NECROLOGIE DI OGGI 7 GIUGNO 2022

UN CARICABATTERIA UNIVERSALE STABILITO dall’UE
Un caricabatteria universale, adatto per tutti gli smartphone, tablet, fotocamere, cuffie, altoparlanti portatili, e console per videogiochi: il tipo USB-C sarà la “porta“ universale europea per permettere la carica con lo stesso caricabatterie indipendentemente dalla marca del dispositivo. Non solo: in futuro la vendita di un caricabatterie sarà separata dalla vendita del dispositivo elettronico: i consumatori potranno acquistare un nuovo dispositivo elettronico senza un nuovo caricabatterie. Sono queste le principali novità della proposta di revisione della Direttiva sulle apparecchiature radio varata oggi dalla Commissione Ue e ora all’attenzione del Consiglio e del Parlamento Ue. Con la Direttiva in cantiere Bruxelles compie un passo importante a favore dei consumatori e delle azioni concrete pro clima: si stima che la riduzione della produzione e dello smaltimento di nuovi caricabatterie ridurrà la quantità di rifiuti elettronici di quasi mille tonnellate all’anno. Con un effetto anche politico: è un altro tassello concreto, immediatamente percepibile dai cittadini, che il mercato unico Ue è un vantaggio per tutti all’insegna del motto “Europa utile”. Bruxelles si muove dopo che l’approccio volontario dell’industria ha sì ridotto il numero di caricabatterie per telefoni cellulari da 30 a 3 nell’ultimo decennio, ma non è stato in grado di fornire una soluzione completa

OFFERTE DI LAVORO IN PROVINCIA AGGIORNATE SETTIMANALMENTE OGNI LUNEDI’

I SANTI del GIORNO
San ROBERTO Abate – Sant’ANTONIO GIANELLI Vescovo – La Chiesa celebra la festa di altri SANTI e BEATI

*

AFORISMA del GIORNO
“Le cose sono come sono. Sarebbe meglio se imparassi ad accertarle, anziché aspettartele sempre diverse”

*

IL PENSIERO del GIORNO
“Voi siete la luce del mondo” – L’uomo, attraverso lo stile con il quale costruisce la propria esistenza, rivela ciò che abita nel suo cuore. Le nostre persone sono un chicco di grano, destinato a diventare spiga per chi ci sta vicino. Un simile tratto esistenziale diventa una comunicazione di valori che illuminano le menti dei fratelli e comunicano calore al loro cuore. Qui scopriamo la fecondità delle relazioni fraterne, fanno respirare nella vita e generano orientamenti positivi circa il futuro che ci attende – Padre, il tuo Figlio Gesù è la luce che illumina ogni uomo che viene in questo mondo. Orienta a lui tutta le nostre persone per lasciarci guidare dal suo spirito. In tal modo saranno illuminate le nostre menti, mentre sarà riscaldato il nostro cuore nel cammino quotidiano. L’azione creatrice dello Spirito Santo ci aiuterà in questo itinerario per essere sempre più fuoco di speranza per ogni fratello, dando respiro nuovo alle nostre comunità. Amen –  a cura di Mons. Antonio Donghi

*

  • SETTIMANA MONDIALE dell’ALLEGRIA
  • GIORNATA MONDIALE della SICUREZZA ALIMENTARE
  • GIORNATA CONTRO le CARROZZE e lo SFRUTTAMENTO dei CAVALLI

*

ll CIMITERO MONUMENTALE DI BERGAMO
Datano al 1892 le prime voci circa l’intenzione di accorpare in unico complesso i quattro piccoli campisanti esistenti in città dislocati: 1) di San Giorgio (attuale Piazzale e giardino della Malpensata), 2) quello di Santa Lucia (giardino e parte della struttura ex Enel tra Via Broseta e Via Nullo), il 3° Cimitero dove oggi si trova il Campo Utili (ex Campo militare) in Valtesse e il quarto di San Maurizio tra il Monastero/Chiesa di San Fermo fino alla zona della Chiesa Ognissanti dell’attuale Cimitero)  Il 7 giugno 1896, il Consiglio Comunale indice un bando di concorso nazionale invitava architetti, ingegneri e artisti a presentare il progetto del Cimitero unico da costruirsi accanto a quello esistente di S. Maurizio. Quest’ultimo sarà inglobato nel nuovo impianto e destinato alle sepolture dei bambini. Secondo il bando l’ingresso monumentale, doveva servire da famedio e ospitare un atrio/peristilio, le sale di necroscopia e di osservazione, gli uffici del custode e di contabilità, due entrate a porticato, l’alloggio del custode e del capo seppellitore e una cappella per i riti funebri. Vincerà la competizione il progetto dell’architetto Ernesto Pirovano, nonostante il preventivo di spesa superasse di gran lunga le 150.000 lire previste dal bando. Immediatamente si avviarono le procedure per l’esproprio dei terreni che si prolungarono fino al 1900, anno di inizio del cantiere. Difficoltà di vario genere rallentarono dapprima i lavori di costruzione e, successivamente, portarono alla loro sospensione nel 1905. Ripresero cinque anni più tardi, affidati ora all’impresa edile dello stesso Pirovano che li concluse nel 1913.

I PERSONAGGI nelle VIE di BERGAMO
CAMILLO BENSO Conte di Cavour (Camillo Paolo Filippo Giulio Benso, nobile dei Marchesi di Cavour, Conte di Cellarengo e di Isolabella – nato a Torino, 10 agosto 1810 – morto a Torino, 6 giugno 1861, è stato un politico, patriota e imprenditore italiano. Cavour da giovane è ufficiale dell’esercito. Lascia nel 1831 la vita militare e per quattro anni viaggia in Europa, studiando particolarmente gli effetti della rivoluzione industriale assumendo i princìpi economici, sociali e politici del sistema liberale britannico. Rientrato in Piemonte nel 1835 si occupa soprattutto di agricoltura e si interessa di economie e della diffusione di scuole ed asili. Grazie alla sua attività commerciale e bancaria Cavour diviene uno degli uomini più ricchi del Piemonte. La fondazione nel dicembre 1847 del quotidiano “Il Risorgimento” segna l’avvio del suo impegno politico. Nel 1850, essendosi messo in evidenza nella difesa delle leggi Siccardi, Cavour viene chiamato a far parte del Gabinetto D’Azeglio come Ministro dell’agricoltura, del commercio e della marina. Successivamente viene nominato Ministro delle Finanze. Convinto che i progressi economici sono estremamente importanti per la vita politica di un paese, Cavour si dedica a rinnovare il sistema fiscale che colpiscono soprattutto i grandi redditi; provvede inoltre al potenziamento delle banche con l’istituzione di una “Banca Nazionale” per la concessione di prestiti ad interesse non molto elevato. Il progressivo consolidamento politico, economico e militare, spinge Cavour verso un’audace politica estera, capace di far uscire il Piemonte dall’isolamento. In un primo momento egli non crede opportuno distaccarsi dal vecchio programma di Carlo Alberto tendente all’allontanamento dell’Austria dal Lombardo-Veneto e alla conseguente unificazione dell’Italia settentrionale sotto la monarchia sabauda, tuttavia in seguito avverte la possibilità di allargare in senso nazionale la sua politica, aderendo al programma unitario di Giuseppe Mazzini, sia pure su basi monarchiche e liberali. Il primo passo da fare era quello di imporre il problema italiano all’attenzione europea e a ciò Cavour mira con tutto il suo ingegno: Il 21 luglio 1858 incontra Napoleone III a Plombières dove vengono gettate le basi di un’alleanza contro l’Austria. La II guerra d’indipendenza permette l’acquisizione della Lombardia, ma l’estendersi del movimento democratico-nazionale suscita nei francesi il timore della creazione di uno Stato Italiano unitario troppo forte: l’armistizio di Villafranca provoca il temporaneo congelamento dei moti e la decisione di Cavour di allontanarsi dalla guida del governo. Ritornato alla presidenza del Consiglio Cavour riesce comunque ad utilizzare a proprio vantaggio la momentanea freddezza nei rapporti con la Francia, quando di fronte alla Spedizione dei Mille e alla liberazione dell’Italia meridionale poté ordinare la contemporanea invasione dello Stato Pontificio. L’abilità diplomatica di Cavour nel mantenere il consenso delle potenze europee e la fedeltà di Giuseppe Garibaldi al motto “Italia e Vittorio Emanuele” portano così alla proclamazione del Regno d’Italia, il giorno 17 marzo 1861. Camillo Benso conte di Cavour muore nella sua città natale il 6 giugno 1861

*

ACCADDE OGGI

  • 1929 Nasce lo Stato della Città del Vaticano (93 anni fa) La nazione più piccola del mondo, custode da oltre due millenni della cristianità, nacque nell’Italia mussoliniana, creando un’eccezione unica al mondo sulla natura giuridica degli Stati. Il riconoscimento del nuovo soggetto da parte del governo italiano era avvenuto l’11 febbraio del 1929 con la firma dei Patti Lateranensi, così chiamati perché sottoscritti da Benito Mussolini e papa Pio XI nella Sala dei Papi del palazzo di San Giovanni in Laterano. Quattro mesi (7 giugno 1929) dopo lo stesso Pontefice emanò la legge fondamentale della Città del Vaticano, che disegnava la forma di governo del nuovo Stato, insieme ad altre cinque leggi su aspetti legati alla cittadinanza, alla pubblica sicurezza e all’ordinamento amministrativo ed economico.
  • 1998 – Marco Pantani vince il Giro d’Italia

*

SIGNIFICATO del NOME
ROBERTO – Deriva dal provenzale Robert e significa “splendente di gloria”, dal tedesco hrod, “fama/gloria” e beraht, “splendore”. Celebre fu Roberto d’Angiò, re di Napoli tra il 1309 ed il 1343. E’ un nome piuttosto diffuso tra la popolazione adulta italiana, mentre non appare tra i primi 50 nomi più popolari tra i nuovi nati degli ultimi anni. Oggi San Roberto. In Italia portano questo nome circa 486.108 persone di cui il 20,9% in Lombardia

*

PROVERBI

  • “Un’oncia di allegria vale una libra di tristezza”
  • “Il demonio ha paura della gente allegra”
  • “L’allegria è l’anima in giostra”
  • “Ho trovato un’altra Opera di Misericordia: rendere allegre le persone tristi”

*

L’ANGOLO della LETTURA
DELITTI e FLEAT HOUSE – Autore: Lucinda Riley – Narrativa – pag. 496 – costo € 19,80 – trama: L’improvvisa morte di Charlie Cavendish, nell’austero dormitorio di Fleat House, è un evento scioccante che il preside è subito propenso a liquidare come un tragico incidente. Ma la polizia non può escludere che si tratti di un crimine e il caso richiede il ritorno in servizio dell’ispettore Jazmine “Jazz” Hunter. Jazz ha le sue ragioni per aver abbandonato la carriera nella polizia di Londra e accetta con riluttanza di occuparsi dell’indagine come favore al suo vecchio capo. Quando uno dei professori viene trovato morto e poco dopo un alunno scompare, è chiaro che la vicenda sia molto più complicata di quanto potesse sembrare all’inizio. Intrighi familiari, tradimenti e vendette: sono tanti i segreti racchiusi nelle mura di Fleat House e alcuni attendono di venire alla luce da tempo

*

L’ANGOLO della SALUTE:
Come si cura la STEATOPATIA NON ALCOLICA – Prima di parlare di terapia, è importante parlare di prevenzione: la steatoepatite si combatte in anticipo, evitando uno stile di vita sedentario, svolgendo attività fisica regolare e seguendo una dieta bilanciata, ricca di proteine vegetali, cereali integrali, pesce e carni bianche, ma povera di carni rosse e il più possibile priva di dolci e alcolici. In questo senso, la dieta mediterranea è particolarmente indicata per diminuire di peso e ridurre quindi la quantità di steatosi. Una volta che la steatosi ha preso piede, il processo degenerativo che porterà la steatosi non alcolica in fibrosi epatica non si può bloccare con farmaci in commercio. Lo stile di vita, però, va necessariamente modificato, migliorando alimentazione, bloccando la sedentarietà e vietando gli alcolici. Ad oggi non esistono farmaci registrati per il trattamento della steatoepatite non alcolica; esistono tuttavia numerose sperimentazioni cliniche (attive anche in Humanitas) con molecole con diversi meccanismi di azione alcune delle quali sembrano essere promettenti.

*

I TURNI delle FARMACIE:

  • *** TURNO DIURNO durante il giorno, per sapere i turni si può chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24 ore su 24.
  • *** TURNO NOTTURNO: (da questa sera ore 21 a domani 8 giugno 2022) – Almè (fino le ore 24) – Bedulita – BERGAMO Farmacia Via Celadina 1 – Brusaporto – Carvico – Castelli Calepio (fino le ore 24) – Cologno al Serio – Curno (fino le ore 24) – Entratico – Nembro – Sedrina – Taleggio – TREVIGLIO Farmacia Comunale 3 Viale Piave – Villa d’Ogna – Villongo – Zanica
  • *** CONTINUITA’ ASSISTENZIALE (ex Guardia Medica) tel. 116117 attivo dalle ore 20 alle ore 8 nei giorni lavorativi24 ore su 24 nei giorni di sabato e domenica (fino le ore 8 di lunedì) e festivi.

*

L’ANGOLO della CULTURA e degli AVVENIMENTI

  • BERGAMO – Ex Chiesa La Maddalena Via S. Alessandro – dal 6 al 30 giugno – Mostra “Paesaggio Latente”
  • BERGAMO – Fiera di Bergamo – dal 8 al 26 giugno – “Lo Spirito del pianeta” Festival dei popoli indigeni
  • BERGAMO – Centro Culturale “La Porta” – 10 giugno ore 20,45 – presentazione del libro: “La Lega – Una storia” – Autore Paolo Barcella
  • BERGAMO – Teatro Donizetti – 8 giugno ore 20 – Concerto di pianoforte: Josef Edoardo Mossali al pianoforte
  • BERGAMO – Seminario -8 giugno ore 9,30 – Assemblea del Clero Diocesano presso l’Auditorium del Seminario
  • BERGAMO – Piazza Vecchia – 10 giugno ore 20 – Concerto della Banda della Polizia di Stato
  • BERGAMO – Museo del 900 – 10 giugno ore 10 – Visita guidata al Museo del 9900 in Bergamo Alta
  • ALZANO LOMBARDO – Parco Montecchio – 8 giugno ore 21 – film al parco “Coco”
  • CLUSANE – Lago d’Iseo – 10 giugno ore 20 – Festival “Onde musicali sul Lago d’Iseo”
  • PEIA – Parrocchia – dal 7 al 13 giugno – programma di iniziative per la Festa di Sant’Antonio di Padova patrono.
  • SERIATE – Biblioteca – 9 giugno ore 21 – Film in lingua con sottotitolo in italiano
  • VALBONDIONE – Cascate del Seio – domenica 10 giugno ore 10 – apertura delle Cascate del Serio

*

L’ANGOLO del CINEMA
“BLACK PHONE” – critica*** – film Horror – durata 103 minuti – consigliato + 13 anni – trama: Il regista Scott Derrickson torna alle sue radici e collabora di nuovo con il marchio più importante del genere, Blumhouse, per un nuovo thriller horror. Finney Shaw, un timido ma intelligente ragazzo di 13 anni, viene rapito da un sadico assassino che lo rinchiude in un seminterrato insonorizzato dove le urla servono a poco. Quando un telefono disconnesso inizia a squillare sul muro, Finney scopre di poter sentire le voci delle precedenti vittime dell’assassino. E sono decisi a fare in modo che ciò che è successo a loro non accada a Finney

*

L’ANGOLO della CUCINA
INSALATA RUSSA buona ma… è un piatto diffuso in tutto il mondo ma cambia nome non appena oltrepassa i confini. In Germania, per esempio, è conosciuta come “insalata italiana”, in Lituania la chiamano “insalata bianca”. Molteplici le ipotesi che narrano la sua origine ma la più accreditata è forse quella che riconduce la sua invenzione a Lucien Olivier, un cuoco belga che aprì un ristorante di cucina francese di lusso, l’Hermitage a Mosca negli anni ’60 del XIX secolo. Il cuoco lavorava preparando sontuosi banchetti nelle case dell’oligarchia moscovita. Un giorno sperimentò un piatto a base di petti di pernici, quaglie e code di gamberi ricoperti da gelatina e maionese (ai tempi non molto conosciuta in Russia) e per decorare utilizzò patate, tartufi, sottaceti e uova. In quell’occasione uno dei commensali, ignorando la splendida coreografia del piatto, mischiò gli ingredienti, ottenendo “una vera e propria insalata”. Lo chef francese nei giorni seguenti propose la versione “mescolata” e da allora l’insalata russa arrivò nelle nostre tavole. Viene servita come antipasto o contorno e non può mai mancare nei menù italiani soprattutto durante le feste. È molto lontana dal concetto di “insalata” leggera e salutare. La presenza delle verdure (preziose alleate per la nostra salute), infatti, passa in secondo piano a causa dell’eccesso dei condimenti come la maionese, ricca di grassi, responsabili di sovrappeso e obesità.

*

SEI NATO OGGI?
A causa del vostro spirito sognatore voi preferite trascorrere il tempo da soli. La filosofia è una delle vostre materie preferite. Vi ponete spesso dei quesiti esistenziali e amate vedere le cose da diversi punti di vista. Siete fatti di contraddizioni e amate questo vostro aspetto. Ottimisti nei confronti della vita, spesso siete molto fortunati e potete conseguire con facilità onori. Siete sentimentali ma senza eccessi, introspettivi, analitici. Avete pochi amici, ma siete buoni compagni di voi stessi. L’amore è importante ma non indispensabile. Il possibile partner può incorrere in difficoltà, perché non siete delle persone adattabili.

*

A BERGAMO e in PROVINCIA
Il SOLE sorge alle ore 05.29e tramonta alle ore 21.11– Durata del giorno ore 15.42 (+0 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte ore 08.18 (-0 minuti rispetto a ieri) –  La LUNA crescente (visibile al 49%) sorge oggi alle ore 12.45 e tramonta domani alle ore 02.04

*

CURIOSITA’ di QUESTI 15 GIORNI
Se vi mettete al sole alle ore 13,19 (ora legale) corrispondente alle ore 12,19 (ora solare) noterete che la vostra ombra è quasi perpendicolare al vostro corpo perché il sole sta raggiungendo il punto più alto rispetto all’asse terreste (solstizio d’estate) e questo fino ad alcuni giorni dopo il 21 giugno (qui l’ombra sarà perpendicolare a voi) poi l’ombra comincerà ad allungarsi perché le giornate riprenderanno ad accorciarsi. Se puoi fare sei segni a terra, corrispondenti alla Tua ombra è una lezione importante per i ragazzi per fargli capire i movimenti della Terra rispetto al sole. L’effetto si noterà e avrà la durata di 15-20 giorni a seguire.

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

,