NOTIZIE e CURIOSITA’. Almanacco di oggi 25 novembre 2020 (Mercoledì)

48^ settimana – Giorni inizio/fine anno 330/36 – BUONA SETTIMANA

OGGI in QUESTO ALMANACCO:
Un ricordo delle “vittime” di femminicidio
Necrologie di oggi (clicca qui)
I Santi del giorno (Buon Onomastico)
Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne
Perché questa giornata?
Giornata Nazionale del pannolino lavabile
Covi19: quando fare il tampone
Accadde Oggi
Proverbi bergamaschi
Altre “Notizie e Curiosità” di oggi

UN RICORDO. Non possiamo iniziare questa “giornata” senza prima ricordare le 91 vittime di femminicidio che, in Italia nel 2020, hanno perso la vita per le mani di un loro carnefice. Oggi in città e in diversi Comuni della bergamasca, le bandiere saranno poste a mezz’asta in segno di lutto per tutte le donne vittime di femminicidio. In diversi casi la crudeltà si è estesa anche nel massacro dell’intera famiglia coinvolgendo anche vittime innocenti. La nostra SOLIDARIETA’ a tutte le donne che ogni giorno subiscono violenze domestiche e che non hanno la forza di denunciare il loro “bastardo”. Nel 2020, sono 602 le donne (non sono poche) che si sono rivolte ad una alle 5 sedi operative “antiviolenza” di Bergamo, Dalmine, Seriate, Vigano San Martino e Terno d’Isola e questa è la prova che il problema esiste magari nella porta a fianco di casa nostra. Quelle donne vanno aiutate ad uscire dal loro silenzio

I SANTI del GIORNO: Santa CATERINA d’ALESSANDRIA d’Egitto martire. Patrona delle sarte, studenti, filosofi, mugnai, ceramisti, donne in allattamento. Fondò il Monastero (detto poi di Santa Caterina e dove è custodita la Sua Urna) nel deserto del Sinai che molti di noi hanno potuto visitare nelle varie escursioni in Egitto e dove, secondo la tradizione, ancora oggi, è custodito il rigoglioso roveto citato nella Bibbia, quando Dio consegnò a Mosè i dieci Comandamenti. La Chiesa festeggia anche oggi numerosi altri Santi e Beati.

AUGURI di BUON COMPLEANNO a tutti coloro che oggi lo festeggiano

GIORNATA MONDIALE CONTRO la VIOLENZA sulle DONNE: L’Italia, per l’ennesimo anno, si ritrova a tracciare un bilancio impietoso che parla di una donna uccisa ogni tre giorni, 91 da inizio anno. Con l’aggravante, poi, del fattore lockdown che, a causa delle misure restrittive, ha visto triplicare i femminicidi. Nella maggior parte dei casi, però, non si arriva alla denuncia, ma ci si rivolge ai centri antiviolenza. E qui i numeri cambiano: nel corso del 2020 le richieste di aiuto nel bergamasco sono state 602 quasi due al giorno. Per violenza non si può intendere solo l’uso della forza fisica. Più volte, in questi anni e soprattutto quando si parla di donne-vittime, è stato ribadito che la violenza è anche psicologica. Per definizione, l’abuso della forza rappresentata anche da sole parole o da sevizie morali, minacce, ricatti come mezzo di costrizione, di oppressione, per obbligare cioè altri ad agire o a cedere contro la propria volontà. Il 25 novembre, dunque, può essere una buona occasione per ricordare tutte quelle situazioni che mettono le donne in difficoltà.

PERCHE’ L’ONU ha ISTITUITO QUESTA GIORNATA: è stata istituita partendo dall’assunto che la violenza contro le donne sia una violazione dei diritti umani. Tale violazione è una conseguenza della discriminazione contro le donne, dal punto di vista legale e pratico, e delle persistenti disuguaglianze tra uomo e donna. La violenza contro le donne influisce negativamente e rappresenta un grave ostacolo nell’ottenimento di obiettivi cruciali quali l’eliminazione della povertà, la lotta all’HIV/AIDS e il rafforzamento della pace e della sicurezza. La sostanziale carenza di risorse da destinarsi ad iniziative per l’eliminazione della violenza contro le donne e le ragazze in tutto il mondo contribuisce a far sì che questo fenomeno persista. L’ONU unisce questa giornata a quella del 10 dicembre p.v. quando si celebrerà la “Giornata Mondiale dei Diritti Umani”

GESTI di SOLIDARIETA’ oggi, anche Tu puoi partecipare a questa “giornata” facendoti un segno di rossetto sulla guancia per ribadire che la violenza sulle donne non deve essere una cosa normale. In molte piazze ci sono poi delle panchine colorate in rosso sono il “monumento” che ricorda le vittime e lì puoi portare un fiore.

GIORNATA NAZIONALE del PANNOLINO LAVABILE: Molta parte delle emergenze rifiuti che progressivamente ci attanagliano si possono combattere adottando abitudini diverse. La Giornata nazionale del Pannolino Lavabile, un’ottima occasione per conoscere e provare un prodotto rispettoso dell’ambiente, del portafoglio e del benessere del bambino. In tutta Italia la Giornata nazionale del Pannolino Lavabile, che si colloca all’interno della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, che va dal 20 al 28 novembre 2020. Questa importante giornata è stata inserita all’interno della Settimana Europea poiché i pannolini lavabili rappresentano un’alternativa ecologica e sostenibile ai pannolini usa e getta. Si calcola, infatti, che nei suoi primi 3 anni di vita un bambino cambi circa 6.000 pannolini non riciclabili, pari ad una tonnellata di rifiuti indifferenziabili, che rappresentano il 10% di tutti i rifiuti urbani e che hanno bisogno di circa 500 anni per decomporsi. Questi 6.000 pannolini corrispondono una spesa complessiva che va dai 1.600 ai 2.000 euro e che incide notevolmente sul bilancio familiare. La Giornata nazionale del Pannolino Lavabile, quindi, può diventare un’ottima occasione per conoscere meglio e magari anche per provare un prodotto innovativo e rispettoso dell’ambiente, del portafoglio e del benessere del bambino.

COVID19: QUANDO FARE il TAMPONE: mi scrivono da Humanitas Gavazzeni i medici specialisti. Al momento il test diagnostico più affidabile per accertare l’infezione da SARS-CoV-2 è il test molecolare che viene eseguito su un campione delle vie respiratorie prelevato attraverso il cosiddetto tampone. Il tampone naso/oro-faringeo è un esame di rapida esecuzione che consiste – per mezzo di un bastoncino cotonato – nel prelievo del muco che riveste le cellule superficiali della mucosa del naso e del cavo orale. Il campione prelevato viene poi esaminato in laboratorio al fine di individuare la presenza del virus e di confermare o escludere una diagnosi di infezione. Il tampone avrà dunque esito negativo o positivo: nel primo caso, il paziente non ha l’infezione da SARS-CoV-2 e dunque non va incontro ad alcuna misura di contenimento, mentre in caso di esito positivo il paziente deve attenersi alle regole dell’isolamento. Tre i temi trattati che in questi giorni pubblicherò nel mio post: 1) il tampone in caso di sintomi – 2) i contatti stretti di un positivo devono fare il tampone? – 3) chi ha avuto contatti con qualcuno che vive o un contatto stretto di una persona positivo deve fare il tampone? (segue)

ACCADDE OGGI: 1881 (139 anni fa) nasceva a Sotto il Monte Angelo Giuseppe Roncalli futuro Papa con il nome di Giovanni XXIII – 1999 Le Nazioni Unite (21 anni fa) istituiscono la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

SIGNIFICATO del NOME “CATERINA” è: “che saetta”. In Italia portano questo nome, prevalentemente legato a Santa Caterina da Siena, circa 319.716 donne di cui il 14,6% in Sicilia, il 14,4% in Lombardia

PENSIERO e PREGHIERA del GIORNO: noi stessi caratterizziamo il tempo con le nostre scelte quotidiane. Spetta a noi dare un volto sereno al tempo, per vivere con un cuore pacificato. PREGHIAMO: poi puoi fare una preghiera personale per le donne vittime della violenza

PROVERBI: “Per Santa Caterina la neve è in collina”

PROVERBI BERGAMASCHI: “A santa Caterina, la aca a la cassina” (A santa Caterina la mucca deve trovarsi alla cascina) – “A santa Caterina, o niv o frècc o brina” (A santa Caterina, o neve o freddo o brina) – “A santa Caterina, ol sul l’ salüda e l’ camina” (A santa Caterina, il sole saluta e scompare) – “Santa Caterina, la pórta la scaldina” (Santa Caterina porta lo scaldino)

GIORNATA NAZIONALE delle “VELLUTATE”: Con l’autunno e i primi freddi arrivano le vellutate, uno dei piatti jolly più amati. Facili da preparare, buonissime e, soprattutto, salutari, le vellutate si possono preparare con moltissime verdure diverse e, se abbinate correttamente, sono un piatto completo, bilanciato e che soddisfa il palato e lo stomaco. Cavolfiori, piselli, zucca. Ma anche asparagi, carote e funghi. Spesso “mixate” unendo verdure diverse, le vellutate sono perfette nelle fredde sere autunnali e invernali. Per farle bastano pochi ingredienti, un frullatore o un mixer e tante buone verdure. A livello nutrizionale, le vellutate uniscono a un apporto calorico moderato, un elevato senso di sazietà. Sono perfette alla sera, dopo una giornata di lavoro particolarmente pesante, perché si possono preparare in quantità abbondante e conservare per più giorni, magari in congelatore.

A BERGAMO e in PROVINCIA: Il SOLE sorge alle ore 07.33 e tramonta alle ore 16.42 – Durata del giorno 09.09 (-2 minuto rispetto a ieri) – Durata della notte: 14.51 (+2 minuto rispetto a ieri) – La LUNA crescente (67%) sorge oggi alle ore 14.52 e tramonta domani alle ore 02,19

Print Friendly, PDF & Email