Almanacco di oggi 5 settembre 2021 (Domenica); Notizie e curiosità

36^ settimana – Giorni inizio/fine anno 248/117 – BUONA DOMENICA
AUGURI di BUON COMPLEANNO e di BUON ONOMASTICO a tutti coloro che oggi lo festeggiano

Fama e ricchezza senza l’intelligenza non sono possessi sicuri

Il SOLE sorge alle ore 06.45 e tramonta alle ore 19.55 – Durata del giorno 13.10 (-3 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte: 10.50 (+3 minuti rispetto a ieri) – La LUNA calante (13%) sorge oggi alle ore 04.27 e tramonta alle ore 19.39.

OGGI in QUESTO ALMANACCO:

  • I Santi del giorno
  • Il “pensiero” de giorno
  • ONU: Giornata Mondiale della carità e della solidarietà 
  • L’insegnamento di Madre Teresa è sempre attuale
  • Giornata Mondiale della Cultura ebraica 
  • Poste: un App per ritirare le raccomandate e le Cartelle Esattoriali
  • Smart working: sarà ridotto al 15% nel Pubblico Impiego 
  • Paralimpiadi: oggi la cerimonia di chiusura
  • Il fosso che divideva il Ducato di Milano e la Repubblica di Venezia
  • Altre “Notizie e Curiosità del giorno”
  • I MORTI DI OGGI E LA DATA DEI FUNERALI A BERGAMO E PROVINCIA (clicca qui)
  • TUTTA LA CRONACA ANCHE SU FACEBOOK (clicca qui)

I SANTI del GIORNO: Santa MADRE TERESA di Calcutta patrona del Volontariato ( Vedi nota) – San BERTINO Abate – Sant’ALBERTO martire – San GIUSEPPE GIUSTINIANI fu il primo Patriarca di Venezia. (Messa tridentina) – La Chiesa celebra la Festa di altri 10 SANTI e 6 BEATI

SETTIMANA MARIANA quella che si apre con questa prima domenica di settembre, XXIII del Tempo ordinario per il rito romano. L’8 settembre, LA Chiesa celebra la festa della “Natività di Maria” vede in festa la Chiesa di Milano (il Duomo le è dedicato), il Santuario di Loreto (con l’accensione della lampada della Preghiera per l’Italia), a Urgnano (Bg) sono in corso i festeggiamenti per i 100 anni dall’Incoronazione avvenuta l’8 settembre 1921. Nella bergamasca è molto sentita la devozione a Maria Bambina. La coincidenza temporale con i giorni che segnano ovunque l’inizio dell’anno scolastico sembra un invito a mettere tutta l’opera educativa (persone, strutture, percorsi) sotto la protezione di Maria, Madre ed Educatrice nell’umanità e nella fede.

IL PENSIERO del GIORNO (di Mons. Antonio Donghi) “Ha fatto bene ogni cosa”  Uno dei desideri presenti nel nostro cuore è quello di impegnarci nel modo migliore nel compiere in semplicità il nostro dovere quotidiano. Un simile atteggiamento incarna la volontà di collaborare con chi ci è vicino a costruire un bene comune, oltre che a realizzare la propria personalità umana. Qui scopriamo la vera soddisfazione nello sviluppare il proprio impegno sociale – Padre, nel tuo disegno di amore ci hai regalato il tuo Figlio Gesù per donarci la bellezza della nostra vocazione umana, guarita dal suo amore veramente inesauribile. Fa’ che nella potenza creativa dello Spirito Santo possiamo accoglierlo ogni giorno per sentirci persone rigenerate per fecondare la speranza nel cuore di ogni fratello. Amen.

Santa MADRE TERESA di CALCUTTA spesso nota semplicemente come Madre Teresa (nata a Skopje, 26 agosto 1910 – morta a Calcutta, 5 settembre 1997), è stata una religiosa albanese naturalizzata indiana di fede cattolica, fondatrice della congregazione religiosa delle Missionarie della carità. Il suo lavoro instancabile tra le vittime della povertà di Calcutta l’ha resa una delle persone più famose al mondo e le valse numerosi riconoscimenti, tra cui il Premio Nobel per la Pace nel 1979. È stata proclamata beata da papa Giovanni Paolo II il 19 ottobre 2003 e santa da papa Francesco il 4 settembre 2016. Madre Teresa fu a Bergamo allo Stadio Comunale dove venne per parlare del valore della vita alla presenza di 30mila persone dove gridò: “I poveri hanno bisogno del nostro amore non della carità”

GIORNATA MONDIALE della CARITA’ e della BENEFICENZA Il 5 settembre si celebra in tutto il mondo la Giornata internazionale della carità, istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel dicembre 2012, con risoluzione A/RES/67/105. Questa data commemora l’anniversario della scomparsa nel 1997 di Madre Teresa di Calcutta, Premio Nobel per la Pace nel 1979 per il lavoro svolto nella lotta per sconfiggere la povertà e la sofferenza.

Con questa Giornata, si riconosce l’importanza della carità nel sostenere i valori di dialogo, di solidarietà e di comprensione reciproca tra popoli di culture e di religioni diverse, salutando l’azione caritatevole delle organizzazioni umanitarie e delle associazioni di volontariato che “ci aiutano nella nostra ricerca condivisa di vivere insieme in armonia e di costruire un futuro di pace per tutti”, come ricorda il Segretario generale nel suo messaggio per la Giornata. Per l’occasione, le Nazioni Unite invitano tutti gli Stati membri, le organizzazioni internazionali e regionali e la società civile a celebrare questa Giornata in maniera appropriata, incoraggiando gesti di carità e di beneficenza, attraverso l’educazione e attività di promozione e sensibilizzazione.

L’INSEGNAMENTO di MADRE TERESA E’ SEMPRE ATTUALE: Una donna così esile all’apparenza ma caratterizzata da una generosa e incondizionata determinazione in tutti i momenti della sua straordinaria vita dedicata esclusivamente agli altri. Una figura che ha regalato insegnamenti da tenere sempre in considerazione, come riporta anche l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile adottata dall’Onu nel settembre 2015, che invita a lavorare sodo (ognuno a modo suo: cittadini e politici, apparati esecutivi e legislativi) per puntare all’eliminazione della povertà in tutte le sue forme e dimensioni. Qualcuno, a ragione, ha definito proprio questa come la più grande sfida globale, oltreché requisito indispensabile per lo sviluppo sostenibile. La carità può contribuire alla promozione del dialogo fra persone di diverse culture e religioni, come pure la solidarietà e la comprensione reciproca sostengono infatti le Nazioni Unite. Un’esigenza di totale condivisione che si rivela ancor più incalzante e necessaria in un’epoca come quella attuale che, già complessa in tanti angoli del mondo ma anche a pochi passi soltanto dalla casa di ciascuno di noi, ha scoperto anche il dramma dell’emergenza da Covid-19. La pandemia, infatti, ha fatto spesso riscoprire (tanto nelle generose azioni dei singoli, quanto in quelle delle realtà organizzate) l’esigenza della carità e della solidarietà intesa non solo sotto il pur indispensabile profilo materiale, ma anche sotto quello umano e solidale.

GIORNATA MONDIALE della CULTURA EBRAICA A volte siamo tentati di immaginare la storia ebraica come un susseguirsi di secoli in cui sono esistite soltanto persecuzioni – certamente risultato dell’assenza di ogni interesse al dialogo con la presenza ebraica e la prevalenza dell’odio cieco – ma accanto alle diaspore forzate, ai secoli di discriminazione e subalternità, all’Inquisizione, all’epoca dei ghetti, all’antisemitismo moderno e alle sue tragiche conseguenze nella prima metà del ‘900, è sempre esistito un fiume carsico di dialogo e scambio con le altre religioni e con l’intera società, che ha portato anche a luminosi esempi di convivenza. La storia del popolo ebraico è, anche, la storia di uno scambio costante e fluido con il mondo circostante. Uno scambio che oggi, nelle democrazie avanzate e pluraliste, è evidentemente la norma, e che con la globalizzazione è diventato anch’esso globale. Viviamo tempi non facili, ma ricchi di possibilità e opportunità. La rete e le nuove tecnologie hanno cambiato le relazioni sociali e hanno avvicinato l’umanità come non era mai accaduto prima. Ci auguriamo che la XXII Giornata Europea della Cultura Ebraica sia un ulteriore tassello per favorire un dialogo interculturale sempre più necessario. Un momento in cui condividere momenti di approfondimento sui temi più profondi, di svago per i momenti più semplici e quotidiani, nella convinzione che questa sia la strada maestra per un fattivo e positivo accrescimento di tutta la società.

TRE GIORNATE di PRGHIERA per la CUSTODIA del CREATO: la prima è stata il 1° settembre, la seconda oggi 5 settembre e la terza sarà il 4 ottobre “Festa di San Francesco d’Assisi”. è un’iniziativa voluta dalla Conferenza Episcopale Italiana in sintonia con le altre comunità ecclesiali europee che consiste in una giornata annuale dedicata a riaffermare l’importanza, anche per la fede, dell’ambientalismo con tutte le sue implicazioni etniche e sociali.

POSTA ARRETRATA ma MILIONI di CARTELLE ESATTORIALI in ARRIVO: Le Poste dicono che da domani, per facilitare il ritiro della corrispondenza al rientro dalle ferie estive, sarà possibile presentarsi agli sportelli prenotando il proprio turno attraverso l’applicazione Ufficio Postale o tramite WhatsApp., ma in realtà nei prossimi giorni cominceranno le notifiche di 40milioni di cartelle esattoriali e per questo ci vuole una logica organizzazione per evitare lunghe code. Per utilizzare l’app Ufficio Postale è sufficiente scaricarla gratuitamente sul proprio smartphone, tablet o computer, selezionando il giorno e l’orario preferito per svolgere l’operazione. All’interno dell’ufficio la segnaletica indicherà il punto in cui attendere il proprio turno, prima di accedere al primo sportello disponibile. Per ottenere il ticket elettronico grazie a WhatsApp è necessario memorizzare sul proprio smartphone il numero 371.5003715. Completata questa operazione si dovrà aprire una chat, dove un operatore virtuale di Poste Italiane risponderà proponendo varie opzioni. Digitando il Comune, l’indirizzo e il numero civico di riferimento ai clienti verrà proposto l’ufficio postale più vicino e indicato il primo appuntamento disponibile. Se l’utente accetta, riceverà un codice di prenotazione che verrà mostrato sui display dell’ufficio postale il giorno dell’appuntamento.

DIPENDENTI PUBBLICI: SMART WORKING al 15%: dei 3,2 milioni di dipendenti pubblici gran parte in smart working (NdR.: al Comune di Bergamo il 60% del personale) ha continuato sempre a lavorare in presenza: la sanità, le forze dell’ordine. La scuola sta per ripartire. Adesso è bene che tutti gli altri tornino per sostenere la riprese del Paese”. Lo dice il ministro della Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, in un colloquio con il Corriere della Sera. Resterà – spiega- per una quota fino al 15%”. “Il Paese sta crescendo al 6%”, sottolinea il ministro. “Dentro questa crescita ci sono consumi, investimenti, produzione industriale, esportazioni, c’è un Paese che comincia ad avere un metabolismo forte e dinamico dopo il lockdown. La burocrazia è altrettanto importante per lo sviluppo. E tornare al lavoro in presenza è una necessità di buon senso – evidenzia Brunetta -. Io vorrei che la burocrazia accompagnasse la crescita, che fosse un catalizzatore della ripresa”. (da Corriere della Sera) NdR. Non abbiamo mai condiviso lo smart working nel pubblico impiego mentre abbiamo sempre chiesto tutte le precauzioni sanitarie sia a favore dei dipendenti come del cittadino.

PARALIMPIADI: OGGI CERIMONIA di CHIUSURA (il Medagliere aggiornato a ieri 4 settembre) Cina: medaglie 207 (96 oro, 60 argento, 51 bronzo) – Gran Bretagna: medaglie 124 (41 oro, 38 argento, 45 bronzo) – Stati Uniti: medaglie 104 (37 oro, 36 argento, 31 bronzo) – Russia: medaglie 118 (36 oro, 33 argento, 49 bronzo) – Ucraina: medaglie 98 (24 oro, 47 argento, 27 bronzo) – Brasile: medaglie 72 (22 oro, 20 argento, 30 bronzo) – Australia: medaglie 80 (21 oro, 29 argento, 30 bronzo – ITALIA medaglie 69 (14 oro, 29 argento, 26 bronzo)Olanda medaglie 59 (25 oro, 17 argento, 17 bronzo), Azerbaigian medaglie 19 (14 oro, 1 argento, 4 bronzo)

IL FOSSO BERGAMASCO e il DUCATO di MILANO il 6 settembre 1395 nasce il Ducato di Milano e vengono anche stabiliti i confini tra quest’ultimo e la Repubblica di Venezia. Diversi paesi della bassa bergamasca e altri dell’alta Valle Imagna e Brembana passano sotto il dominio del Ducato di Milano. Nella bassa bergamasca vengono definiti da un lungo e profondo fossato tutt’ora esistente. Se passate nell’antico confine cartelli turistici vi indicheranno sia il fossato di passaggio tra i due Stati.

SCOMPARSA OGGI: 1997 Madre TERESA di Calcutta è stata una religiosa albanese, di fede cattolica, impegnata in favore dei poveri e degli infermi. Premio Nobel per la Pace nel 1979.

SIGNIFICATO del NOMETERESA” è: “cacciatrice”. In Italia portano questo nome circa 608.701 donne di cui il 15,9% in Lombardia, 13,2% in Campania, poi …

PROVERBI: “Chi dona al povero, presta a Dio” “Chi misericordia ha, misericordia trova” “La carità non manda in povertà” “La prima carità comincia da se stessi” “La carità onesta esce dalla porta ma rientra dalla finestra”

GIORNATA NAZIONALE dei NALLOREDDUS: appartengono alla famiglia delle paste fresche “trascinate” così denominate per il gesto che si compie nel momento in cui si confezionano. Semola, acqua tiepida, sale, tanta pazienza e manualità sono gli ingredienti indispensabili per preparare la pasta regina della tavola sarda. Ogni zona della Sardegna ha la sua versione e il proprio nome. Nella campi danese è prevista l’aggiunta dello zafferano ed un condimento a base di salsiccia.

SEI NATO OGGI: I nati il 5 settembre amano usare la loro mente attiva e sveglia per costruire i più fantasiosi e romantici castelli in aria. Essi sono, in verità, molto esperti nel materializzare tali ideali ma, sfortunatamente, possono illudersi molto sulle possibilità di successo. Soggetti a un eccessivo orgoglio o autocompiacimento, possono perdere il contatto con la realtà e quindi essere afflitti da ogni genere di malessere quando meno se lo aspettano. I nati il 5 settembre possono essere degli amici divertenti e piacevoli. Sebbene posseggano anche un lato serio, divertirsi è importante per loro, e in effetti è come se facessero tutto con una sorta di strizzatina d’occhio.

L’almanacco di oggi lo trovi anche su Google News


Print Friendly, PDF & Email