NECROLOGIE DI OGGI 3 SETTEMBRE 2022

DUE MORTI sul LAVORO nella BERGAMASCA

In due giorni nella nostra provincia hanno perso la vita due giovani lavoratori: Omar Ait Yussef ( Mondovì) di 31 anni e Gianluigi Marchesi (Villa di Serio) di 34 anni. Le dinamiche dei due gravi infortuni mortali lasciano tutto il mondo del lavoro bergamasco incredulo su quanto accaduto. La vita e la salute delle persone viene prima di tutto, sicuramente prima del profitto e dei tempi di produzione. Va pianificato un grande investimento sulla formazione, introducendo la materia anche nei programmi scolastici. È necessario rafforzare il numero di ispettori e medici del lavoro presenti nella nostra provincia adeguandolo alla realtà produttiva del territorio e bisogna puntare su un’innovazione tecnologica finalizzata alla sicurezza nei luoghi di lavoro.

SANTI del GIORNO

San GREGORIO MAGNO Papa e Dottore della Chiesa. E’ stato il 64° Papa della Chiesa Cattolica. Patrono dei Papi, musicisti e cantori. Scrisse molti testi sacri che musicò personalmente noti come “Canti Gregoriani”. Una frazione di Cisano Bergamo porta il suo nome “San Gregorio” dove viene solennemente festeggiato e portato in processione – Santa FEBE coadiutrice di San Paolo Apostolo – San MANSUETO Vescovo – San MARINO Diacono fondatore della Repubblica di San Marino dove oggi è festa nazionale – Beato GUALA nato a il 3 settembre 1244 Bergamo nel 1180 morto presso il Monastero di Astino dove fu tra i fondatori, frate Domenicano e fu anche Vescovo di Brescia. – La Chiesa celebra la festa di altri 11 SANTI e 92 BEATI 

*

AFORISMA del GIORNO

“Le persone felici non sono necessariamente coloro che hanno il meglio di tutto, ma coloro che traggono il meglio da ciò che hanno”

*

IL PENSIERO del GIORNO

“Il Figlio dell’uomo è signore del sabato” Il parlare di sabato richiama alla nostra mente il senso del riposare per renderlo fecondo. Un tale atteggiamento scaturisce dall’impellente desiderio presente nel cuore della creatura umana di ritrovare la propria identità per poter costruire in pienezza e con verità lo stile del quotidiano. Chi riposa vuol diventare alunno del grande valore del dono della vita. Padre, nel tuo Figlio Gesù ci hai regalato la vita, e desideri che ne cogliamo il valore più profondo, diventando suoi discepoli. Donaci il gusto del vero riposo per dare un luminoso volto alla nostra persona. Lo Spirito Santo renda fecondo tale dono, perché possiamo essere sempre più il riflesso della grandezza del tuo amore. Solo così potremo cantare la bellezza della vita con tutti i fratelli. Amen Mons. Antonio Donghi

*

GIORNATA MONDIALE della BARBA

Va curata e amata tutto l’anno. Detto ciò, il 4 settembre è una giornata speciale per i fan di barba incolta, baffi e pizzetti o visi sbarbati, perché si celebra il World Beard Day – ovvero la giornata mondiale della barba – in qualsiasi sua forma d’espressione. E visto che oggi la barba è un importantissimo ornamento del viso, quale miglior occasione del rientro dalle vacanze, a inizio settembre, per inaugurare un look tutto nuovo. La barba, come i capelli del resto, va accorciata e curata. La barba va lavata regolarmente, proprio come facciamo con i capelli: sui peli del volto, infatti, si accumulano sporcizia, residui di cibo, polline e polvere che attirano batteri ed infezioni. Ogni quanto bisogna lavare accuratamente la barba? Due o tre volte a settimana, per tenerla sempre pulita senza compromettere la naturale e necessaria produzione di sebo

*

GIORNATA MONDIALE degli AVVOLTOI

Non sono certamente tra gli animali più amati, probabilmente a causa del loro aspetto fisico (la maggior parte di loro è caratterizzata dal capo quasi glabro e dal grande rostro ricurvo), e delle loro abitudini alimentari (nutrirsi di carcasse di solito non attira le simpatie della gente). Eppure questo gruppo di rapaci svolge un prezioso lavoro ecologico, gli avvoltoi sono infatti gli spazzini della natura e, cibandosi di carogne, riducono la possibilità di diffusione di certe malattie infettive. Purtroppo la maggior parte delle specie di avvoltoio è in pericolo e rischia di scomparire sotto la pressione di numerose minacce.

*

– 1982 – La MAFIA UCCIDE il GEN. DALLA CHIESA

(40 anni fa) – Prefetto di Palermo, e sua moglie Emanuela Setti Carraro si dirigono verso un ristorante a bordo della loro A112 bianca, seguiti dall’agente di scorta Domenico Russo alla guida di un’Alfetta. Intorno alle 21,15, lungo via Carini, vengono affiancati da una Bmw e da una motocicletta, dalle quali parte una raffica di kalashnikov AK-47 che uccide i due coniugi e l’agente. Il ricordo di questo grande servitore dello Stato è un dovere per tutti gli italiani.

*

RISCHIO POVERTA’ per 9 MILIONI di ITALIANI

l quadro è fosco. Sono almeno 9 milioni gli italiani a rischio povertà energetica. Lo sostiene la Cgia di Mestre sugli ultimi dati disponibili del Rapporto Oipe 2021. Dati allarmanti, – per la Cgia – anche perché sottodimensionati, poiché sono stati calcolati ben prima dello shock energetico scoppiato nel Paese a partire dalla seconda metà del 2021. In base a una nuova elaborazione della Cgia, si stimano in condizioni di povertà energetica i nuclei familiari che non riescono a utilizzare con regolarità l’impianto di riscaldamento d’inverno, quello di raffrescamento d’estate e, a causa delle precarie condizioni economiche, non dispongono o utilizzano saltuariamente gli elettrodomestici ad elevato consumo di energia (lavastoviglie, lavatrice, asciugatrice, aspirapolvere, micro onde, forno elettrico, etc.). Nell’identikit delle famiglie “vulnerabili” energeticamente spesso troviamo quelle con un elevato numero di componenti che risiedono in alloggi in cattivo stato di conservazione, con il capofamiglia giovane, spesso inoccupato e/o immigrato. A livello geografico la situazione più critica si verifica soprattutto nel Mezzogiorno: in questa macro area la frequenza della povertà energetica è la più elevata d’Italia e interessa tra il 24 e il 36% delle famiglie residenti in questo territorio. In termini assoluti è la Campania la regione maggiormente in difficoltà: il numero delle famiglie che utilizza saltuariamente luce e gas oscilla tra le 519 mila e le 779 mila unità. Altrettanto critica è la situazione in Sicilia dove la forchetta oscilla tra i 481 mila e i 722 mila nuclei familiari e in Calabria che presenta un range tra le 191 mila e le 287 mila famiglie in difficoltà nell’utilizzo quotidiano di energia elettrica e metano

*

ELEZIONI POLITICHE 2022. LA DIOCESI CI SCRIVE 

Carissimi e carissime,
in questo momento delicato, decisivo e non scontato rispetto ai possibili esiti futuri sia per l’Italia e l’Europa, dobbiamo sentire forte la responsabilità anche come realtà ecclesiali, comunità ecclesiali territoriali, parrocchie, associazioni e gruppi, per fare tutto il possibile perché la nostra gente possa affrontare la prossima scadenza elettorale nel modo migliore possibile, attraverso la partecipazione e la consapevolezza che sta alla base delle scelte democratiche.

Non smettiamo di credere che “la migliore politica, quella che nasce dall’amore politico”, come ci ricorda la Fratelli tutti, sia frutto delle scelte dei singoli che ritornano a confrontarsi e crescere attorno a ciò che è essenziale, a ciò che è bene comune e cioè il miglior bene possibile e reale per tutti.

Per questo è davvero importante sentire ed esprimere concretamente la nostra responsabilità per aiutare le persone delle nostre comunità ad incontrarsi “attorno a quell’interesse superiore” che impone di mettere da parte convenienze e piccoli interessi personali e che rendano la politica libera da tatticismi ormai incomprensibili e rischiosi per tutti.

Come ci dice in modo chiaro anche la Conferenza episcopale italiana, in particolare nella figura del suo presidente Card Zuppi:

“dobbiamo pensare alla sofferenza delle persone e garantire risposte serie, non ideologiche o ingannevoli, che indichino anche, se necessario, sacrifici, ma diano sicurezza e motivi di speranza. Il fondamentale confronto politico non deve mancare di rispetto e deve essere improntato alla conoscenza dei problemi, a visioni comuni senza furbizie, con passione per la cosa pubblica e senza agonismi approssimativi che tendono solo a piccoli posizionamenti personalistici e non a risolvere le questioni… chiediamo di tener conto delle preoccupazioni della Chiesa per l’educazione, il lavoro, la pace e la famiglia, nonché della grande preoccupazione per il terzo settore.

Non possiamo pensare che le questioni possano finire il più delle volte  per giocarsi nel tentativo di vincere singole battaglie da parte dei partiti, ma facendo perdere l’intera partita al Paese.

È un tempo nel quale dobbiamo ricostruire il senso di comunità, in cui, come ha ricordato il presidente Mattarella, occorre un “contributo costruttivo” da parte di tutti, specialmente di chi sceglie di impegnarsi nella vita politica. E ci auguriamo siano tanti e con tanta e profonda motivazione per il bene comune.

Ce lo siamo già detti varie volte e ce lo ripetiamo anche ora: anche questa crisi può e deve essere un’opportunità per ritrovare quello che unisce, per rafforzare il senso di una comunità di destino e la passione per rendere il nostro Paese migliore. 

Si voterà il 25 settembre e anche se sappiamo bene che la fine dell’estate è l’inizio delle varie attività non è un periodo favorevole per particolare proposte formative o di incontro, desideriamo ricordare la nostra disponibilità per fornire materiale e favorire incontri e confronti che possano in qualche modo ribadire passione e doveri per far crescere il bene comune.

Vi auguriamo di star bene e vi mandiamo pensieri belli.

*

ORA LEGALE per TUTTO L’ANNO CONTRO il CARO BOLLETTE

Il dibattito è acceso da anni, purtroppo in Italia creerebbe dei problemi ma le proposte vengono avanti. Nella primavera del 2019 il Parlamento europeo ha approvato la risoluzione legislativa sull’abolizione dell’ora legale con 410 voti a favore, 192 contrari e 51 astensioni. L’anno prima, tra il 4 e il 16 agosto, la Commissione europea aveva proposto di porre fine ai cambi stagionali dell’ora e con una consultazione pubblica online aveva chiesto ai cittadini europei di scegliere, in caso di abolizione del cambio orario, se preferissero mantenere per sempre l’ora solare o quella legale. Le risposte erano state 4,6 milioni, ovvero aveva partecipato alla consultazione soltanto l’1% degli oltre 447 milioni di abitanti che contava la Ue in quell’anno. Nonostante ciò, si tratta del numero più alto di partecipanti mai registrato per una consultazione pubblica. Gli italiani l’avevano quasi del tutto disertata (perché la maggioranza non ne sapeva nulla e perché la minoranza informata non era particolarmente toccata dall’argomento). Come sappiamo tutti, l’ora legale è la convenzione di spostare avanti di un’ora le lancette degli orologi di uno Stato per sfruttare meglio l’irradiazione del sole durante il periodo estivo e risparmiare, dunque, in termini di energia elettrica. Argomento mai come ora all’ordine del giorno. E se da sempre i Paesi del Nord Europa (Finlandia, Svezia, Estonia, Lituania, etc) sono quelli più sensibili all’argomento, a causa del fatto che essendo vicini al Polo Nord non beneficiano della luce naturale con il cambio dell’ora, adesso il tema “ora legale” è diventato interessante anche per noi italiani

*

ACCADDE OGGI

  • 1922 – Si inaugura (100 anni fa) con il “Gran Premio delle Venturette” l’Autodromo di Monza, costruito in 110 giorni dall’Impresa Piero Puricelli su progetto degli ing. Antonio Berti e Aldo Di Rienzo. E’ il terzo circuito permanente al mondo.
  • 1954 – Viene proclamato Santo Papa Pio X
  • 1978 – Papa Giovanni Paolo I (Papa Luciani) si insedia come Papa (44 anni fa) alla guida della Chiesa Cattolica. Domani sarà proclamato Beato in Piazza San Pietro.
  • 1982 – IL Gen. Carlo Alberto Dalla Chiesa (40 nni fa) viene ucciso dalla mafia unitamente alla moglie e alla guardia di scorta

*

VIE di BERGAMO. Via TOMMASO GROSSI

Nato a Bellano il 23 gennaio 1790 – morto a Milano il 10 dicembre 1853 è stato uno scrittore, poeta e romanziere italiano. Fece i primi studi a Treviglio, poi al Seminario di Lecco, a Rezzonico e a Milano. Laureatosi in giurisprudenza nel 1810 all’Università di Pavia, fece pratica in uno studio legale di Milano e ottenne l’abilitazione di avvocato nel 1815. Voltosi a interessi letterari, nel 1816 diffuse anonimamente a Milano la “Prineide”, un poemetto satirico in milanese incentrato su un’immaginaria conversazione con il fantasma del Ministro delle Finanze del Regno d’Italia, Giuseppe Prina, che fu linciato dalla folla il 20 aprile 1814 perché accusato ingiustamente di malversazione; nel testo, si biasimava con termini offensivi l’Imperatore. Grossi, sospettato, fu arrestato dalla polizia austriaca e confessò di esserne l’autore; fu rilasciato senza ulteriori conseguenze. Seguì la pubblicazione della novella “La fuggitiva”, in dialetto milanese, che l’anno dopo il Grossi traspose in lingua italiana dove si narra, in prima persona, la vicenda di una ragazza che abbandona la famiglia per seguire segretamente il fidanzato e il fratello, arruolati nella Grande Armata impegnata nella campagna di Russia. L’amicizia con Carlo Porta (Ndr.: considerato il maggior poeta milanese nel periodo austriaco) fu di grande importanza per la scelta del genere satirico. Il successo de “La fuggitiva” stimolò nel 1820 il Grossi a scrivere in italiano un’altra novella “Ildegonda” ambientata nel medioevo. Grossi successivamente andò ad abitare a casa di Alessandro Manzoni, che lo citò ne “I promessi sposi”. La “diavoleria” citata dal Manzoni era il poema storico nazionale “I Lombardi alla prima crociata”, (1826); in esso Grossi tentò, una “rivisitazione”, della “Gerusalemme liberata” di Torquato Tasso. Con le sue 3500 copie risultò l’opera letteraria con più alta tiratura del tempo e ispirò, alcuni decenni più tardi, il melodramma omonimo di Giuseppe Verdi (1843). Successivamente si dedicò al romanzo storico di ambientazione trecentesca “Marco Visconti” (1834), che ebbe subito delle traduzioni in francese, inglese, tedesco e spagnolo. Nel 1838 si sposò e divenne notaio; lasciò la casa di Manzoni e si dedicò alla scrittura solo occasionalmente. Nel 1848 scrisse un “Cantico” per la vittoria delle Cinque Giornate di Milano e fu direttore generale dei Ginnasi per il governo provvisorio. Come notaio stese inoltre l’Atto ufficiale con i risultati del plebiscito delle province lombarde per l’unione al Regno di Sardegna. Al ritorno degli austriaci fuggì per pochi mesi a Lugano. Morì a Milano per una meningite il 10 dicembre 1853 e venne tumulato nella cripta del Famedio del Cimitero Monumentale di Milano.

*

SIGNIFICATO del NOME MARINO

Deriva dall’aggettivo latino Marinus. Secondo questa concezione il nome significa “appartenente al mare”. Secondo altri il termine costituirebbe un diminutivo di Marius, oggi Mario. Oggi San Marino. In Italia portano questo nome circa 63.829 persone di cui il 17,7% in Lombardia

*

PROVERBI

  • “Chi è padrone del mare è padrone della Terra”
  • “Tutti i fiumi vanno al mare”
  • “A mare tranquillo ogni uomo è pilota”
  • “Tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare”

*

I TURNI delle FARMACIE

  • *** TURNO DIURNO durante il giorno, per sapere i turni si può chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24 ore su 24.
  • *** TURNO NOTTURNO: (da questa sera ore 21 a domani 4 settembre ore 9) Per sapere i turni si può chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24/24 – consultare il sito www.federfarma.bergamo.it
  • *** CONTINUITA’ ASSISTENZIALE (ex Guardia Medica) tel. 116117 attivo dalle ore 20 alle ore 8 nei giorni lavorativi24 ore su 24 nei giorni di sabato e domenica (fino le ore 8 di lunedì) e festivi.

*

IL LIBRO. TRUST

Narrativa – critica **** – pag. 384 – in Libreria dal giugno 2022 – costo € 18,00 – trama: Avendo fin dalla nascita goduto quasi di ogni vantaggio, uno dei pochi privilegi negati a Benjamin Rask fu quello di un’ascesa eroica: la sua non fu una storia di tenacia e perseveranza, o l’epopea di una volontà inscalfibile capace di forgiare per sé un destino aureo pur partendo da una manciata di scorie. Secondo il risguardo posteriore della Bibbia della famiglia Rask, nel 1662 gli antenati di suo padre erano emigrati da Copenaghen a Glasgow, dove avevano iniziato a commerciare nel tabacco proveniente dalle colonie. Nel corso del secolo successivo, i loro affari prosperarono e si ingrandirono al punto che una parte della famiglia si trasferì in America, in modo da poter sorvegliare meglio i fornitori e controllare ogni aspetto della produzione. Tre generazioni dopo, il padre di Benjamin, Solomon, acquistò tutte le quote di parenti e investitori esterni. Sotto la sua direzione l’azienda continuò a fiorire, e non gli ci volle molto per diventare uno dei più rinomati commercianti di tabacco del litorale orientale

*

I DANNI del FUMO sulla PELLE

Il fumo è dunque associato a invecchiamento precoce della pelle, guarigione ritardata delle ferite e aumento delle infezioni. Non solo: il fumo ha un legame con una serie di malattie, in particolare psoriasi, idrosadenite suppurativa e lupus eritematoso cutaneo. Si è osservato che i fumatori tendono a essere più gravemente colpiti da queste malattie infiammatorie della pelle e in questi soggetti diverse condizioni spesso sono più difficili da trattare con efficacia. Dal punto di vista estetico, la pelle nei fumatori tende ad assumere un colorito giallognolo, spento, ricco di discromie, teleangectasie, lassità e rughe. Le rughe, in particolare, sono numerose e sottili e si sviluppano intorno alle labbra (note come smoker’ lines) e agli occhi (le cosiddette zampe di gallina). La ripetitività del gesto e dei movimenti facciali legati all’aspirazione del fumo, insieme al calore generato dalla combustione, contribuiscono a favorire la formazione precoce di rughe d’espressione, dapprima dinamiche (reversibili) e poi statiche (irreversibili). Anche gli annessi cutanei vengono danneggiati: le unghie subiscono una colorazione gialla, e i capelli, che possono cadere e indebolirsi con più facilità. Insomma, un fumatore incallito di 40 anni può mostrare gli stessi segni di invecchiamento di un non fumatore di 70

*

CULTURA e AVVENIMENTI in CITTA’ e in PROVINCIA

  • BERGAMO – Celadina – fino al 20 settembre ore 19 – Apre il Luna Park
  • BERGAMO – Centro – dal 2 al 4 settembre – torna “Lo Sbarazzo”
  • BERGAMO – Fiera di Bergamo – dal 2 al 4 settembre – Fiera dell’agricoltura e del bestiame – Fiera di Sant’Alessandro
  • BERGAMO – Orto Botanico Astino – 4 settembre ore 16 – “Piante amiche e naturali”
  • BERGAMO – San Vigilio – 4 settembre ore 14,30 – “I Castelli di Bergamo Alta: la chiesetta di San Vigilio e altro – Visita guidata
  • BERGAMO – Piazza Mercato delle Scarpe (Città Alta) – 4 settembre ore 15 – inizio visita guidata a Bergamo Alta
  • BERGAMO – Museo Archeologico Piazza cittadella – 4 settembre ore 15 – incontro culturale “La statuetta del gladiatore”
  • AUTUNNO nei CASTELLI della BERGAMASCA – domenica 4 settembre – info 0363 301452
  • ALBINO – Museo della Torre – 4 settembre ore 15 – “Komendukids” laboratorio per ragazzi 2-10 anni
  • ALMENNO SAN BARTOLOMEO – Piazza Papa Giovanni Paolo II – 4 settembre ore 18 – spettacolo di Burattini “Racconto d’estate”
  • ALMENNO SAN SALVATORE – Az. Agricola Cà Verde – 4 settembre ore 16 – Visita alla Azienda con degustazione vini
  • BONATE SOTTO – Basilica di Santa Giulia – 4 settembre ore 15 – Visita guidata
  • BOTTANUCO – Palazzo Morlacchi – 4 settembre ore 15 – Visita guidata a Palazzo Morlacchi e Palazzo Crotta
  • CAZZANO Sant’ANDREA – Oratorio – dal 3 al 5 settembre – Oratorio in Festa
  • CLUSONE – Piazza dell’orologio – dal 4 settembre dalle ore 16 – Mostra fotografica “La dolce vita”
  • CLUSONE – Casa dell’Orfano – 4 settembre – Campo Estivo di protezione Civile per ragazzi
  • CHIUDUNO – Centro – dal 4 all’11 settembre – Sagra Alpina
  • DOSSENA – Ponte Tibetano – ogni giorno dalle ore 9 – attraversare sul Ponte Tibetano la Valle con emozione e divertimento
  • FILAGO – Chiesa Parrocchiale – 10 settembre ore 20,30 – Concerto d’Organo con Paola Palamini
  • LURANO – Casa del fattore – 4 settembre ore 21 – spettacolo: “Tarzan ragazzo Selvaggio”
  • OSIO SOTTO – Bosco Italia – dal 2 al 4 settembre dalle ore 18 – Festa della birra
  • SARNICO – Villa Faccanoni – 4 settembre ore 17,30 – spettacolo “”Ohfly saxophone Quartet”
  • SCANZOROSCIATE – Casa Via Abadia – 4 settembre ore 16,30 – spettacolo di burattini: “Arlecchino e la casa stregata”
  • SCANZOROSCISATE – Cascina San Giovanni – 3 settembre ore 12 – “Pic Nic” nella più piccola Doch d’Italia
  • SCANZOROSCIATE – tutti gli weekend di settembre – Moscato di Scanzo e dei sapori scanzesi
  • SOLTO COLLINA – Oratorio – 4 settembre dalle ore 12 – Sagra del pesce
  • URGNANO – Parrocchia-Santuario di Basella – Anniversario Incoronazione della Madonna – Pellegrinaggio dalla Parrocchia al Santuario ore 9 segue S.Messa
  • URGNANO – auditorium – 4 settembre ore 16,30 – Festival Internazionale del Teatro
  • VALBONDIONE – Centro – 4 settembre dalle ore 11 – “Mangiacorta” camminata non competitiva
  • ZOGNO – Grotte delle Meraviglie – 4 settembre ore 14,30 – apertura al pubblico con visita guidata

*

SCOMPARSO COME OGGI

2012 – Michael Clarke DUNCAN (10 anni fa) il nome subito non ti dice nulla ma quando ti ricordo il film “Il GIGANTE BUONO” subito ti ricordi il suo volto e il suo topolino che resteranno impressi nella storia del cinema internazionale. Nel 10° anniversario dalla sua scomparsa non possiamo non ricordarlo nel ruolo del gigante nero John Coffey, dotato di poteri sovrannaturali

*

CINEMA. Le BUONE STELLE

Critica*** – durata 129 minuti – film drammatico – trama: Un affare di famiglia ha cambiato molte cose nella carriera di Kore-eda, che dopo il grande successo internazionale e la Palma d’oro a Cannes nel 2018 ha allargato i suoi orizzonti dal nativo Giappone con la tappa in Francia per Le verità. Con Broker racconta invece una storia coreana (che lo vede lavorare con star locali come il Song Kang-ho di Parasite) che inizia a Busan e diventa poi un road movie itinerante, pur rimanendo molto vicina ai temi tradizionali del suo cinema. Broker si chiede e fa chiedere ai suoi personaggi cosa sia più giusto, esaminando un caleidoscopio di casi da diverse prospettive durante il viaggio sgangherato di questa famiglia improvvisata

*

I BENEFICI del CACIOCAVALLO

E’ un formaggio semiduro a pasta filata, che viene fatto asciugare e stagionare. Non contiene molto lattosio, ma è ricco di proteine, fosforo, calcio, lipidi e vitamina B2. Come già anticipato, questo formaggio è ricco di proteine ed è piuttosto grasso. Per 100 g di prodotto, infatti, si ha un valore energetico di 439 Kcal derivanti dai carboidrati, che rappresentano l’1,89% delle calorie. Poi abbiamo i grassi (63,76%) e, infine, le proteine (34,35%). Per questo motivo, è altamente sconsigliato assumere questo tipo di formaggio a coloro i quali sono soggetti a patologie legate a colesterolo, il cuore e l’eccesso di peso

*

– SEI NATO OGGI?

Siete dotati di una bella parlantina, con una mente acuta e con molta immaginazione. Persone estremamente creative, dovreste scrivere, tenere conferenze, insegnare nel campo del giornalismo o dell’arte. La vita sociale e gli amici sono importantissimi, ed allo stesso tempo voi lo siete per il vostro gruppo. Ambiziosi, generosi e sinceri, avete una grande opinioni di voi e non ponete limiti ai vostri obiettivi. Vi manifestate al meglio nel campo artistico, intellettuale e creativo. Socievoli e ricchi di immaginazione, avete un carattere dinamico e mobile e numerosi talenti, ma non riuscite mai a rilassarvi: dovete sempre agire

*

LUNARIO A BERGAMO

Il SOLE sorge alle ore 06.42 e tramonta alle ore 19.59 – Durata del giorno ore 13.17 (-3 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte ore 10.43 (+3 minuti rispetto a ieri) –  La LUNA crescente (visibile al 48%) sorge oggi alle ore 14.41 e tramonta alle ore 23.22

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

,