Almanacco Bergamo 29 dicembre 2021 (Mercoledì)

52^ settimana – Giorni inizio/fine anno 363/02BUONE FESTE
AUGURI di BUON COMPLEANNO e di BUON ONOMASTICO a tutti coloro che oggi lo festeggiano

SEI NATO OGGI? Sei dolce e sensibile, ma la tua disponibilità non sempre viene ricambiata e dovrai affrontare qualche delusione. Nel lavoro sei attratto dalla ricerca, dalle attività di laboratorio e hai buone possibilità di riuscire nel mondo degli affari: fai però attenzione alle persone con cui ti associ. In amore, dopo una prima cocente delusione, saprai superare le difficoltà e incontrerai un partner con cui essere felice.

SIGNIFICATO del NOME DAVIDE è amato, diletto. E’tra i 20 nomi più usati per i nuovi nati. Oggi è San Davide. In Italia portano questo nome circa 83.278 persone di cui il 27,3% in Lombardia, 15,9% in Emilia Romagna.

AFORISMA del GIORNO
Si soffre molto per il poco che ci manca e gustiamo poco il molto che abbiamo

PROVERBI
Sotto la neve c’è pane, sotto l’acqua la fame
La gentilezza è come la neve abbellisce tutto ciò che copre
Se il Natale è verde Pasqua sarà bianca
Se lo prendo lo faccio nero

GIORNATA NAZIONALE …
… del cambio merce senza scontrino


I MORTI DEL GIORNO A BERGAMO E PROVINCIA (clicca qui)

I SANTI del GIORNO

San DAVIDE Re, Profeta e Poeta – San TOMMASO BECKETT Vescovo e Martire, patrono dei fabbricanti di spazzole – San MARTINIANO Vescovo co-patrono di Milano – La Chiesa celebra la Festa di altri 6 SANTI e 7 BEATI

IL PENSIERO del GIORNO  (a cura di Mons. Antonio Donghi)

Ogni maschio primogenito sarà sacro al Signore. In questa tradizione religiosa si evidenza un particolare atteggiamento interiore: la vita è un dono di Dio come pure la sua fecondità. In questo atto di fede si vuol sottolineare come il senso della gratitudine alla Fonte della vita sia particolarmente sentito nella struttura religiosa dell’uomo. È un respirare la convinzione che il cammino nella storia si costruisce in un profondo desiderio di riconoscenza associato alla supplica perché Dio accompagni ogni percorso esistenziale. Padre, il mistero della vita umana è nelle tue mani, e nella tua provvidenza lo sostieni. Aiutaci a costruire ogni istante della nostra esistenza in un profondo senso di gratitudine per gustare la fecondità del tuo amore. Nello Spirito donaci un intenso desiderio di supplica perché il cammino nella vita quotidiana con il tuo Figlio Gesù Cristo sia sempre in sintonia con la tua volontà, per una vera comunione fraterna. Amen

REVISIONE DELL’AUTO PIU’ CARA

Con un decreto attuativo del Ministro delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibile, dal 1° novembre 2021 sono scattati gli aumenti della tariffa revisione auto. Per ogni veicolo che si sottopone al controllo, si dovranno pagare 9,95 euro in più. La revisione dell’auto e di tutti gli altri mezzi a motore deve essere eseguita dopo quattro anni dalla prima immatricolazione ed entro il mese di rilascio della carta di circolazione. Successivamente, la revisione va fatta ogni due anni, ma sempre entro il mese corrispondente a quello in cui è avvenuto l’ultimo collaudo. Lo stato di emergenza causato dalla pandemia da coronavirus ha fatto slittare le revisioni scadute tra il 1° settembre 2020 e il 30 giugno 2021 al 30 marzo 2022. Quest’anno i costi sono maggiorati di 9,95 euro netti che, comprensivi di Iva diventano 12,14 euro lordi. Rimane la differenza per le revisioni effettuate presso la Motorizzazione civile, che passa dai 45 euro precedenti ai 54,95 euro di oggi, e quella effettuata in un centro revisioni autorizzato, dove si paga 79,02 euro a fronte dei 66,8 euro precedenti. I 79,02 lordi derivano dai 54,95 euro del costo della revisione, a cui vanno aggiunti 12,09 euro dell’Iva al 22%, 10,20 euro di diritti Motorizzazione e 1,78 euro del costo del bollettino postale. Nonostante il prezzo più alto, sono tanti coloro che preferiscono rivolgersi a un Centro autorizzato, poiché i tempi di attesa sono ridotti e spesso c’è giù un rapporto di fiducia con il collaudatore.

REGOLE DA SEGUIRE SE SI HANNO CONTATTI CON POSITIVI

(Circolare del Ministero della Sanità) – I contagi sono sempre più frequenti in questo periodo e tutti possiamo venire a contatto con un positivo, a questo punto nascono molte domande. Per esempio su cosa sia necessario fare. Esistono vari tipi di procedure da seguire a seconda dei casi: (1) VARI TIPI di TAMPONEtest molecolare che evidenzia la presenza di materiale genetico (RNA) del virus. Viene eseguito su tampone rino-faringeo – test antigenico (rapido), che evidenzia la presenza di componenti del virus. Viene eseguito su tampone rino-faringeo – test sierologico, viene eseguito su prelievo venoso e sangue capillare, evidenzia la presenza di anticorpi contro il virus. Le regole da seguire? Si differenziano tra chi è vaccinato e non, e tra chi ha avuto un contatto stretto o a basso rischio. (2) QUARANTENA per un contatto stretto “VACCINATO” – Se chi ha avuto il contatto stretto si è sottoposto ad ciclo completo di vaccinazione da almeno 14 giorni dovrà restare in quarantena per 7 giorni dall’ultimo contatto con il positivo sottoponendosi ad un tampone. Se l’esito sarà negativo potrà uscire. Se non è possibile eseguire un tampone sarà necessario attendere 14 giorni per uscire, anche senza l’esito negativo di un test. (3) QUARANTENA per un contatto stretto “NON VACCINATO” – Se un soggetto non vaccinato, o che non ha completato il ciclo vaccinale, ha incontrato un positivo al Covid deve rimanere in quarantena per almeno 10 giorni dall’ultima esposizione al virus. Per uscire dall’isolamento dovrà sottoporsi ad un test. Senza tampone la quarantena proseguirà fino al 14esimo giorno dall’ultimo contatto. In poche parole la quarantena è obbligatoria (7 o 10 giorni) in base al ciclo vaccinale a cui si è eventualmente sottoposta la persona entrata in contatto con il positivo. Terminata la quarantena se la persona non ha sintomi ed è negativa al test può tornare alla sua vita quotidiana. Se però durante la quarantena manifesta sintomi, sarà necessario effettuate un tampone. Se l’esito sarà positivo, è necessario aspettare la guarigione clinica e sottoporsi a un test molecolare dopo almeno 3 giorni senza manifestare alcun sintomo. Se il tampone darà esito negativo la persona potrà a condurre la sua vita, altrimenti proseguirà l’isolamento. (4) ISOLAMENTO Si verifica quando vengono separate le persone che hanno avuto la conferma di essere positive al Covid-19 da quelle sane per non far proliferare il virus. (5) SORVEGLIANZA ATTIVA È il contatto quotidiano tra l’operatore della sanità pubblica e il paziente in quarantena per monitorare le condizioni di salute. (6) AVVISARE il proprio Medico stando alle regole vigenti, i contatti stretti di un caso confermato Covid-19 “devono allertare il proprio medico, che avviserà o fornirà tutte le indicazioni per contattare il Dipartimento di prevenzione della Asl o Ats competente per territorio che disporrà la quarantena e la sorveglianza”.

PERCHE’ FAR SOFFRIRE I CANI CON I FUOCHI DI CAPODANNO

Ancora poche ore e questo difficile 2021 sarà finito lasciando spazio, si spera, ad un anno nuovo più sereno. Purtroppo come ogni fine d’anno arriva per i cani, così come tanti altri animali, un incubo: i fuochi d’artificio. Sembra proprio che neanche la pandemia, il lockdown e tutte le limitazioni di movimento previste dal Dpcm per contenere la diffusione del Covid19 abbiano fermato i botti illegali, almeno a giudicare dalla quantità di notizie di sequestri di fuochi che stanno uscendo in questi giorni. L’Ente Nazionale Protezione Animali ha stilato una serie di consigli da seguire per aiutare i nostri animali a vivere al meglio questo momento particolarmente traumatico per loro. Il 45% dei cani, infatti, quando sente i fuochi di artificio mostra segni di paura, atteggiamenti di ansia, panico o fuga.

LOMBARDIA: ALTRI 800 POSTI LETTO per FAR FRONTE alla PANDEMIA

La Lombardia si prepara per affrontare al meglio l’avanzata della cosiddetta quarta ondata del covid. E lo fa con nuovi posti di degenza di cure sub acute e di degenza di comunità di livello base a favore di pazienti covid-19 e nuovi ‘setting’ di cure intermedie anche per pazienti covid negativi. Oltre che prorogando le attività erogate dai covid hotel. Lo prevede la delibera approvata dalla Giunta regionale. L’apertura di nuovi posti dovrà rispettare la numerosità prevista dalla programmazione regionale che si stima essere di ulteriori 400 posti di sub-acuti e ulteriori 400 fra posti di degenza di comunità di livello base per pazienti covid e ‘setting’ di cure intermedie per pazienti covid negativi, per un totale di 800 posti. Con la delibera è stata anche autorizzata la prosecuzione delle attività erogate dai covid hotel per cui è stato dato mandato alle Ats di procedere alla proroga delle convenzioni attualmente in essere con strutture alberghiere risultate idonee per l’accoglienza e, ove necessario, all’attivazione di nuove convenzioni.

LOMBARDIA: VERSO la ZONA GIALLA

In Lombardia potrebbe scattare la zona gialla durante la prima settimana del 2022. Il condizionale è d’obbligo ma la situazione sul fronte covid è in peggioramento. “Abbiamo superato alcuni parametri della zona bianca, ma siamo in una situazione di non particolare gravità”, ha detto il presidente della Lombardia, Attilio Fontana. La decisione verrà presa domani, giovedì 30 dicembre, “in questo momento, se non ci saranno miglioramenti nei prossimi giorni, è molto probabile che si passi in zona gialla”, ha aggiunto Fontana ai microfoni Del TgUno.e Tg5. Il numero dei contagi sta sicuramente aumentando – ha puntualizzato il governatore – e in maniera abbastanza consistente, ma devo dire che per quanto riguarda i ricoveri ordinari in ospedale e quelli in terapia intensiva, non siamo ancora in una situazione di tensione”. Attualmente negli ospedali ci sono 1.891 pazienti covid, 193 in terapia intensiva e 1.698 nei reparti ordinari.

IL COVID METTE IN GIONOCCHIO TRENORD

L’ondata covid sta mettendo in ginocchio diverse attività, tra personale positivo e quarantene: anche Trenord. La decisa accelerata della situazione pandemica ha impatto anche sugli equipaggi di Trenord, rendendo necessaria la riprogrammazione parziale del servizio ferroviario in Lombardia. In questi giorni, hanno spiegato in una nota, l’azienda registra un centinaio di assenze per positività a covid-19 o quarantene fra capitreno e macchinisti, in aggiunta alle 50 che mediamente si contano per malattia o permessi. Le assenze sfiorano dunque il 12% delle circa 1.300 persone, tra capitreno e macchinisti, che in questi giorni servirebbero per effettuare le 1.800 corse programmate per le settimane di festività. La diffusione dei contagi, per la prima volta dall’inizio della pandemia, sta incidendo fortemente sul servizio, determinando la previsione di circa 100 corse forzatamente soppresse nei prossimi giorni. La situazione è in progressiva evoluzione; Trenord consiglia ai passeggeri di consultare App e sito trenord.it, su cui vengono anticipate le modifiche al servizio. La società ricorda anche che per viaggiare a bordo dei treni del servizio ferroviario regionale è necessario essere muniti di green pass e indossare mascherine FFP2.

SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE: a GENNAIO le DOMANDE

Fino al 26 gennaio è possibile aderire al bando che permette a ragazzi di età compresa tra i 18 ed i 28 anni di svolgere un periodo di servizio civile universale: l’Associazione Mosaico, la Caritas Diocesana desideranor coinvolgere il maggior numero possibile di ragazzi in quest’iniziativa. Il servizio civile offre un’esperienza formativa in cui si richiede un impegno settimanale di 25 ore per la durata di un anno. Prevede un’indennità mensile di 444,00 euro, 20 giorni di permessi retribuiti, 15 giorni di malattia e un’assicurazione. Il percorso può essere riconosciuto come tirocinio da diverse università o nel curriculum per le domande di lavoro.

VIE E PIAZZE DI BERGAMO. FELICE CAVAGNIS

Nato a Bordogna (Frazione di Roncobello) in Valle Brembana il 15 gennaio 1841, morto a Roma il 29 dicembre 1906 (115 anni fa) è stato un Cardinale italiano. La Città di Bergamo, i Comuni di Serina e di Roncobello gli hanno intestato una Via. Il padre Giovanni Cavagnis di Cornalba si trova in questa località dell’Alta Valle Brembana per esercitarvi la professione medica. Felice compì i primi studi presso le Scuole pubbliche di Bergamo e dal 1851 in Seminario a Bergamo. Nel novembre 1857 su ammesso al Seminario romano dell’Apollinare. Dal 1857 al 1866 conseguì tre lauree: in filosofia, in teologia e in Utroque Iure. Nel 1859 il padre ritorna nella sua valle di origine e trasferisce la sua condotta medica a Serina (Bg) che diventerà poi la patria di elezione del card. Felice Cavagnis. Il 19 settembre 1863 viene ordinato sacerdote dal Vescovo di Bergamo Mons. Speranza. Dopo aver insegnato per quttro anni filosofia al Collegio Celana, il 1 aprile 1871 venne richimato a Roma per affidargli la Cattedra di Logica e Metafisica dell’Apollinare. Nel 1888 è nominato rettore del Pontificio Seminario Romano. Nel 1896 è nominato pro-segretario della Sacra Congregazione degli Affari ecclesiastici straordinari presso la Segreteria di Stato del Vaticano. Papa Leone XIII lo eleva al rango di cardinale nel Concistoro del 15 aprile 1901. Partecipa al Conclave del 1903 che elegge Pio X. Muore a Roma il 29 dicembre 1906 all’età di 65 anni. Viene sepolto a Serina dove ora riposa nella chiesa parrocchiale

FARMACIE di TURNO NOTTURNO

(da questa sera ore 21 a domani 30 dicembre alle ore 9,00): TURNO NOTTURNO: Berbenno Fr. Ponte Giurino – BERGAMO Farmacia Terni Via Monte Grappa – Bonate Sotto (fino alle ore 24) – Brusaporto – Calcio – Dalmine Farmavia Molamia Via Rezzara (fino alle 24) – Entratico – Nembro – San Giovanni Bianco – Schilpario – Serina – Sotto il Monte Giovanni XXIII – Treviglio Far. Comunale 3 – Villa d’Ogna – Villongo – Zanica. FARMACIE di TURNO DIURNO durante il giorno, per sapere i turni. puoi chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24 ore su 24. CONTINUITA’ ASSISTENZIALE (ex Guardia Medica) tel. 116117 attivo dalle ore 20 alle ore 8 nei giorni lavorativi – 24 ore su 24 nei giorni di sabato e domenica e festivi. SERVIZIO PEDIATRICO GRATUITO sabato 1 gennaio 2022 è sospeso per festività. Rivolgersi alla Guardia Medica

L’ANGOLO della CULTURA A BERGAMO

  • BERGAMO – Teatro Donizetti – 31 dic. ore 20 e 1 gen. 2022 ore 15 – Operetta “Una notte a Venezia” – prevendita biglietti
  • BERGAMO – Astino Chiesa del S. Sepolcro – Esposizione del Presepio donato dalla Regione Campania – Orari 9,30 -12 e dalle 14 alle 17,00
  • BREMBATE SOPRA – Torre del Sole – 30 dic. ore 16,45 – Spettacolo “Inseguendo una stella: la magica storia dl Natale”
  • CALCINATE – Centro Culturale Don Colombo” – fino al 6 gennaio – “L’Archivio ritrovato” – 300 foto che raccontano la storia di Calcinate.
  • CASTIONE della PRESOLANA – 30 dic. ore 18,30 – Fiaccolata con i Maestri di Sci
  • CLUSONE – Museo Arte tempo – 30 dic. ore 15 – Visita al Palazzo Nobiliare
  • CLUSONE – Annullata la fiaccolata del 31 dicembre
  • SERIATE –Teatro Gavazzeni – 30 dic. ore 21 – “Spettacolo “Lo Schiaccianoci” – pre-vendita biglietti – Compagnia Ariston di Sanremo
  • URGNANO – Chiesa Prepositurale – 30 dic. ore 20,30 – Concerto di Natale
  • VALBONDIONE – LIZZOLA – ritrovo Cimitero di Lizzola – 2 genn. ore 9 – Ciaspolada da Lizzola al Rifugio Ciclamino – prenotazione obbligatoria 035704063

L’ANGOLO del CINEMA

IL CAPO PERFETTOCritica ***Durata 115 minuti – Consigliato + 13 anni – Trama: Il capo perfetto sfugge al controllo di una sceneggiatura senza sbavature: dal lunedì al lunedì successivo, la settimana lavorativa mette ciascun personaggio di fronte alla propria crisi e ai propri obblighi. Ciascuno ha il proprio ruolo e il proprio peso, in un mosaico in cui i ricattatori sono ricattati, i traditi sono anche traditori e i vincitori sono in realtà dei vinti che hanno camuffato la loro sconfitta. Tutto a posto niente in ordine, diceva il titolo di un film di Lina Wertmüller. O più ancora, crepa padrone, tutto va bene, dalla versione italiana di un film operaista di Godard: se non che in questo caso il padrone resta crepa, ma anzi resta saldamente alla guida del suo inferno – a dirglielo è proprio l’operaio licenziato – camuffato da paradiso.

LIBRI DA LEGGERE

SE FOSSI in TEAutore: Susanna Bo – Narrativa – San Paolo Editorepag. 288 – Costo € 18,00 – Trama: Adele ha sedici anni e un bel caratterino: ribelle e irrequieta, odia lo studio e le regole e passa il tempo in giro con gli amici, o con uno dei suoi tre o quattro fidanzati. L’esatto opposto della sua gemella Arianna, studentessa modello e amante della tranquillità, scontrosa e totalmente asociale. Le due ragazze vivono per lo più ignorandosi, quando non litigano fino a picchiarsi. Eppure – pensa un giorno la madre Chiara – da bambine erano sempre pronte a fare scherzi a tutti giocando con la loro somiglianza E così, con un diabolico ricatto a base di cellulari sequestrati ed altre micidiali privazioni, Chiara propone alle figlie un vero e proprio scambio di identità, per una settimana. Solo trovandosi nei panni l’una dell’altra, le due sorelle potranno capirsi davvero. E sanno bene che, quando la mamma si mette in testa una cosa, non c’è modo di farle cambiare idea. Le due ragazze accettano: dopotutto, è solo per sette giorni. E chissà che la mamma, finita questa settimana, non inizi a pensare ai problemi veri. Perché in casa un problema c’è…

L’ANGOLO della CUCINA. IL CAPITONE

Tradizionalmente nel periodo natalizio, uno dei pesci più consumati è il capitone o l’anguilla femmina. Ha delle carni molto pregiate, grasse e saporite, cotta al forno è un classico della cucina napoletana. Essendo un pesce che si deteriora rapidamente perché particolarmente grasso, deve passare poco tempo tra il taglio e la cottura, per questo viene venduto vivo. Se lo volete cucinare con la pelle dovete strofinare il pesce con il sale grosso in modo da togliere la parte viscida della pelle. Se invece volete spellarla il metodo più semplice consiste nello sbollentarlo in acqua, aceto e sale: eliminerete così la pelle ed il grasso in eccesso. Le ricette sono più d’una ma per Natale è tradizione consumarlo fritto e alla Vigilia, magari dopo aver anche giocato al lotto il 32, numero che gli è abbinato e che pare porti fortuna. Mangiare il Capitone, la cui storia è molto interessante, esorcizza la malasorte e la malvagità

Per tutte le notizie seguici su Google News

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in: