A partire da domani, giovedì 24 dicembre, inizieranno le limitazioni più restrittive previste dal Governo per contenere l’epidemia da Coronavirus. Durante le festività, l’Italia tornerà infatti di nuovo a essere zona rossa, salvo alcuni giorni che saranno considerati zona arancione. E con il ritorno del “lockdown” sarà ancora obbligatorio spostarsi solo avendo con se l’autocertificazione.

Un modello da compilare che servirà sempre per gli spostamenti nei giorni di zona rossa, e quasi sempre in quelli di zona arancione. E da qui al 6 gennaio sarà praticamente sempre cosi: saremo infatti zona rossa tutti i giorni che ci separano dalla fine delle feste, ad eccezione dei giorni compresi tra il 28 e il 30 dicembre e il 4 gennaio, in cui l’Italia sarà zona arancione e le restrizioni saranno, anche se in minima parte, allenate.

Il modello, come è già successo negli scorsi lockown, sarà necessario a giustificare i propri spostamenti in quei giorni, e in quelle fasce orarie, in cui sarebbe invece vietato muoversi di casa. Giustificazioni che devono essere legate a motivi di lavoro, di salute o di necessità.

Ed è proprio all’interno delle motivazioni “di necessità” che sono comprese buona parte di quelle che ci permetteranno di muoverci: dalle deroghe in vigore fino alla necessità di spostarci per fare spesa o andare in quei negozi che potranno rimanere aperti. L’autocertificazione servirà infatti sempre, ad eccezione degli spostamenti all’interno del nostro Comune di residenza nei giorni di zona arancione.

Clicca qui per scaricare il modello di autodichiarazione editabile.

Print Friendly, PDF & Email