NECROLOGIE DI OGGI 14 MAGGIO 2022

I SANTI del GIORNO
San MATTIA Apostolo (da non confondere con l’Apostolo Matteo). Mattia, presente nel Cenacolo, è stato testimone della Resurrezione di Gesù, fu così chiamato a sostituire Guida “il traditore”. E’ patrono degli ingegneri, macellai, alcolisti. La “tradizione contadina lo vuole tra i “Santi dell’ultimo freddo” – Santi FELICE e FORTUNATO martiri – San GALLO patrono della frazione di San Giovanni Bianco (Bg) – Santa GIUSTA e EREDINA martiri – Santa MARIA DOMENICA MAZZARELLO religiosa – La Chiesa celebra la Festa di altri SANTI e BEATI – Domani 15 maggio alle ore 10 (diretta RaiUno – Canale5 – TV2000) il Beato Luigi Maria Palazzolo sarà proclamato Santo (vedi sotto la sua biografia)

OFFERTE DI LAVORO IN PROVINCIA AGGIORNATE SETTIMANALMENTE

*
AFORISMA del GIORNO
“La vita è tutta una questione di equilibrio. Non sempre è necessario fare qualcosa. A volte è assolutamente necessario spegnere tutto, rilassarsi e non fare nulla”

*

IL PENSIERO del GIORNO
“Rimanete nel mio amore” – Il linguaggio spaziale rappresenta una intensa espressione per indicare una profonda vita dì reciprocità. Il rimanere nell’amore sottolinea l’abitare l’uno nell’altro per ritradurre lo sviluppo di una meravigliosa intimità. Essere nell’altro rappresenta la profonda esigenza della dinamica affettiva per dare fecondità ad una bella relazionalità, che edifica la persona umana –  Padre, la bellezza d’essere amati si costruisce in una intensa reciprocità. Il tuo desiderio sta nella volontà del tuo Figlio Gesù che brama che noi abitiamo stabilmente nella sua vita interiore per sentirci sempre più uomini rigenerati nella speranza. Il Risorto in noi e noi nel Risorto: ecco l’intimità che nello Spirito Santo vogliamo perseguire per diventare sempre più suoi fecondi discepoli. Infondi nel nostro cuore un simile desiderio per gustare il mistero della vocazione evangelica insieme con tutti i fratelli. AMEN Alleluia – a cura di Mons. Antonio Donghi

*

GIORNATA MONDIALE della FAMIGLIA
Si celebra ogni anno il 15 maggio. Nel 1994 l’Assemblea Generale delle Nazioni Uniti (ONU) ha proclamato questa giornata, dedicandola al “fondamentale gruppo sociale e l’ambiente naturale per lo sviluppo e il benessere di tutti i suoi membri, in particolare i bambini”. Così l’Onu considera e definisce la famiglia. La Costituzione italiana, all’articolo 29, afferma: “La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio […] sull’uguaglianza morale e giuridica dei coniugi, con i limiti stabiliti dalla legge a garanzia dell’unità familiare

*

  • GIORNATA NAZIONALE sui PROBLEMI LEGALI all’ALCOL
  • GIORNATA NAZIONALE dell’8×1000 alla CHIESA CATTOLICA
  • GIORNATA NAZIONALE della NUTRIZIONE
  • SETTIMANA MONDIALE della CELIACHIA

*

MAGGIO MESE del LIBRO
Questa l’idea di base della XII edizione de Il “Maggio dei Libri”, campagna per il Libro e la Lettura. Torna, quindi, il mese dedicato ai libri fino al 31 maggio e lo fa con iniziative ispirate al tema ContemporeaMente. Leggere per comprendere. Nata nel 2011, l’iniziativa punta a intercettare anche chi non è così appassionato alla lettura. In un paese in cui questa è coltivata da poche persone, il Maggio dei Libri vuole far riscoprire il valore sociale dei libri come elemento fondamentale per la crescita personale, culturale e civile. Al Maggio dei Libri tutti possono partecipare, sia in presenza che in digitale. Le iniziative si svolgeranno a partire dal 23 aprile, la giornata mondiale UNESCO del libro e del diritto d’autore, e termineranno il 31 maggio. Coinvolgeranno enti, biblioteche, librerie, festival, editori, associazioni culturali sia in Italia che fuori. Il tema su cui l’edizione di quest’anno si basa sarà articolato in tre filoni: Leggere per comprendere il passato, Leggere per comprendere il presente, Leggere per comprendere il futuro

*

LE IPOTESI SULLE PENSIONI 2023
I sindacati tornano a chiedere al governo la ripresa di un confronto sulla riforma delle pensioni, interrotto a febbraio a causa dell’invasione dell’Ucraina da parte della Russia. I tempi stringono: a settembre dovrà essere definita la nuova legge di bilancio con all’interno nuove misure previdenziali per il 2023. A dicembre 2022, infatti, scade Quota 102 (64 anni d’età e 38 di contributi) e si rischia di tornare ai 67 anni della Legge Fornero. Mentre i sindacati puntano su nuovi canali per il pensionamento anticipato, il governo ha più volte chiarito di voler individuare nuove forme di flessibilità in uscita dal mondo del lavoro purché rientrino all’interno del sistema contributivo. Vediamo insieme quali potrebbero essere le soluzioni previdenziali per il 2023. Il compromesso tra governo e sindacati sulla nuova riforma delle pensioni 2023 potrebbe essere la pensione in due tempi, misura che prevede una prima quota calcolata con il sistema contributivo e una seconda quota con il retributivo, da corrispondere in un momento successivo. Con questo metodo l’assegno pieno, ossia quello composto dalla quota retributiva e quota contributiva, arriverebbe solo al raggiungimento della pensione di vecchiaia. Sotto la lente anche Quota 41 (41 anni di contributi a prescindere dall’età lavorativa) e l’uscita dal lavoro con 64 anni d’età e con almeno 20 anni di contributi, anche se i sindacati vorrebbero l’estensione della flessibilità a partire dai 62 anni di età.

*

SETTIMANA della CULTURA – “NELLA CITTA’ di TUTTI”
Nei prossimi mesi su tutto il territorio della nostra Diocesi avrà vita una speciale iniziativa nella quale le diverse esperienze culturali delle Parrocchie, delle Istituzioni religiose e delle Associazioni laicali, possano tutte insieme aprire, nei medesimi giorni, le loro porte e formulare un invito festoso e una piccola proposta per tutti. Gli Uffici pastorali, insieme agli Istituti Culturali Diocesani, hanno sviluppato l’iniziativa che si propone di rendere protagoniste e ancor più conosciute e coinvolgenti le esperienze delle nostre Comunità. Sabato 21 maggio alle ore 10.00 presso la Casa del Giovane (via M. Gavazzeni, 13 – Bergamo) è in programma la presentazione ufficiale del progetto culturale diocesano della “Settimana della Cultura”(che si svolgerà dal 15 al 23 aprile 2023) a cui sono invitati tutti coloro che nelle parrocchie svolgono compiti nell’ambito della cultura (arte, musica, teatro, cinema, organizzazione di incontri e dibattiti) e delle comunicazioni sociali (bollettini, sito, social media)

*

I PERSONAGGI nelle VIE di BERGAMO
LUIGI MARIA PALAZZOLO nato a Bergamo, 10 dicembre 1827 – morto a Bergamo, 15 giugno 1886 è stato un presbitero italiano, fondatore della Congregazione delle Suore delle Poverelle; è stato proclamato beato nel 1963 da papa Giovanni XXIII – proclamato Santo da Papa Francesco il15 maggio 2022. Ultimo degli otto figli di Ottavio e Teresa Antoine, fu l’unico dei fratelli a raggiungere l’età adulta; nel 1837 perse il padre e fu educato dalla madre, donna molto religiosa, con l’aiuto dei suoi direttori spirituali Pietro Sironi e Alessandro Valsecchi. Fu ordinato sacerdote il 23 giugno 1850 da Carlo Gritti Morlacchi, vescovo di Bergamo. Esercitò il suo ministero dapprima nell’oratorio della Foppa della parrocchia di Sant’Alessandro in Colonna e, dal 1855, come rettore della chiesa di San Bernardino. Si dedicò particolarmente alla predicazione delle missioni al popolo e degli esercizi spirituali, all’organizzazione di attività per il tempo libero dei fedeli (spettacoli teatrali, giochi) e all’apertura di scuole serali per adulti. Il 6 gennaio 1864 istituì in San Bernardino la Pia Opera di Santa Dorotea, a favore delle giovani pericolanti o traviate, e nel 1869 aprì l’oratorio di Santa Dorotea. Sostenuto dal canonico Alessandro Valsecchi, divenuto ausiliare del vescovo Pietro Luigi Speranza, e aiutato da Teresa Gabrieli (proclamata Venerabile), il 22 maggio 1869 fondò la congregazione delle Suore delle Poverelle per l’assistenza agli orfani e agli abbandonati; il 4 ottobre 1872 istituì un’analoga congregazione maschile detta dei Fratelli della Sacra Famiglia, estinta nel 1928. Affetto da disturbi cardiaci, tormentato da una grave forma di risipola, morì il 15 giugno 1886. Il 4 gennaio 1904 la salma di Palazzolo fu riesumata dal cimitero bergamasco di San Giorgio (Ndr:: oggi Piazzale della Malpensata) e traslata nella chiesa della Casa Madre delle Suore delle Poverelle in Via San Bernardino a Bergamo. Il processo informativo diocesano su vita, virtù e fama di santità del sacerdote ebbe inizio il 31 gennaio 1913. Il 20 novembre 1958 papa Giovanni XXIII firmò il decreto di introduzione della causa presso la Congregazione dei Riti. Palazzolo fu proclamato beato da Giovanni XXIII il 19 marzo 1963

*

SIGNIFICATO del NOME
MATTIA – l nome deriva dall’ebraico Mattaj e significa “dono del Signore”. Come il nome Matteo, di cui costituisce una variante, è composto da mathat, “dono” e Yah, “Dio, Signore”. Mattia fu l’apostolo chiamato a sostituire il traditore Giuda Iscariota nel collegio apostolico. Questo nome è particolarmente apprezzato dai genitori italiani: se sommato a Matteo (stessa origine e stesso significato) risulterebbe il nome più popolare per i nuovi nati degli ultimi anni della penisola. Mattia non appare nelle altre classifiche estere. L’onomastico si festeggia generalmente il 14 maggio in ricordo dell’apostolo Matti. In Italia portano questo nome circa 13.862 persone di cui il 21,7% in Campania, 11,7% in Lombardia.

*

PROVERBI

  • “L’intelligenza fa pensare, la credenza fa agire”
  • “Le credenze dividono, i dubbi uniscono”
  • “I gatti neri non portano fortuna”

*

L’ANGOLO della LETTURA
RAFFAELLO – UN DIO MORTALE critica **** – pag. 360 – costo € 20,90 – trama: “Raffaello ha solo dipinto. Non è stato un uomo complesso come Leonardo, un pensatore curioso di tutto; non è stato come Caravaggio, un ‘maledetto’ che vive una vita piena di contrasti; non è stato un artista come Michelangelo, pittore, scultore, poeta, architetto. Raffaello ha dipinto soltanto. E ogni volta ha inventato un capolavoro. I pittori, come il suo maestro Perugino, tendono a ripetersi, a riprodurre un modello, hanno un archetipo di riferimento. Lui no. Ogni volta inventa un’immagine nuova. Opere che la critica disconosce sono di Raffaello: sono opere diverse da quelle che ci aspettiamo, perché Raffaello non è solo Raffaello, è anche Giorgione, è Caravaggio, è Michelangelo, è Parmigianino. Lui è tutto: nessuno è ‘più tutto’ di lui. Quello che ha fatto Raffaello è un prolungamento della creazione di Dio e della bellezza del mondo, una bellezza assoluta, senza limiti.” Seguendo il racconto di Giorgio Vasari, Vittorio Sgarbi compone il suo racconto di Raffaello, dal commovente rapporto con il padre e la madre, al magistero di Pietro Perugino, dagli affreschi delle Stanze Vaticane fino al torbido amore per la Fornarina che destabilizzò la sua calma olimpica. E ogni volta Vittorio Sgarbi percorre la fitta rete di legami con i pittori del suo tempo: l’ammirazione per Leonardo, il rapporto contrastato con Michelangelo, l’amicizia con Bramante

*

L’ANGOLO della SALUTE
L’INTOLLERANZA al LATTOSIO è una delle più frequenti intolleranze alimentari, e colpisce circa la metà della popolazione italiana (Dati AIL, 2020). L’incidenza dell’intolleranza varia non poco a seconda delle zone e all’etnia: se circa il 22% degli abitanti degli Stati Uniti ne è affetto, la percentuale si abbassa notevolmente in Europa settentrionale (siamo intorno al 5%), per aumentare esponenzialmente nell’Europa meridionale (70%). Coloro che sono intolleranti al lattosio sanno che devono tenersi lontani da latte e derivati. Tuttavia, non sono i soli alimenti a contenere questo zucchero. i alimenti che contengono lattosio sono, com’è risaputo, il latte e i suoi derivati. Ciò non significa, però, che tutti i latticini siano ricchi di lattosio, né che il lattosio sia presente soltanto nel latte e nei suoi derivati. Per fare qualche esempio, il gelato a base di latte avrà il lattosio, ma alcuni formaggi stagionati, come ad esempio il parmigiano, ne sono quasi privi; lo yogurt è tollerato molto bene da chi generalmente ha problemi con il latte, e così via. Tra i prodotti “insospettabili” che contengono lattosio, indichiamo: sughi pronti – dado da brodo – puré – alcuni liquori – panini al latte – insaccati – affettati (come il prosciutto cotto) – alimenti in scatola – altri prodotti confezionati. Questo perché il lattosio, spesso, è utilizzato come additivo alimentare. Inoltre, il lattosio è presente in alcuni farmaci, ma di solito la quantità è così bassa da risultare irrilevante

*

I TURNI delle FARMACIE:

  • *** TURNO DIURNO durante il giorno, per sapere i turni si può chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24 ore su 24.
  • *** TURNO NOTTURNO: (da questa sera ore 21 a domani 15 maggio 2022) – Alzano Lombardo Farmacia P.za Italia – BERGAMO Farmacia Comunale 2 Via Carducci 55 – Bonate Sopra (fino le ore 24) – Bracca – Calusco d’Adda – Castro – Cividate al Piano – Foresto Sparso – Gandino – Isola di Fondra – Leffe – Orio al Serio (fino le ore 24) – Osio Sotto – Parre – Pumenengo – Rota d’Imagna – SERIATE Farmacia Via Marconi – TREVIGLIO Farmacia Comunale 3 Viale Piave
  • *** CONTINUITA’ ASSISTENZIALE (ex Guardia Medica) tel. 116117 attivo dalle ore 20 alle ore 8 nei giorni lavorativi24 ore su 24 nei giorni di sabato e domenica (fino le ore 8 di lunedì) e festivi.

*

L’ANGOLO della CULTURA e degli AVVENIMENTI

  • BERGAMO – Spazio Daste e Spalenga – 15 maggio dalle ore 10 – “La centrale dei dischi, mostra e mercato del vinile”
  • BERGAMO – Piazza Mercato delle scarpe Città Alta – 15 maggio ore 15 – Visita guidata a Bergamo Alta
  • BERGAMO – Valle della Biodiversità – 15 maggio ore 16 – “Il polline: forme, colori e dimensioni”
  • BERGAMO – Palazzo del Podestà Piazza Vecchia – 15 maggio ore 16 – Libri – libri – libri
  • BERGAMO – Centro – 15 aprile ore 9 – Corri Dog – Giornata dei cani guida –
  • BRIGNANO GERA D’ADDA – Palazzo Visconti – 15 maggio ore 18 – Concerto “Echi romantici”
  • ALMENNO San BARTOLOMEO – centro paese –  15 maggio dalle ore 8 – Mercato agricolo e non solo.
  • CAMERATA CORNELLO – Biblioteca – 15 maggio ore 15 – “Scrivere lettere con penna d’oca, inchiostro e cera lacca”
  • CASTIONE della PRESOLANA – Sciovia Valzelli – 15 maggio ore 16 – “Trekking al tramonto sul Monte Alto”
  • GANDINO – Basilica – 15 maggio dalle ore 14,30 – Visita guidata alla Basilica e Museo
  • GRONE – Colli di San Fermo– 15 maggio ore 8 – Raduno auto sportive
  • PREMOLO – Grem Bike Hostel – 15 maggio ore 10,30 – come realizzare i casoncelli alla bergamasca? Ve lo spiega la sciura Maria
  • STEZZANO – Villa Moroni – 15 maggio ore 18,30 – consegna 40° Premio Piccinini con la straordinaria partecipazione di Sandra Nilo
  • TORRE PALLAVICINA – Casa Parco Oglio – 15 maggio ore 9 – Giornata del verde pulito
  • TREVIGLIO – Teatro Nuovo – 15 maggio ore 15,30 – Spettacolo: “La bella e la Bestia” – Rassegna Teatrale 
  • TREVIGLIO – Centro – 15 maggio dalle ore 8 – Mercatino dell’antiquariato

*

L’ANGOLO del CINEMA
L’ARMA dell’INGANNO – OPERAZIONE MINCEMEAT – Critica **** – dura 128 minuti – film drammatico – trama: Due ufficiali usano degli stratagemmi per sconfiggere i nazisti. Londra, 1943. Gli ufficiali Ewen Montagu e Charles Cholmondeley, membri dell’MI5 che sviluppa durante la guerra un sistema efficace di controspionaggio (Double Cross), escogitano un piano improbabile quanto ingegnoso per ingannare i nazisti e fargli credere che gli alleati sbarcheranno in Grecia invece che in Sicilia. Lo stratagemma consiste nel lasciare andare alla deriva, in prossimità della costa spagnola, il cadavere del maggiore William Martin, fornito di un fascicolo d’informazioni che attestano la sua esistenza e il falso piano di invasione. Il maggiore in questione è in realtà un povero diavolo morto avvelenato e prestato alla patria che gli inventa una nuova identità. A guidare l’operazione Mincemeat, con Montagu e Cholmondeley ci sono anche Ian Fleming, il padre di James Bond, e Jean Leslie, segretaria dei servizi segreti che ispira il romance di William Martin e innamora perdutamente i due ufficiali

*

L’ANGOLO della CUCINA
I BENEFICI dei PISELLI – Dal cuore alla dieta, dalla digestione alla protezione del bebè, ecco perché i piselli ci sono davvero amici. Sono ricchi di proteine e fonti di vitamine (soprattutto A ed E, ma anche B1, B2, B9 – il preziosissimo acido folico – C e K). Contengono diversi sali minerali (potassio, ferro, fosforo, calcio, magnesio, zolfo, sodio e zinco) e pochi grassi. Sono ricchi anche di fibre solubili, amidi e zuccheri. Per tutte queste ragioni, i piselli sono un alimento ideale per il nostro corpo. I piselli sono, come tutti i legumi, tra i cibi più ricchi di proteine vegetali, che rispetto a quelle animali, hanno un minor contenuto di grassi, un indice glicemico basso e danno un maggior senso di sazietà. Sono inoltre ricchi di amminoacidi essenziali.

*

SEI NATO OGGI?
Adorate l’avventura, le nuove esperienze vi incuriosiscono sempre. Il vostro carattere è molto forte e non siete preoccupati dalle conseguenze delle vostre azioni e così avete sempre dei problemi. Amate l’ignoto, desiderate esplorare nuovi orizzonti e poco importa se si tratti di un piacere, un dovere o una persona. Siete esuberanti e dinamici, intelligenti, ambiziosi. Amate esprimervi in lavori di movimento, volete essere liberi di viaggiare, avete una parlantina sciolta e la capacità di convincere. I nati in questi giorni sono passionali in amore, versatili, avventurosi, agili nella mente e nel corpo e dotati di una grande resistenza fisica

*

A BERGAMO e in PROVINCIA
Il SOLE sorge alle ore 05.48e tramonta alle ore 20.47– Durata del giorno ore 14.59 (+2 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte ore 09.01 (-2 minuti rispetto a ieri) – La LUNA crescente (visibile al 89%) sorge oggi alle ore 18.47 e tramonta domani alle ore 05.24

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

,