Almanacco Bergamo 20 febbraio 2022 (Domenica)

08^ settimana – Giorni inizio/fine anno 51/314 – BUONA SETTIMANA
AUGURI di BUON COMPLEANNO e di BUON ONOMASTICO a tutti coloro che oggi lo festeggiano

SEI NATO OGGI? Se siete nati in una di queste date siete molto emotivi e adattabili, ottimisti e affidabili. Avete bisogno però di spazi sicuri attorno a voi. Siete dotati per l’arte e la musica, e leali nell’amicizia. Naturalmente portati a ricercare un ambiente armonioso, sapete sfruttare le occasioni. Siete diplomatici e lavorate meglio insieme ad altri, piuttosto che da soli. Avete bisogno di attenzione e affetto vi piace circondarvi sia di persone sia di oggetti. Temete molto la solitudine, e sentite il bisogno di vivere in mezzo alla gente. I rapporti umani e privati vengono messi davanti a tutto. L’amore, nel corso della vita sarà fonte di gioia ma anche di delusioni.

I SANTI DI OGGI
Santi GIACINTA e FRANCESCO MARTO due dei tre pastorelli Veggenti che hanno avuto le Apparizioni della Madonna di Fatima. Patroni dei pellegrini ai Santuari Mariani – San LEONE Vescovo – La Chiesa celebra la Festa di altri SANTI e BEATI

SIGNIFICATO DEL NOME GIACINTA
Variante femminile del nome Giacinto: deriva dal greco Hyakinthos e si riferisce al fiore giacinto con il significato pertanto di “simile al giacinto”. Oggi è Santa Giacinta. In Italia portano questo nome circa 8.939 persone di cui il 19,4% nel Lazio, 14,6% in Lombardia.

AFORISMA del GIORNO
Le scelte le potete scegliere: la gioia anziché la disperazione – la felicità anziché le lacrime – l’azione anziché l’apatia – potete scegliere la vita


I MORTI DEL GIORNO A BERGAMO E PROVINCIA (clicca qui)

PERCHE’ LA MULTA AI NO VAX NON E’ ARRIVATA?

Avevano già fatto i conti di quanti milioni di euro lo Stato avrebbe incassato. Sarebbero dovute partire in questi giorni le multe per gli over 50 che hanno deciso di non sottoporsi al vaccino anti Covid dopo che il Governo ha stabilito l’obbligo vaccinale dal 1° febbraio per questa fascia di popolazione, con una sanzione una tantum da 100 euro per lo zoccolo duro di no vax. Sono più di un milione i cittadini sopra i 50 anni che avrebbero dovuto vedersi recapitare a casa una lettera dal Fisco. Ma che per un errore legale potrebbero salvarsi dalla, seppur poco costosa, ammenda. Secondo quanto riporta il quotidiano “Repubblica”, alla base delle mancate sanzioni per gli over 50 non vaccinati ci sarebbe l’assenza del via libera del Garante per la Privacy. È ancora attesa, infatti, una pronuncia riguardo l’applicazione del provvedimento. Rimane da capire se è la trasmissione di dati sensibili, come quelli che riguardano la non adesione alla campagna vaccinale, sia legittima. Il passaggio delle informazioni dovrebbe essere fatto dal Ministero della Salute all’Agenzia delle Entrate, ed è proprio su questa comunicazione che deve esprimersi ancora il Garante per la Privacy. Ma c’è da chiedersi: i Ministeri che decidono queste cose e le fanno diventare Decreti, prima di deciderlo in sede di Governo non hanno avuto il parere degli Uffici Legali e/o Costituzionali? Noi cittadini siamo in balia di tutto vedi ad esempio il “superbonus del 110%.

GIORNATA NAZIONALE degli OPERATORI SANITARI

E’ un giorno importante in cui voglio semplicemente dirvi grazie per il lavoro straordinario che avete fatto in questi mesi così difficili. E rinnovare l’impegno ad investire nel nostro Servizio sanitario nazionale. Credo che ogni cittadino del Paese abbia capito quanto sia davvero essenziale avere donne e uomini che ogni giorno si fanno carico di difendere la salute delle persone,il diritto alla salute, il senso più alto della nostra Costituzione. Dobbiamo lavorare uniti per difendere questo patrimonio prezioso di energie, con un pensiero particolare a chi ha pagato il prezzo più alto, a chi ha persono la vita”. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, nel messaggio per la Giornata nazionale del personale sanitario, sociosanitario, socioassistenziale e del volontariato, che si celebrerà il 20 febbraio di ogni anno. La giornata è stata istituita con la Legge 13 novembre 2020 “per onorare il lavoro, l’impegno, la professionalità e il sacrificio del personale medico, sanitario, sociosanitario, socioassistenziale e del volontariato nel corso della pandemia da Coronavirus”.La scelta del 20 febbraio non è casuale. Il 20 febbraio è il giorno in cui a Codogno venne scoperto il “paziente uno”, il 38enne attaccato dal virus SARS-CoV-2, che ora sta bene ed è tornato alla sua vita normale.

DOMANI IL VENTO TORNA a SPAVENTARE

Raffiche molto violente e un’altra giornata di allerta. Domani, lunedì 21 febbraio, A BERGAMO potrebbe trovarsi a fare nuovamente i conti con il vento forte, che già lo scorso 7 febbraio aveva causato danni e disagi in tutta la città. Secondo le previsioni Meteo dell’Aeroporto di Orio al Serio la settimana, infatti, inizierà con delle condizioni meteo che favoriranno la creazione di raffiche molto violente, anche se fortunatamente non paragonabili ad “Eunice”, la tempesta che sta seminando morte e distruzione nell’Europa del nord. “Una perturbazione in arrivo dal Nord Europa impatterà sull’arco alpino e poi lo valicherà entro sera. Se dal punto di vista delle precipitazioni non porterà nulla o quasi suBergamo e provincia, sarà il vento la caratteristica principale”, spiega il meteorologo Sul capoluogo sono attese raffiche anche di oltre 50-60 chilometri orari – con punte fino ai 70 -, “soprattutto dal tardo pomeriggio e in serata e poi anche la notte su martedì”.

LA SETTIMANA DEL GIOVEDI’ GRASSO

Il Carnevale 2022 sta per arrivare. A segnare l’inizio del periodo clou del Carnevale è il Giovedì Grasso ma cos’è e perché si chiama così? Se siete curiosi di conoscere la data 2022 del Giovedì Grasso, è il 24 febbraio. Il Giovedì Grasso è il giorno che dà il via ai sei giorni di festeggiamenti di Carnevale che terminano il Martedì Grasso, l’ultimo giorno di Carnevale (tranne che per il rito Ambrosiano). Il Martedì grasso precede il Mercoledì delle Ceneri che segna l’arrivo della Quaresima di Pasqua, tradizionalmente periodo di digiuno. Ecco perché l’espressione “grasso”, secondo la tradizione è questo il periodo dell’anno in cui era consentito mangiare cibi prelibati e “grassi” prima dei quaranta giorni di Quaresima. Come il Carnevale e la Pasqua, anche il giovedì grasso è una festa mobile infatti cambia ogni anno. Della sua storia ne parleremo in questi giorni su questo post.

MARZO 2022. ALTRA RIVOLUZIONE NEI CANALI TV

Entro il 2023 il Ministero dello Sviluppo dovrebbe condurre la tv italiana nell’era del digitale terrestre di seconda generazione, quello in standard DVB-T2. Nella speciale roadmap già fissata, la prossima data clous è quella dell’8 marzo 2022. Ecco cosa succederà quel giorno. L’8 marzo 2022 tutte le emittenti nazionali cambieranno codifica. Ciò vuol dire che passeranno dall’MPEG-2 all’MPEG-4. Il cambiamento riguarderà anche Rai, Mediaset e La7: dopo la risintonizzazione, però, alcuni di questi canali potrebbero non essere più visibili. I problemi dipenderanno dalla televisione. Quelle più recenti saranno in grado di decodificare le trasmissioni in MPEG-4. Mentre per quelle non compatibili si dovranno cercare le versioni in MPEG-2: questo perché non sarà possibile, per loro, trasmettere in MPEG-4. In sostanza, per le tv più obsolete si dovranno manualmente cercare i canali trasmessi in MPEG-2. Chi non avrà una tv in grado di riprodurre in MPEG-4 vedrà i canali dall’1 al 9 completamente neri. Ossia, questi: RaiUno – RaiDue – RaiTre/Tgr Regione – Rete4 – Canale 5 – Italia1 – La7 – Tv8 – Nove. Dal canale 10 in avanti si potrà assistere alle trasmissioni di alcuni emittenti locali della zona, qualora trasmettano in MPEG-2. Per vedere invece tutti i canali normalmente, il consiglio è quello di cambiare televisione in vista dello switch off, anche se alcuni hanno già previsto una doppia versione: MPEG-2 e MPEG-4.

PAGAMENTO PENSIONI di MARZO

Anche per il mese di  marzo saranno previsti pagamenti anticipati delle pensioni. Ad ufficializzare le date è Poste Italiane. L’anticipo avviene già da tempo per evitare assembramenti in piena pandemia. Il calendario del pagamento di marzo 2022 avverrà in maniera anticipata per chi ritira la pensione presso gli uffici di Poste italiane, secondo l’ordine alfabetico dei cognomi indicato qui sotto. Da ricordare che a partire dall’1 febbraio sarà necessario il Green Pass per accedere agli uffici postali.

** cognomi dalla A alla B mercoledì 23 febbraio;

** cognomi dalla C alla D giovedì 24 febbraio;

** cognomi dalla E alla K venerdì 25 febbraio;

** cognomi dalla L alla O sabato 26 febbraio (la mattina);

** cognomi dalla P alla R lunedì 28 febbraio;

** cognomi dalla S alla Z martedì 1 marzo; Tutti coloro che ricevono la pensione in banca devono come sempre attendere il primo giorno bancabile del mese, cioè il primo marzo che è martedì.

IL PENSIERO del GIORNO

“Date e vi sarà dato”. La coscienza d’essere un dono porta lo spirito umano ad una intensa esperienza di riconoscenza, dello spirito, che sa ascoltare la storia quotidiana. Il risultato sarà la aprendo il proprio cuore a tutti i fratelli. Qui cogliamo l’universalità delle dinamiche fraterne costruzione di rapporti nella reciprocità che incarna la profonda coscienza della gratitudine, che esistenzialmente diventa sempre feconda nella costruzione della vita. Padre, quando entriamo nel tuo mistero di amore, ci accorgiamo che siamo l’oggi della tua meravigliosa fedeltà nei confronti dell’intera umanità. Nella persona del tuo Figlio Gesù ci sentiamo tuoi figli che vogliono condividere tale luminosa esperienza. Nella potenza dello Spirito vogliamo cantarti la nostra gratitudine per generare una mirabile comunione fraterna dove possiamo gustare con ogni fratello la tua vita divina. Amen

ATS BERGAMO CHIUDE INFOPOINT GREEN PASS e QUARANTENE

Lunedì (21 febbraio) l’Infopoint creato dall’Ats di Bergamo in via Borgo Palazzo per rispondere ai dubbi riguardanti l’emissione del Green Pass, o i provvedimenti di isolamento o quarantena, chiuderà al pubblico. A comunicarlo è stata l’agenzia di tutela della salute, che ha fatto sapere che metterà a disposizione dei cittadini la seguente casella di posta elettronica: sms.covid@ats-bg.it. Le mail saranno evase se complete dei seguenti dati: nome, cognome, data di nascita, codice fiscale, recapito telefonico (fisso o cellulare) dell’interessato e motivo della richiesta. Per ogni altra tipologia d’informazione (rientri dall’estero, gestione delle positività scolastiche, esenzioni digitalizzate…) l’Ats di Bergamo ha comunicato che si può fare riferimento alle pagine dedicate sul proprio sito internet

VIE E PIAZZE DI BERGAMO. COSIMO FANZAGO

Nato a Clusone il 13 ottobre 1591 – morto a Napoli il 13 febbraio 1678 è stato uno scultore, architetto italiano. La Città di Bergamo gli ha intestato la “Galleria Fanzago che collega Viale Papa Giovanni a Via A. Mai. Nel 1608, alla morte del padre, Cosimo si trasferisce a Napoli dallo zio paterno Pompeo, che ricopre la carica di Ufficiale delle Gabelle del Grano e delle Farine a Porta Capuana. Lo zio Pietro a Clusone ha realizzato l’orologio planetario. In famiglia, aveva iniziato precedentemente come scalpellino e marmoraro. Nella città partenopea nel 1612 inizia a lavorare nella bottega del maestro fiorentino Angelo Landi, il quale si occupa, insieme anche ad altri artisti, del cantiere della Certosa di San Martino, al quartiere del Vomero: un’area che custodisce uno dei maggiori complessi abbaziali della città napoletana. Con questo lavoro Fanzago ha trovato anche l’amore. Nello stesso contratto di “assunzione”, della durata biennale, c’è infatti anche la promessa di sposare Felicia, una delle figlie del Landi, da cui successivamente ha avuto anche quattro figli: Caterina Vittoria, Ascenzio, Orsola e Carlo, quest’ultimo continuatore dell’attività paterna. Nella lunga e fervida attività per la Certosa, Cosimo Fanzago realizza le statue di San Bruno, San Pietro e San Martino, diversi lavori di ammodernamento del complesso. Dopo la scadenza del contratto di lavoro, i rapporti col suocero rimangono ottimi e Fanzago continua a collaborare col Landi fino alla morte di quest’ultimo, avvenuta nel 1620. In questi anni realizza anche i tre stemmi vicereali di Don Pedro Fernández de Castro per il Palazzo dei Regi Studi, oggi al Museo nazionale di San Martino. Si occupa poi del monumento funebre al cardinale Carafa nella Cattedrale di Napoli e del Sant’Ignazio a Catanzaro. Inoltre si occupa del Sepolcro del Cardinale Acquaviva per la cappella del Monte di Pietà di Napoli. Nello stesso periodo realizza anche il San Francesco Saverio e il Sant’Aspreno nella Chiesa del Gesù Nuovo, nonché il busto di Michele Gentile a Barletta. La fama dello scultore cresce negli anni proprio a Napoli, ma la sua attività subisce però un’interruzione durante la rivolta di Masaniello (1647). Accusato di essere filo spagnolo per una serie di lavori richiesti dagli occupanti del Regno, è costretto a trasferirsi a Roma per un breve periodo, per poi tornare nella città partenopea, dove muore il 13 febbraio del 1678. E’ sepolto nellachiesa di Santa Maria d’Ognibene

BERGAMO: DIVIETO di CIRCOLAZIONE in TRE VIE

Il Comune di Bergamo ha prorogato il divieto di circolazione per monocicli e monopattini sui marciapiedi di tre Vie: Su tutti i lati di Viale Papa Giovanni – Via Bonomelli e Via Paglia perché creano intralcio al passaggio pedonale. I trasgressori saranno puniti con una sanzione che varia dai 50 ai 500 euro. La delibera prevede anche il sequesto cautelare del mezzo. Ora i pedoni attendono coloro che faranno rispettare l’Ordinanza Municipale.

AL DONIZETTI UN CORSO DI DRAMMATURGIA PER GIOVANI

Dopo l’avvio in ottobre del laboratorio di formazione per attori, partono le selezioni per il corso di drammaturgia di PROGETTO YOUNG!. Da oggi si apre il bando per partecipare al percorso di scrittura scenica con la direzione di Laura Curino, autrice e attrice torinese, tra i maggiori interpreti del teatro di narrazione. Fortemente voluto dalla Direttrice artistica Maria Grazia Panigada, il corso è considerato parte integrante delle attività di promozione del teatro di prosa curate dalla Fondazione Teatro Donizetti. Il laboratorio si rivolge a giovani di età compresa fra i 18 ed i 26 anni. Si svolgerà da marzo a maggio, il sabato e la domenica in giorni e orari indicati nel bando. Per partecipare, i candidati dovranno inviare il proprio curriculum e una lettera motivazionale via e-mail  a comunicazione@fondazioneteatrodonizetti.org entro e non oltre sabato 26 febbraio 2022.

AVVENIMENTI A BERGAMO E PROVINCIA

  • BERGAMO – Museo della Cattedrale – 26 febbraio ore 16 – Visita guidata al Museo – Prenotazione: info@fondazionebernareggi.it
  • BERGAMO – Centro Culturale San Bartolomeo – 21 febbraio ore 18 – “La vita eterna nell’esperienza di mistici” relatore Don Ezio Bolis docente di teologia
  • BERGAMO – Ateneo – 23 febbraio ore 17 – “Il bergamasco e Venezia (1428-1797) – Ingresso libero
  • BERGAMO – Auditorium Mascheroni – 22 febbraio ore 20 – “Alle origini della filosofia” relatore Umberto Curi Università di Padova
  • CALVENZANO – Biblioteca – Corso di tecniche pittoriche – inizio corso 8 marzo – iscrizioni aperte presso segreteria@comunecalvenzano.net
  • COMUN NUOVO – Biblioteca – dal 5 al 26 marzo dalle ore 9,30-11,30 – 4 lezioni per ridurre lo stress – Iscrizioni in biblioteca Comunale
  • GORLAGO – Biblioteca – 24 febbraio ore 20,45 – Gruppo di lettura del libro: “Quel che affidiamo al vento” di Laura Mesina
  • LOVERE – Accademia Tadini – sabato 26 febbraio ore 16 – Visite guidate alla scoperta dei valori custoditi.

LIBRI CHE VALE LA PENA LEGGERE

NESSUNO DISTURBI L’AMORE – narrativa – pag. 288 – costo € 9,90 – Scrivere d’amore è facile… ma viverlo? Dori è una scrittrice. A ventotto anni vive ancora con la famiglia, che non la incoraggia affatto, anzi, la soffoca con richieste continue, convinta che in fondo, il suo, non sia un vero lavoro. Ma Dori, sotto lo pseudonimo di Delphine M. Bright, con il primo romanzo ha avuto molto successo. Ha persino sperato che da quel momento in poi la sua vita potesse cambiare. Purtroppo i successivi romanzi non sono andati altrettanto bene e ora il rischio di un altro flop la terrorizza. Come se non bastasse, l’editor la incalza perché consegni in tempo e questa volta condisca la trama “con un po’ di pepe”. Ed è proprio questo il problema… Dori non sa proprio cosa sia il pepe. La sua vita amorosa è ormai da tempo inesistente. In un momento di crisi dovuto allo stress in famiglia, Dori dà fondo ai suoi pochi risparmi e decide finalmente di andare a vivere altrove, per ritrovare un po’ di tranquillità.

CINEMA

GUARDA CHI SI VEDE commedia – durata 80 minuti – consigliato a +13 anni – Trama: Marco è stato un padre e un marito eccezionale, ma ha perso la vita in un drammatico incidente che ha fatto notizia. Dopo tre anni sua moglie Claudia e sua figlia Nina non riescono ancora a superare la tragedia, e in particolare Claudia continua a “vedere” Marco accanto a lei, a parlare con lui. Questo fa sì che nessun uomo possa avvicinarla e che il suo lutto non abbia fine. Nina invece comincia a frequentare un ragazzo che “sarebbe piaciuto a papà”, dando spazio al suo istinto vitale e al desiderio di ricominciare. Riuscirà Claudia a voltare pagina e a dare un futuro alla propria vita, come ha cominciato a fare Nina? Diretto dall’attore Riccardo Camilli, che ne è anche interprete nel ruolo di Marco, sceneggiatore, montatore e produttore, il film è “dedicato a chi rimane” ed è un tentativo di trattare con delicata leggerezza (ma sempre con rispetto) il tema della perdita di una persona amata.

CUCINA. PATATE AL FORNO

Mentre le patate appena cotte sono un alimento ad alto indice glicemico, le patate cotte refrigerate hanno un indice glicemico basso. Ciò è dovuto a un processo noto come retrogradazione dell’amido, che porta gli amidi a diventare più difficili da digerire quando sono freddi. Oltre alla temperatura, i metodi di cottura influiscono anche sul contenuto di amido resistente delle patate. La ricerca mostra che le patate al forno hanno un contenuto di amido resistente più alto di quelle bollite. Ad esempio, uno studio ha determinato che 90 minuti dopo un pasto, i livelli di zucchero nel sangue dei partecipanti erano inferiori se consumavano patate al forno rispetto a purè di patate, patatine fritte e pane bianco.

Per tutte le notizie seguici su Google News

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in: