FAO Schwarz a Milano. Negozio aperto in Piazza Cordusio

“Ho conosciuto in te le meraviglie” (Alda Merini)

Questa citazione della poetessa milanese Alda Merini credo che sia quella più adeguata a dare il benvenuto, proprio nella città meneghina, al nuovo store di giocattoli di FAO Schwarz in quanto la missione di questo marchio può essere così sintetizzata: introdurre i clienti ad una esperienza meravigliosa. Da oltre 150 anni, infatti, entrare nel mondo di FAO Schwarz vuol dire addentrarsi in una dimensione che ha come principale caratteristica quella di voler far di far vivere ai suoi clienti delle esperienze memorabili all’insegna della bellezza e del gusto della scoperta.

Analogamente a quanto accade leggendo la poesia di Alda Merini, nella quale viene descritto un vero e proprio cammino nella bellezza con un crescendo di emozioni e sensazioni, la customer experience a cui tende questo nuovo negozio è un viaggio capace di sollecitare corde emotive negli adulti e di trasferire ai bambini questo vissuto di emozioni. Un mondo iconico animato, tra gli altri, da peluche in dimensioni extra-large, dalla mitica Clock Tower e dal Dance-on-Piano, ma anche da una selezione di giocattoli in esclusiva. Tradizione e innovazione che convivono e che oggi portano l’esperienza FAO Schwarz anche sul digitale (social media, sito web e, nel 2022, un e-commerce per diffondere la magia in tutta Italia).

La familiarità con queste magiche atmosfere non è però del tutto sconosciuta anche a noi italiani e questo grazie all’industria cinematografica: come dimenticare Tom Hanks che in Big balla sul Dance-on-Piano? Oppure Kevin, il protagonista di Mamma ho perso l’aereo 2 che si fa portare nel “negozio di giocattoli più bello che c’è”, e ancora Buzz Light Years che viene salvato dal pupazzo Lotso in Toy Story 3 proprio mentre si trova da FAO Schwarz. Per non parlare della scena dell’inseguimento di Gargamella che tra i giocattoli e le attrazioni dello store newyorchese cerca di catturare gli odiati puffi (I puffi). Anche I Simpsons hanno reso omaggio al mitico marchio. In una puntata del 2019, un negozio di cristalleria si chiama FAO Quartz. Oltre allo store newyorchese di Rockfeller Plaza, reso celebri in questi film, esistono anche altri store che si trovano a Londra (da Selfridges), a Dublino (da Arnott) e a Pechino. 

Il negozio di Milano in Piazza Cordusio (via Orefici 15), è frutto della partnership in esclusiva tra Prénatal Retail Group e ThreeSixty Group – è quindi il primo punto di vendita FAO Schwarz nell’Europa continentale. Come ho avuto già modo di dire in altri miei precedenti articoli; sono assolutamente convinto che l’apertura di un nuovo negozio sia sempre un segno di speranza, tuttavia, nel caso di Fao Schwrz, credo questo possa valere doppiamente perché, allo spirito di avventura imprenditoriale propria anche del fondatore dell’azienda, si unisce quello al quale i clienti sono chiamati a vivere. Non ho ancora avuto modo di visitare di persona il negozio, ma ho promesso ai miei figli di farlo prossimamente, eppure le immagini cinematografiche di giovinezza memoria unite alle foto fornite in anteprima per Socialbg dall’ufficio stampa: promettono davvero bene!

Benvenuto Fao Schwarz… portaci nella meraviglia!

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

, ,

Autore

Alessandro Grazioli

Marito e papà di 4 bambini, laureato in Giurisprudenza presso l’Università Statale di Milano, Business Unit Eticapro, Consigliere Comunale, scrittore di libri per l'infanzia, divulgatore e influencer sociale su Socialbg

Vedi tutti gli articoli