Caro Willy,
in questi giorni ti ho pensato intensamente, non riesco a togliermi dalla testa il tuo sorriso, la tua giovinezza e non posso sopportare il pensiero che tutto questo possa essere massacrato, distrutto con disprezzo. Hai difeso il tuo amico e una squadra di picchiatori ha pensato bene di fartela pagare e lo hanno fatto come persone assetate di violenza, che nel cuore hanno violenza, in quanto hanno deciso che la forza e il dominio sono ingredienti fondamentali per essere qualcuno, e però hanno fatto esperienza che la violenza quando ti invade richiede oscuramente sempre di più, sino a annientare l’altro.

Tu alla violenza preferivi l’amicizia, che non violenta l’altro, ma se ne prende cura. Gesù infatti dice ai suoi discepoli “Vi ho chiamato amici”, persino Dio trova nell’alleanza e nell’affetto reciproco l’unica via per stare con l’uomo, perché l’uomo possa essere te stesso. Anche quando io ero adolescente il nostro Paese era violento. Tu eri nel pensiero di Dio mentre io vivevo tra omicidi e stragi politiche, potere delle organizzazioni criminali. Però io ho avuto amici che anche oggi stimo e ringrazio per aver percorso quel tratto delicatissimo della vita. Esperienze, discussioni, confidenze, sport…

La violenza ci circondava, ci assediava, ma non era in noi. Anche tu hai fatto questa scelta promettente per la vita che i tuoi picchiatori non hanno capito e hanno preso come un affronto alla loro presunta superiorità. Caro Willy, spero che la tua vita e la tua terribile morte possano diventare segno di speranza per i giovani, anche per quelli che pensano soltanto a essere dei guerrieri temuti e non si accorgono dello smisurato vomito di disagio, imbecillità e sub umanità che hanno messo nello botte che ti hanno dato sottraendoti la vita.

Vincerai tu Willy, rimarrai tu nella nostra memoria e nel nostro cuore. Io posso soltanto pregare per te, il tuo corpo sfigurato è per me quello di Gesù in croce che non toglie la vita ma la dona. Prego per la tua famiglia… prego anche per i componenti del branco. Se il male ha lasciato loro almeno un barlume di coscienza spero lo seguano. Sento molta tristezza, desolazione, pietà…..Ciao Willy, a-Dio.

Print Friendly, PDF & Email