I Carabinieri della Stazione di Trescore Balneario hanno arrestato, nella giornata di venerdì 26 febbraio, un uomo di 30 anni di San Paolo D’Argon. L’accusa è quella di detenzione di droga ai fini di spaccio. L’uomo avrebbe tentato di sviare i sospetti fornendo un indirizzo falso nel momento dell’identificazione, ma è stato scoperto.

I Carabinieri hanno notato l’uomo alla guida di un’autovettura durante un servizio di controllo nella zona industriale. Alla loro vita, l’uomo ha accelerato, nel tentativo di cambiare strada. Una volta raggiunto, i militari hanno fermato il trentenne e lo hanno identificato. Si tratta di un uomo di nazionalità marocchina con diversi precedenti per spaccio a suo carico.

Alla richiesta dei militari, l’uomo ha inoltre fornito un indirizzo di residenza falso, insospettendoli ancora di più, visto che erano a conoscenza del suo reale indirizzo di residenza in San Paolo D’Argon. Da qui è scattata la perquisizione: l’uomo è stato condotto a casa e una volta li, i militari hanno rinvenuto, all’interno di un cassetto della credenza, ben 67 dosi di cocaina. In una scatole delle scarpe, sono stati inoltre trovati 6.180 euro e materiale per il confezionamento della droga.

Leggi anche: Il messaggio (non compreso da tutti) di Ultimo Concerto?: una pugnalata allo stomaco, che serviva