NOTIZIE e CURIOSITA’, almanacco di oggi 29 marzo 2021 (Lunedì)

13^ settimana – Giorni inizio/fine anno 88/277 – BUONA SETTIMANA SANTA

OGGI in QUESTO ALMANACCO:

  • I morti di oggi e la data dei funerali (clicca qui)
  • I Santi del giorno
  • I Giorni della Vecchia
  • Il “Semaforo” del Ministro Speranza
  • Salute: i disagi da pandemia
  • Giornata Mondiale del pianoforte
  • 1946:Nasce la Vespa (Piaggio)
  • Il “pensiero” del giorno
  • Bergamo e i “Grandi Bergamaschi”
  • Detti e proverbi bergamaschi
  • Altre “Notizie e Curiosità” del giorno
  • TUTTA LA CRONACA (clicca qui)

I SANTI del GIORNO
Beato BERTOLDO Priore dei Carmelitani
Sant’EUSTASIO Vescovo di Napoli
San SECONDO martire

I “GIORNI della VECCHIA”: 29 – 30 – 31 marzo: Anche le leggende fanno storia e realtà. Narra la leggenda che marzo una volta trovava un sadico gusto nel sorprendere al pascolo le vecchiette con le sue bufere invernali. Ma c’era una vecchietta che non si decideva ad uscire con le sue pecore, finché, arrivati al giorno 28, si burlò di marzo, dicendogli “domani uscirò a pascolare, tanto ormai siamo in Aprile, e tu non potrai farmi nulla”. Marzo inviperito per lo smacco, chiese tre giorni ad Aprile, tanto che, quando la vecchietta, il giorno dopo, uscì a pascolare, venne travolta da una tempesta di vento e di neve, e marzo si gustò la vendetta. Per questo i giorni 29, 30 e 31 marzo vengono chiamati i “Giorni della Vecchia”, e, nella tradizione popolare, stanno ad indicare giorni molto freddi. I giorni dal 29 al 31 Marzo fanno parte dei cosiddetti i “nodi del freddo”, ovvero precisi giorni primaverili che secondo la credenza popolare dovrebbero essere caratterizzati da bruschi rigurgiti di stampo invernale. Un altro “nodo del freddo” cade in Aprile, il giorno 10, ed è meglio noto come “nodo del cuculo”. Un terzo “nodo” è il 25 Aprile, (il “nodo di San Marco”), mentre in tutta Europa sono noti i nodi dei “Santi di Ghiaccio”, i giorni 12, 13 e 14 Maggio. Tali leggende trovano raramente riscontro nella realtà e se ciò talvolta avviene, è legato solo al caso. Prova ne sia che quest’anno il 30 e il 31 saranno giornate alquanto calde per la presenza sulla penisola dell’alta pressione di un anticiclone.

IL SEMAFORO” del MINISTRO SPERANZA: sulla base dei dati e delle indicazioni della cabina di regia, il Ministro Speranza ha firmato nuove ordinanze per contrastare la pandemia di covid-19, che andranno in vigore da oggi lunedì 29 marzo (per il Lazio a partire dal 30 marzo) e dureranno almeno fino al 6 aprile, il martedì dopo Pasqua. Fino al 30 aprile non sono previste zone né gialle né bianche ma solo rosse o arancioni. Durante le festività pasquali, dal 3 al 5 aprile, tutta Italia sarà comunque in zona rossa, con spostamento consentito all’interno della stessa regione a un massimo di due persone e una sola volta al giorno, tra le ore 5 e le 22. Dopo Pasqua asili nido, elementari e prima media saranno aperte anche in zona rossa. Sono in ZONA ROSSA Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Toscana, provincia autonoma di Trento, Valle d’Aosta, Veneto – ZONA ARANCIONE Abruzzo, provincia autonoma di Bolzano, Basilicata, Lazio (dal 30 marzo), Liguria, Molise, Sardegna, Sicilia, Umbria

DISAGIO da PANDEMIA: L’ISOLAMENTO SOCIALE La misura restrittiva per limitare la trasmissione del virus SARS-CoV-2 ha avuto un impatto importante nella vita di tutti. L’isolamento sociale non solo si sta rivelando il provvedimento più evidente, ma anche quello più sofferto. Le persone, infatti, sono “esseri sociali” che traggono stimoli positivi dal contatto con gli altri. Questi problemi stanno presentandosi ai medici specialisti e di questi problemi ne abbiamo parlato con loro direttamente. Ma non solo, il contatto fisico e sociale è necessario per il corretto sviluppo psico-fisico dell’individuo, soprattutto nei bambini e negli adolescenti, e la sua mancanza potrebbe avere delle ripercussioni gravi nella capacità di stabilire relazioni sociali efficaci in futuro. Infatti, l’isolamento porta all’isolamento, e le persone potrebbero chiudersi progressivamente in se stesse e non essere più capaci di relazionarsi e vivere tranquillamente in un contesto di socialità. Altre conseguenze negative possono riguardare anche le persone che soffrono di agorafobia o ansia sociale che durante la pandemia si sentiranno in un certo senso protette dalla loro ansia, potendo evitare di affrontare le loro paure. In realtà, gli effetti sono negativi anche per queste persone perché si saranno abituate ad avere la loro comfort-zone” e non saranno più allenate a esporsi e affrontare il disagio quando si tornerà alla normalità. Tutte queste condizioni potranno accentuare la situazione di stress che verrà eventualmente tramutata in distress, uno stato psico-fisico tossico che nel lungo termine fa emergere le nostre debolezze e vulnerabilità, come la tendenza a essere ansiosi e depressi, che possono manifestarsi in maniera intensa e invalidante

GIORNATA MONDIALE del PIANOFORTE: Il 29 marzo 2021 si celebra la Giornata Mondiale del Pianoforte. Questa speciale ricorrenza si celebra l’88° giorno dell’anno in omaggio agli 88 tasti del pianoforte. Perché il mondo ha bisogno di una Giornata per pianoforte? Per molte ragioni. Ma soprattutto, perché non fa male celebrare il piano e tutto ciò che lo circonda: artisti, compositori, costruttori di pianoforti, accordatori, traslochi e, soprattutto, l’ascoltatore. La Giornata Mondiale del Pianoforte vuole continuare a condividere la secolare gioia di suonare il piano. Per questo invita tutti gli amanti del piano – giovani e meno giovani, dilettanti e professionisti – a partecipare ai festeggiamenti che quest’anno, causa pandemia, comunque si potranno svolgere in casa oppure amplificando dalle finestre o dai balconi un concerto per tutti.

NASCE la “VESPA” della PIAGGIO: era il 29 marzo 1946 (75 anni fa): Era tutto pronto per la presentazione, mancava solo il nome. Fu lo stesso Enrico Piaggio a trovarlo, mentre guardava il prototipo esclamò “Sembra una vespa”, per via del suono del motore e delle forme della carrozzeria che vista dall’alto la rendevano somigliante all’insetto. il termine Vespa divenne celebre, tanto da essere conosciuto in tutto il mondo ed essere oggi trattato separatamente dal resto dei marchi appartenenti al gruppo Piaggio. Fu così che nacque uno dei simboli più apprezzati nel mondo del Made in Italy, il resto è storia.

IL “PENSIERO del GIORNO (di Don Antonio Donghi): ”Tu solo hai compassione di noi peccatori”  Nei rapporti interpersonali nascono facilmente delle difficoltà: fan parte del quotidiano. Il valore della compassione sta nell’accogliere le reciproche povertà. In tal modo si cresce in un progressivo cammino di perdono che vuol dire generare una reciproca fiducia per affrontare con maggiore coraggio il percorso della vita ordinaria. La bellezza del perdono sta nello spalancare il cuore al fratello con un carico di tanta speranza fortemente condivisa.  Padre, nello sguardo di Gesù ogni uomo ritrova sempre tanta fiducia e speranza. Egli si pone accanto a noi e apre il suo cuore a tutte le nostre povertà per infondere in noi il coraggio nell’affrontare le difficoltà con tanta fiducia. Lo Spirito che opera nelle nostre persone ci arricchisca del suo amore per donarci il necessario supporto per dilatare la bellezza feconda del reciproco perdono. Amen

AFORISMA del GIORNO: “La carità è paziente e benevola: la carità non invidia, non sperpera, non si gonfia di presunzione …” (San Paolo)

BERGAMO e i “GRANDI BERGAMASCHI”: GIUSEPPE PIZZIGONI (detto “Pino il Brigadiere”) nato a Bergamo il 9 giugno1901 morto a Bergamo il 29 marzo 1967 (57 anni fa). La città di Bergamo gli ha intestato una Via. Dopo la laurea al Politecnico di Milano, lavora con Giovanni Muzio alla Banca Bergamasca. Con Muzio e Mario Sironi partecipa alle esposizioni internazionali di Barcellona e di Colonia nel 1928 e 1929. La sua prima opera, la casa per il padre (192527), viene sempre citata tra le opere più significative del Novecento milanese. Ha insegnato all’Accademia di Belle Arti di Bergamo, pubblicando anche un piccolo volume sulla prospettiva. Tra le opere principali, la casa Cubo del 1936, la ristrutturazione del Teatro Donizetti, la Chiesa Parrocchiale dell’Immacolata a Longuelo, il condominio Pagoda a Bergamo, il municipio di Zandobbio. Le architetture di Pizzigoni possiedono sempre importanti aspetti innovativi, che connotano il suo lavoro come una ricerca costante. Tra questi, gli esperimenti nell’uso dei materiali: l’uso strutturale della pietra e del granito e le variazioni spaziali con vele sottili in cemento armato. Nel secondo dopoguerra costruisce diversi esempi di paraboloidi iperbolici in cemento armato per edifici scolastici (Zandobbio, Monterosso), edifici industriali, la chiesa di Longuelo, oltre a case private come la villa in via Masone a Bergamo. Morì a Bergamo il 29 marzo 1967. (In internet si possono trovare ulteriori informazioni)

ACCADDE OGGI:
 1516 La Serenissima Repubblica di Venezia delibera l’istituzione del ghetto, primo in Europa, dove gli ebrei veneziani erano costretti a risiedere
 1946 La Piaggio (75 anni fa) presenta sul mercato la “Vespa”

SCOMPARSO OGGI: 2018 Emiliano MONDONICO è stato allenatore di calcio e calciatore italiano come attaccante. Fu allenatore dell’Atalanta e dell’AlbinoLeffe

PROVERBI:
“Brutto in fasce, bello in piazza”
“Amore di villeggiatura un mese solo dura”
“Chi ha tempo non aspetti tempo”

PROVERBI e DETTI BERGAMASCHI:
Al manca de parola” (non è di parola)
Ma toca manda zò dè còce e dè crùde” (devo digerire cose spiacevoli)
Madona e spusa i stà be se piturade sui quader” (Madonna e megli stanno bene solo sui quadri)
Mei servì che es servìc” (Meglio servire che essere serviti)

COME li CHIAMAVANO gli ABITANTI di: Santa Brigida: “i bèch” – Santa Croce (San Pellegrino Terme): “i tàcoi” – Santo Stefano degli Angeli (Carobbio): “i spagnoi” – Sarnico: “i balarì” “i cicia òe” “i strablacùi” – Scano (Valbrembo): “i contì” – Scanzorosciate: “i ciochetù” – Schilpario: “i cornàcc” “i curnagì” – Sedrina: “i brinàcc” “i mòssa cùi” – Selino Alto (Sant’Omobono T): “i brùsàcc de San Giàcom” – Selino Basso (Sant’Omobono T): “i ‘mpustùr” (continua con altri Comuni e Frazioni)

GIORNATA NAZIONALE delle UOVA RIPIENE: sono un grande classico della tradizione culinaria del nostro Paese, specialmente nel periodo pasquale, sono ottime servite durante l’antipasto o come finger food. Con i loro colori vivaci, con il loro aspetto invitante, con la fantasia delle possibili farce, possono rappresentare l’aspetto giocoso della vita, il suo gusto pieno e variegato, la trasformazione che accompagna ogni rinascita. Le uova ripiene, per essere perfette, devono essere trattate con cura e con le dovute attenzioni perché dovranno essere alla fine un piccolo capolavoro, invitante nell’aspetto e delizioso nel gusto. Numerose ricette in internet.

SEI NATO OGGI? Tutte le tue azioni sono guidate da radicati principi ispirati ad un solido ideale di giustizia. La tua equità ti procurerà la stima e l’appoggio di persone importanti che potranno aiutarti nella carriera. L’amore nella tua vita è fondamentale e troverai un partner che saprà apprezzare la tua generosità e il tuo calore umano. Insieme avrete una vita serena in un ambiente a stretto contatto con la natura.

A BERGAMO e in PROVINCIA: Il SOLE sorge alle ore 06.10 e tramonta alle ore 18.44 – Durata del giorno 12.34 (+4 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte: 11.26 (-4 minuti rispetto a ieri) – La LUNA PIENA (100%) sorge oggi alle ore 19.16 e tramonta domani alle ore 07.09