NECROLOGIE DI OGGI 30 NOVEMBRE 2022

NOTIZIE E CURIOSITA’ di OGGI > MERCOLEDI’ 30  NOVEMBRE  2022
48^ Settimana – Giorni inizio/fine anno 334/31 – BUONA GIORNATA 

I SANTI del GIORNO
Sant’ANDREA Apostolo. Nella Bergamasca è Patrono di Bracca, Cazzano Sant’Andrea, Fino del Monte, Isso, Mornico al Serio, Premolo, Strozza, Suisio, Villa d’Adda. A Bergamo in Città Alta, lungo Via Porta Dipinta l’antica Chiesa dedicata a Sant’Andrea che i Veneziani avrebbero voluto demolire. La vicina Porta oggi detta di “Sant’Agostino infatti prima si chiamava Porta di Sant’Andrea. E’ Patrono della Chiesa Ortodossa – La Chiesa celebra la festa di altri 8 SANTI e 15 BEATI – Secondo giorno della Novena per la Festa dell’Immacolata

PROVERBI del GIORNO
“Per Sant’Andrea o neve o bufera” – “Per Sant’Andrea ti alzi da pranzo e subito ti siedi a cena” (giornate sempre più corte) – Per Sant’Andrea del maiale, venticinque giorni a Natale “Per Sant’Andrea piglia il porco per la setola, se riesci a pigliarlo, fino a Natale lascialo andare (non è pronto per il macello)

AUGURI di BUON COMPLEANNO e di BUON ONOMASTICO a tutte e a tutti coloro che oggi festeggiano questa lieta ricorrenza

AFORISMA del GIORNO
“La cultura è quella cosa che i più ricevono, molti trasmettono e pochi hanno”

IL “PENSIERO” del GIORNO
“Essi subito lasciarono le reti e lo seguirono” – I grandi ideali. Anche se tante volte sono nascosti nel cuore, costituiscono un vero fascino che attira ogni umana creatura che desideri vivere in autenticità il dono della vita. Pur nelle difficoltà della storia, Il sognare in grande e rappresenta l’energia per vivere il presente e per costruire il futuro, in comunione con i fratelli. – “Padre, tu ci doni ogni giorno il tuo Cristo, perché ci lasciamo affascinare dal suo mistero. Con lui impariamo a gustare la vita che ci doni. Inondaci della potenza dello Spirito Santo perché sappiamo leggere col coraggio evangelico le situazioni quotidiane e ci impegniamo a costruire rapporti fraterni con tutti. Amen” – Mons. Antonio Donghi

GIORNATA MONDIALE CONTRO la PENA di MORTE
GIORNATA della MEMORIA delle VITTIME dell’USO delle ARMI CHIMICHE

FESTA della REGIONE TOSCANA
Non è occasionale la scelta di questo giorno. Il 30 novembre 1786 (236 anni fa) Il Granduca di Toscana Pietro Leopoldo Asburgo emanò il primo Decreto al mondo sull’abolizione della pena di morte tramutando la condanna a lavori pesanti di carattere sociale per tutta la vita. Da qui altri Stati hanno adottato lo steso provvedimento fino ai nostri giorni. L’ONU oggi celebra la “Giornata Mondiale contro la Pena di Morte.

LOMBARDIA: VUOLE RIDURRE i TEMPI d’ATTESA per 10 ESAMI
Per dieci prestazioni ambulatoriali, tra cui alcune ecografie e visite specialistiche, verranno ridotti immediatamente i tempi d’attesa, con un finanziamento straordinario aggiuntivo, in modo che almeno le prestazioni in priorità vengano anticipate rispetto ad appuntamenti dati anche a giugno del 2023. Lo hanno detto Attilio Fontana, governatore della Lombardia, e Guido Bertolaso, assessore regionale al welfare, in una conferenza stampa mercoledì nel primo pomeriggio. Le prestazioni individuate, tra quelle maggiormente richieste e con tempi d’attesa particolarmente lunghi, sono la visita oculistica, la visita dermatologica, l’ecocolordopplergrafia cardiaca, l’ecografia biletarale della mammella, l’ecografia dell’addome completo, la prima visita ortopedica, l’ecocolordoppler dei tronchi, la prima visita cardiologica, la prima visita endocrinologica/diabetologica e la prima visita neurologica. Per queste prestazioni, circa 66mila lombardi con priorità 10 o 30 giorni hanno ricevuto appuntamenti da gennaio a giugno del 2023. Questi cittadini verranno richiamati per fissare nuovi appuntamenti il più presto possibile, e comunque entro il 31 dicembre 2022 per quelli con la priorità più breve. Su questo verrà assicurato dalla giunta regionale il finanziamento necessario. “Abbiamo identificato alcuni colli di bottiglia – ha detto Bertolaso – che pian piano risolveremo. Non siamo qui a dire che abbiamo completamente risolto il problema delle liste di attesa, perché nessuno sarebbe in grado di fare una cosa del genere a livello nazionale però abbiamo incominciato a impostare un metodo concreto”. “Fin dal mio insediamento, l’abbattimento dei tempi di attesa è sempre stato uno dei principali obiettivi di questa legislatura. Abbiamo iniziato il percorso stanziando risorse consistenti proprio per consentire ai cittadini di accedere alle prestazioni in tempi appropriati”, ha aggiunto Fontana, secondo cui il problema si verifica anche “per cause indipendenti” dalla volontà della Regione, tra cui “la carenza di figure specialistiche, figlia di una programmazione nazionale inappropriata”, ma anche il comportamento di alcuni cittadini, che dovrebbero “evitare di prenotare in diverse strutture senza annullare gli appuntamenti non utilizzati”

LO SCIOPERO del TRASPORTO del 2 DICEMBRE
E’ previsto uno sciopero nazionale generale: i trasporti pubblici locali e nazionali non saranno garantiti. Sono previsti disagi per chi dovrà mettersi in viaggio usando treni, aerei, taxi, ma anche bus, tram e metropolitane. Lo sciopero coinvolgerà anche la scuola, la sanità e la logistica. L’agitazione è stata indetta da numerose sigle sindacali, locali e nazionali, tra cui Sgc, Al-Cobas, Lmo, Soa, Adl Varese, Cib-Unicobas, Cobas Sardegna, Conf. Cobas, Cub, Sgb, Si-Cobas, Usb, Usi-Cit e Usi Unione sindacale italiana. Sono previste manifestazioni regionali e provinciali e presidi nelle principali città. Lo sciopero di venerdì 2 dicembre ha orari e modalità diverse da città a città. Disagi per chi deve prendere il treno dalle 21 di giovedì 1 dicembre alle 21 di venerdì 2 dicembre. Trenitalia garantisce i treni a Lunga Percorrenza e i servizi essenziali rarie di maggiore frequentazione dalle ore 6:00 alle ore 9:00 e dalle ore 18:00 alle ore 21:00. I treni Regionali possono subire cancellazioni o variazioni. Per il trasporto regionale (come Trenord) sono stati istituiti i servizi essenziali nelle fasce orarie di maggiore frequentazione (dalle ore 06.00 alle ore 09.00 e dalle ore 18.00 alle ore 21.00 dei giorni feriali). Trenitalia ha messo a disposizione un numero verde (800.89.20.21) per avere informazioni sulle linee e sul sito c’è l’elenco delle tratte garantite. Lo sciopero non dovrebbe riguardate il personale ATB e TEB. (il sito ATB non riporta notizie di sciopero)

GLI APPUNTAMENTI alla BIBLIOTECA “A. MAI” di DICEMBRE
Due sono gli appuntamenti in questo inizio di dicembre offerti dalla Biblioteca Civica Angelo Mai di Bergamo alla cittadinanza. Venerdì 2 dicembre, alle ore 18, prende avvio il ciclo di conferenze «Espressione d’onore e d’amore; o vero, imagine dell’animo». I libri di lettere nel Cinquecento. Organizzato dal Centro di Studi Tassiani e dalla Biblioteca, il ciclo intende proporre la lettura di alcuni libri di lettere di importanti autori del XVI secolo, cercando di porre in rilievo gli aspetti più curiosi e peculiari delle edizioni di raccolte epistolari: spesso presentate come utili modelli per scrivere lettere con eleganza, in un buon volgare, sempre in bilico tra pubblico e privato, nel Cinquecento hanno letteralmente invaso il mercato del libro italiano. ‘incontro di venerdì, La Bergamo dei corrieri e dei libri di lettere. Una capitale per l’epistolografia della prima età moderna, è tenuto da Paolo Procaccioli (Università degli Studi della Tuscia). Ingresso libero fino a esaurimento posti. E’ suggerita la prenotazione ([email protected], telefono: 035399430-431). L’intero programma è disponibile sul sito della Biblioteca. Prima della conferenza, alle ore 17.30, nell’Atrio Scamozziano si svolgerà una visita guidata alla mostra «Con le vostre divine lettere». Gli epistolari di Bernardo, Torquato ed Ercole Tasso tra manoscritti e stampe (18 novembre 2022 – 28 febbraio 2023), curata da Cristina Cappelletti, Massimo Castellozzi, Elisabetta Olivadese. Lunedì 5 dicembre, alle ore 17.45 nel Salone Furietti, l’Associazione Amici della Biblioteca offre alla cittadinanza un concerto augurale per le prossime festività: il Trio di Bergamo, composto da Ljuba Bergamelli (soprano), Andrea Bergamelli (violoncello) e Attilio Bergamelli (pianoforte), e il duo jazz formato da Gianluigi Trovesi (sax) e Umberto Petrin (pianoforte) eseguiranno un programma intitolato SONGS, con musiche di Alfredo Piatti. nell’occasione sarà presentato il Calendario artistico 2023 che l’Associazione Amici della Biblioteca ha realizzato anche quest’anno nel solco di una tradizione ormai consolidata. Per salutare l’avvio dell’anno 2023, che vede Bergamo e Brescia unite in veste di Capitale della Cultura, le immagini del calendario sono equamente ripartite tra alcuni dei pezzi più significativi della Biblioteca Angelo Mai e della Biblioteca Queriniana. L’ingresso è libero fino a esaurimento posti. Anche per questo evento si suggerisce la prenotazione ([email protected], telefono: 035399430-431)

ARRIVA la NEVE? MENO TRENI E’ il PIANO FFSS
Se traversine e rotaie si verranno ricoperte dalla neve (o in caso di gelate) i treni per Milano potranno diminuire. È quello che è stato messo nero su bianco nel “Piano neve e gelo per le linee ferroviarie della Lombardia” presentato da Rfi nella giornata di mercoledì 30 novembre a Milano. “Un piano operativo per gestire al meglio la circolazione ferroviaria in caso di criticità legate alle condizioni meteo avverse, in particolare a situazioni di neve e gelo”, precisano da Rete ferroviaria italiana. Il traffico ferroviario, nel dettaglio, potrebbe diminuire del 30% “in caso di allerta lieve (gialla/arancione)” mentre sale al 50% “nei casi di allerta grave (arancione/rossa)”, puntualizzano dall’azienda. La riduzione sarà “preventivamente programmata in accordo con le imprese ferroviarie e annunciata il giorno precedente la dichiarazione di allerta, in stretta relazione all’andamento delle condizioni meteorologiche, allo stato di efficienza e disponibilità dell’infrastruttura (funzionalità di stazioni, scambi, binari, linea elettrica aerea), oltre a specifiche misure tecniche e organizzative per garantire la regolarità del servizio ripianificato”, chiariscono da Rfi attraverso una nota. Tra le situazioni di criticità rientra anche il fenomeno del gelicidio. Meno treni ma non solo, il piano freddo di Rfi prevede anche attività preventive per tenere in funzione le linee, attività che consistono in “controlli straordinari dello stato di funzionamento delle scaldiglie, lubrificazione continua degli scambi, effettuazione di corse preventive ‘raschiaghiaccio’ su determinate linee o lubrificazione delle linee di alimentazione elettrica con liquido antigelo”. Fa sempre parte del piano antigelo il taglio della vegetazione potenzialmente critica, e nella formazione specifica del personale che sarà chiamato a intervenire sull’infrastruttura.

CHI E’ SANT’ANDREA?
Oggi, 30 novembre, si festeggia Sant’Andrea Apostolo. E’ lui il santo del giorno che farà augurare “buon onomastico” a tutti gli Andrea d’Italia e del mondo. Ma chi era Sant’Andrea? Qual è la sua storia? E’ considerato il protettore di qualche categoria professionale? Storia. Dal greco, Andrea significa “virile, gagliardo”. Come riporta Wikipedia, è stato un apostolo di Gesù Cristo, venerato come santo dalla Chiesa cattolica e da quella ortodossa. Fratello di Pietro Apostolo, Il Nuovo Testamento afferma che Andrea era figlio di Giona o Giovanni; e che era nato a Betsaida sulle rive del Lago omonimo in Galilea. Assieme al fratello Pietro esercitava il mestiere di pescatore e la tradizione vuole che Gesù stesso lo avesse chiamato ad essere suo discepolo. Dopo la Pentecoste, si dice che abbia viaggiato in Grecia per diffondere in Vangelo. Il martirio. Andrea è stato martirizzato per crocifissione a Patrasso (Patrae) in Acaia (Grecia). Dai primi testi apocrifi, come ad esempio gli Atti di Andrea citati da Gregorio di Tours, si sa che Andrea venne legato e non inchiodato su una croce latina (simile a quella dove Cristo era stato crocifisso), ma la tradizione vuole che Andrea sia stato crocifisso su una croce detta Croce decussata (a forma di ‘X’) e comunemente conosciuta con il nome di “Croce di Sant’Andrea”. Culto. La festa di sant’Andrea è ricordata il 30 novembre nelle Chiese d’Oriente e d’Occidente ed è festa nazionale in Scozia. E’ venerato anche in Corsica, in Romania e in Ucraina. Ad Amalfi, in provincia di Salerno, dove è Santo Patrono, la festa di sant’Andrea ricorre più volte all’anno. La prima è il 28 gennaio, festa della reliquia; la seconda la domenica di Pasqua e il lunedì di Pasquetta; la terza il 7 e l’8 maggio, traslazione delle reliquie (detta “S.Andrea a’quaglia”). E’ considerato il protettore dei pescatori

ACCADDE OGGI
1907 – Nasce la “Perugina” (115 anni fa) la più grande Società dolciaria
1957 – Muore a Roma (65 anni fa) Gerolamo Gigli una delle voci più amate dagli italiani e a livello internazionale del dopoguerra

SIGNIFICATO del NOME “ANDREA”
Deriva dal nome greco Andreas e dalla parola greca andros che significa “uomo, maschio, virile”. Il termine andros (radice di altre parole italiane come androgino o androide) è l’equivalente del latino vir da cui deriva proprio l’aggettivo “virile”. E’ un nome molto antico, già in uso presso gli antichi greci grazie ai quali si diffuse in Palestina e Egitto; venne utilizzato anche dai primi cristiani, in venerazione di Sant’Andrea apostolo. Il nome è ancora oggi molto popolare in Italia (è stabilmente nella Top 10 dei nomi più usati per neonati almeno dal 1999) e risulta il più diffuso al mondo nelle sue varianti sia al maschile che al femminile (in inglese, tedesco, olandese, spagnolo e nei paesi scandinavi il nome Andrea è esclusivamente femminile, ma esistono varianti maschili). In Italia l’utilizzo è quasi unicamente maschile anche se recentemente si registrano alcune bambine di nome Andrea dopo che per anni era stato addirittura vietato dalla Legge. Oggi è Sant’Andrea. In Italia portano questo nome circa 305.722 persone di cui il 17,4% in Lombardia.

PROVERBI BERGAMASCHI
A sant’Andréa de la barba bianca, i è rar i agn che la manca” (A sant’Andrea della barba bianca, sono rari gli anni in cui manca (la neve)
Se a sant’Andréa no la egnerà, a sant’Ambrös no la falerà” (Se la neve non arriva a Sant’Andrea, non mancherà a sant’Ambrogio (8 dic)
Niv novembrina, màder e madrégna” (Neve di novembre, madre e matrigna)

SALUTE: Le CAUSE della FORFORA
Le ragioni della forfora possono essere numerose e certe possono presentarsi contemporaneamente: 1) Un fungo, che si nutre del sebo, la sostanza grassa e oleosa esistente sul cuoio capelluto, può collaborare alla creazione della forfora: ha infatti un effetto irritante e la sua azione può accrescere lo sviluppo di nuovi strati cutanei, intensificando la caduta dei frammenti di forfora – 2) Cattiva alimentazione, quando si tende al consumo di grassi o si mangiano scarsi cibi ricchi di zinco, vitamine del gruppo B o certi tipi di grassi; anche troppe bevande alcoliche possono aggravare la forfora – 3) Stress: può dare inizio a meccanismi all’origine della creazione della forfora o sottolinearne la manifestazione. Qualche volta lo stress si accompagna ai passaggi stagionali, durante i quali i disturbi di forfora avvengono più spesso – 4) La cute secca o grassa: sono due situazioni che facilitano la comparsa della forfora. Ambienti secchi possono causare uno stato irritativo della cute. Nella seconda situazione, la forfora compare in concomitanza a una dermatite seborroica. Questo disturbo si estende oltre che al cuoio capelluto a tutte le aree del corpo dove si trovano ghiandole sebacee, tipo sopracciglia, gli angoli attorno al naso, inguine e ascelle – 5) Psoriasi: quando questa malattia colpisce il cuoio capelluto facilita la comparsa di forfora – 6) Irritazione o sensibilità provocati dai prodotti per la cura dei capelli, soprattutto gli shampoo o altri cosmetici che causano una dermatite contatto irritativa, provocando il meccanismo all’origine della forfora

I TURNI delle FARMACIE
*** TURNO DIURNO durante il giorno, per sapere i turni si può chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24 ore su 24.
*** TURNO NOTTURNO: (da questa sera ore 21 a domani 1 dicembre ore 9) Per sapere i turni si può chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24/24 – consultare il sito www.federfarma.bergamo.it
*** CONTINUITA’ ASSISTENZIALE (ex Guardia Medica) tel. 116117 attivo dalle ore 20 alle ore 8 nei giorni lavorativi24 ore su 24 nei giorni di sabato e domenica (fino le ore 8 di lunedì) e festivi.

NOVITA’ in LIBRERIA: “IL VOLTO di UN IMPERO
Storia e tecnologia – pag. 672 – costo € 40,00 – trama: Per Jonathan Richardson, pittore e teorico delle arti visive del XVIII secolo, il principale requisito del ritratto è quello di raccontare la storia del soggetto rappresentato sulla tela – il suo vero io, l’essenza nascosta dietro la maschera del potere e della fama – al fine di tramandarne il ricordo. Perché il ritratto, se da un lato cristallizza un istante del presente, dall’altro si proietta nel futuro, a beneficio dello sguardo di coloro che verranno dopo, continuando a vivere nel giudizio del pubblico. Nell’era della fretta e dei selfie, lo storico Simon Schama, docente alla Columbia University, osserva dunque con attenzione dipinti e fotografie dei secoli passati. Vi legge personalità ed emozioni: risolutezza, risolutezza, amore, ambizione, coraggio, dolore. E, unendo storia e arte, attraverso una serie sorprendente di immagini conservate alla National Portrait Gallery di Londra, ripercorre la storia dell’Inghilterra, dai Tudor ai giorni nostri. Immagini che hanno permesso ai britannici di ricordare «chi erano», contribuendo così alla costruzione di un’identità culturale collettiva, di una tradizione e di una memoria condivisa

CULTURA e AVVENIMENTI in CITTA’ e in PROVINCIA
BERGAMO – Circolo Artistico Bergamasco (Palazzo ACI) –fino al 1° dicembre dalle ore 16 alle 19 – Collettiva di Pittura, sculture e fotografie
BERGAMO – Centro Culturale “Alle Grazie” Viale Papa Giovanni – 1 dicembre ore 17,30 – “La lezione di Elsa Morante oggi: arte come liberazione e un’integrità del reale” relatore Gianni Vacchielli
BERGAMO – Palamonti Via Presolana – 1 dicembre ore 21 – presentazione del libro “Una trappola d’aria” di Giuseppe Festa
BERGAMO – Centro Culturale “Alle Grazie” – 2 dicembre ore 18 – “Il dialogo delle Culture e l’umanità comune come pensare il rapporto tra natura e culture” relatore Maurizio Chiodi
BERGAMO – Chiesa di Loreto – 2 dicembre ore 20,30 – “Fermarono i cieli” – Concerto di Ambrogio Sparagna, con l’Orchestra Popolare Italiana e l’attore e cantante Peppe Servillo – promosso da Molte fedi sotto lo stesso cielo
BERGAMO – Chiesa “Alle Grazie” – 3 dicembre ore 15 – Alla scoperta dell’altare maggiore del Pirovano – visita guidata
BERGAMO – Chiesa Parrocchiale di Longuelo – 8 dicembre ore 21 – “Omaggio a Maria” – Concerto con Lorenzo Monguzzi e Valerio Baggio
BERGAMO – Seminario Vescovile – 15 dicembre ore 21 – Converto di Natale con Gen Rosso a favore dei Missionari Bergamaschi
ALBINO – Chiesa di San Bartolomeo – fino al 26 dicembre – “Dialogo fra capolavori restaurati di Moretto e Moroni”
ALBINO – Ritrovo Infopoint per bus navetta – 3 dicembre ore 14,30 – trasferimento presso le Chiese parrocchiali di Oneta – Parre e Fino del Monte – tel. 035 704063
CASTIONE della PRESOLANA – Centro –fino al 18 dicembre (ogni sabato e domenica e festivi) – Mercatini di Natale

IL CINEMA a BERGAMO: “UNA VOCE FUORI dal CORO”
Film drammatico – critica *** – durata 108 minuti – consigliato +13 anni – trama: Il complicato rapporto tra fratelli nel quartiere popolare di Sète. Nour ha quattordici anni ed è l’ultimo di quattro fratelli, tutti più grandi di lui e dalle personalità focose, irascibili, mutevoli. I quattro sono abituati a fare famiglia tra loro, da quando il padre è morto e la madre è in coma. I fratelli più grandi si arrangiano tra vari lavoretti, e con l’inizio dell’estate anche Nour viene coinvolto per contribuire all’economia familiare e alla cura della madre malata. Ma un giorno incontra Sarah, un’insegnante di canto che lo coinvolge nel suo corso. Per Nour è l’occasione di scoprire una passione innata che gli viene dai genitori, e per aprirsi a un mondo diverso da quello in cui è cresciuto. Yohan Manca adatta per lo schermo del materiale teatrale, tradendo però la dimensione da palcoscenico e privilegiando invece le riprese in esterna, curiose e sempre in movimento come ben si addice all’estate delle “grandes vacances” che sta per iniziare

La BAGUETTE E’ PATRIMONIO dell’UNESCO
Con la sua crosta croccante e la mollica morbida, simbolo della vita quotidiana francese, è stata inserita nella lista del patrimonio immateriale dell’umanità dell’Unesco. Più precisamente, sono le competenze artigianali e la cultura della baguette ad essere state valorizzate dall’organizzazione, che onora soprattutto le tradizioni da salvaguardare piuttosto che i prodotti stessi

SEGNO ZODIACALE: SAGITTARIO dal 23 novembre e il 21 dicembre.

SEI NATO OGGI?
Siete dotati di una bella parlantina, con una mente acuta e con molta immaginazione. Persone estremamente creative, dovreste scrivere, tenere conferenze, insegnare nel campo del giornalismo o dell’arte. La vita sociale e gli amici sono importantissimi, ed allo stesso tempo voi lo siete per il vostro gruppo. Ambiziosi, generosi e sinceri, avete una grande opinioni di voi e non ponete limiti ai vostri obiettivi. Vi manifestate al meglio nel campo artistico, intellettuale e creativo. Socievoli e ricchi di immaginazione, avete un carattere dinamico e mobile e numerosi talenti, ma non riuscite mai a rilassarvi: dovete sempre agire

A BERGAMO e in PROVINCIA
Il SOLE sorge alle ore 07.37 e tramonta alle ore 16.43 – Durata del giorno ore 09.06 (-1 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte ore 14.54 (+1 minuti rispetto a ieri) – La LUNA crescente (visibile al 49%) sorge oggi alle ore 13.23 e tramonta domani alle 00.02

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

,