NECROLOGIE DI OGGI 2 GIUGNO 2022

I SANTI del GIORNO
Santi MARCELLINO e PIETRO martiri (sono citati anche durante il Canone di Consacrazione durante la Santa Messa) – Sant’ERASMO (detto anche Sant’Elmo) Vescovo e martire. Patrono dei marinai e dei pescatori, invocato contro le malattie intestinali. Nella Laguna di Venezia l’Isola di Sant’Erasmo è l’approdo sicuro dei pescatori e dei marinai già dai tempi della Repubblica Marinara. Anche la Città di Bergamo gli ha dedicato una Via dai tempi del dominio veneziano – Sant’EUGENIO I Papa – San GUIDO Vescovo – San VALERIO martire – La Chiesa celebra la festa di altri SANTI e BEATI – La Chiesa Ortodossa celebra la Festa dell’Ascensione di Gesù – A Ponte Nossa oggi si festeggia l’Apparizione della Madonna delle Lacrime avvenuta il 2 giugno 1511

OFFERTE DI LAVORO IN PROVINCIA AGGIORNATE SETTIMANALMENTE OGNI LUNEDI’

AFORISMA del GIORNO
“Nella vita volte è necessario saper lottare, non solo senza aver pausa, ma anche senza aver speranza”

*

IL PENSIERO del GIORNO
“Ho fatto conoscere loro il tuo nome e lo farò conoscere, perché l’amore con il quale mi hai amato sia in essi e io in loro” – La vera conoscenza interpersonale si coglie in tutta la sua verità quando emerge una libera e intensa reciprocità: si realizza il principio dell’uno nell’altro in un grande rapporto di interiorità. Pur nelle qualità e autonomie personali, avviene un dialogo di silenzi e di parole che trasfigura le persone e dona loro la gioia, la bellezza e il coraggio nella vita, al di là delle oscurità storiche. È un canto alla speranza – Padre, ogni giorno ci doni il tuo Figlio Gesù, perché lo possiamo veramente conoscere, vivendo i suoi sentimenti e i suoi ideali. Dandogli sempre ospitalità, la vita diventa luminosa, e il cuore in tutta la sua purezza si apre sul tuo infinito. Donaci la docilità dello Spirito Santo perché il suo amore diventi il nostro amore e, in lui, cresca in noi il desiderio di gustare il tuo volto insieme all’intera umanità. Amen –  a cura di Mons. Antonio Donghi

*

  • GIORNATA MONDIALE dei DISTURBI ALIMENTARI

*

2 GIUGNO. FESTA della REPUBBLICA
È il 2 giugno, Festa della Repubblica. La ricorrenza si celebra ogni anno in questa data in memoria del referendum istituzionale del 2 giugno 1946, quando gli italiani, a seguito della Seconda guerra mondiale che segnò la fine del fascismo, andarono alle urne per decidere se mantenere la monarchia di casa Savoia o abolirla in favore della repubblica. Si trattò della prima votazione politica a suffragio universale mai indetta nel nostro Paese: vi parteciparono circa 13 milioni di donne e 12 milioni di uomini, per un’affluenza complessiva di poco superiore all’89% degli aventi diritto. L’Italia si ritrovò divisa in due: il Nord votò a maggioranza repubblicana mentre il Sud restò fedele alla monarchia. Ma alla fine, con uno scarto di due milioni di voti, ad avere la meglio fu proprio la repubblica.

*

I BERGAMASCHI VOTARONO per la MONARCHIA
Quando il 2 giugno 1946 gli italiani dovettero scegliere se essere Sudditi o Cittadini, la provincia di Bergamo si comportò come molte città del sud Italia e vinse la Monarchia sia pur di misura: 50,8% per la Monarchia, 49,2% per la Repubblica (Bergamaschi aventi diritto di voto: 356.834, per la Monarchia 167.463 per la Repubblica 162.542). Bergamo fu l’unica provincia della Lombardia (nell’Italia del nord Cuneo e Padova) a preferire la Corona. La “Città dei Mille” era legata da sincero affetto ai Savoia, registi del processo unitario, un affetto testimoniato dalle folle festose e acclamanti che avevano accolto il Re d’Italia nelle Sue visite a Bergamo (1913, 1922, 1925 e 1930). Il 1° giugno 1930 il Re aveva inaugurato l’Ospedale Maggiore di Bergamo (lo abbiamo scritto nel post di ieri) che venne intitolato a Maria Josè sua moglie “Principessa di Piemonte”

*

IL FUOCO di Sant’ERASMO
Oggi è la festa di questa Santo che non finisce di stupirci come già detto nei “Santi di Oggi” I fuochi di Sant’Elmo sono una delle più interessanti manifestazioni della presenza di elettricità nell’atmosfera. Si tratta di lampi blu, che durano pochi secondi. Compaiono poco prima dei temporali nei pressi degli alberi maestri delle navi o alla sommità delle antenne. Intorno alle punte, infatti, si crea l’effetto corona: linee di forza che amplificano la maggior carica elettrica atmosferica dovuta all’arrivo della tempesta. In particolare il fenomeno è provocato da una ionizzazione delle molecole di ossigeno (O2) e di azoto atmosferico (N2), che si caricano e, quando tornano nello stato precedente, emettono un bagliore. L’effetto è visibile solo quando l’aria è priva di umidità. L’atmosfera secca infatti accumula più facilmente elettricità. Per questo, non appena arriva la pioggia, il bagliore scompare. Sant’Elmo, altro nome di Sant’Erasmo, era il patrono dei marinai del Mediterraneo. Anticamente le luci blu erano considerate segno della sua presenza

*

FESTIVITA’ e RICORRENZE DI GIUGNO
Oggi 2 giugno “Festa della Repubblica” – 5 giugno: Solennità della Pentecoste – 8 giugno: fine dell’anno scolastico per ogni Ordine e Grado (escluso le materne) – – 11 giugno Festa del Sacro Cuore di Gesù (il mese di giugno è dedicato alla Sua devozione) – Lunedì 13 giugno: Festa di Sant’Antonio di Padova – domenica 19 giugno “Festa del Corpus Domini” ritornano dopo due anni  le tradizionali processioni in tutti i paesi – 21 giugno: solstizio d’estate: inizia l’estate – 22 giugno: segno zodiacale del Cancro – 24 giugno: Festa della Natività di San Giovanni Battista (6 mesi prima del Natale) – 29 giugno: termine del “periodo solstiziale” (le giornate cominciano ad accorciarsi) – 29 giugno: Festa dei Santi Pietro e Paolo Apostoli

*

MALTEMPO in ARRIVO
Nelle prossime ore a Bergamo e sulla Lombardia è atteso un ‘blitz’ del maltempo, con piogge e temporali che potrebbero abbattersi sulla città. Dalla mezzanotte di venerdì 3 giugno è infatti in vigore un’allerta meteo di codice giallo – rischio di pericolo due su quattro – per ‘temporali forti’ diramata dalla Protezione Civile di Regione Lombardia. Un flusso in quota da Sudovest porterà, nella giornata di domani, 3 giugno, ad un graduale aumento dell’instabilità con precipitazioni sparse già tra notte e mattina sui settori occidentali, tendenti a diffuse nel pomeriggio, con maggior interessamento dei settori alpini e prealpini. I fenomeni potranno assumere anche carattere di rovescio e temporale e potranno risultare di debole o moderata intensità. Precipitazioni in attenuazione ed esaurimento verso sera. Sui settori alpini più settentrionali rinforzi di vento dai quadranti occidentali con raffiche fino a 60 km/h tra mattina e tardo pomeriggio

*

I PERSONAGGI nelle VIE di BERGAMO
GIUSEPPE GARIBALDI nato a Nizza, 4 luglio 1807 – morto aI sola di Caprera (La Maddalena), 2 giugno 1882 (140 anni fa) è stato un Generale, patriota, condottiero e scrittore italiano. La Città di Bergamo come molti Comuni d’Italia gli hanno intestato Vie, Piazze e Monumenti. A Bergamo un artistico Monumento all’”Eroe dei due mondi” si trova alla Rotonda dei Mille. Figura rilevante del Risorgimento, fu uno dei personaggi storici più celebrati della sua epoca. È noto per sue le imprese militari compiute sia in Europa, sia in America meridionale. Carattere irrequieto e desideroso di avventura, nel 1832, appena venticinquenne inizia ad avvicinarsi ai movimenti patriottici europei ed italiani (“Giovine Italia”), e ad abbracciarne gli ideali di libertà ed indipendenza. Nel 1836 sbarca a Rio de Janeiro e da qui inizia il periodo, che durerà fino al 1848, in cui si impegnerà in varie imprese di guerra in America Latina combattendo anche in Brasile e in Uruguay. Nel 1848 torna in Italia dove sono scoppiati i moti di indipendenza, che vedranno le celebri Cinque Giornate di Milano. Nel 1849 partecipa alla difesa della Repubblica Romana insieme a Mazzini, Pisacane, Mameli e Manara, ed è l’anima delle forze repubblicane durante i combattimenti contro i francesi alleati di Papa Pio IX. Garibaldi il 2 luglio 1849 deve abbandonare Roma dopo aver perso compagni fedeli tra i quali l’adorata moglie Anita. Riesce a raggiungere il territorio del Regno di Sardegna. Nel 1857 raggiunge Caprera. Nel 1858 si incontra con Cavour e Vittorio Emanuele, che lo autorizzano a costituire un corpo di volontari, corpo che fu denominato “Cacciatori delle Alpi”. Partecipa alla Seconda Guerra di Indipendenza cogliendo vari successi ma l’armistizio di Villafranca interrompe le sue operazioni e dei suoi Cacciatori. Nel 1860 Giuseppe Garibaldi è promotore e capo della spedizione dei Mille; salpa da Quarto (GE) il 6 maggio 1860 e sbarca a Marsala cinque giorni dopo. Da Marsala inizia la sua marcia trionfale; batte i Borboni a Calatafimi, giunge a Milazzo, prende Palermo, Messina, Siracusa e libera completamente la Sicilia. Il 19 agosto sbarca in Calabria e, muovendosi molto rapidamente, getta lo scompiglio nelle file borboniche, conquista Reggio, Cosenza, Salerno; il 7 settembre entra a Napoli, abbandonata dal re Francesco II ed infine sconfigge definitivamente i borbonici sul Volturno. Il 26 ottobre Garibaldi si incontra a Vairano con Vittorio Emanuele II e depone nelle sue mani i territori conquistati. Nel 1862 si mette alla testa di una spedizione di volontari al fine di liberare Roma dal governo papalino, ma l’impresa è osteggiata dai Piemontesi dai quali viene fermato il 29 agosto 1862 ad Aspromonte. Nel 1866 partecipa alla Terza Guerra di Indipendenza al comando di Reparti Volontari. Opera in Trentino e qui coglie la vittoria di Bezzecca (21 luglio 1866) ma, nonostante la situazione favorevole in cui si era posto nei confronti degli austriaci, Garibaldi deve sgomberare il territorio Trentino dietro ordine dei Piemontesi, al cui dispaccio risponde con quel “Obbedisco“, rimasto famoso. Nel 1867 è nuovamente a capo di una spedizione che mira alla liberazione di Roma, ma il tentativo fallisce con la sconfitta delle forze garibaldine a Mentana per mano dei Franco-Pontifici. Nel 1871 partecipa alla sua ultima impresa bellica combattendo per i francesi nella guerra Franco-Prussiana dove, sebbene riesca a cogliere alcuni successi, nulla può per evitare la sconfitta finale della Francia. Torna infine a Caprera, dove passerà gli ultimi anni e dove si spegnerà il 2 giugno 1882.

*

ACCADDE OGGI

  • 1882 Muore (140 anni fa) a Caprera Giuseppe Garibaldi –
  • 2002 Paolo Savoldelli nato a Clusone nel 1973 vince (20 anni fa) il Giro d’Italia di ciclismo.

*

SIGNIFICATO del NOME
ERASMO – Deriva dal verbo greco éramai, amare ed assume il significato di “amabile, amato”. In Italia portano questo nome circa 7.217 persone di cui il 20,7% nel Lazio e il 7,9% in Lombardia.

*

PROVERBI

  • “Il giovane ozioso sarà un vecchio bisognoso”
  • “Più tardi si comincia, più tardi si finisce”
  • “Il denaro non conosce porte chiuse”
  • “Una piccola scintilla può bruciare una villa”

*

L’ANGOLO della LETTURA
ADRIANO OLIVETTI un ITALIANO del ‘900 – Autore Paolo Bricco – Autore Rizzoli – pag. 492 – costo€ 22,00 – trama: Adriano Olivetti è un mito dell’industria, della creatività e della cultura italiana nel mondo. È un italiano del Novecento profondamente atipico. In questo libro definitivo, frutto di un decennio di ricerche e di scrittura, Paolo Bricco ripercorre la vita di un uomo di genio e la vicenda industriale e sociale, politica e culturale dell’Italia tra la fine dell’Ottocento e il boom economico. Questa è, prima di tutto, la storia di un’utopia. Inaugurando nel 1955 la fabbrica di Pozzuoli, Olivetti presenta così gli obiettivi della sua impresa: “La nostra Società crede nei valori spirituali, nei valori della scienza, crede nei valori dell’arte, crede nei valori della cultura, crede, infine, che gli ideali di giustizia non possano essere estraniati dalle contese ancora ineliminate fra capitale e lavoro. Crede soprattutto nell’uomo, nella sua fiamma divina, nella sua possibilità di elevazione e di riscatto”. A questa utopia concreta – almeno in parte realizzata – concorrono condizioni di lavoro per i dipendenti tuttora senza paragoni e la ricerca attiva di una bellezza che coinvolge la meccanica e il design (le macchine per scrivere e le calcolatrici), l’architettura delle fabbriche e l’estetica dei negozi sparsi nel mondo.

L’ANGOLO della SALUTE
I MEDICI SCONGLIANO gli INFRADITO Sono molti gli esperti che sconsigliano di utilizzare questo tipo di scarpa estiva che non vediamo l’ora di indossare sulle spiagge dove andremo a trascorre le nostre meritate e tanto sognate vacanze. I tipici sandali infradito possono, infatti, provocare danni ai nostri piedi, oltre che alla nostra schiena e causare infezioni, provocate anche dal fatto che il piede è completamente libero trattandosi di una scarpa aperta e bassissima. L’Associazione dei podologi da tempo sconsiglia l’utilizzo degli infradito, in particolare di quelle di gomma: il dito è puntato contro la conformazione della scarpa stessa, perché mancando completamente l’arco plantare le calzature potrebbero causare dolori alla schiena e una cattiva postura. Altri medici sottolineano che sono pericolose perché non ci sono ammortizzatori strutturali per il piede, con conseguente stress per la schiena e possibili nevralgie. Inoltre possono causare vesciche e calli ai piedi, irritazioni, con il rischio che possano infettarsi, anche perché gli infradito non proteggono i piedi da polvere e sporcizia. Il consiglio è quello di usare gli infradito con cautela, magari preferendo i modelli con suola rigida e ampia e utilizzandole solamente in spiaggia, così i rischi sono minori

*

I TURNI delle FARMACIE:

  • *** TURNO DIURNO durante il giorno, per sapere i turni si può chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24 ore su 24.
  • *** TURNO NOTTURNO: (da questa sera ore 21 a domani 3 giugno 2022) –BERGAMO Farmacia Malpensata Via Zanica – Albino – Calcio – Capizzone – Cavernago (fino le ore 24) – Colere – Filago (fino le ore 24) – Foresto Sparso – Olmo al Brembo – Ponte Nossa – Ponteranica – Pontida – Seriate – Sovere – TREVIGLIO Farmacia Comunale 3 Viale Piave – Treviolo (fino le ore 24) – Zogno
  • *** CONTINUITA’ ASSISTENZIALE (ex Guardia Medica) tel. 116117 attivo dalle ore 20 alle ore 8 nei giorni lavorativi24 ore su 24 nei giorni di sabato e domenica (fino le ore 8 di lunedì) e festivi.

*

L’ANGOLO della CULTURA e degli AVVENIMENTI

  • BERGAMO – Circolo Artistico Bergamasco – Sala Manzù Palazzo della Provincia – fino al 7 giugno – Esposizione Collettiva pittura, acquarello, ceramica
  • BERGAMO – Centro Congressi Papa Giovanni
  • – dal 3 al 5 giugno giugno dalle ore 9 – Seminario di Pediatria
  • BERGAMO – Teatro Loreto – 3 giugno ore 21 – Teatro per famiglie “Pescatori di stelle”
  • CASTIONE della PRESOLANA – dal 3 al 5 giugno – Campionato Nazionale del Tiro all’arco –
  • LEFFE – 4 e 5 giugno –Visite guidate al Museo del Tessile
  • NEMBRO – Piazza centrale – 4 giugno ore 20,45 – Concerto della Banda di Nembro
  • GAZZANIGA – Cortile Scuole Elementari – 3 giugno ore 20,45 – Concerto della Banda di Gazzaniga in occasione del 140° anniversario di fondazione
  • SERIATE – Biblioteca – 3 giugno ore 16,15 – Lettura di un libro per ragazzi dai 4 agli 8 anni

*

L’ANGOLO del CINEMA
“IO e LULU’” – critica **** – Film commedia – durata 90 minuti – film per tutti – Un ranger dell’esercito e il suo cane intraprendono un viaggio lungo la Pacific Coast Highway per partecipare al funerale di un amico. Ex ranger dell’esercito americano affetto da stress post-traumatico, Jackson viene incaricato di portare Lulù, cagna utilizzata dai militari nelle missioni oltremare, al funerale del suo padrone, un ex compagno d’armi dello stesso Jackson ucciso in Pakistan. Al termine del viaggio, che porterà dallo stato di Washington all’Arizona, l’animale sarà sottoposto a eutanasia, perché diventato violento e imprevedibile. Nel corso di due giorni molto avventurosi, tra disavventure in hotel, un arresto e l’incontro di Lulù con il suo gemello, Jackson e la cagna impareranno a fidarsi l’uno dell’altra, arrivando in tempo alla funzione e trovando entrambi un nuovo senso alle rispettive vite. Negli Stati Uniti il successo inaspettato di Io e Lulù, costato 15 milioni di dollari e arrivato a guadagnarne poco più di 60, ha confermato lo status di star di Channing Tatum, capace di affermare la propria icona di sex symbol universale e al tempo stesso di americano autentico

*

L’ANGOLO della CUCINA
LATTE INTERO: Spesso trascurato per via del suo notevole contenuto di grassi, il latte intero è in grado di rafforzare il nostro sistema immunitario, mantenere sotto controllo la glicemia e ridurre il rischio di diabete e favorire l’aumento della massa muscolare magra. È inoltre un ottimo alleato del nostro intestino – PARZIALMENTE SCREMATO: contiene tra l’1,5 e l’1,8 per cento di grassi a differenza del latte intero. Il procedimento di parziale scrematura riduce notevolmente anche la concentrazione di colesterolo mantenendo però inalterato il quantitativo di proteine e sali minerali. Attenzione se siete intolleranti al lattosio: il latte parzialmente scremato lo contiene – SCREMATO: deve contenere invece meno dello 0,3 per cento di grassi: questo lo rende sicuramente molto più digeribile rispetto al latte intero. Inoltre, non fa aumentare il colesterolo ed è perfetto per chi segue una dieta ipocalorica. Da sottolineare però la totale assenza della vitamina D che purtroppo viene eliminata con la parte grassa. Piuttosto, è assolutamente falso che il latte scremato, come lo yogurt magro, contengano meno calcio rispetto alla versione intera. Mentre è vero che il latte intero ha più vitamine, e per questo viene consigliato durante la crescita di bambini e adolescenti

*

SEI NATO OGGI?
Se siete nati in questa data siete molto emotivi e adattabili, ottimisti e affidabili. Avete bisogno però di spazi sicuri attorno a voi. Siete dotati per l’arte e la musica, e leali nell’amicizia. Naturalmente portati a ricercare un ambiente armonioso, sapete sfruttare le occasioni. Siete diplomatici e lavorate meglio insieme ad altri, piuttosto che da soli. Avete bisogno di attenzione e affetto vi piace circondarvi sia di persone sia di oggetti. Temete molto la solitudine, e sentite il bisogno di vivere in mezzo alla gente. I rapporti umani e privati vengono messi davanti a tutto. L’amore, nel corso della vita sarà fonte di gioia ma anche di delusioni

*

A BERGAMO e in PROVINCIA
Il SOLE sorge alle ore 05.31e tramonta alle ore 21.07– Durata del giorno ore 15.36 (+1 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte ore 08.24 (-1 minuti rispetto a ieri) – La LUNA crescente (visibile al 17%) sorge oggi alle ore 07.25 e tramonta domani alle ore 00.07

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

,