Press ESC to close

Ugo Benedetti

– PATRONATO SAN VINCENZO in FESTA

Dopo due anni di fermo a causa della pandemia torna il “Patronato in festa”. La festa si svolgerà da venerdì 23 a domenica 25 settembre. Tutte le sere alle ore 19.30 apriranno la pizzeria, la griglieria e la cucina con piatti tipici bergamaschi e non solo. Il via ai festeggiamenti sarà venerdì 23 alle ore 18 con l’inaugurazione e la presentazione delle attività del Patronato alla presenza dell’amministrazione comunale. Dopo cena, alle ore 21.30, ci sarà la proiezione di un film documentario su don Bepo Vavassori, fornito dal centro studi don Bepo Vavassori. Sabato 24 le attività iniziano alle ore 16 con un laboratorio per famiglie di narraserigrafia a cura di Tantemani, progetto della cooperativa Patronato San Vincenzo. La sera una lettura teatrale su don Bepo, dal titolo “Ho promesso una casa a ciascuno” interpretata da Alberto Salvi: attore, regista e drammaturgo, autore di progetti di pedagogia teatrale e direttore artistico del Festival “A levar l’ombra da terra”. In conclusione, la domenica 25 ci sarà il consueto ritrovo per gli ex allievi con un invito esteso a tutti a partecipare alla messa eucaristica delle 11.00 ed al pranzo delle 12.30 (su prenotazione 035 459814

NECROLOGIE DI OGGI 21 SETTEMBRE 2022

I SANTI del GIORNO

San MATTEO Apostolo e Evangelista. Patrono dei Commercianti, Banchieri, Ragionieri e della Guardia di Finanza. Nella bergamasca è patrono di Villa d’Ogna. A Bergamo una piccola Chiesa dedicata a San Matteo della Benaglia che dà anche il nome all’antico Portone e alla scaletta che da Longuelo porta in Città Alta – San GIONA il Profeta che convertì la città di Ninive alla penitenza per evitare la distruzione divina – Santa MAURA Vergine – San PANFILO martire – La Chiesa celebra la Festa di altri 15 SANTI e 8 BEATI

*

AFORISMA del GIORNO

“Nella vita si commettono due grandi errori: rimanere in silenzio quando bisognerebbe parlare e parlare quando bisognerebbe tacere”

*

IL PENSIERO del GIORNO

“Misericordia io voglio e non sacrifici”La bellezza della vita sta nel seminare la voglia di vivere in ogni persona, in qualunque situazione ci si possa trovare. Amare l’umanità di ogni fratello si ritraduce nel porre nel suo cuore un intenso desiderio di voler costruire con coraggio il presente per poter dare alla luce un futuro più luminoso e rinnovato, in una feconda fraternità. – Padre, il tuo Figlio Gesù si è fatto uomo per dare ad ogni creatura la capacità di sviluppare fino in fondo le potenzialità della propria persona. Con lui cresciamo nella volontà d’essere veramente noi stessi. Illuminaci con l’energia dello Spirito Santo perché sappiamo amare l’uomo nella sua storicità per aiutarlo ad essere sempre più se stesso, in un meraviglioso dialogo con ogni fratelli. Amen – Mons. Antonio Donghi

*

GIORNATA MONDIALE della PACE

Istituita il 30 novembre 1981 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite con volontà di creare un giorno all’insegna della pace mondiale e della non violenza. L’ONU esorta gli Stati membri, le organizzazioni governative e non e gli individui a concentrarsi in questo giorno nella promozione di azioni educativeper fare sensibilizzazione sul tema della pace globale. È una giornata fondamentale in un mondo afflitto dalle guerre. Da quella in Ucraina, che viviamo da mesi, a quelle quasi dimenticate come la guerra in Siria e quella in Yemen, ai conflitti meno veicolati mediaticamente come quelli che interessano tantissime minoranze nel mondo. Questa giornata ha lo scopo di far luce su queste guerre perché il primo passo per la fine delle ostilitàrisiede nella consapevolezza comune che la guerra è sempre una cosa ingiusta

*

GIORNATA MONDIALE dell’ALZHEIMER

Malattia che prende il nome dal neurologo tedesco Alois Alzheimer, il primo a descriverne le caratteristiche all’inizio del Novecento, e che rappresenta oggi un’emergenza sanitaria importante. La patologia è riconosciuta infatti come la causa più comune di demenza nella popolazione over 65ma può avere anche un esordio precoce, intorno ai 50 anni di vita. Caratterizzata dal deterioramento irreversibile delle funzioni cognitive, l’Alzheimer comporta infatti sintomi che limitano fortemente le normali attività della vita di tutti i giornifino a portare chi ne soffre a non essere più autosufficiente. Benché si tratta di una malattia diffusa, solo in Italia si stimano circa 500mila ammalati, le cause scatenanti non sono ancora del tutto note così come, nonostante gli sforzi compiuti dalla scienza, non esiste ad oggi una terapia che possa curare l’Alzheimer. L’Alzheimer è oggi una malattia sempre più diffusa stiamo infatti assistendo a un aumento del numero dei casi legato al fatto che oggi l’aspettativa di vita è più alta

*

GIORNATA MONDIALE della BELLEZZA

Tutte le discussioni sulla bellezza e il suo significato sono iniziate nell’estetica greca e si basano fondamentalmente sulla visione del mondo dei filosofi dell’epoca, secondo cui la vita e l’arte sono fondate su equilibrio, simmetria, armonia e proporzionalità. Oggi in filosofia nella definizione di ciò che è bello è presente anche l’aspetto razionale del giudizio di gusto (“questa cosa mi piace o non mi piace?”), che viene diffuso anche nell’Industria della Moda e nelle sfilate

*

L’AUTUNNO NON INIZIA OGGI ma il 23 SETTEMBRE

Ci gustiamo ancora due giorni d’estate. Stiamo per salutare l’estate, ma l’equinozio di autunno non sarà nel tradizionale giorno 21 settembre, ma due giorni dopo, per l’esattezza il 23 settembre alle 3.03 ora italiana. La tradizione non si incontra ormai da molto tempo con la realtà astronomica, ecco perché la differenza è dovuta alla cosiddetta ‘Precessione degli equinozi’, il fenomeno per cui la Terra, che non è una sfera perfetta, risente dell’attrazione gravitazione di Sole e Luna, il quale, a sua volta, interferisce con il moto dell’asse terrestre, che, come sappiamo, è inclinato rispetto all’equatore. Il risultato è uno spostamento di 50″.26 per anno, in senso orario, equivalentemente a 1° ogni 71.6 anni, che produce una rotazione annua di 50″.26 in senso orario della linea degli equinozi, con un conseguente anticipo di circa 20 minuti degli equinozi e dei solstizi all’anno. L’equinozio di autunno, però, tende in generale a ritardare perché il nostro Pianeta, per la II legge di Keplero, che per primo descrisse le orbite dei pianeti attorno al Sole con delle leggi matematiche ancora valide, il cammino della Terra rallenta quando è più lontana dalla stella (afelio) e questo capita nella nostra stagione estiva (fa più caldo però perché i raggi sono meno inclinati)

*

VACCINO ANTICOVID AGGIORNATO da DOMANI anche in FARMACIA

Arriva anche nelle farmacie il vaccino bivalente anti covid, aggiornato alla copertura della variante Omicron 1. Lo rende noto Federfarma Lombardia: “Da giovedì 22 settembre i cittadini lombardi over 12 che devono ancora sottoporsi alla terza dose, e quelli per i quali è raccomandata la quarta, potranno ricevere il vaccino aggiornato, recandosi in una delle farmacie lombarde aderenti alla campagna”, si legge in una nota. La quarta dose è raccomandata per tutti i fragili over 12, nonché per i trapiantati, immunocompromessi, donne in gravidanza, operatori sanitari e delle Rsa, nonché ultrasessantenni. Per ricevere il vaccino in farmacia occorre comunque la prenotazione sulla piattaforma regionale abituale. Le farmacie lombarde che hanno aderito alla campagna di vaccinazione sono 605. E’ dal 10 novembre che ci si può vaccinare contro il covid in Lombardia: finora le inoculazioni sono state quasi 590mila, tutte con Pfizer. “Ancora una volta – dichiara Annarosa Racca, presidente di Federfarma Lombardia – le farmacie lombarde si mettono a disposizione della Regione e dei cittadini, per portare il proprio contributo anche in questa nuova fase della campagna vaccinale. Il nostro auspicio è che l’arrivo dei vaccini aggiornati alla variante Omicron 1 contribuisca a convincere chi ancora non avesse eseguito le dosi di richiamo consigliate. È fondamentale ricordare che i booster aumentano l’efficacia del vaccino nel proteggerci dalla malattia severa, pericolosa soprattutto per anziani e soggetti fragili

*

*

BERGAMO la “PORTA di SAN MATTEO alla BENAGLIA”

Sconosciuta a quasi tutti i bergamaschi. Tra le meraviglie che offre Bergamo, troviamo anche le “Scalette”. Un tempo utilizzate dal popolino, offrono oggi una piacevole alternativa all’uso di altri mezzi motorizzati. Scalette che ci portano in un’altra dimensione e arrivare infine a godere di quel gioiello che è Città Alta. Un invito il nostro a muoversi su questi sentieri carichi di storia fra profumi e colori che sapranno darci molta serenità. Questa non è una vera e propria scaletta, ma essendo l’unica via d’accesso da Longuelo verso Città Alta, pensiamo che rientri di diritto in questo nostro girovagare per scalette. Partendo dalla Chiesa parrocchiale di Longuelo, prendiamo a sinistra per via Guglielmo Mattioli, arrivati alla rotonda proseguiamo per via Guglielo Lochis, dove sulla sinistra imbocchiamo un sentiero sterrato che conduce al Portone di S. Matteo (Stongarda) di Longuelo. La porta fu costruita nel 1256 a protezione del lato occidentale di Borgo Canale e di Bergamo. Oltrepassata la porta prendiamo a sinistra per Via Strada Vecchia fino al bivio dove spicca una cappelletta. Seguiamo a destra Via San Matteo alla Benaglia che sale il colle sovrastato dal palazzo quattrocentesco che i Conti Benaglio trasformarono nel 1848 nella bella villa con annessa la chiesetta di San Matteo. Seguendo la strada acciottolata, ammiriamo le splendide ville e i giardini appartenenti alle più importanti e storiche famiglie bergamasche. Ville di campagna, dove si respira aria buona, ubicate su questo colle dove si gode una bella vista di Città Alta. Riprendendo il nostro cammino, più avanti ci immettiamo nella via asfaltata di San Martino della Pigrizia. Proseguendo, il nostro occhio rimane affascinato dai famosi orti che si stendono e scendono sui terrazzamenti alla nostra destra e che ci accompagnano fino ad arrivare alla panoramica chiesetta di San Martino. Più avanti incrociamo la scaletta dello Scorlazzino (percorso 6) che sale alla nostra sinistra, scaletta che ci offre la possibilità di raggiungere Città Alta seguendo Via Sudorno

*

I PERSONAGGI nelle VIE di BERGAMO: (Via) ANTONIO CIFRONDI

(Antonio Zifrondi) – nato a Clusone, 11 giugno 1656 – morto a Brescia, 30 ottobre 1730, è stato un pittore italiano. Di modeste origini, dimostrò fin dai primi anni una spiccata propensione al disegno ed alle belle arti, nella sua vita dipinse un gran numero di opere alternando il sacro al profano, con uno stile tardo-barocco. La famiglia Cifrondi era probabilmente originaria di Villa d’Ogna dove risulta registrato un Cifrondo Cifrondi nel 1644. Fu iniziato alle arti pittoriche quando nel 1671 quando, grazie all’elargizione di una borsa di studio (erogata dalla fondazione Fanzago nei confronti di ragazzi appartenenti a famiglie povere), poté trasferirsi, poco più che quindicenne, a Bologna. Nel capoluogo emiliano venne inserito nella rinomata scuola di Marcantonio Franceschini, specializzandosi nel manierismo. Dopo qualche anno maturò l’intenzione di viaggiare al fine di incrementare il proprio bagaglio di esperienza. Visitò Roma e Venezia, per poi, forse, recarsi a Parigi. Il soggiorno francese (se mai vi fu), accompagnato dal fratello Ventura aspirante pittore, dovette rivelarsi proficuo. Frequentò la corte parigina dove ebbe modo di instaurare un rapporto di reciproca stima con il duca d’Harcourt, suo mecenate, e con il pittore Charles Le Brun. Poco più che trentenne ritornò nella natia Clusone, dove cominciò ad eseguire un gran numero di opere in tutta la bergamasca, la maggior parte a sfondo religioso, le prime di cui esista documentazione certa. Da quel momento è un susseguirsi di commesse nella bergamasca: nell’ultima decade del XVII secolo degni di nota sono la Caduta di Simon Mago (1691) a Trescore Balneario, ma soprattutto gli affreschi dei soffitti delle Sagrestie di Alzano Lombardo che raffiguravano le Scene della Passione di Cristo, durante la cui esecuzione strinse rapporti d’amicizia con altri artisti bergamaschi, tra i quali Andrea Fantoni. Opere di quel periodo sono segnalate nelle parrocchiali di Cenate Sopra (l’Incontro di Leone e Attila e Ognissanti); di Cerete (la Pentecoste, l’Adorazione dei Magi e il Martirio di S. Vincenzo), Novezio frazione di Cerete (l’Annunciazione e Sant’Anna con la Vergine Bambina); di Nona di Vilminore (la Natività della Vergine) e di Sant’Alessandro della Croce in Bergamo (Martirio di sant’Alessandro); di Cortenuova la “Cena di Emmaus” databile tra il 1675 ed il 1699. A quegli anni risalgono anche l’Ultima Cena, custodita nella parrocchiale di Nese, la decorazione del soffitto della basilica di Clusone. A questo periodo si datano le due tele nella Galleria dell’Accademia Tadini, due Ritratti di popolani, in una delle quali va forse riconosciuto il suo Autoritratto. La fama acquisita gli permise di ottenere un numero sempre maggiore di commesse, tanto da dover spostare la propria residenza più volte al fine di essere sempre presente sul luogo. Ricevette così ospitalità presso il convento teatino di Santo Spirito di Bergamo, ricambiando con l’esecuzione di una grande quantità di dipinti (una cinquantina), dalla chiesa alle stanze del convento stesso. Il suo soggiorno durò cinque anni, dopo il quale si spostò in differenti luoghi, a seconda di dove vi era maggior richiesta. Tra i numerosi cambi di residenza significativo è il periodo in cui soggiornò a Rosciate, dove adornò la villa Zanchi questa venne arricchita di numerosi cicli di dipinti riguardanti scene mitologiche, storiche, ma anche ritratti e immagini sacre. Il suo peregrinare lo portò a trascorrere gli ultimi anni della sua vita nella città di Brescia, dove morì nel 1730, all’età di 74 anni. Fu sepolto nella locale Chiesa dei Santi Faustino e Giovita, anche se oggi delle sue spoglie non vi è rimasta traccia.

*

ACCADDE OGGI

  • 1924 – Inaugurata la prima autostrada al mondo: Vittorio Emanuele III in persona inaugura a Lainate la nuova «via per sole automobili» che collega Milano a Varese. È il primo tratto della futura Autostrada dei Laghi, la prima autostrada a pedaggio della storia.
  • 1972 – L’Italia concede agli Stati Uniti (50 anni fa) l’Isola della Maddalena come base per i sottomarini nucleari
  • 1990 – Viene assassinato dalla mafia il giudice Rosario Livatino. Proclamato Beato dalla Chiesa Cattolica

*

PROVERBI

  • “San Matteo addolcisce i grappoli”
  • “Chi offre una cenetta gran pranzo si aspetta”
  • “L’avaro e lo scroccone si intendono benone”

*

I TURNI delle FARMACIE:

  • TURNO DIURNO durante il giorno, per sapere i turni si può chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24 ore su 24.
  • TURNO NOTTURNO: (da questa sera ore 21 a domani 22 settembre ore 9) Per sapere i turni si può chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24/24 – consultare il sito www.federfarma.bergamo.it
  • CONTINUITA’ ASSISTENZIALE (ex Guardia Medica) tel. 116117 attivo dalle ore 20 alle ore 8 nei giorni lavorativi24 ore su 24 nei giorni di sabato e domenica (fino le ore 8 di lunedì) e festivi.

*

DEPRESSIONE INFANTILE QUALI SEGNALI?

Spesso, erroneamente, si usa la parola “depressione” per indicare quando ci sente particolarmente giù. In realtà la depressione è qualcosa di molto più specifico. Sono tantissime le persone che soffrono di depressione e la percentuale negli ultimi anni, anche come conseguenza della pandemia da Covid-19, sembra essere in costante aumento, dato confermato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Purtroppo, una percentuale allarmante riguarda i più giovani. Infatti, il costante aumento non riguarda solo la depressione in età adulta. La depressione nei bambini e nei ragazzi, infatti, sta aumentano sempre di più. Il ruolo dei genitori è dunque fondamentale per accorgersi del malessere e intraprendere un percorso che possa aiutare il piccolo o la piccola a ritrovare la propria serenità. Prima di tutto è molto importante comprendere che la depressione è una cosa molto diversa dalla semplice tristezza che chiunque può provare in qualsiasi fase della vita. Un bambino o una bambina triste non è automaticamente depresso/a. Tuttavia se tale umore persiste in loro e si manifesta con segnali in tutti i contesti di vita, compromettendo la quotidianità, allora bisogna cominciare a trattare seriamente la questione e rivolgersi ad un esperto

*

CULTURA e AVVENIMENTI in CITTA’ e in PROVINCIA

  • BERGAMO – Circolo Artistico Bergamasco (Palazzo ACI Via Mai) – dal 10 al 22 settembre dalle ore 16 – Esposizione Collettiva “Colori e atmosfere di Bergamo”
  • BERGAMO – Foyer Teatro Donizetti – 22 settembre ore 18,30 – Festival Organistico Internazionale: Conferenza di presentazione di Giovanni Bietti
  • BERGAMO – Salta Piatti – 22 settembre ore 9,30 – I Maestri del Paesaggio presentano: “Valfredda ….esperienze di lavoro”
  • BERGAMO – Palazzo Moroni – 22 settembre ore 16,30 – Con i “Maestri del paesaggio” visita ai passaggi segreti di Palazzo Moroni
  • BERGAMO – Teatro Sant’Andrea Via Porta Dipinta – 22 settembre ore 20 – spettacolo: “Dammi quello che vuoi, io quel che posso”
  • BERGAMO – Cattedrale – 23 settembre ore 21 – Festival Organistico Internazionale – all’Organo Jean-Baptiste Dupont (Francia)
  • BARIANO- Sala della Misericordia – 23 settembre ore 20,45 – incontro con Giuseppe Festa scrittore, musicista e autore di reportage naturalisti
  • BONATE SOTTO – Biblioteca – 23 settembre ore 20 – Spettacolo di burattini
  • CALUSCO D’ADDA – Via V: Emanuela – 24 settembre ore 16.30 – spettacolo di burattini. “Gioppino a Venezia in cerca di fortuna”
  • CAZZANO SANT’ANDREA – Parco Comunale – dal 23 al 25 settembre – “Festa degli Angeli!” centro di solidarietà
  • SCANZOROSCIATE – Cascina San Giovanni – 23 settembre ore 18 – Aperi-Yoga
  • SOTTO IL MONTE GIOVANNI XXIII – Seminario PIME – Rassegna Organistica dell’Isola Bergamasca – 24 settembre ore 21 – All’Organo Richard Gowers
  • VILLA DI SERIO – biblioteca – 21 settembre ore 20,30 – proiezione del film: “Gleno, dove finisce la Valle” di Francesco di Martino

*

IL CINEMA a BERGAMO: “PER NIENTE al MONDO

Dal 19 settembre nelle Sale – critica **** – film drammatico – durata 105 minuti – consigliato +13 anni – trama Bernardo deve accettare un grande cambiamento o diventare un altro, per riprendersi quello che la vita gli ha tolto. Bernardo Bordin è uno chef di grande talento in attesa di ottenere la sua prima stella Michelin, ed è un fenomeno al volante, anche se si limita ai rally che corre insieme all’amico Sergio, in procinto di candidarsi come sindaco del paese. Insieme all’altro amico, Stefano, Bernardo e Sergio si godono il loro benessere e si sentono i padroni del mondo. Ma un giorno Bernardo viene arrestato con l’accusa di associazione a delinquere e accusato di essere la mente di un giro di rapinatori che hanno svaligiato le case della zona, compresa quella di Stefano. Per Bernardo è l’inizio di un incubo che rivoluzionerà la sua vita e lo metterà davanti ala domanda: “Che cosa sei disposto a fare per riavere quanto ti è stato tolto?

*

I BENEFICI delle PATATE

Il consumo di patate apporta tanti benefici al nostro organismo grazie ai componenti in esse presenti. Nello specifico, tra le proprietà delle patate ricordiamo: 1) Sono ricostituenti e nutrienti: le patate sono ricche di amidi e zuccheri che forniscono energia in breve tempo quindi sono utili per stanchezza e astenia; 2) Abbassano la pressione arteriosa: grazie al potassio contenuto nelle patate, il consumo di questi tuberi è indicato nelle persone che soffrono di ipertensione; 3) Sono diuretiche e depurative: la presenza di potassio e magnesio e l’elevata quantità di acqua rende le patate capaci di contrastare la ritenzione idrica e anche la formazione dei calcoli renali; 4) Utili per il sistema nervoso: la vitamina B6 presente nelle patate aiuta a mantenere il corretto funzionamento del sistema nervoso in quanto facilita la trasmissione degli impulsi nervosi, previene sbalzi d’umore e depressione; 5) Prevenzione antitumorale: nella buccia delle patate è presenta l’acido clorogenico, una sostanza antiossidante ad azione antitumorale. Le patate però andrebbero consumate con la buccia facendo attenzione che provengano da agricoltura biologica; 6) Utili in caso di diarrea: le patate sono in grado di “ricompattare” le feci e risultano benefiche in caso di diarrea. Inoltre, sono remineralizzanti, altra proprietà utile in questi casi; 7) Conciliano il sonno: se mangiate la sera, le patate sono un buon alimento per non disturbare il sonno. Questo grazie alla presenza di carboidrati complessi, che non appesantiscono la digestione, e del potassio, che aiuta a rilassare i muscoli; 8) Sono lenitive per lo stomaco: le patate sono molto digeribili e contrastano l’acidità di stomaco, sfiammando le pareti gastriche in caso di gastrite o acidità; 9) Utili per le scottature della pelle: un vecchio rimedio della nonna contro le bruciature prevedeva proprio di posizionare una fetta di patata sulle bruciature. L’effetto positivo è dato dal potere lenitivo e decongestionante di questo tubero.

*

SEI NATO OGGI?

Siete dotati di una bella parlantina, con una mente acuta e con molta immaginazione. Persone estremamente creative, dovreste scrivere, tenere conferenze, insegnare nel campo del giornalismo o dell’arte. La vita sociale e gli amici sono importantissimi, ed allo stesso tempo voi lo siete per il vostro gruppo. Ambiziosi, generosi e sinceri, avete una grande opinioni di voi e non ponete limiti ai vostri obiettivi. Vi manifestate al meglio nel campo artistico, intellettuale e creativo. Socievoli e ricchi di immaginazione, avete un carattere dinamico e mobile e numerosi talenti, ma non riuscite mai a rilassarvi: dovete sempre agire

*

LUNARIO A BERGAMO e in PROVINCIA

Il SOLE sorge alle ore 07.04 e tramonta alle ore 19.24 – Durata del giorno ore 12.21 (-4 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte ore 11.39 (+4 minuti rispetto a ieri) – La LUNA calante (visibile al 31%) sorge oggi alle ore 01.50 e tramonta alle ore 17.55

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

,

Preferenze dei cookie