NOTIZIE e CURIOSITA’. Almanacco di oggi 7 novembre 2020 (Sabato)

45^ settimana – Giorni inizio/fine anno 312/54 – BUON WEEKEND

OGGI in QUESTO POST:

  • I Santi del giorno
  • Giornata nazionale della celiachia
  • Trasporto pubblico al 50%
  • I Grandi Bergamaschi
  • Covid: disposizione della Diocesi per le funzioni religiose e altro
  • I consigli della nonna
  • I benefici delle pere
  • Altre Notizie e  curiosità del giorno
  • Proverbi e proverbi bergamaschi
  • Aggiornamento necrologie (clicca qui)

I SANTI di OGGI: San PROSDOCIMO protovescovo, fu discepolo di San Pietro Apostolo che lo inviò a Padova come primo vescovo della città – Sant’ERNESTO abate – Sant’ERCOLANO vescovo e martire – La Chiesa festeggia altri Santi e Beati

AUGURI di BUON COMPLEANNO a tutti coloro che oggi lo festeggiano –  AUGURI di BUON ONOMASTICO a coloro che portano il  nome: ERNESTO – ERNESTA

GIORNATA NAZIONALE della CELIACHIA: La celiachia è una malattia cronica e autoimmune che scatena, nei soggetti geneticamente predisposti, una reazione immunitaria in caso di assunzione di glutine. Con il passare del tempo la reazione immunitaria conduce a un’infiammazione che danneggia le pareti dell’intestino tenue e i villi, impedendo così l’assorbimento di cibi e nutrienti. La celiachia può essere diagnosticata dopo pochi mesi dalla nascita, come può manifestarsi anche più avanti, nell’infanzia come nell’età adulta. Quando un paziente celiaco inconsapevole di esserlo ingerisce degli alimenti che contengono glutine, la reazione più comune che avrà riguarderà l’apparato gastrointestinale. I sintomi classici della celiachia, infatti, sono diarrea, gonfiore addominale, meteorismo, crampi all’addome e perdita di peso. La celiachia è una patologia che va diagnosticata da uno specialista con gli esami del sangue utili. Da escludere il “fai da te”

TRASPORTO PUBBLICO: L’IMBROGLIO del 50%: ma che brave le Società del trasporto pubblico: dal 60% sono passati all’80% poi dietro le proteste dei viaggiatori perché i pullman erano strapieni sono scesi al 50%. Ma da dove esce questo 50%? come viene calcolato? Ecco l’imbroglio sull’opinione pubblica che non viene detto. Ogni pullman viene omologato per circa 90/100 persone a bordo. Il 50% vuol dire avere 45/50 persone a bordo: Con questa misura del 50%, avendo poi diminuito le corse, i pullman ritornano ad essere pieni soprattutto in certi orari. Ogni mezzo pubblico, vicino al conducente, dovrebbe esporre un cartello con i posti omologati (tanti a sedere, tanti in piedi, quanti riservati alle carrozzelle e/o passeggini, ecc…) e da quello potete controllare

I “GRANDI BERGAMASCHI”: MARIO LUPO (sacerdote) nato a Bergamo il 14 marzo 1720 (300 anni fa) morto a Bergamo il 7 novembre 1789 (231 anni fa) è stato uno storico e bibliotecario. La città di Bergamo gli ha dedicato una Via. A Bergamo intraprese gli studi presso l’istituto mariano, proseguendoli poi nel Seminario vescovile. Fu mandato a Roma nel 1736 a completare la sua formazione scolastica. Il 13 marzo 1743 gli fu conferito il titolo di canonico della collegiata della Basilica di sant’Alessandro, diventandone poi bibliotecario e dedicandosi alla ricerca storica. Fu ordinato sacerdote il 7 aprile 1744. Nel 1761 fu nominato reverendo patrone della basilica di santa Maria Maggiore di Bergamo e poi Primicerio della cattedrale dal 1762. Non ebbe una vita di salute, le sue molte malattie lo portarono a trascorrere un periodo di convalescenza a Milano. Nel 1766 curò la traslazione di santi Fermo Rustico e Procolo nell’altare a loro dedicato nel duomo di Bergamo. Nell’ottobre del 1767 fu colpito da una grave sordità che non gli impedì di proseguire negli obblighi assunti. Fu tra i promotori della ricostituzione dell’Accademia degli Eccitati con l’abate Pier Antonio Serassi e redattore della sontuosa opera Codex civitatis et ecclesiae Bergomatis (1784) per la quale è ricordato.

PENSIERO e PREGHIERA del GIORNO: “Chi ha il cuore in festa sa vivere con coraggio ogni istante, mentre riceve e dona speranza”. PREGHIERA: O Dio, Il tuo Spirito ci insegni ad amare, perché nella concordia possiamo godere i doni della gioia e della pace. Tutto questo guarisca il nostro cuore. Amen. Nel nome del Padre …

COVID: DISPOSIZIONI della DIOCESI: A Messa ci si può andare, sì, ma solo nella chiesa del proprio Comune. La catechesi, invece, viene sospesa. Queste le principali conseguenze del nuovo Dpcm, che ha decretato la Lombardia zona rossa. Anche la diocesi di Bergamo si è adeguata e ha diramato una nota che sintetizza ciò che si può e non si può fare. Ecco le principali situazioni: Le celebrazioni sono possibili, seguendo rigorosamente le indicazioni del Comitato tecnico scientifico, che riguardano la presenza di fedeli in base alla capienza dell’edificio e la conseguente sanificazione di sacerdoti e fedeli. La catechesi per tutte le fasce di età viene sospesa. Gli oratori rimangono chiusi, compresi i campi, i cortili e gli spazi di libero accesso. Le riunioni parrocchiali e i vari incontri sono possibili solo in modalità a distanza on-line. Le celebrazioni delle Cresime e delle Prime Comunioni sono possibili secondo le indicazioni già in vigore precedentemente all’ultimo Dpcm. I cori sono permessi solo secondo le precise indicazioni normative di distanziamento. I cortei e le processioni non sono possibili. La visita agli ammalati è sospesa, anche da parte dei ministri straordinari della comunione. I sacerdoti però potranno rendersi disponibili in caso di situazioni gravi e laddove richiesti. Le concessioni di spazi per assemblee, attività, feste, gruppi vari non sono possibili. Le attività sportive non sono possibili. La vendita di alimenti non è possibile. Alle fraternità sacerdotali si raccomanda di utilizzare la modalità a distanza on-line.

SIGNIFICATO del NOME: “ERNESTO” è: “valoroso, persona seria”. In Italia portano questo nome circa 76.480 uomini di cui il 27,3% in Lombardia – “ERNESTA” portano questo nome circa 24.090 donne di cui il 36,2% in Lombardia

PROVERBI “Il pesce grosso mangia quello piccolo” “La neve di novembre fa bene alla semente” “Trenta dì conta novembre, con aprile, giugno e settembre; di ventotto ce n’è uno tutti gli altri ne han trentuno.

PROVERBI BERGAMASCHI: A noèmber a fa zó mèlgot e s’copà i porsèi e pensa ch‘nfina a chi bröcc i deènta bèi. (A novembre a sgranare granoturco e ammazzare maiali, pure quelli brutti diventano belli) – “Gna i cà i mèna la cua per ol negót” (Nemmeno i cani scodinzolano per nulla)

OCCHIALI APPANNATI con la MASCHERINA: arrivano i consigli della nonna. Esistono in commercio prodotti spray ma potrebbero creare allergie agli occhi. Un buon trattamento anti-appannamento lo si può fare anche con la schiuma da barba: basterà applicare una piccola quantità di prodotto sulla lente e strofinare fino a creare una schiumetta, poi risciacquare con cura e infine asciugare con un panno di microfibra, per evitare di lasciare pelucchi. A questo punto potete indossare i vostri occhiali, la vostra mascherina ed uscire di casa: grazie a questo trucco gli occhiali appannati saranno solo un ricordo. Se non avete schiuma da barba in casa, il trucchetto è replicabile anche con sapone liquido, ma a quanto pare è meno efficace.

GIORNATA NAZIONALE dei BENEFICI delle PERE: è un frutto ricco di numerose sostanze: acqua, carboidrati, proteine, zuccheri, grassi, sodio, calcio, fosforo, magnesio, zinco e potassio, sostanza quest’ultima che ha effetti vasodilatatori. È un valido aiuto nella regolarizzazione della pressione arteriosa e riduce il rischio di sviluppare patologie cardiovascolari. Abbassa i livelli di tensione, evitando la formazione di coaguli e aumentando, di contro, l’afflusso sanguigno a tutti gli organi, potenziandone l’efficienza. Tra le straordinarie proprietà della pera vi è anche la capacità di far cicatrizzare più velocemente le ferite, grazie alla sinterizzazione della vitamina C e all’elevata quantità di acido ascorbico. La pera è ricca anche di ferro e di rame e questi minerali sono preziosi per quanti soffrono di anemia, per esempio, perché aiutano a combattere stanchezza e debolezza muscolare.

A BERGAMO e in PROVINCIA: Il SOLE sorge alle ore 07.09 e tramonta alle ore 17.00 – Durata del giorno 09.51 (-4 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte: 14.09 (+4 minuti rispetto a ieri) – La LUNA calante (53%) sorge oggi alle ore 22.17 e tramonta domani alle ore 13,18 

Print Friendly, PDF & Email