Almanacco Bergamo 11 febbraio 2022 (Venerdì)

6^ settimana – Giorni inizio/fine anno 42/323 BUONA GIORNATA
AUGURI di BUON COMPLEANNO e di BUON ONOMASTICO a tutti coloro che oggi lo festeggiano

SEI NATO OGGI? Se siete nati in una di queste date siete molto emotivi e adattabili, ottimisti e affidabili. Avete bisogno però di spazi sicuri attorno a voi. Siete dotati per l’arte e la musica, e leali nell’amicizia. Naturalmente portati a ricercare un ambiente armonioso, sapete sfruttare le occasioni. Siete diplomatici e lavorate meglio insieme ad altri, piuttosto che da soli. Avete bisogno di attenzione e affetto vi piace circondarvi sia di persone sia di oggetti. Temete molto la solitudine, e sentite il bisogno di vivere in mezzo alla gente. I rapporti umani e privati vengono messi davanti a tutto. L’amore, nel corso della vita sarà fonte di gioia ma anche di delusioni.

I SANTI DI OGGI
Sant’ELISA monaca – San PASQUALE I Papa – San GREGORIO II Papa – Santa TEODORA Imperatrice – San DANTE martire – La Chiesa celebra kla Festa di altri 38 SANTI e 3 BEATI. La Chiesa ricorda la PRIMA APPARIZIONE della B.V. MARIA a LOURDES avvenuta l’11 febbraio 1858 (164 anni fa) unitamente alla 30^ GIORNATA MONDIALE del MALATO istituita da San Giovanni Paolo II Papa – la firma dei PATTI LATERANENSI tra lo Stato Italiano e la Chiesa Cattolica, la nascita dello STATO della CITTA’ del VATICANO sottoscritti l’11 febbraio 1929.

SIGNIFICATO DEL NOME ELISA
” Esistono due ipotesi sul significato e sulle origini del nome Elisa. La prima che derivi dall’ebraico El Ischa con il significato di “Dio è salute” e la seconda come abbreviazione di Elisabetta (nome ebraico Elisheba, composto da El, “Dio”, e scheba, “sette”, il numero della perfezione; significa pertanto “Dio è perfezione” oppure “Dio è giuramento”). Il nome è presente da molti anni nella classifica dei primi 30 nomi più utilizzati per le bimbe nate in Italia. Oggi è Santa Elisa. In Italia portano questo nome circa 117.641 persone di cui il 20,2% in Lombardia.

AFORISMA del GIORNO
Ricorda che quasi sempre le opportunità più grandi arrivano nella nostra vita sotto forma di problema

PROVERBI
Non ci sono vecchi senz dolori e giovani senza amori
I vecchi si devono onorare, i giovani ammaestrare e i pazzi tollerare
Se il giovane sapesse e il vecchio potesse non c’è cosa che si facesse


I MORTI DEL GIORNO A BERGAMO E PROVINCIA (clicca qui)

VIA LE MASCHERINE ALL’APERTO. SI RESPIRA

Com’è scattata la mezzanotte di oggi sono sparite le mascherine in faccia agli italiani. Per le mascherine all’aperto: da oggi, venerdì 11 febbraio, è scattato lo stop all’obbligo di indossarle in tutta Italia. L’ordinanza firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza, prevede comunque che, anche in zona bianca, le mascherine vengano sempre portate con sé e restino obbligatorie in caso di assembramenti. In Italia, le mascherine sono obbligatorie al chiuso fino al 31 marzo e già si guarda oltre quella data. Ma alcuni esperti avvertono: «è troppo presto per eliminarle con questa circolazione del virus e la variante Omicron». Obbligatorio, fino al 31 marzo, avere sempre con sé la mascherina e indossarla anche all’aperto in caso di assembramento, come indicato nell’ordinanza. Il provvedimento ricorda anche che “non hanno l’obbligo di indossare il dispositivo di protezione delle vie respiratorie: i bambini di età inferiore ai sei anni; le persone con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina, nonché le persone che devono comunicare con un disabile in modo da non poter fare uso della mascherina”.

GIORNATA MONDIALE del MALATO

Il tema della XXX Giornata mondiale del Malato è “Siate misericordiosi come il Padre vostro è misericordioso”. Al centro del messaggio del Papa il tema della vicinanza, della dimensione personale e insieme comunitaria del farsi carico della malattia, espressa sin dal titolo: «Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso (Lc 6,36). Porsi accanto a chi soffre in un cammino di carità». Immediato il rimando al tempo che viviamo, alla solitudine che la malattia di per sé produce e oggi accentuata dalle caratteristiche di questa pandemia

LA CATENA DEL BUIO CONTRO IL CARO BOLLETTE

La catena del buio da Nord a Sud nei Comuni italiani servirà a qualcosa? No, almeno secondo Assoutenti, associazione nata per tutelare e promuovere i diritti dei consumatori, in particolare degli utenti dei servizi pubblici. Quella dei comuni che spengono la luce per trenta minuti è un’iniziativa “ipocrita che non aiuta famiglie e imprese e non porta a benefici concreti contro il caro bollette”, sostiene l’associazione. Sono 224 i comuni italiani, in base ai più recenti dati Ifel (istituto per la finanza e l’economia locale) detengono quote di partecipazione nelle società che erogano servizi di fornitura luce e gas e, quindi, vedono crescere enormemente le proprie entrate grazie agli abnormi rincari di luce e gas. Ne conosciamo qualcuna di queste? A2A: Milano, Bergamo, Brescia, ecc… – ACEA Comune di Roma – ecc… Secondo Assoutenti, proprio “gli extra profitti incamerati dalle società dell’energia grazie alla differenza tra i costi di produzione e i prezzi sui mercati internazionali di elettricità e gas, valgono nel solo 2022 la bellezza di 27,9 miliardi di euro. Un pozzo al quale il governo, anche su sollecitazione dei sindaci, può e deve attingere per reperire risorse da destinare alla riduzione delle bollette pagate da utenti e imprese”. Per questo, l’associazione chiede ai comuni italiani di “destinare interamente gli utili garantiti dalle partecipazioni nelle società energetiche alla lotta al caro bolletta,

Le NUOVE REGOLE per i TATUAGGI

Dal 4 gennaio sono entrate in vigore le nuove regole dell’UE per i tatuaggi, in modo che vengano realizzati con inchiostro più sicuro. Saranno applicate alcune precise restrizioni su sostanze chimiche contenute nelle miscele per inchiostri per tatuaggi e make-up permanenti. I divieti, si legge in una nota della Commissione Europea, riguardano sostanze cancerogene, mutagene e tossiche per la riproduzione, sostanze chimiche vietate nei cosmetici, sensibilizzanti della pelle, irritanti per la pelle e gli occhi, impurita’ metalliche, ammine aromatiche e alcuni pigmenti. Le nuove norme Ue sono state adottate per proteggere equamente le persone in tutta l’Ue, indipendentemente dal Paese in cui si viene tatuati o se l’inchiostro è stato prodotto nell’Ue o al di fuori del’Unione. Il 12 per cento degli europei, secondo le statistiche diffuse nella nota informativa dell’Unione, è tatuato, compresi gli adolescenti. La Commissione Europea ha adottato le restrizioni da oggi in vigore nel dicembre 2020 a seguito di studi che mostrano prove di allergie e problemi della pelle dovuti a tatuaggi. Questo per rispondere ad una richiesta degli Stati membri, nata sulla base di valutazioni di impatto scientifico e socioeconomico effettuate dall’Agenzia europea per le sostanze chimiche (Echa). Tra gli obiettivi primari dell’introduzione di queste nuove regole per avere tatuaggi più sicuri c’è quello di mettere un freno all’abusivismo. Questo anche grazie a campagne informative volte a mettere al corrente dei rischi che si corrono sottoponendosi a trattamenti che non rispettano le norme. Il cliente dovrà essere informato sui pigmenti che si stanno utilizzando in seduta. Le etichette, inoltre, devono essere in lingua italiana e dovranno avere la dicitura ‘miscela per tatuaggi o trucco permanente’ con un numero di riferimento unico per l’identificazione del lotto. La violazione di queste normative porterà a severe sanzioni. La responsabilità del tatuatore che avrà utilizzato sostanze vietate o non approvate dalla comunità europea sarà equiparata a quella del distributore e del produttore e sarà penale.

IL PENSIERO del GIORNO

“Gli portarono un sordomuto e lo pregarono di imporgli la mano”. Nell’infermità d’essere sordo e muto l’uomo ha molte difficoltà nel relazionarsi in modo pieno con chiunque. Quando egli sa vivere pienamente queste due facoltà può stabilire rapporti con tutti nella semplicità e nella verità. L’ascolto ci porta ad accogliere l’altro e con la parola a restituirci all’altro nella semplicità del cuore. Allora si avvia una intensa e feconda reciprocità. Padre, nel tuo Figlio Gesù Cristo ci insegni ogni giorno ad ascoltare la sua parola con la finezza della vita interiore e a proclamare con le labbra la gioia e la bellezza della fede. Rinnovaci nella potenza dello Spirito Santo perché sappiamo sempre spalancare le orecchie del cuore per accogliere l’annuncio del Vangelo e per proclamare con l’entusiasmo della fede la gioia della comunione con il Maestro divino. Le nostre persone allora diventeranno una feconda professione di fede insieme a tutti i fratelli nella lode del tuo nome. Amen

LA MINISTRA ELENA BONETTI PARLA DI ASSEGNO UNICO

Assegno unico. I primi passi di una rivoluzione?”Martedì 15 febbraio alle 20.45 sui canali Youtube e Facebook delle Acli di Bergamo approda la ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti. Il tema in agenda fa riferimento al decreto che il 23 dicembre scorso il Consiglio dei Ministri ha approvato in via definitiva ovvero l’istituzione dell’assegno unico e universale che fa parte di una riforma più ampia, il Family Act, nell’ambito del sostegno al reddito familiare.  

VIE E PIAZZE DI BERGAMO. CARLO GOLDONI

Nato a Venezia il 25 febbraio 1707 –morto a Parigi il 6 febbraio 1793, è stato un commediografo, scrittore, librettista e avvocato. Cittadino della Repubblica di Venezia. La Città di Bergamo gli ha dedicato una Via. A nove anni raggiunge il padre medico, a Perugia e qui inizia gli studi presso i Gesuiti. Dal ‘23 al ’25 è allievo del Collegio Ghilisieri di Pavia e frequenta la facoltà di Giurisprudenza, ma a causa di una violenta satira, «Il Colosso», diretta contro le famiglie della nobiltà pavese, è costretto ad abbandonare la città. Nel ’31, la morte improvvisa del padre lo obbliga a riprendere gli studi interrotti e a laurearsi in legge a Padova. Dopo qualche anno di mediocre pratica dell’avvocatura e di viaggi in numerose città, si stabilisce a Milano e nel ’34, ha occasione di incontrare il Capocomico Giuseppe Imer, per il quale, negli anni successivi, scriverà intermezzi comici, tragedie e tragicommedie. Nel ’36 sposa a Genova Nicoletta Conio. E’ solo nel ’38 che Goldoni si dedica alla commedia e scrive Momolo Cortesan, in cui la parte del protagonista era scritta quasi per intero, dando così inizio alla «riforma tecnica» che lo condurrà in seguito ad abbandonare per sempre l’improvvisazione della Commedia dell’Arte. Nel ’47 conosce Gerolamo Medebach, che a Venezia teneva Compagnia a Sant’Angelo, e si convince a collaborare con lui. In questo periodo nascono: La vedova scaltra, La putta onorata, Il cavaliere e la dama. Nel ’50 scommette col pubblico di sfornare 16 commedie in un solo anno; promessa che manterrà, dando vita tra le altre, a: La bottega del caffè, Il bugiardo e Pamela. Nel ’53 nasce La locandiera, proprio al termine del periodo che lo vede al fianco di Medebach. Nel periodo successivo assume un impegno di 10 anni con il teatro San Luca e qui mette in scena alcuni capolavori come Il campiello, I rusteghi, La trilogia della villeggiatura, Le baruffe chiozzotte. Alcuni insuccessi e l’ormai irriducibile disputa con Gozzi, convincono il commediografo ad abbandonare Venezia e raggiungere Parigi, invitato dal Tèâtre-Italien, per il quale però dovrà riprendere a scrivere «a soggetto». Nel novembre del ’71 il Bourru bienfaisant viene rappresentato alla Comédie Italienne, e suscita l’ammirazione di Voltaire. Sempre a Parigi scrive, in francese, le sue Memorie, iniziate nell’84 e pubblicate nell’87. Luigi XV gli accorda una modesta pensione annua, che però gli sarà tolta nel ’92, in piena Rivoluzione. Muore quasi in miseria a Parigi, nel 1793, il giorno prima della restituzione, da parte dell’Assemblea costituente, della pensione regia.

TURNI delle FARMACIE E SERVIZIO PEDIATRICO

TURNO DIURNO durante il giorno, per sapere i turni. si chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24 ore su 24.

TURNO NOTTURNO: (da questa sera ore 21 a domani 12 febbraio 2022 alle ore 9,00): BERGAMO Farmacia Piazza Pontida 6 – Albino Farmacia di Comenduno – Antegnate – Berzana (fino le ore 24) – CLUSONE Piazza Baradello – Costa Valle Imagna – Costa Volpino – Filago – Lallio (fino alle ore 24) – San Giovanni Bianco – San Paolo d’Argon – SERIATE Piazza Papa Giovanni (fino le ore 24) – Serina – Telgate – TREVIGLIO Comunale 3 in Viale Piave – Urgnano

CONTINUITA’ ASSISTENZIALE (ex Guardia Medica) tel. 116117 attivo dalle ore 20 alle ore 8 nei giorni lavorativi – 24 ore su 24 nei giorni di sabato e domenica e festivi.

AVVENIMENTI A BERGAMO E PROVINCIA

  • BERGAMO – TV54 Rai storia – 14 febbraio ore 21 – “Arte Cultura panorami a Bergamo in Palazzo Terzi e Biblioteca A. Mai.
  • BERGAMO – Circolo Artistico Bergamasco – dal 5 al 19 febbraio ore 18 – “Collettiva d’inverno” – Orari martedì/domenica dalle 16 alle 19
  • BERGAMO – Duomo di Bergamo – 12 febbraio ore 21 – Concerto “Salmo 22 ingresso libero –
  • BERGAMO – Cinema Conca Verde – 12 febbraio ore 16 – Proiezione del film “Spirito dell’Amazzonia”
  • BERGAMO – Galleria GAMeC – 12 e 13 febbraio ore 15 – Visita guidata all’esposizione “Nulla è perduto”
  • BERGAMO – Astino – 12 febbraio dalle 15 alle 17,30 – Corso di potatura delle piante – iscrizioni aperte – www.eventbrite.it
  • BERGAMO – Accademia Carrara – 12 febbraio ore 15 – “Valori tattili. Sei sculture di Zeri” raccontate da persone cieche.
  • BERGAMO – Creberg – 12 febbraio ore 21 – Fiorello
  • BERGAMO – Teatro San Giorgio – 12 febbraio ore 17,30 – Spettacolo teatrale “ELLE”
  • ALZANO LOMBARDO – JumboBirra – 16 febbraio 20,45 – “Dov’è la sanità lombarda?” dibattito
  • BONATE SOPRA – Cineteatro – domenica 13 febbraio ore 15- Spettacolo di burattini “Gioppino e il mago”
  • COMUN NUOVO – Biblioteca – dal 5 al 26 marzo dalle ore 9,30-11,30 – 4 lezioni per ridurre lo stress – Iscrizioni in biblioteca Comunale
  • LOVERE – Teatro Crystal – 12 febbraio ore 20,45 – “Mistero Buffo” di Dario Fo – prevendita biglietti d’ingresso
  • LOVERE – Accademia Tadini – sabato 12 e 26 febbraio ore 16 – Visite guidate alla scoperta dei valori custoditi.
  • MAPELLO – Parco delle Foibe a Briolo – 12 febbraio ore 11 – S.Messa in ricordo delle Vittime delle Foibe
  • PARRE – Parco Archeologico – 12 febbraio ore 15 – “Comne vestivano a Carnevale gli abitanti di Parre – partecipazione gratuita – iscrizione obbligatoria
  • SCHILPARIO – Pista degli Abeti – dall’11 al 13 febbraio – “Bergamo Ski Tour: Campionato Italiano Giovani – info@sciclubschilpario.it – 349.5705896
  • SERIATE – Circolo ARCI – 12 febbraio dalle 15,30 alle 17 – Corso di italiano per stranieri – iscrizione obbligatoria con tessera ARCI  SERIATE – Comune – domenica 13 e 20 febbraio ore 7 – Ritrovo Bar Tabacchi “del Santo” per partecipare a Giornata del Verde Pulito muniti di guanti e pettorina

Per tutte le notizie seguici su Google News

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in: