Almanacco di oggi 7 giugno 2021 (Lunedì). Notizie e curiosità
23^ settimana – Giorni inizio/fine anno 158/207 – BUONA SETTIMANA

OGGI in QUESTO ALMANACCO:

  • I morti di oggi e la data dei funerali (clicca qui)
  • I Santi del giorno
  • Coprifuoco: dalle ore 24
  • Giornata Mondiale della Sicurezza Alimentare
  • Regione Lombardia: la “Regina” nella produzione e sicurezza del latte
  • Addio alla “Marca da Bollo” (non in tutto)
  • ”Cantine Aperte” Edizione 2021 nella bergamasca
  • Storia di Bergamo: 1896 (125 anni fa) al “Via” il Cimitero Monumentale di Bergamo
  • 1971: Nasce l’AIDO a Bergamo
  • Il “pensiero” del giorno
  • 1929 Nasce lo Stato della Città del Vaticano 
  • Le dieci scuse per non fare sport
  • Altre “Notizie e Curiosità” di oggi
  • TUTTA LA CRONACA (clicca qui)

I SANTI del GIORNO:
San ROBERTO Abate cistercense
Sant’ANTONIO MARIA GIANELLA Vescovo

COPRIFUOCO: da OGGI Lunedì 7 giugno sarà un’altra data cruciale per il ritorno alla normalità in Italia. Un passaggio intermedio per alcune Regioni e ben più incisivo per altre. Che si tratti di zona gialla o di zona bianca, comunque, la tappa è significativa: in zona gialla, infatti, il coprifuoco sarà spostato a mezzanotte, mentre sarà abolito per i territori che entrano in zona bianca. Quindi da lunedì 7 giugno il coprifuoco verrà spostato a mezzanotte per Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Marche, Lazio, LOMBARDIA, Piemonte, Puglia, Toscana, Sicilia, Valle d’Aosta, Bolzano e Trento. Per la Lombardia resta in vigore il divieto di spostamento dalle 24 alle 5 del mattino se non per comprovate esigenze già note.

GIORNATA MONDIALE della SICUREZZA ALIMENTARE: Il 7 giugno 2021, le Nazioni Unite celebreranno la terza Giornata mondiale della sicurezza alimentare, guidate da due delle sue agenzie specializzate, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO) e l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS). In occasione della celebrazione virtuale si svolgerà un evento in cui si discuterà dei modi in cui la scienza sta aiutando a innovare e mantenere il nostro cibo sicuro lungo la catena di approvvigionamento alimentare. Il tema di quest’anno per la Giornata della sicurezza alimentare è infatti “Cibo sicuro ora per un domani sano”. Il tema della sicurezza alimentare è strettamente legato all’affidabilità del sistema ufficiale dei controlli. Nel nostro Paese le attività di controllo per la tutela dei consumatori sull’intera filiera alimentare, dal campo alla tavola, rientrano nei compiti del Servizio Sanitario Nazionale, attraverso l’articolazione dei dipartimenti di prevenzione delle ASL, coordinati dagli assessorati regionali alla sanità e supportati, per le attività analitiche, dagli Istituti zooprofilattici sperimentali. Ai compiti di controllo e di vigilanza propri del SSN si aggiunge il lavoro svolto dai Carabinieri per la tutela della salute (NAS) attraverso le attività di indagine e i controlli mirati alla repressione dei reati contro la salute pubblica. La lotta alle frodi, sofisticazioni e contraffazioni nel settore dell’alimentazione è una delle attività di controllo e contrasto di fenomeni illeciti che possono ledere la salute dei cittadini

REGIONE LOMBARDIA: la “REGINA” nella PRODUZIONE del LATTE con 5,5 milioni di tonnellate all’anno sui circa 12,5 milioni a livello nazionale. Nella nostra regione sono 3.410 gli allevamenti di bovini da latte e sono 600.000 le vacche allevate. Sono i dati diffusi dall’assessore regionale all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi. Oltre il 40% del latte italiano viene prodotto in Lombardia. Un approfondito studio scientifico condotto nel 2020 dall’Istituto zooprofilattico di Lombardia ed Emilia-Romagna ha stabilito come nel latte italiano i residui di antibiotici siano di cento volte inferiore a quanto consentito dalla legge. Il nostro ‘oro bianco’ garantisce una sicurezza alimentare senza pari. Sempre accertarsi che il latte che acquistiamo porti la scritta “Latte Italiano”.

ADDIO alla “MARCA da BOLLO” se si richiedono i certificati digitali. È questa una delle novità più importanti del decreto Semplificazioni 2021 che ieri ha ottenuto il via libera del Consiglio dei ministri. La marca da bollo sui certificati anagrafici digitali, dallo stato di famiglia al certificato di nascita o di residenza, quindi sarà abolito. Per tutti gli atti scaricati attraverso l’Anagrafe tributaria della popolazione residente non si pagheranno più imposte come il bollo da 16 euro o i diritti di segreteria. Nel testo del decreto si precisa che i certificati digitali saranno «in ogni caso, senza oneri per il richiedente». Inoltre arriva la delega per l’accesso a Spid, l’identità digitale dei cittadini, da parte di chi ha difficoltà con le nuove tecnologie. Qualche euro di risparmio per coloro che necessitano di tali documenti.

“CANTINE APERTE” EDIZIONE 2021 nella BERGAMASCA: Torna, dopo la parentesi 2020, Cantine Aperte, la principale manifestazione organizzata ogni anno dal Movimento Turismo del Vino (Mtv) Lombardia. E lo fa alla grande, ovvero raddoppiando l’offerta di date. Più di trenta Cantine associate accoglieranno infatti i visitatori il 19 e 20 giugno. In questo modo, quindi, i partecipanti avranno due diverse opportunità di visita e di degustazione. E le aziende associate avranno quindi, a loro volta, maggiori possibilità di farsi conoscere. Sono più di trenta le Cantine che hanno aderito infatti a Cantine Aperte 2021 tra Valtellina, Valcalepio, Franciacorta, Montenetto, Lugana, Colli Morenici Mantovani, Lambrusco Mantovano, San Colombano al Lambro e Oltrepò Pavese. Di seguito ecco l’elenco delle Cantine partecipanti a Cantine aperte 2021 nella bergamasca:  Azienda agricola Angelo Pecis a San Paolo d’Argon –  Vitivinicola azienda Medolago Albani a Trescore Balneario –  Azienda agricola Tallarini a Gandosso.

STORIA di BERGAMO: il CIMITERO “MONUMENTALE” di BERGAMO il 7 giugno 1896 (125 anni fa) Il Consiglio Comunale del Comune di Bergamo decide di costruire un nuovo, grande e unico Cimitero della città. Tra i circa 50 progetti presentati viene scelto quello dell’Arch. Ernesto Pirovano (il Viale del Cimitero è a Lui intestato). I lavori iniziarono nel 1905 poi sospesi dal Comando Austriaco presente in città, ripresi nel 1910 e inaugurato nel 1913 con la benedizione del Vescovo Mons. Guidani. Furono chiusi così i quattro Cimiteri presenti in città con la traslazione delle bare trasportabili, per il resto il Consiglio Comunale decise di assicurare le zona non edificali ma in zona verde. Il primo Cimitero fu quello di San Giorgio (attuale Piazzale e Giardino della Malpensata), il secondo era quello di “Santa Lucia” fuori dalle Muraine di Via Lapacano (giardino e parte della zona dove è stata costruita la sede dell’ex Enel), il terzo “Campo Utili” (ex Campo Militare in zona Valtesse) e il quarto “San Maurizio” conglobato nell’attuale Cimitero e sorgeva tra l’attuale Chiesa di Ognissanti e l’antico Monastero di San Fermo (la zona è stata poi urbanizzata)

1971 NASCE a BERGAMO “AIDO” (50 anni fa) nel quartiere del Monterosso, nasce l’associazione D.O.B. (Donatori Organi Bergamo) il cui fondatore è il grande Giorgio Brumat Giorgio Brumat (1929-2001) era un collaboratore scientifico per una casa farmaceutica a stretto contatto con i medici dei vari reparti ospedalieri specialmente aveva molto a che fare con il centro dialisi. Vedendo tanta sofferenza sui volti di persone collegate ad una macchina per sopravvivere, da quel momento, decise che era necessario fare subito qualcosa: da quel momento nasce il D.O.B. In poco tempo dalla sua nascita si vedono arrivare 87 nuove adesioni e grazie anche ai vari articoli presenti sui giornali l’associazione venne estesa su tutto il territorio nazionale, viste le tante adesioni che arrivarono da tutta Italia Il 26 febbraio 1973 nasce ufficialmente l’A.I.D.O. (Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule). Negli anni a seguire nascono i vari gruppi comunali e le Sezioni Provinciali.

IL “PENSIERO” del GIORNO (di Don Antonio Donghi) “Si mise a parlare e insegnava loro”  Una facoltà dell’uomo è la comunicazione della propria interiorità a fratelli con grande libertà attraverso la parola nelle sue molteplici forme. La comunicazione vera scaturisce da un cuore puro e aperto che desidera regalare se stesso agli altri per camminare insieme nella comune ricerca della verità –  Padre, dalla montagna Gesù ci regala la nuova legge che incarna nelle complesse situazioni della vita una interiorità ricca di amore e di accoglienza della storia quotidiana. La verità dell’incarnazione è un cuore che fa proprio il vissuto di tutti. Chi ama l’oggi di ogni giorno entra nella verità della propria esistenza e genera fraternità nello Spirito Santo. Amen

AFORISMA del GIORNO: “Le cose sono come sono. Sarebbe meglio se imparassi ad accertarle, anziché aspettartele sempre diverse”

1929 NASCE lo STATO del VATICANO: (92 anni fa) La nazione più piccola del mondo, custode da oltre due millenni della cristianità, nacque nell’Italia mussoliniana, creando un’eccezione unica al mondo sulla natura giuridica degli Stati. Il riconoscimento del nuovo soggetto da parte del governo italiano era avvenuto l’11 febbraio del 1929 con la firma dei Patti Lateranensi, così chiamati perché sottoscritti da Benito Mussolini e papa Pio XI nella Sala dei Papi del palazzo di San Giovanni in Laterano. Quattro mesi dopo, con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del Regno d’Italia con il riconoscimento giuridico dello Stato della Città del Vaticano, lo stesso Pontefice emanò la legge fondamentale della Città del Vaticano, che disegnava la forma di governo del nuovo Stato, insieme ad altre cinque leggi su aspetti legati alla cittadinanza, alla pubblica sicurezza e all’ordinamento amministrativo ed economico. Come si evinceva dal primo dei 21 articoli del testo, che recita «Il Sommo Pontefice, Sovrano dello Stato della Città del Vaticano, ha la pienezza dei poteri legislativo, esecutivo e giudiziario.», si delineava una “monarchia assoluta elettiva”, di natura teocratica, i cui principali compiti di governo erano attribuiti al cardinale Segretario di Stato. Ad eleggere il Papa è il Collegio Cardinalizio, riunito in conclave. Definiti anche i simboli nazionali: la bandiera, costituita da un «drappo partito di giallo e bianco, col bianco caricato al centro delle Chiavi incrociate (decussate) sormontate del Triregno.»; l’inno nazionale, indicato come “Inno e Marcia Pontificale”, composto da Charles Gounod. Tra gli aspetti cruciali affrontati nelle altre leggi quello della cittadinanza, spettante «ai cardinali residenti in Vaticano e a Roma, ai residenti stabili in Vaticano per ragioni di carica, dignità o impiego e a coloro cui sia concesso dal Pontefice, coniugi e figli di cittadini», e della proprietà, non riconosciuta in quanto tutti gli immobili appartengono alla Santa Sede. Nel 2001 la legge fondamentale venne modificata da Giovanni Paolo II che sbolì anche il “triregno” dalla bandiera. Attualmente Papa Francesco è il 266° Papa della Chiesa Cattolica e Vescovo di Roma, 8° Sovrano dello Stato del Vaticano, Primate d’Italia, oltre agli altri Titoli propri del Romano Pontefice. Il Vaticano ha così acquisito il riconoscimento di Stato Sovrano con propri Rappresentanti negli Organismi Mondiali. Qui servirebbe una lezione di Educazione Civica. Alla luce della superficie che occupa, pari a 0,44 km², e del numero dei cittadini residenti (705 nel 2019), il Vaticano detiene due primati mondiali: è lo stato più piccolo e il meno popoloso del pianeta.

Le 10 SCUSE PIU’ COMUNI per NON FARE SPORT: le vedremo in diversi post tra oggi e nei prossimi giorni. 1) Mancanza di tempo, noia, pigrizia, dolori fisici. Sono tanti i motivi che, giorno dopo giorno, possono tenerci lontano da una pratica sportiva regolare. Attenersi a un programma non è facile ma allo stesso tempo è molto importante per la nostra salute. Ecco alcuni consigli pratici, consigliati dagli Specialisti da Humanitas Gavazzeni di Bergamo, per superare le barriere comuni. “Non ho abbastanza tempo per esercitarmi” Trovare il tempo per fare un po’ di moto o per una vera e propria attività sportiva può essere una sfida. Usa un po’ di creatività per ottenere il massimo dal tuo tempo, ricordandoti che dedicare il tempo all’attività fisica dovrebbe essere una priorità. Nulla, insomma, che possa essere rimandato. Gli esperti sottolineano infatti che fare movimento con regolarità è più importante di qualsiasi altro fattore. Una soluzione può essere quella di fare brevi passeggiate nell’arco dell’intera giornata. Se non hai tempo per un allenamento completo non rinunciare del tutto e poniti un obiettivo realizzabile. Camminare circa 30 minuti nella maggior parte dei giorni della settimana (meglio se tutti i giorni) è già un buon risultato. Un’altra soluzione può essere quella di puntare la sveglia più presto. Se le giornate sono piene e le ore serali sono altrettanto frenetiche, alzarsi 30 minuti prima alcune volte alla settimana per fare esercizio può essere una soluzione. Infine, guida di meno, cammina di più. Parcheggia nell’ultima fila del parcheggio o anche a pochi isolati di distanza e cammina verso la tua destinazione. (segue)

SIGNIFICATO del NOMEROBERTO” è: “splendente di gloria”. (nome di origine tedesca). In Italia portano questo nome circa 486.108 persone di cui il 20,9% in Lombardia

PROVERBI
“Ad ogni pentola il suo coperchio”
“L’appetito vien mangiando”
“Quando si mangia non si parla”
“Pancia piena chiama riposo”
“A pancia piena si ragiona meglio”
“Una mela al giorno leva il medico di torno”

SEI NATO OGGI? Nel lavoro, sei intelligente, abile e sai eseguire i compiti che ti sono affidati nel modo migliore. A volte però rischi di affannarti e perderti dietro cose di nessuna importanza. Anche in amore, spesso, ti fai prendere dall’ansia e dall’impazienza: un po’ di calma e di riflessione ti sarebbero di grande aiuto.

GIORNATA NAZIONALE della MACEDONIA: Bastano pochi ma importanti passaggi perché la macedonia sia veramente perfetta, ma soprattutto utilizzate frutta freschissima e per evitarne l’ossidazione bagnatela con del succo di limone o di arancia, a mano a mano che la tagliate. Declinata in mille versioni, soprattutto in base alla disponibilità stagionale, è impossibile trovarne una simile all’altra. La macedonia non è solo di frutta fresca possiamo prepararla con della frutta da passare al forno o con verdure caramellate servite con un gelato all’olio d’oliva, macedonie diverse ma altrettanto golose.

A BERGAMO e in PROVINCIA: Il SOLE sorge alle ore 05.33 e tramonta alle ore 21.08 – Durata del giorno 15.35 (+1 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte: 08.25 (-1 minuti rispetto a ieri) – La LUNA calante (20%) sorge oggi alle ore 03.56 e tramonta alle ore 17.59 

Seguici su Google News

Print Friendly, PDF & Email