Nel 1932 la scrittrice Haven Gillespie compose, sul retro di una busta in un bar, una canzone di Natale diventata, nel corso degli anni, un grande classico delle feste “Santa Claus is coming to Town” (Babbo Natale sta arrivando in città). La canzone si riferisce alla tradizione natalizia di Babbo Natale di cui si preannuncia l’arrivo in città. Le parole dicono, presumibilmente a un bambino, di fare attenzione, non piangere e non fare il broncio: Babbo Natale sta venendo in città, sta facendo una lista e controllandola due volte, per capire chi è cattivo e chi è bravo, e sa quando il bimbo dorme e quando è sveglio e come si è comportato.

Ed effettivamente, come Socialbg, oggi possiamo annunciare che, nonostante non sia ancora il 24 dicembre, Babbo Natale è quasi arrivato a Bergamo e, al momento, sta facendo tappa nella sua abitazione a Gromo! Chi l’avrebbe mai detto eppure è così: dopo il Polo Nord… anche la Val Seriana è una delle sue dimore e lo riprova il fatto che ha anche scritto questa lettera per tutti i bambini e le bambine bergamaschi e non solo

LA LETTERA DI BABBO NATALE DA GROMO

Ciao a tutti, grandi e piccini,

eccomi anche quest’anno, 2021. Siamo alla quattordicesima edizione, oramai di casa in una bellissima località delle magnifiche valli di Bergamo, a Gromo, uno dei borghi più belli d’Italia, nonché Bandiera Arancione del Touring Club. Sarà un’edizione speciale caratterizzata dal rispetto delle regole di sicurezza ed il divieto di assembramento. Siamo ospiti in un antico palazzo patrizio di Gromo, Palazzo Scacchi-Filisetti. Ancora abitato dalla famiglia, visiteremo il piano nobile con ancora tutti gli arredi secolari originali. Un tuffo nel passato per conoscere la vita delle importanti famiglie del luogo. All’ingresso della dimora gli Elfi aiuteranno tutti i bimbi a scrivere la letterina che poi sarà consegnata direttamente a Babbo Natale. Tutte quelle ricevute parteciperanno al concorso “In miniera e in fattoria gratis” per portare tutti i compagni di classe gratuitamente in visita alla Fattoria Ariete e alle miniere della Val del Riso. Lungo il percorso saranno consegnati ad ogni bimbo vari doni con cui realizzare, a casa, tanti lavoretti natalizi che ricorderanno il magico incontro con Babbo Natale. Tutto il borgo sarà vestito a festa. Un percorso segnalato porterà alla scoperta degli angoli più suggestivi con tanti splendidi presepi. Lungo le vie, i negozi e le antiche cantine ospiteranno i mercatini. Sarà una sorpresa visitare anche il Museo Naturalistico degli animali delle Orobie, nonché il Museo delle armi che qui venivano fabbricate e che per secoli hanno reso famoso nel mondo questo piccolo paese.

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

, ,

Autore

Alessandro Grazioli

Marito e papà di 4 bambini, laureato in Giurisprudenza presso l’Università Statale di Milano, Specialista sviluppo prodotti e servizi assicurativi Gruppo Assimoco – Business Unit Eticapro, Consigliere Comunale e Presidente del Comitato di settore dei servizi sociali del Comune di Torre Boldone, divulgatore e influencer sociale su Socialbg

Vedi tutti gli articoli