NOTIZIE e CURIOSITA’. Almanacco di oggi 18 dicembre 2020 (Venerdì)

51^ settimana – Giorni inizio/fine anno 353/13 – BUONA GIORNATA

OGGI in QUESTO ALMANACCO:

  • Necrologie di oggi (clicca qui)
  • I Santi di oggi (buon Onomastico)
  • Giornata Mondiale dei diritti dei Migranti
  • Giornata ONU per la cooperazione sud-sud
  • Origini della trazione dell’albero di Natale
  • Accadde Oggi
  • Proverbi bergamaschi
  • Altre “Notizie e Curiosità” del giorno

I SANTI di OGGI: San GRAZIANO vescovo, invocato da coloro che sono alla ricerca di oggetti smarriti – San MALACHIA profeta. Visse circa 500 anni prima della nascita di Gesù ma ne profetizzò la Sua venuta – La Chiesa festeggia numerosi altri Santi e Beati

GIORNATA MONDIALE dei DIRITTI dei MIGRANTI: istituita dall’Onu nel 2000. La data coincide con l’adozione della Convenzione internazionale sui diritti di tutti i lavoratori migranti e dei membri delle loro famiglie avvenuta il 18 dicembre 1990. Gli Stati membri, le associazioni governative e non governative sono invitati ad osservare la giornata attraverso la diffusione di informazioni sui diritti umani e sulle libertà fondamentali dei migranti. Una delle questioni più spinose risiede però nell’illegalità in cui avvengono gli spostamenti di questi flussi migratori: ormai si è perso il conto delle vittime del mare, ingoiate dalle onde nel tentativo disperato di attraversare il Mediterraneo a bordo di un gommone nelle mani di scafisti senza scrupoli. Il fenomeno ha assunto, dunque, tutte le caratteristiche di una vera e propria emergenza che necessità di interventi mirati e organici da parte dell’intera Unione Europea. Il problema dell’immigrazione non è solo italiano, europeo ma lo è per tutti gli Stati economicamente sviluppati

GIORNATA dell’ONU per la COOPERAZIONE SUD-SUD In tutto il mondo in via di sviluppo, un numero crescente di bambini frequenta la scuola, i tassi di mortalità infantile e materna sono in calo di circa il 50% e l’estrema povertà è stata drasticamente ridotta. In effetti la cooperazione Sud-Sud, guidata da uno spirito di solidarietà, di rispetto della sovranità nazionale e di partnership equa, ha offerto soluzioni concrete a sfide condivise, con molti paesi che diventano fonti di supporto e ispirazione per approcci di sviluppo innovativi. Tuttavia, nel Sud del mondo rimangono ampie sacche di povertà, anche nelle economie in rapida crescita. I progressi non sono abbastanza rapidi per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile entro il 2030 e la prosperità deve essere condivisa in modo più ampio. Inoltre, l’emergenza climatica minaccia decenni di progressi. In effetti, i paesi del Sud del mondo sono già gravemente colpiti dal peggioramento degli impatti della crisi climatica. La cooperazione Sud-Sud non potrà mai sostituire l’aiuto pubblico allo sviluppo né le responsabilità del Nord del mondo

ORIGINI e TRADIZIONI dell’ALBERO di NATALE: Nel nostro Paese, a dicembre è tradizione decorare l’albero di Natale, il tipico abete. Ma vi siete mai chiesti come sia nata questa usanza? LE ORIGINI: Si pensa sia nata in ambito pagano: poiché l’abete è una pianta sempreverde, i sacerdoti celti fecero di quest’albero un simbolo di vita e lo onoravano in varie cerimonie. Anche i Romani, alle calende di gennaio (il primo giorno di quel mese), usavano regalarsi un rametto di una pianta sempreverde come augurio di buona fortuna. L’idea dell’abete come rappresentazione della vita eterna venne, poi, ripreso dai cristiani, che ne fecero il simbolo di Cristo stesso oppure, secondo altre leggende, dell’albero della vita di cui parla la Bibbia o di quello del bene e del male, che crescevano entrambi nell’Eden. Nei secoli poi si sono sviluppate moltissime altre leggende e teorie attorno all’albero di Natale. Tuttavia, il primo vero albero di Natale, così come lo conosciamo noi, fu introdotto in Germania nel 1611 dalla Duchessa di Brieg che, secondo la leggenda, aveva già fatto adornare il suo castello per festeggiare il Natale, quando si accorse che un angolo di una delle sale dell’edificio era rimasto completamente vuoto. Per questo, ordinò che un abete del giardino del castello venisse trapiantato in un vaso e portato in quella sala. In Francia, invece, il primo albero di Natale fu addobbato nel 1840 dalla duchessa d’Orleans. I cattolici, infatti, dopo la riforma di Martin Lutero (1483-1546), consideravano un’usanza protestante quella di decorare alberi per celebrare il Natale. Inizialmente c’era un po’ di diffidenza… poi anche in Italia questa tradizione si diffuse abbinandola alla realizzazione del presepio o dove questo non era possibile l’albero era più reperibile andandolo nei boschi a tagliarlo non c’era allora la cultura della salvaguardia boschiva. Di questo problema ne parleremo

ACCADDE OGGI:
1890 Viene inaugurata (130 anni fa) a Londra la prima Metropolitana al mondo
1935 Il regime fascista (85 anni fa) chiede agli italiani di consegnare gli oggetti in oro per finanziare la guerra in Etiopia. Il senso patriottico è altissimo, anche se obbligato, se ne raccolgono 33.622 chili
1994 ln Italia (solo 26 anni fa) viene abrogata (pochi lo sanno) la pena di morte per reati previsti dal “Codice Penale Militare
1975 Viene indetto (45 anni fa) il Referendum per l’abolizione della Legge sull’aborto

SIGNIFICATO del NOME “GRAZIANO” è: “grato”. In Italia portano questo nome circa 50.134 persone di cui il 19,8% in Veneto, il 15,8% in Lombardia – ”GRAZIANA” in Italia portano questo nome circa 8.531 donne di cui il 12,3% in Veneto, il 9,3% in Emilia Romagna

PROVERBI: “A San Graziano, lo scaldino in mano” “Fai del bene e lascia dire” “Il cammello è brutto e buffo ma ti porta dappertutto” “Se c’è neve per Natale, molto sole a Carnevale”

PROVERBI BERGAMASCHI:
“Quando l’ canta ‘l merlo, l’ è finìt l’inverno “ (Quando canta il merlo è finito l’inverno)
Quando l’ dè l’ se slónga, ol frècc a l’ bónda (Quando il giorno comincia ad allungarsi, il freddo si fa più intenso)
“Quando l’ fioca sö la fòia, l’è un invèren che fa òia” (Quando nevica sulla foglia, è un inverno che fa venir voglia (piacevole) “Quando la niv no i la ed nissü, la é zó a muntù” (Quando la neve non la vede nessuno (di notte) scende abbondante”

GIORNATA NAZIONALE degli STRUFFOLI (un dolce natalizio). Sembrano degli gnocchi, ma il miele e gli zuccheri che grondano tradiscono il cuore dolce che si nasconde in ogni boccone: gli struffoli sono piccole palline di pasta dolce fritta nell’olio, che vengono poi immerse in un bagno di miele, guarnite con confetti colorati e canditi e servite su dei piatti che fanno da letto a una composizione di bontà. La disposizione delle gustose sfere non è mai casuale ma richiama una vera e propria piramide di gusto. Nel napoletano, e non solo, questo tipico dolce – che viene preparato soprattutto durante le festività natalizie è una vera e propria istituzione. Numerose le ricette in internet

A BERGAMO e in PROVINCIA: Il SOLE sorge alle ore 07.57 e tramonta alle ore 16.38 – Durata del giorno 08.40 (-1 minuto rispetto a ieri) – Durata della notte: 15.20 (+1 minuto rispetto a ieri) – La LUNA crescente (25%) sorge oggi alle ore 11.19 e tramonta alle ore 20,46

Print Friendly, PDF & Email