NECROLOGIE DI OGGI 4 GIUGNO 2022

IL VIZIO CRETINO DI ABBANDONARE ANIMALI NELLE VACANZE
La stagione estiva oltre alle vacanze, al caldo e al relax, porta con sè inevitabilmente la notizia dei numerosi abbandoni dei nostri amici a quattrozampe. Sembra impossibile, eppure sono ancora numerosissime le persone che , per essere più “libere” durante le vacanze estive, risolvono il problema sbarazzandosi del loro fidato amico , cane o gatto che sia, incuranti dell’amore che Fido o Micio ( scusate la banalità nella scelta dei nomi ) ha donato loro fino a quel momento. Pensate che secondo i dati diffusi dalla Lav, sono circa 150 mila i cani che ogni anno vengono abbandonati e di questi circa 40 mila nel periodo estivo. Queste persone, forse, ignorano alcuni “dettagli”: innanzitutto che stanno compiendo un gesto disumano, abbandonando a sè stessa una VITA, sbarazzandosene come se fosse un giocattolo vecchio che non interessa più. Inoltre dimenticano che con un comportamento così irresponsabile mettono a repentaglio non solo la vita del loro ex compagno di giochi e di vita, ma anche quella di tante altre persone. Stando agli ultimi dati disponibili, infatti, sono circa 40 mila gli incidenti d’auto causati da cani abbandonati negli ultimi dieci anni. Pensate che solo nell’ultimo anno circa 800 sinistri sono stati provocati per evitare un animale, mentre 8mila sono stati gli incidenti causati dall’urto contro gli animali.

OFFERTE DI LAVORO IN PROVINCIA AGGIORNATE SETTIMANALMENTE OGNI LUNEDI’

I SANTI del GIORNO
San FRANCESCO CARACCIOLO sacerdote, patrono dei cuochi italiani. Fu patrono del Regno delle Due Sicilie prima dell’Unità d’Italia – San QUIRINO Vescovo e martire – Santa ISABELLA monaca clarissa – San GUALTIERO Abate – La Chiesa celebra la festa di altri SANTI e BEATI. La Chiesa, inizia oggi a celebrare la SOLENNITA’ della PENTECOSTE è la seconda Festa più importante della cristianità subito dopo la Pasqua, ricorda l’Effusione dello Spirito Santo sopra gli Apostoli e Maria SS. Con la Pasqua è la festa più antica dell’Umanità già celebrata dagli Egizi. E’ il giorno “della conferma” di tutto il “Mistero dell’Incarnazione”, dalla nascita, alla morte e alla Resurrezione di Gesù, l’Istituzione della Chiesa a cui è stato affidato il compito di annunciare il Vangelo ad ogni angolo della Terra battezzando nel “Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo”. La Pentecoste è una solennità che si celebra 50 giorni dopo la Pasqua. Con la festa di oggi celebra il “periodo Pasquale”.

*

AFORISMA del GIORNO
Peggio delle cose che ho fatto senza pensare, ci sono le cose che ho pensato senza fare”

*

IL “PENSIERO” del GIORNO
“Noi sappiamo che la sua testimonianza è vera” – Davanti a tale affermazione occorre chiederci cosa voglia dire in profondità l’aggettivo “vera”. In termini esistenziali la testimonianza è vera quando genera fraternità in un intenso cammino di comunione. Infatti anche in termini conoscitivo, tutto ciò che è vero mette in luce una luminosa reciprocità. Siamo veri quando sussiste una unione di sensibilità spirituali. Quando c’è una relazione profonda, maturiamo come persone vere e autentiche – Padre, la nostra vocazione ad essere testimoni di Gesù è vera, quando genera una intensa e profonda comunione con lui. Tutto ciò che possiamo affermare a riguardo del Maestro ha un’unica finalità: maturare in una intensa fraternità con il suo cuore innamorato di te e di ogni uomo. Amiamo la comunione nello Spirito Santo, e vedremo come tutta la nostra esistenza personale e fraterna sarà autentica: vera. Amen – a cura di Mons. Antonio Donghi

*

GIORNATA MONDIALE dei BAMBINI INNOCENTI VITTIME di AGGRESSIONI
La violenza contro i bambini è spesso un fenomeno invisibile, non ascoltato e non denunciato, che può assumere molte forme.  L’ambiente scolastico, subito dopo quello familiare, è il luogo dove si verificano più frequentemente le violenze.  L’Assemblea Generale dell’ONU istituì la Giornata internazionale dei bambini innocenti vittime di aggressioni, da celebrarsi il 4 giugno di ogni anno per affermare l’impegno delle Nazioni Unite nella protezione dei diritti dei bambini. L’obiettivo della giornata è quello sensibilizzare e prendere atto del dolore che affligge i bambini che in tutto il mondo sono vittime di abusi fisici, mentali ed emotivi. La violenza contro i bambini è spesso un fenomeno invisibile, non ascoltato e non denunciato, che può assumere molte forme. La violenza non infligge solamente ferite fisiche ma lascia cicatrici psichiche sui bambini. Colpisce la loro salute mentale e compromette la capacità di apprendere e socializzare, minando così il corretto sviluppo. L’ambiente scolastico, subito dopo quello familiare, è il luogo dove si verificano più frequentemente queste forme di violenza e di aggressione. Milioni di bambini passano più tempo a contatto con adulti nelle strutture scolastiche che in qualsiasi altro posto. Tali atti di violenza privano il bambino del diritto di crescere in un ambiente protetto e accogliente, specialmente nelle comunità educative dove ha inizio il percorso di crescita. Gli abusi contro i minori possono tramutarsi in bullismo, in violenza fisica, in atti offensivi o volti a deriderne le capacità

*

GIORNATA MONDIALE CONTRO L’INGRATITUDINE

*

GIRARE in CITTA’ SEMINUDE E’ CONSENTITO per LEGGE?
È arrivata l’estate ed è una gara tra ragazzine girare con pantaloncini strettissimi all’inguine, solo un reggiseno che quasi potrebbero quasi evitare di metterlo, dall’altra “l’occhio vuole la sua parte” e certe ragazze sono anche belle da vedersi, altre forse sarebbe opportuno che si guardassero nello specchio. Ma tralasciando queste frottole vediamo cosa dice la Legge. Un tempo esisteva il reato di «atti contrari alla pubblica decenza e pudore»: vi rientravano tutti quei comportamenti – posti in luogo pubblico o aperto al pubblico – che possono considerarsi scostumati o che creavano scalpore e offesa nel sentimento popolare. Si pensi a chi fa la pipì per strada o gira con il sedere quasi completamente nudo. Oggi, tale comportamento è ancora vietato ma, anziché essere punito da norme penali, viene sanzionato con una pena di carattere amministrativo. Ma chi lo stabilisce se è o non lo è? Dunque, nessun processo penale ma una sanzione di carattere pecuniario che non lascia strascichi sulla fedina penale. Sicuramente, la sanzione economica ha una funzione molto più deterrente di quella penale, come ha insegnato l’esperienza del Codice penale, anche perché arriva subito, non necessita di un processo e non è soggetta a prescrizione. Dagli atti contrari alla pubblica decenza si distinguono gli atti osceni in luogo pubblico che invece hanno a che fare con comportamenti che coinvolgono la sfera sessuale. Il fatto di camminare nudi o seminudi per strada viene tutt’oggi fatto rientrare nell’illecito amministrativo degli atti contrari alla pubblica decenza e pudore e ciò vale anche quando avviene solo a fini propagandistici o di manifestazioni di carattere sociale. L’indossare un costume da bagno, per quanto possa essere succinto, non rientra nell’illecito appena descritto, quello cioè degli atti contrari alla pubblica decenza. E questo perché i costumi sociali si sono evoluti e non accordano più a tale tipo di abbigliamento un significato provocatorio o scandalistico. Quindi non dobbiamo più meravigliarci di nulla tutto è consentito nell’ambito “vedo e non vedo”

*

VOGLIA di VACANZE: MARE o MONTAGNA?
Come ogni anno, con l’arrivo della bella stagione, la domanda ricorrente è sempre la stessa: vacanza al mare o in montagna? Qual è il luogo ideale per rigenerarsi? La dicotomia per eccellenza delle vacanze. Grazie alla possibilità di poter optare per entrambe le soluzioni nel nostro bel paese, non sempre si riesce ad avere una chiara preferenza per uno dei due stili di viaggio. C’è chi ama il mare e non rinuncerebbe mai ad una settimana di sole, salsedine e canicola. C’è chi invece riesce a rilassarsi davvero solo tra i sentieri boschivi, alberi e aria fresca. Per alcuni la scelta risulta essere alquanto difficile, se non un vero dilemma e si affida al lancio della monetina Ma come si fa a scegliere, se si amano entrambi? Una questione di gusti, indole, esigenze. L’importante è che siano vacanze rilassanti

*

I PERSONAGGI nelle VIE di BERGAMO
CESARE BALBO nato a Torino, 21 novembre 1789 – morto a Torino, 3 giugno 1853 è stato un patriota, politico e scrittore italiano, primo Presidente del Consiglio del Regno di Sardegna. La Città di Bergamo gli ha intestato una Via. Figlio di Prospero e di Enrichetta Taparelli d’Azeglio, in gioventù, nonostante un certo alfierianesimo che lo portò nel 1804 a fondare con altri coetanei l’Accademia dei Concordi, fu al servizio di Napoleone, segretario generale della giunta governativa della Toscana (1808), segretario della Consulta napoleonica per gli ex territori pontifici (1809), auditore al Consiglio di Stato a Parigi (1811), liquidatore dei conti a Lubiana, e infine addetto al Ministero di Polizia a Parigi. Alla Restaurazione entrò nell’esercito piemontese, nel 1816 accompagnò il padre ambasciatore a Madrid e per alcuni mesi resse l’ambasciata. Coinvolto, sebbene infondatamente, nel moto liberale del 1820-21, dovette dapprima esulare in Francia e poi, rientrato in Italia, fu confinato per alcuni anni a Camerano (1824) dove si dedicò a studi di storia. Tra le opere di Balbo “Memorie sulla rivoluzione” (1821), “Storia d’Italia” dal 476 al 774 (2 voll., 1830), “Vita di Dante” (2 voll., 1839), “Meditazioni storiche” (1842-45), Speranze d’Italia (1844), “Sommario della storia d’Italia” (1846-47). La sua visione della storia italiana è dominata dal motivo dell’indipendenza dallo straniero e dalla speculazione sull’accordo della religione cattolica con la moderna teoria del progresso. Venne nominato Presidente del Consiglio dopo la concessione dello Statuto (1848). Dichiarata guerra all’Austria, Balbo propose di unire la Lombardia e il Piemonte in un’unica grande potenza, ma nel dibattito parlamentare il suo suggerimento non venne accolto, per questo decise di dimettersi dopo soli tre mesi da quando aveva ricevuto l’incarico di Capo del governo. Ebbe comunque altri incarichi da Massimo D’Azeglio e Vittorio Emanuele II. Tornato semplice deputato, nel maggio 1849, D’Azeglio gli affidò un’importante missione presso Pio IX a Gaeta per il ritorno del Papa nella sede papale. Nell’ottobre 1852 si rivolse nuovamente a D’Azeglio e a Cavour sperando di formare un nuovo governo, ma i due si rifiutarono di aiutarlo perché due anni prima aveva negato loro l’appoggio per l’approvazione della legge sull’abolizione del foro ecclesiastico e sull’incameramento dei beni della Chiesa. Decise così di ritirarsi definitivamente dalla politica per dedicarsi interamente alla scrittura ma, dopo meno di un anno, morì nella città natale, a sessantatré anni, nel 1853. È sepolto nella cripta del duomo di Chieri.

*

SIGNIFICATO del NOME
ISABELLA – Potrebbe essere una variante di Elisabetta (“Dio è perfezione/Dio è giuramento”) oppure derivare dal fenicio Gezabele, tratto da Ezbel il cui significato è “amante di Baal”. In Italia portano questo nome circa 73.124 persone di cui il 21,9% in Puglia, 14,3% in Lombardia.

*

PROVERBI

  • “Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace”
  • “Anche l’occhio vuole la sua parte”
  • “Bella faccia cuore allaccia”
  • “La bellezza dura poco”
  • “Bellezza e follia vanno sovente insieme”

*

L’ANGOLO della LETTURA
DOPO le NUBI il SOLE – Edizioni San Paolo – Autore Giuliana Arena – pag. 176 – costo € 16,00 – trama: Don Luigi Orione, canonizzato nel 2004 da papa Giovanni Paolo II, ha fondato la Piccola opera della Divina Provvidenza, che ancora oggi continua il suo servizio di carità e umanità. Nel 2022 si celebrano i 150 anni dalla nascita e la famiglia da lui creata intende dare all’evento il giusto risalto. Per presentare in modo originale al pubblico la figura di questo santo della carità, l’autrice racconta qui la collaborazione tra don Orione e un medico, laico e sposato, che seppe comprendere l’alto valore dell’azione del sacerdote e gli fu esperto aiuto nelle sue più importanti realizzazioni. Si tratta del dottor Domenico Isola, splendida figura di uomo di fede, oltre che di dottore e scienziato

*

L’ANGOLO della SALUTE:
“COME CURARE le VERRUCHE” In estate e in inverno è piuttosto comune la frequentazione delle piscine. Tuttavia, è bene fare attenzione alle verruche, che possono diventare un problema. Le verruche sono causate da alcuni ceppi del virus HPV e sono molto contagiose. Si trasmettono sia per autocontagio, cioè trasferendo il virus con le mani dalle parti del corpo in cui sono comparse ad altre zone, sia per contatto con le verruche di altre persone, magari se si condivide con altri ciabatte o asciugamani, ma si possono contrarre anche semplicemente camminando a piedi scalzi nelle aree comuni di piscine e spiagge. Riconoscerle è piuttosto semplice: basta ricordarsi che le verruche cutanee si manifestano con l’ispessimento irregolare e tondeggiante dello strato superficiale della pelle, che diventa di colore giallo-grigiastro, e possono essere dolorose. Le verruche vanno curate ed eliminate nel più breve tempo possibile dalla comparsa, anche perché sono dolorose, fastidiose e estremamente facili da trasmettere. Infatti, dato il loro carattere recidivo, non scompaiono facilmente del tutto, ma il trattamento precoce può evitare che si diffondano in altre parti del corpo. Uno dei possibili trattamenti è la laserterapia, a cui si ricorre per le verruche difficili. Spesso è sufficiente una sola seduta di trattamento per rimuovere la verruca, anche se nel caso sia molto profonda bisogna ripetere più volte il trattamento prima di eliminarla del tutto. Dopo il trattamento è necessario seguire le indicazioni del dermatologo per proteggere la cute trattata dal rischio di infezione. Ad ogni modo prima di intraprendere qualsiasi iniziativa, specie quelle fai-da-te, è fondamentale consultare uno specialista che indirizzerà verso la terapia più adatta in base alla condizione generale del paziente e caratteristiche della verruca, come tipo, posizione, profondità, numero ed estensione sul corpo

*

I TURNI delle FARMACIE:

  • *** TURNO DIURNO durante il giorno, per sapere i turni si può chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24 ore su 24.
  • *** TURNO NOTTURNO: (da questa sera ore 21 a domani 5 giugno 2022) –. Albino – Almenno San Bartolomeo (fino le ore 24) – Ardesio – Bagnatica (fino le ore 24) – BERGAMO Farmacia Piazza Sant’Anna – Capizzone – Castelli Calepio – Dalmine (fino le ore 24) – Fiorano al Serio – Predore – Presezzo – Sedrina – Taleggio – Torre de Busi (fino le ore 24) – Trescore Balneario – TREVIGLIO Farmacia Comunale 3 Viale Piave – Zanica
  • *** CONTINUITA’ ASSISTENZIALE (ex Guardia Medica) tel. 116117 attivo dalle ore 20 alle ore 8 nei giorni lavorativi24 ore su 24 nei giorni di sabato e domenica (fino le ore 8 di lunedì) e festivi.

*

L’ANGOLO della CULTURA e degli AVVENIMENTI

  • BERGAMO – Circolo Artistico Bergamasco – Sala Manzù Palazzo della Provincia – fino al 7 giugno – Esposizione Collettiva pittura, acquarello, ceramica
  • BERGAMO – Sentierone – 5 giugno ore 7,30 – Camminata Nerazzurra
  • BERGAMO – Circolo Artistico Bergamasco Palazzo ACI – dal 4 al 7 giugno – “Collettiva di pittura e altro (ingresso pomeridiano)
  • BERGAMO – Centro Congressi Papa Giovanni – dal 3 al 5 giugno dalle ore 9 – Seminario di Pediatria
  • BERGAMO – Centro Culturale “La Porta” – 10 giugno ore 20,45 – presentazione del libro: “La Lega – Una storia” – Autore Paolo Barcella
  • BERGAMO – 5 giugno ore – “Alla scoperta di Villa Gargana” in Via Rovelli prenotazione obbligatoria 340.5346127 – pagamento ticket
  • BERGAMO – Piazza Mercato delle Scarpe – 5 giugno ore 15 – Inizio visita guidata a Bergamo Alta
  • BERGAMO – Borgo Canale – 5 giugno ore 12 – Visita guidata alla Casa natale di Gaetano Donizetti
  • BERGAMO – Teatro Donizetti – 5 giugno ore 20 – Orio Colli al pianoforte con l’Orchestra Toscana
  • BERGAMO – Creberg Teatro – 5 giugno ore 20,30 – “A come ambiente” spettacolo
  • BERGAMO – Fiera dei Librai – 5 giugno ore 16 – presentazione del libro: “Resistere nella tormenta: cattolici e antifascismo” promo: Molte Fedi
  • BERGAMO – Fiera dei Librai – 5 giugno ore 17,30 – Presentazione “Conquistare la parola – L’esperienza delle scuole popolari a Bergamo”: alle testimonianze di studenti e docenti di Bergamo
  • ALBINO – La stalletta Pucci – 5 giugno dalle ore 14 – “A passeggio con l’asino”
  • ALBINO – Piazza– 5 giugno ore 15 – Giochi per bambini in piazza
  • ALZANO LOMBARDO – Piazza Fra Tommaso a Olera – 5 giugno ore 16 – Olera: il suo fascino – Visita guidata
  • CAMERATA CORNELLO – 5 giugno ore 15 – Visita guidata al Borgo e alla Chiesa affrescata di San Lodovico da Tolosa
  • CASTIONE della PRESOLANA – dal 4 al 5 giugno – Campionato Nazionale del Tiro all’arco –
  • GANDINO –Museo – 5 giugno ore 14,30 – Visita al Museo della Basilica
  • LEFFE – 5 giugno –Visite guidate al Museo del Tessile
  • MEZZOLDO – Centro – 5 giugno ore 15 – “Le erbe del casaro”
  • PARRE – Museo Archeologico – 5 giugno dalle ore 10 alle 18 – Apertura del Parco

*

L’ANGOLO del CINEMA
“MARCEL” – critica *** – film drammatico – durata 93 minuti – consigliato + 13 anni – trama: Una bambina ama sua madre, ma sua madre ama Marcel, il suo cane. Un evento imprevedibile le porterà in viaggio, avvicinandole e svelando loro, oltre ogni dolore, le vie grandi e segrete dell’amore. Alla sua opera prima Jasmine Trinca affronta con la consapevolezza di chi conosce la storia del cinema un tema molto personale in equilibrio tra favola e realtà. Quando un autore si trova ad affrontare il suo primo lungometraggio, se lo è nell’intimo non lavora su commissione e non accetta compromessi. Jasmine Trinca si rivela tale realizzando un film che non strizza l’occhio al box office trasfigurando un reale rapporto Jasmine/genitrice offrendogli un contesto di dolorosa astrazione. È come se l’attrice nel momento in cui dirige la sua ‘opera prima’ avesse bisogno di avere vicino sia chi esordisce, Maayane, sia chi invece le offre la solidità di una carriera riconosciuta e riconoscibile.

*

SEI NATO OGGI?
Le persone nate in una di queste date sono molto diligenti. Lottate fino alla fine per riuscire in quello che volete fare ed il coinvolgimento è totale. Siete ambiziosi, desiderate portare a termine il vostro lavoro, che eseguite in maniera sistematica, seguendo regole ben precise e non vi fermate mai fino a che i vostri obbiettivi non siano raggiunti. Determinazione e rigore sono i vostri migliori qualificativi. La famiglia e il suo benessere sono al centro dei vostri pensieri. Molto fortunati, amate la stabilità, la famiglia e la casa. Legati alle tradizioni e ancorati alla routine

*

A BERGAMO e in PROVINCIA
Il SOLE sorge alle ore 05.30e tramonta alle ore 21.09– Durata del giorno ore 15.39 (+2 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte ore 08.21 (-2 minuti rispetto a ieri) –  La LUNA crescente (visibile al 29%) sorge oggi alle ore 09.24 e tramonta domani alle ore 01.17

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

,