NOTIZIE e CURIOSITA’. Almanacco di oggi 5 novembre 2020 (Giovedì)

45^ settimana – Giorni inizio/fine anno 310/56 – BUONA GIORNATA

OGGI in QUESTO POST:

  • I Santi del giorno
  • Lombardia: zona rossa
  • Novembre: mese della prevenzione del tumore alla prostata
  • Come lavare bene le mani
  • Giornata Mondiale dello Tsumani
  • I “Grandi bergamaschi
  • Giornata dei saluti elettronici
  • Molte altre Notizie e Curiosità del giorno
  • Necrologie pubblicate oggi 5 novembre

 La Chiesa festeggia le SANTE RELIQUIE di TUTTI i SANTI che domenica “Festa di tutti i Santi” erano esposte sull’altare alla venerazione dei fedeli

 I SANTI di OGGI: San GUIDO MARIA CONFORTI patrono delle Missioni. Fondatore della Congregazione dei Padri Saveriani – Santa COMASIA martire – Santa BERTILLA badessa proclamata Santa da San Giovanni XXIII Papa – San DONNINO medico e martire – San GERALDO vescovo. La Chiesa festeggia altri Santi e Beati

 AUGURI di BUON COMPLEANNO a tutti coloro che oggi lo festeggiano –  AUGURI di BUON ONOMASTICO a coloro che portano il nome GUIDO – BERTILLA

 LOMBARDIA “ZONA ROSSA”: Che cosa succederà dunque in Lombardia a partire da domani 6 novembre? Innanzitutto saranno vietati gli spostamenti tranne che per ragioni motivate di necessità, lavorative o di salute (servirà l’autocertificazione). Consentiti gli spostamenti casa-lavoro e scuola-lavoro. Saranno chiusi i negozi al dettaglio tranne alimentari, farmacie, edicole e tabaccai. Saranno chiusi i mercati di generi non alimentari. Chiusa anche l’attività di bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie: resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio, nonché fino alle ore 22 (coprifuoco nazionale) con asporto. Rimangono aperti i parrucchieri. Disco rosso, invece, per gli estetisti. Le scuole faranno didattica a distanza dalla seconda media in poi. Sarà possibile uscire per portare i bambini in aula. Sopra i sei anni d’età saranno obbligatorie le mascherine anche in classe. I trasporti, infine: il coefficiente di riempimento, rispetto alla capacità reale, sarà del 50% e non più dell’80%. Sono salve le attività produttive industriali e commerciali, a patto di rispettare tutti i protocolli anti-covid in vigore. Sarà consentita l’attività motoria individuale (per chiarezza, le passeggiate) nei pressi della propria abitazione, con obbligo di indossare la mascherina e a distanza di almeno un metro da chiunque altro. Verrà consentita anche l’attività sportiva all’aperto in forma individuale. I parchi dovrebbero rimanere aperti.

 NOVEMBRE: MESE di PREVENZIONE del TUMORE alla PROSTATA: Un uomo su otto potrebbe ammalarsi di tumore alla prostata nel corso della propria vita, ma l’80 per cento degli italiani non ha mai fatto una visita specialistica dall’urologo. Per questo è fondamentale parlare di prevenzione maschile e sensibilizzare gli uomini affinché si prendano cura della propria salute, come si propone di fare, durante tutto il mese di novembre, tradizionalmente dedicato alla prevenzione del tumore alla prostata. Diverse indagini, anche internazionali, hanno dimostrato su vasta scala che gli appartenenti al genere maschile giovani, in età matura e anziani sono restii ai controlli e tendono ad andare dal medico solo quando il problema è diventato intollerabile. Quello alla prostata è tumore maschile più diffuso a partire dai 50 anni d’età, fortunatamente oltre 8 pazienti su 10 sono vivi 10 anni dopo la diagnosi. La ricerca e l’innovazione scientifica hanno fatto grandi progressi, posizionando il paziente oncologico al centro del percorso diagnostico e degli approcci terapeutici. Ciò non solo ha permesso di migliorare le terapie, ma anche di offrire trattamenti personalizzati per rispondere al meglio ai bisogni dei pazienti. Ma, per poter ambire a guarire e a continuare a vivere bene dopo la scoperta della malattia è fondamentale fare prevenzione, sottoporsi ai controlli e scoprire l’eventuale neoplasia allo stadio iniziale

 COME LAVARE BENE le MANI: ieri abbiamo visto, in un post, “Come indossare bene la mascherina”, oggi affrontiamo “Come “lavare e disinfettare le mani” Lavare le mani garantisce un’adeguata pulizia e igiene attraverso un’azione meccanica. Se si lavano le mani con acqua e sapone occorre farlo con attenzione e seguendo alcune indicazioni: 1) Bagnare le mani con l’acqua, 2) Applicare una quantità di sapone sufficiente per coprire tutta la superficie delle mani, 3) Frizionare le mani palmo contro palmo, 4) Frizionare il palmo destro sopra il dorso sinistro intrecciando le dita tra loro e viceversa, 5) Frizionare palmo contro palmo intrecciando le dita tra loro, 6) Frizionare il dorso delle dita contro il palmo opposto tenendo le dita strette tra loro, 7) Eseguire una frizione rotazionale del pollice sinistro stretto nel palmo destro e viceversa, 8) Eseguire una frizione rotazionale, in avanti e indietro con le dita della mano destra strette tra loro nel palmo sinistro e viceversa, 9) Risciacquare le mani con l’acqua, 10) Asciugare accuratamente con una salvietta monouso, 11) In alternativa, si possono disinfettare le mani con una soluzione idroalcolica per almeno 20-30 secondi. I cosiddetti gel disinfettanti vanno applicati sulle mani asciutte. Le mani vanno lavate o disinfettate spesso.

 GIORNATA MONDIALE della CONSAPEVOLEZZA sugli TSUMANI: promossa dall’ONU. Tutta la costa italiana da Genova a Venezia potrebbe essere colpita in modo inaspettato. Gli tsunami sono eventi rari ma uno dei disastri naturali più mortali conosciuti nella storia dell’umanità. Il maremoto più mortale è considerato quello che si è verificato il 26 dicembre 2004 nell’Oceano Indiano, che interessò 14 Paesi e provocò un bilancio catastrofico in termini di vite umane e danni. Un devastante terremoto di magnitudo 9.1 della scala Richter ha innescato il gigantesco tsunami che provocò la morte di centinaia di migliaia di persone e la distruzione di interi villaggi sulle coste del Sud-Est asiatico. Un pericolo sostanziale esiste per molte altre aree costiere di tutta Italia, come il Mar Ligure, l’Adriatico e il Tirreno, a causa di sorgenti di terremoti sia locali che distanti. Nonostante l’alto pericolo lungo le coste italiane, la consapevolezza degli tsunami è debole in Italia.

 I GRANDI BERGAMASCHI: GIOVAN BATTISTA GUARINONI d’AVERARA nato a Averara (Bg) nel 1548 (?) morto a Bergamo il 5 novembre 1579 (441 anni fa). La città di Bergamo gli ha dedicato una Via. Ottenne una prima commissione nel 1569 dal Monastero di Astino per la realizzazione di affreschi nella chiesa del santo Sepolcro. Questa commissione lo portarono a ottenere gli incarichi più importanti della seconda metà del ‘500 a Bergamo superando la bottega di Cristoforo Baschenis il Vecchio (suo zio materno) considerata antiquata. Nel 1572 ottenne l’incarico per la realizzazione degli affreschi Storie d’Orbecche per il palazzo Palma Camozzi Vertova di Antonio Pichetti nella vicinia di san Lorenzo. Nel 1574 realizzò i suoi migliori lavori per il Palazzo Morando di Bergamo e nel 1577 le pitture per il Collegio dei Giuristi in Palazzo del Podestà. Suoi sono gli affreschi in Villa Lanzi a Gorlago strappati dalle pareti durante il periodo fascista e poi esposti nel Palazzo della Provincia di Bergamo (Volume “Gorlago” con foto di Giuseppe Puttilli). Sono riconducibili all’artista anche gli affreschi del Tempietto di Santa Croce. I grandi affreschi per la Chiesa di San Michele al Pozzo Bianco vennero realizzati nel 1577, mentre gli affreschi eseguiti con la collaborazione di Giovanni Paolo Cavagna per la Chiesa di Sant’Alessandro in Colonna vennero eseguiti dal 1578 al 1579. Al pittore è ricondotto il lavoro della pala d’altare Madonna col Bambino e Sante per la chiesa di Averara. Del Guarinoni sono documentati anche alcuni dipinti a fresco eseguiti per abitazioni private in piazza del Mercato del Fieno sempre di Bergamo. In piazza Mascheroni gli affreschi delle storie di Orlando di cui alcuni furono eseguiti da Giovanni Cariani, e altri in Piazza Vecchia per il Palazzo del Podestà. Del 1576 sono gli affreschi della chiesa di Santa Maria Maddalena (Via San’Alessandro Bergamo), in parte recuperati con i restauri. Il pittore morì improvvisamente, forse per idrofobia, il 5 novembre 1579, a soli trentun anni nel suo momento di miglior attività artistica

 PENSIERO e PREGHIERA del GIORNO: Ogni uomo che incontriamo è un misterioso progetto divino che ci viene offerto, perché possiamo aiutarlo a essere se stesso. Preghiamo: Donaci o Dio il tuo Spirito, perché possiamo imitare il Maestro divino e aiutare ogni fratello ad essere veramente se stesso. Glori al …

 GIORNATA NAZIONALE dei “SALUTI ELETTRONICI” per ricordarci come sono cambiate le cose. C’è stato un tempo in cui i saluti (anche gli auguri alle festività) venivano inviati non on il cellulare ma con cartoline o biglietti augurali. La comodità di inviare un messaggio di saluto elettronico consentono a più persone. La “giornata” vuole ricordarci quanto era piacevole e gradito ricevere per posta gli auguri di buon compleanno, anniversari, buone feste, ecc…

 ACCADDE OGGI: 1895 Depositato (125 anni fa) un primo brevetto per un’automobile – 1935 Viene messo in commercio (85 anni fa) il gioco “Monopoli”

 SIGNIFICATO del NOME: “GERALDO” è: “potente”. In Italia portano questo nome circa 56.274 di cui il 45% in Campania, 8,5% in Lombardia

 PROVERBI “Chi compra sprezza, chi ha comprato apprezza”

 A BERGAMO e in PROVINCIA: Il SOLE sorge alle ore 07.06 e tramonta alle ore 17.03 – Durata del giorno 09.57 (-2 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte: 14.03 (+2 minuti rispetto a ieri) – La LUNA calante (67%) sorge oggi alle ore 20.15 e tramonta domani alle ore 11,42 

Print Friendly, PDF & Email