Da settimana prossima potrete riassaporare il dolce gusto della libertà. Non potendo comunque nel fine settimana accalcarvi all’Oriocenter come un gregge di pecoroni, il vostro Pepito vuole suggerirvi una bella passeggiata invernale per tutte le gambe: la salita ai 3 faggi da Fuipiano, tetto della Valle Imagna. Sono 2 ore tra andare e tornare, circa 250 metri di dislivello in salita su un paio di chilometri di lunghezza.

Queste le indicazioni e la mappa dal Geoportale del CAI bergamasco (link http://geoportale.caibergamo.it/it/sentiero/579a):

Come arrivare ai 3 faggi

A monte di Fuipiano Valle Imagna (1150 m) si sale per via Milano con possibilità di parcheggio. Da qui si segue ancora la strada fino ad arrivare ad un bivio: sulla sinistra prosegue il sentiero 579, sulla destra proseguiamo su una strada forestale che entra in un bel bosco di faggi. La si percorre sino ad incontrare i prati e, poco dopo (circa 300 m), la si abbandona a sinistra per risalire il versante ed entrare nuovamente per un breve tratto nel bosco, fino ad arrivare a quota 1400 m. Si continua a destra su un comodo sentiero che in piano attraversa, rimanendo alto sui prati, e che conduce fino ai Tre Faggi a m 1393, dove si incrocia il sentiero 571.

Spettacolare con la neve

Per qualche giorno troverete ancora un po’ di neve a rendere il paesaggio ancora più spettacolare e l’escursione più accattivante. All’arrivo a destinazione vi accoglieranno 3 maestosi faggi che fanno ombra ai benandanti da più di un secolo, un monumento naturale alla natura e ai suoi tempi. Una riflessione laica cui potete accompagnare anche una preghiera religiosa nella vicina e particolare cappella dedicata alla Madre di Gesù, circondata da una Via Crucis a corona molto curiosa che sembra richiamare i dolmen di tradizione celtica. Dai 3 faggi potete ammirare le Orobie a 360 gradi intorno a voi e in una bella giornata vedere anche vette lontane, in questa stagione tutte imbiancate.

Una manna per Instragam

Una gita fotografica di sicuro successo per il vostro account Instagram. Vi suggerisco di scaricare sul vostro smartphone un’applicazione tra le tante che identifica le montagne utilizzando la realtà aumentata, così potrete farvi un’idea della vostra prossima meta!