzo quando si raggiungeranno i 22 gradi. Farà caldo fino a domenica (quando la massima si attesterà a 21 gradi) mentre un leggero calo potrebbe avvenire con l’inizio della nuova settimana. Ancora una volta la grande assente sarà la pioggia: da inizio anno ha piovuto solo 5 giorni (l’ultima volta il 19 febbraio) e purtroppo c’è il concreto rischio che anche marzo possa chiudersi in pesante siccità senza piogge significative.

*

I POSTI  DA VISITARE IN BERGAMASCA CONSIGLIATI DAL FAI
Sabato 26 e domenica 27 marzo 2022 tornano le Giornate Fai di Primavera, il più importante evento di piazza dedicato al patrimonio culturale e paesaggistico del nostro Paese. Di seguito l’elenco dei luoghi aperti per le Giornate Europee di Primavera 2022 a Bergamo e provincia, con tanto di indirizzi e orari di apertura (qui invece l’elenco di tutti i luoghi Fai aperti in Lombardia per ulteriori approfondimenti rimandiamo al sito ufficiale).

  • Palazzo e Giardini Moroni, via Porta Dipinta 12, Bergamo. Giorni e orari di apertura: sabato e domenica dalle 10.00 alle 18.00 (turni di visita ogni 30 minuti, gruppi di massimo 10 persone)
  • Palazzo Frizzoni, piazza Giacomo Matteotti 29, Bergamo. Giorni e orari di apertura: sabato dalle 14.00 alle 18.00, domenica dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 (turni di visita ogni 15 minuti, gruppi di massimo 18 persone)
  • Chiesa di San Vittore e la sua grotta, via San Vittore 2/14, Brembate. Giorni e orari di apertura: sabato dalle 14.00 alle 18.00, domenica dalle 9.30 alle 18.00 (turni di visita ogni 20 minuti, gruppi di massimo 15 persone; ultimo ingresso alle ore 15.10).
  • Villa Moretti e torre detta Del Berengario, via IV Novembre 19, Brembate. Giorni e orari di apertura: sabato dalle 14.00 alle 18.00, domenica dalle 9.30 alle 18.00 (turni di visita ogni 30 minuti, gruppi di massimo 15 persone)
  • Villa Tasca e il suo giardino romantico, via San Vittore 37, Brembate. Giorni e orari di apertura: sabato dalle 14.00 alle 18.00, domenica dalle 9.30 alle 18.00 (turni di visita ogni 20 minuti, gruppi di massimo 20 persone)
  • San Vincenzo: il mistero della Cripta, piazza Giovanni XXIII 12, Cerete Basso. Giorni e orari di apertura: sabato dalle 14.00 alle 18.00, domenica dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 (turni di visita ogni 30 minuti, gruppi di massimo 25 persone)
  • Acqua e mulini di Cerete, piazza Giovanni XXIII 12, Cerete Basso. Giorni e orari di apertura: sabato dalle 14.00 alle 18.00, domenica dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 (turni di visita ogni 15 minuti, gruppi di massimo 15 persone)
  • Chiesa dei Santi Filippo e Giacomo, piazza Martiri della Libertà 10, Cerete Alto. Giorni e orari di apertura: sabato dalle 14.00 alle 18.00, domenica dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 (turni di visita ogni 20 minuti, gruppi di massimo 25 persone)
  • Mulino Maurizio Gervasoni, via Oro 19, Roncobello. Giorni e orari di apertura: sabato e domenica dalle 14.30 alle 18.00 (turni di visita ogni 30 minuti, gruppi di massimo 12 persone).
  • Casa Gotica, via Municipio 4, Treviglio. Giorni e orari di apertura: sabato e domenica dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 (turni di visita ogni 20 minuti, gruppi di massimo 10 persone)
  • Polittico e Basilica di San Martino, piazza Luciano Manara, Treviglio. Giorni e orari di apertura: sabato dalle 9.00 alle 17.00, domenica dalle 13.00 alle 17.00 (turni di visita ogni 30 minuti, gruppi di massimo 10 persone; ultimo ingresso alle ore 16.00 in entrambi i giorni)
  • Centro Civico di Treviglio, largo Marinai d’Italia, Treviglio. Giorni e orari di apertura: sabato e domenica dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 (turni di visita ogni 30 minuti, gruppi di massimo 10 persone; ultimo ingresso alle ore 12.30 la mattina e 17.30 il pomeriggio)
  • Santuario, cripta e cappella del Miracolo, via Fratelli Galliari, Treviglio. Giorni e orari di apertura: sabato dalle 10.00 alle 16.30, domenica dalle 11.00 alle 16.00 (turni di visita ogni 30 minuti, gruppi di massimo 10 persone; ultimo ingresso alle ore 15.10)
  • Chiesa di San Carlo ai Morti, via Zanovello 1/A, Treviglio. Giorni e orari di apertura: sabato e domenica dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 (turni di visita ogni 30 minuti, gruppi di massimo 10 persone; ultimo ingresso alle 12.30 la mattina e alle 17.30 il pomeriggio)
  • Acquedotto di via Bellini, via Bellini 6, Treviglio. Giorni e orari di apertura: sabato e domenica dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 (turni di visita ogni 20 minuti, gruppi di massimo 6 persone. Ultimo ingresso alle 12.30 la mattina e alle 17.30 il pomeriggio).

*

BERGAMO e i GRANDI BERGAMASCHI DELLA RESISTENZA
*** ARTURO TURANI Nato a Bergamo il 29 settembre 1888, fucilato a Bergamo il 23 marzo 1944, architetto. La Città di Bergamo gli ha intestato una Via. Dopo l’8 settembre 1943 prese parte attiva alla Guerra di liberazione, organizzando un primo nucleo della Brigata “Matteotti” che, dopo la morte dell’architetto, sarebbe diventata Brigata “Arturo Turani”. Arrestato il 15 novembre 1943, nella sua abitazione di via Pignolo, a Bergamo, dove aveva convocato una riunione clandestina, Turani fu consegnato ai tedeschi. Processato da un Tribunale militare germanico per attività partigiana e occultamento di armi, l’architetto fu condannato a morte. La sua fucilazione avvenne, tre mesi più tardi, nella caserma “Seriate” di Bergamo. I nazifascisti si liberarono del cadavere, seppellendolo sommariamente in un podere di Grumello del Piano dove, nell’agosto del 1944, fu casualmente ritrovato accanto a quello di un suo compagno, Giuseppe Sporchia. Le due salme furono quindi provvisoriamente inumate nel cimitero di Grumello. Nel sessantesimo della Liberazione, una lapide è stata apposta a Bergamo a ricordo di Turani, proprio nel luogo dove fu catturato.
*** GIUSEPPE SPORCHIA Nato a Martinengo (Bg) il 27 ottobre 1907, fucilato a Bergamo il 23 marzo 1944, operaio meccanico. La Città di Bergamo gli ha intestato una Via. Antifascista, subito dopo l’armistizio aveva organizzato, con altri suoi compagni, la fuga di prigionieri alleati dal campo di concentramento di Bergamo. Aveva poi collaborato alla costituzione della Brigata “Matteotti” (che avrebbe poi preso il nome di “Arturo Turani”), svolgendo attività di collegamento. La sua attività contro i nazifascisti non ebbe modo di svilupparsi a lungo. Il 10 dicembre del 1943 l’operaio fu arrestato a Bergamo, in via Vittorio Emanuele, mentre si recava ad una riunione clandestina. Processato da un Tribunale militare tedesco il 5 gennaio 1944 e condannato a morte, Sporchia fu messo al muro, a marzo, nella caserma “Seriate”, col comandante della Brigata “Matteotti”, Arturo Turani, che era stato arrestato un mese prima dell’operaio. Poco prima di morire, Sporchia poté scrivere una commovente lettera alla maggiore delle sue figlie

*

I TURNI delle FARMACIE:
*** TURNO DIURNO durante il giorno, per sapere i turni si può chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24 ore su 24.
*** TURNO NOTTURNO: (da questa sera ore 21 a domani 24 marzo 2022 alle ore 8,00): Albino Farmacia di Comenduno – Antegnate – Barzana – BERGAMO Farmacia Malpensata Via Zanica – CLUSONE – Colere – Costa Volpino – Filago (fino le ore 24) – Lallio – Piazza Brembana – San Paolo d’Argon – SERIATE Farmacia Centrale V.le Papa Giovanni – Telgate (fino le ore 24) – TREVIGLIO Farmacia Comunale 3 Viale Piave – Urgnano (fino le ore 24) – Valbrembilla.
*** CONTINUITA’ ASSISTENZIALE (ex Guardia Medica) tel. 116117 attivo dalle ore 20 alle ore 8 nei giorni lavorativi – 24 ore su 24 nei giorni di sabato e domenica (fino le ore 8 di lunedì) e festivi.

*

SIGNIFICATO del NOME
WALTER Nome di origini germaniche, che in italiano viene tradotto in Gualtiero. Proviene dall’unione di waldaz, “comandante” e haria, “esercito”. Il significato complessivo è pertanto “comandante dell’esercito. Oggi è San Walter. In Italia portano questo nome circa 74.384 persone di cui il 24,5% in Lombardia.

*

PROVERBI
Una rondine non fa primavera
Chi ha tempo non aspetti tempo
Rosso di sera bel tempo si spera
Quando sorge il sole sorge per tutti
Marzo pazzerello guarda il sole e prendi l’ombrello

*

L’ANGOLO della LETTURA
IL CUORE E’ UN ORGANO – Autore Francesca Michielin – Narrativa – pag. 252 – costo € 18,50 – Trama: Non cerco nulla. Non ho bisogno di nulla. Non penso quasi a nulla. È uno di quei periodi in cui vago nella mia vita come potrebbe fare un passante, un turista, un cavaliere errante, un personaggio secondario, sicuramente non come la protagonista della mia avventura, quale dovrei essere fino in fondo e, in fondo, sono. Questa è la storia di Verde, cantautrice poco più che ventenne all’apice del successo con un’innata propensione a sezionare con cura i sentimenti; ma è anche la storia di Regina, vecchia gloria della musica leggera con una naturale predisposizione all’eccentricità; e sì, è anche la storia di Anna, che senza saperlo le ha fatte entrare l’una nella vita dell’altra. Ma soprattutto, è la storia di un incontro tra donne apparentemente molto diverse tra loro, accomunate però da una stessa, viscerale passione per la musica e da uno stesso e profondo dolore, uno di quelli che ti premono sul petto fino a spezzarti la voce e ti fanno desiderare di sparire.

*

L’ANGOLO della CULTURA e degli AVVENIMENTI
BERGAMO – Fiera di Bergamo – dal 25 al 27 marzo – “Arte in Fiera”
ALBINO – Chiesa di San Giuliano – 26 marzo ore 21 – Concerto con le Corale Santa Lucia di Pradalunga. Concerto promosso dai Comuni Albino, Nembro, Ranica e Cenate Sotto
BERGAMO – Centro Culturale “Alle Grazie” V.le Papa Giovanni – 24 marzo ore 17,30 – “Gli anni di Dante e gli anni di Bergamo” Relatore Giovanni Dal Covolo
BERGAMO – Libreria incrocio Quarenghi – 24 marzo ore 17.30 – presentazione “Il mestiere del poeta” a cura di Cristiano Poletti
BERGAMO – Teatro Donizetti – 24 marzo ore 20,30 – spettacolo “La gioia” della Compagnia di Pippo
BERGAMO – Creberg Teatro – 24 marzo ore 21 – “Fiorella Mannoia” spettacolo
BERGAMO – Biblioteca Tiraboschi – 24 marzo ore 17,30 – Incontro culturale: “Storia aperta”
BONDO di COLZATE – Ritrova davanti Chiesa di San Bernardino – 26 marzo ore 15 – Visita guidata al Borgo
CLUSONE – Cinema Garden – 24 marzo ore 21 – Film di Qualità: “Qui rido io”
DALMINE – Biblioteca – 24 marzo ore 20,45 – Incontro culturale “Al tempo del podestà”
DALMINE – DalmineViva – 26 marzo ore 14.30 – in collaborazione con le ACLI pulizia del corso del fiume Brembo
NEMBRO – Biblioteca – 24 marzo ore 20,45 – Serata di poesia: “E’ la notte dell’armonia”
PRESEZZO – Biblioteca – 24 marzo ore 21 – “Echi Alpini” con Giovanni Mocchi
ROMANO di LOMBARDIA – Teatro Rubini – 24 marzo ore 15 – Incontro culturale “Le ultime notizie da Marte”
San PELLEGRINO TERME – Casinò – 24 marzo ore 9,30 – “Alla scoperta del Casuno’” visita guidata

*

L’ANGOLO del CINEMA
BELLE – critica *** – durata 122 minuti – film d’animazione – film per tutti – Trama: Suzu, liceale della provincia giapponese, ha perso la madre da bambina e da allora non si è mai ripresa. Timida, distante dal padre, incapace di dichiararsi all’amico d’infanzia diventato nel frattempo il ragazzo più desiderato della scuola, Suzu ritrova la voglia di cantare – perduta da quando è orfana – grazie a U, una app scaricata da cinque miliardi di persone che permette di realizzare in un mondo virtuale le aspirazioni frustrate della vita vera. Dentro U, all’insaputa di tutti tranne della migliore amica, Suzu è Belle, cantante bellissima e amatissima. L’incontro con un misterioso drago detto “la Bestia” cambierà ogni cosa: spinta a scoprire l’identità dell’utente che si cela dietro la Bestia, Suzu/Belle sarà costretta a uscire una volta per tutte dall’isolamento in cui da troppo tempo vive reclusa. Il maestro dell’animazione giapponese Mamoru Hosoda adatta.

*

L’ANGOLO della CUCINA
Lo STRACCHINO. Quando si pensa allo stracchino, si è solito pensare, oltre al suo buonissimo sapore! alle poche calorie e ai grassi che contiene, e ai suoi ridotti valori nutrizionali. Sbagliato! Questo è forse un luogo comune, fatto sta che lo stracchino ha né più né meno le stesse calorie degli altri formaggi freschi, in aggiunta, però, ha dei valori nutrizionali ben al di sopra degli altri formaggi. Lo stracchino infatti contiene proteine di alt qualità, fosforo, vitamina A, B2 e B12, oltre che tanto calcio. Pensate che, per un bambino, basterebbero 30 grammi di stracchino in un pasto, per avere il giusto supporto di calcio, fosforo e vitamine. Lo stracchino, sia che stiamo parlando di stracchino light che di stracchino di capra, è anche facilmente digeribile, al punto che lo si utilizza perfino per amalgamare alcune ricette di primi piatti (andando a sostituire, così, la panna da cucina – guadagnandoci in riduzione di calorie!).

*

SEGNO ZODIACALE
ARIETE Il pianeta dominante è Marte, l’elemento è il fuoco la qualità è cardinale. Il Sole transita nell’Ariete approssimativamente fra il 20 marzo e il 20 Aprile. Colore da portare: il rosso in tutte le sue sfumature. Pietra portafortuna: rubino. La pietra dell’Ariete è di colore rosso, il rubino infatti ne conosce tutte le tonalità ed è un tipico cristallo alchemico in grado di sostenere coloro che non riescono ad essere fedeli, ma anche chi vorrebbe avere più memoria e fiducia in se stesso. Ha il potere di rendere felici e in salute combatte l’anemia e aiuta la rigenerazione cellulare. Metallo: il ferro che appartiene a Marte. Qualità principale: dinamismo. Animali affine: lupo, gatto e cervo. Fiori compatibile: margherita e tulipano. Segni amici: Gemelli, Leone, Sagittario, Acquario. Il simbolo grafico che rappresenta il segno zodiacale dell’Ariete raffigura la testa dell’animale stesso, in particolare le corna, emblema di fecondità nella natura durante il periodo della primavera. Esso può infatti essere associato anche al germoglio che spunta dal terreno, all’eruzione del vulcano, allo zampillo dell’acqua. L’Ariete apre la ruota zodiacale, segnando inoltre l’equinozio di primavera. Mitologia: Il mito greco legato al segno Ariete sono gli Argonauti, ovvero i guerrieri che si imbarcarono nella nave Argo alla conquista del vello dorato. L’Ariete rappresenta la forza psichica e l’iniziazione

*

SEI NATO OGGI?
Adorate l’avventura, le nuove esperienze vi incuriosiscono sempre. Il vostro carattere è molto forte e non siete preoccupati dalle conseguenze delle vostre azioni e così avete sempre dei problemi. Amate l’ignoto, desiderate esplorare nuovi orizzonti e poco importa se si tratti di un piacere, un dovere o una persona. Siete esuberanti e dinamici, intelligenti, ambiziosi. Amate esprimervi in lavori di movimento, volete essere liberi di viaggiare, avete una parlantina sciolta e la capacità di convincere. I nati in questi giorni sono passionali in amore, versatili, avventurosi, agili nella mente e nel corpo e dotati di una grande resistenza fisica.

*

A BERGAMO e in PROVINCIA
Il SOLE sorge alle ore 06.16 e tramonta alle ore 18.40– Durata del giorno ore 12.24 (+3 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte ore 11.36 (-3 minuti rispetto a ieri) – La LUNA calante (visibile al 63%) sorge oggi alle ore 00.35 e tramonta alle ore 09.19

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

,