Almanacco Bergamo 16 gennaio 2022 (Domenica)

3^ settimana – Giorni inizio/fine anno 16/349BUON ANNO 2022
AUGURI di BUON COMPLEANNO e di BUON ONOMASTICO a tutti coloro che oggi lo festeggiano

SEI NATO OGGI? Hai un animo dolce e sensibile ed ami molto la pace che solo la tranquillità della campagna sa trasmetterti. Non ami gli obblighi sociali, non dai importanza al successo e, per quel che ti riguarda, la cura del tuo giardino vale più di ogni altra cosa. In amore chiedi solo onestà ed un affetto sincero: facilmente sarai esaudito.

I SANTI DI OGGI
San MARCELLLO I Papa. Martire nelle persecuzioni di Diocleziano. Patrono degli stallieri. La tradizione contadina lo vuole tra i “Santi mercanti di neve” – San TIZIANO Vescovo – San BERARDO e Confratelli protomartiri dell’Ordine dei Frati Cappuccini – Santa GIOVANNA monaca – Beato GIUSEPPE TOVINI Terziario Francescano. Fondatore della Banca di Valle Camonica, di Banca San Paolo e Banco Ambrosiano. – Santa PRISCILLASant’ONORATO – La Chiesa celebra la Festa di altri 9 SANTI e 3 BEATI

SIGNIFICATO DEL NOME MARCELLO
Proviene dal nome genitilizio romano Marcellus che, a sua volta, trae spunto dal prenome Marcus, “dedicato a Marte”, dio romano della guerra Probabilmente l’origine primaria è la radice indoeuropea, forse sassone, Mar, che significa “spaccare”, dalla quale proviene anche la parola martello. Per questo motivo, Marcello potrebbe significare anche “piccolo martello”. Oggi è San Marcello. In Italia portano questo nome circa 111.163 persone di cui il 18,7% nel Lazio, 14,9% in Toscana, 9% in Lombardia.

AFORISMA del GIORNO
Quando quello che hai è meno di quello che meriti, non fartelo bastare

PROVERBI
Il peggio è per chi se ne va, chi resta si rifà
Cena asciutta fa lunga vita
Nella memoria sta il sapere umano
Vigna nel sasso e orto nel terreno
Ascolta, vede e tace chi vuol vivere in pace


I MORTI DEL GIORNO A BERGAMO E PROVINCIA (clicca qui)

La NOTTE in CUI gli ANIMALI PARLANO

Domani 17 gennaio ricorre la festa di Sant’Antonio Abate. Secondo la tradizione e in base ad antiche leggende la notte tra il 16 e il 17 gennaio agli animali è data la facoltà di parlare tra loro. Sant’Antonio Abate patrono di tutti gli animali da loro, in particolare a quelli a quelli domestici, la facoltà di parlarsi. In passato, durante la notte degli animali parlanti, i contadini si tenevano lontani dalle stalle, perché udire gli animali conversare era segno di cattivo auspicio.

GIORNATA MONDIALE della NEVE

E’ una ricorrenza patrocinata dalla Federazione Internazionale dello Sci, che si celebra ogni anno nella terza domenica di gennaio. L’evento è stato istituzionalizzato nel 2012 allo scopo di avvicinare i più giovani agli sport sulla neve, anche alla luce di un trend negativo che va consolidandosi negli ultimi anni e che vede diminuire le persone che praticano tali discipline. L’edizione 2022, così come molti altri eventi di questo periodo, è influenzata dalla pandemia di Covid-19, che ha costretto alla chiusura molti servizi e attività, o quantomeno alla loro limitazione, in attesa di un miglioramento della situazione epidemiologica.

GIORNATA MONDIALE sull’IMPORTANZA della LETTURA ai BAMBINI

Un adulto che legge ad alta voce ad un bambino compie un atto d’amore, e ciò ha risvolti importanti per lo sviluppo della personalità del piccolo sul piano relazionale, emotivo, cognitivo, linguistico, sociale e culturale. Nell’esperienza condivisa della lettura e dell’ascolto, adulto e bambino entrano in sintonia reciproca attraverso i mondi che prendono vita tra le pagine del libro, in una comunicazione intensa e piacevole fatta di emozione, amicizia, complicità, fiducia, che rinsalda il loro legame affettivo.

La LUNA PIENA di GENNAIO

Giornate via via più lunghe questo mesecon un guadagno in luminosità di ben 48 minuti. Tra gli spettacoli in cielo si torna a vedere Venere e nella notte tra il 17 e 18 gennaio 2022 ci sarà la primissima Luna piena dell’anno. Il plenilunio di gennaio è conosciuto in molte culture come la “Luna piena del lupo” nome che ricorda come, nei freddi e nevosi inverni, i branchi si avvicinassero maggiormente ai villaggi, in cerca di cibo, e si sentivano ululare a lungo e spesso in modo aggressivo per tenere lontano i nemici in quanto inizia la stagione riproduttiva. Questa misteriosa creatura è spesso visto come un simbolo di lealtà e protezione in molte culture. La luna piena di Gennaio è detta anche Luna del Lupo, Luna del Grande Inverno, Luna dei Ghiacci, Vecchia Luna. Questo è il mese più freddo e più duro dell’anno, la natura dorme e c’è una grande immobilità, un momento duro come il ghiaccio anche per le persone, le energie sono rivolte dentro se stessi in attesa di un nuovo risveglio. La Luna piena del lupo è un ottimo momento per pianificare in modo intelligente il raggiungimento degli obiettivi per trascorre un po’ di tempo con i componenti della famiglia, per porre le premesse di nuovi e futuri raccolti

IL PENSIERO del GIORNO  (a cura di Mons. Antonio Donghi)

“Non hanno più vino”. Nel segno del vino scopriamo nell’uomo il desiderio di ebbrezza nel costruire la vita quotidiana. La sua assenza può, nell’immagine, evidenziare l’assenza di entusiasmo nel costruire le scelte di tutti i giorni. Il vino allieta il cuore dell’uomo e lo lancia nella ricerca del vero gusto esistenziale per una vita feriale ricca di gioia nella bellezza del futuro.Padre, nel dono del vino ci rendi partecipi del tuo desiderio che Gesù ci ha regalato di donare la vita nel suo sangue per un rinnovamento delle nostre persone. Nell’assumere il vino sacramentale ci ricrei nello spirito e ci stimoli a donare la vita per i fratelli. Ricolmaci del tuo Spirito perché possiamo costruire la nostra esistenza come una continua scelta di vero amore per dare alla luce quella fraternità che è scaturita dell’albero della croce. Amen

FIN QUANDO SI MANGIA il PANETTONE?

L’albero di Natale si smonta per l’Epifania, il presepio, per chi vuiol rispettare la tradizione, dovrebbe rimare allestito fino il 2 febbraio in occasione della Festa della Candelora, il panettone, il dolce per eccellenza del Natale arriva fino a San Biagio il 3 febbraio. E’ tradizione, quasi d’obbligo, di mangiare a San Biagio un boccone dell’ultimo panettone avanzato fino a febbraio. San Biagio  è una tradizione di Milano poco conosciuta al di fuori dei confini della città, ma utilissima per finire i panettoni avanzati dalle feste di Natale. Perché viene chiamato il panettone di San Biagio? Presto detto: il 3 febbraio è la giornata che la chiesa cattolica dedica alla celebrazione di San Biagio, una figura che secondo la tradizione popolare si “benedice la gola e il naso”. Il miracolo, di aver tolto una lisca di pesce a un ragazzo che stava soffocando, fu attribuito a San Biagio, che diede il via alla tradizione di portare un panettone avanzato a benedire ogni 3 febbraio per poi mangiarlo a colazione con la famiglia per proteggere dai malanni della gola.

LE VIE E LE PIAZZE DI BERGAMO. ARTURO TOSCANINI

nasce a Parma il 25 marzo 1867. Muore a New York il 16 gennaio 1957 (65 anni fa) è considerato il “più grande Direttore d’Orchestra” di tutti i tempi. La Città di Bergamo gli ha intestato una Via. Cresce tra silenzi e liti di famiglia, sviluppando una forte passione per la musica, alimentata anche dalle arie del “Rigoletto” e de “La Traviata” che il padre suole cantare. In famiglia non si accorgono della sua passione. Se ne rende conto però la maestra Vernoni, che gli offre gratuitamente lezioni di solfeggio e pianoforte. A nove anni ottiene una borsa di studio per la classe di violoncello del professor Carini al conservatorio di Parma. Ma la sua passione resta il pianoforte. La sua bravura gli procura il soprannome di genio e forbicione. Arturo si diploma nel 1885 e parte quasi immediatamente per una tournée in Sud America dove prende la bacchetta per dirigere l’orchestra a soli diciannove anni, ed è un trionfo. Tornato in Italia, riesce a farsi scritturare come secondo violoncello alla rappresentazione scaligera dell'”Otello” di Giuseppe Verdi. Il grande compositore mostra della simpatia per il serio e rigido violoncellista. Nel 1892 dirige la prima di “Pagliacci” di Ruggero Leoncavallo al Teatro Dal Verme di Milano. Viene nominato direttore artistico del Teatro Regio di Torino nel 1895 e inaugura la stagione con “La Bohéme” di Giacomo Puccini. Dopo tre anni a Torino, sposa Carla De Martini. A soli trentuno anni, nel 1898, diventa direttore del Teatro alla Scala di Milano, dove impone una rivoluzione dei costumi che prevede niente richiesta del bis, ingresso vietato ai ritardatari e niente cappello in sala per le signore. Diventa presto un direttore di fama internazionale e, dal 1908 al 1914, dirige il Metropolitan di New York. Nel 1928 viene nominato direttore della Philarmonica di New York, dove rimane fino al 1936. Si oppone al regime fascista sin dagli inizi: si rifiuta di dirigere delle Opere alla presenza di Mussolini e di Ciano e di altri gerarchi fascisti. Nel 1931 abbandona l’Italia per gli Stati Uniti. Torna in Italia nel dopoguerra per riassumere la direzione del Teatro alla Scala ricostruito dopo i bombardamenti. Il 5 dicembre 1949 viene nominato “senatore a vita” per meriti artistici, ma Arturo Toscanini decide di rinunciare alla carica il giorno successivo. Il 21 giugno 1954 Toscanini appena arrivato a New York è a Bergamo per salutare il suo amico prof. Guido Zavadini e visita Bergamo Alta e la casa di Donizetti a cui ha voluto rendere omaggio. Si ritira dalle scene all’età di 87. Arturo Toscanini muore nella sua casa di Riverdale nel Bronx (New York City), il 16 gennaio 1957.

TURNI DELLE FARMACIE

*** TURNO DIURNO durante il giorno, per sapere i turni. si chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24 ore su 24.

*** TURNO NOTTURNO: (da questa sera ore 21 a domani 17 gennaio 2022 alle ore 9,00): Albino Farmacia in Vall’Alta – Berbenno – BERGAMO Farmacia Villa Via XXIV Maggio (angolo Via Broseta) – Bonate Sotto (fino le ore 24) – Borgo di Terzo – Branzi – Caprino Bg.sco – Castione della Presolana – Dalmine Farmacia in Largo Europa 15 (fino le ore 24) – Gandosso – Nembro Farmacia di Gavarno – Palosco (fino le ore 24) – Romano di Lombardia Comunale 1 Via Duca d’Aosta 1 – Rota d’Imagna – Seriate Farmacia in Via Paderno 40 – Sorisole Farmacia di Petosino – Treviglio Comunale 3 Viale Piave 43 – Zogno Farmacia Via V. Emanuele

*** CONTINUITA’ ASSISTENZIALE (ex Guardia Medica) tel. 116117 attivo dalle ore 20 alle ore 8 nei giorni lavorativi – 24 ore su 24 nei giorni di sabato e domenica e festivi.

L’ANGOLO della CULTURA A BERGAMO

  • BERGAMO – Stadio – 16 gennaio ore 20,45 – Atalanta – Inter
  • BERGAMO  – Circolo Artistico Bergamasco (Palazzo ACI) – fino al 20 gennaio – Esposizione retrospettiva postuma del pittore Alessandro Amoroso (orari: martedì/domenica dalle 16 alle 19)
  • BERGAMO – Teatro Sociale – 20 gennaio ore 20,30 – “Misericordia” – prevendita biglietti in corso da oggi
  • AZZANO San PAOLO – Assessorato Politiche Sociali – dal 19 gennaio – quattro incontri per gestire al meglio i propri risparmi – info in Comune
  • CASTIONE della PRESOLANA – 17 gennaio – Corsi di sci per ragazzi – info tel. 348.8201242
  • GORLE – Comunità Evangelica di Bergamo – 18 gennaio ore 20,45 – Incontro Ecumenico” presiedono Don Luigi Gherardi Parroco di Gorle – Pastore Italo Pons della Comunità Evangelica di Bergamo
  • SERIATE – Centro Pastorale Giovanni XXIII – 17 gennaio ore 20,45 – “33^ Giornata peer l’approfondimento e lo sviluppo del dialogo tra Cattolici e Ebrei” – Cristiani e Ebrei a confronto
  • VILLA di SERIO – Università Terza Età – dal 17 gennaio ore 10 – iscrizioni all’Università – iscrizione obbligatoria tel. 035.3594370
  • VILLA d’OGNA – ritrovo Municipio – 17 genaio ore 10 – Visita guidata a Palazzo Moroni visitando la Parrocchiale di Villa e le Chiese di Ogna con tele del Cifrondi, Ceresa e Carpinoni. – Prenotazione obbligatoria: www.valleseriana.eu

L’ANGOLO della LETTURA

LE OSSA PARLANOAutore: Antonio Manzini – pubblicato il 13 gennaio 2022 – pag. 416 – costo € 14,25 – Trama: Un medico in pensione scopre nel bosco delle ossa umane. E il cadavere di un bambino. Michela Gambino della scientifica di Aosta, nel privato tanto fantasiosamente paranoica da far sentire Rocco Schiavone spesso e volentieri in un reparto psichiatrico, ma straordinariamente competente, riesce a determinare i principali dettagli: circa dieci anni, morte per strangolamento, probabile violenza. L’esame dei reperti, un’indagine complessa e piena di ostacoli, permette infine di arrivare a un nome e a una data: Mirko, scomparso sei anni prima. La madre, una donna sola, non si era mai rassegnata. L’ultima volta era stato visto seduto su un muretto, vicino alla scuola dopo le lezioni, in attesa apparentemente di qualcuno. Un cold case per il vicequestore Schiavone, che lo prende non come la solita rottura di decimo livello, ma con dolente compassione, e con il disgusto di dover avere a che fare con i codici segreti di un mondo disumano. Un’indagine che lo costringe alla logica, a un procedere sistematico, a decifrare messaggi e indizi provenienti da ambienti sotterra-nei. E a collaborare strettamente con i colleghi e i sottoposti, dei quali conosce sempre più da vicino le vite private: gli amori spericolati di Antonio, il naufragio di Italo, le recenti sistemazioni senti-mentali di Casella e di Deruta, persino l’inattesa sensibilità, le fissazioni in fondo comiche dei due del laboratorio.

L’ANGOLO del CINEMA

UNA FAMIGLIA VINCENTE – Critica*** – Durata 144 minuti – Consigliato a +13 anni – Film biografico-sportivo -Trama: La vita di Richard Williams, un padre imperterrito che ha contribuito a formare due delle atlete più dotate di tutti i tempi, che hanno cambiato lo sport del tennis per sempre.

L’ANGOLO della CUCINA. PASTA e FAGIOLI

Ogni regione italiana e ogni famiglia ha il proprio piccolo segreto per rendere buonissima la pasta e fagioli. È un piatto povero della tradizione contadina, nutriente ed equilibrato nella sua composizione di carboidrati e proteine. Gli ingredienti devono essere ottimi e cucinarlo bene importante è che la pasta venga cotta nel passato di fagioli e che il piatto finale sia caldo, cremoso e saporito.

Per tutte le notizie seguici su Google News

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in: