Almanacco di oggi 9 ottobre 2021 (Sabato); Notizie e curiosità

40^ settimana – Giorni fine/inizio anno 84/281 – BUON WEEKEND
AUGURI di BUON COMPLEANNO e di BUON ONOMASTICO a tutti coloro che oggi lo festeggiano

Dio vive nella nostra coscienza, nella coscienza dell’Umanità, e nell’Universo che ci circonda. La nostra coscienza lo invoca nei momenti più solenni di dolore e di gioia. (G. Mazzini)

Il SOLE sorge alle ore 07.27 e tramonta alle ore 18.50– Durata del giorno ore 11.23 (-3 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte ore 12.34 (+3 minuti rispetto a ieri) – La LUNA Crescente (visibile al 22%) sorge oggi alle ore 11.06 e tramonta domani alle ore 20.36

SEI NATO OGGI
I nati il 9 ottobre hanno la capacità di guardare dentro la vita e gli avvenimenti di coloro che li circondano con occhio attento e critico. Sono però persone che tendono a usare più il cuore che la testa, e che tengono in grande considerazione le qualità umane. Non di rado sono individui molto attraenti, in grado di esercitare sugli altri un forte magnetismo. Le loro intuizioni nei confronti degli altri sono spesso giuste, ma quando si tratta di se stessi, possono venire improvvisamente accecati, specie quando il loro equilibrio viene spezzato da un’esperienza sentimentale.

SIGNIFICATO del NOME “ABRAMO” è: “padre di molti popoli”. In Italia portano questo nome circa 5.132 di cui il 26,3% in Lombardia, 13,2% in Veneto.

PROVERBI:
“Fra mode e gusto ci vuole un equilibrio giusto”
“Capelli e rattoppi son brutti se troppi”
“Val più la pratica che la grammatica”
“Chi vive di promesse mangia raramente”
“Chi tace acconsente”

OGGI IN QUESTO ALMANACCO

  • I Santi del giorno
  • Il “pensiero” del giorno
  • Un anno fa ripartiva il contagio
  • Giornata Mondiale della posta
  • Bergamo e la storia della posta in Italia e in Europa
  • Posta: dal papiro alla PEC
  • Giornata Mondiale dell’astronomia
  • Giornata Mondiale degli Uccelli migratori
  • Giornata Mondiale dell’Adozione a distanza
  • Giornata Mondiale dell’uovo
  • Giornata Mondiale del polpo
  • 1963 Il Disastro del Vajont
  • Ottobre: Esercizi Spirituali per giovani
  • Giornate Vocazionali per adolescenti
  • Bergamo e i “Grandi Bergamaschi”
  • Giornata degli “involtini alla verza” bergamasca
  • I MORTI DI OGGI E LA DATA DEI FUNERALI A BERGAMO E PROVINCIA (clicca qui)
  • SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK (clicca qui)
 

I SANTI del GIORNO

San DIONIGI Vescovo e Compagni martiri – San GIOVANNI LEONARDI sacerdote – San DONNINO martire, patrono di tutti coloro che vengono morsi da serpenti velenosi o da cani idrofobi o da altri animali contagiosi – Sant’ABRAMO Patriarca e padre di tutti i credenti di tutte le religioni monoteiste – La Chiesa celebra la Festa di altri SANTI e BEATI


IL PENSIERO del GIORNO di Mons. Antonio Donghi

“Beati coloro che ascoltano la parola di Dio e la osservano”. Una delle attenzioni che l’uomo deve cercare d’avere presente nella maturazione della propria personalità è quella di desiderare una vera unità di vita in cui si fa progressivamente una sintesi tra il cuore, la mente e lo stile quotidiano delle scelte. È sicuramente un grande ideale che nella pazienza con noi stessi qualcosa riusciremo a costruire. Amando con coraggio i nostri limiti qualcosa potremo vedere di novità nelle nostre persone in modo da instaurare veri e autentici rapporti con i fratelli. Padre, nel cammino della fede, Gesù ci regala ogni giorno la sua persona perché un po’ alla volta sappiamo costruire la nostra identità di creature umane, desiderose d’essere coerenti con se stesse. Inondaci con la luce creatrice dello Spirito Santo perché sappiamo accogliere la presenza del divin Maestro per incarnare nella originalità della nostra persona il tuo Mistero di amore. Solo così potremo camminare con grande libertà di cuore in una feconda reciprocità. Amen


GIORNATA MONDIALE della POSTA

Ricordando l’istituzione dell’Unione Posta Universale (UPU) il 9 ottobre del 1874 a Berna, il cui compito è di assicurare e gestire il sistema mondiale degli scambi postali, finanziari ed elettronici nei 192 Paesi membri riconosciuti dalle Nazioni Unite. Questa giornata si pone come obiettivo la sensibilizzazione dei cittadini e delle imprese sul ruolo che riveste la Posta nella vita quotidiana, nonché il suo contributo allo sviluppo sociale e finanziario globale.


BERGAMO e la POSTA in ITALIA e in EUROPA

Tutti parlano e valorizzano la posta ma molti dimenticano o tralasciano di parlarne di alcune famiglie bergamasche che hanno dato il “via” alla posta sia in alcuni Stati d’Italia e nell’Europa nei secoli scorsi. La famiglia TASSO le cui origini sono di Cornello dei Tasso (Camerata Cornello) che ebbero un ruolo fondamentale dell’origine e della diffusione della posta partendo dal serizio reso all’Impero Asburgico, alla Repubblica di Venezia, allo Stato della Chiesa e allo Stato dei Savoia già a partire dal 1200 in poi. In internet poi trovare ampia e curiosa documentazione in merito.


La STORIA della POSTA: dal PAPIRO alla PEC

La storia della posta è antica quanto l’esigenza di comunicare dell’essere umano: si fa risalire la prima forma di corrispondenza all’Antico Egitto, quando faraoni e principi di Babilonia e Mesopotamia comunicavano attraverso la trascrizione su papiri.  Durante l’epoca medievale la comunicazione postale era un privilegio concesso solamente ai reali e ai componenti della Chiesa, per alcuni tipi di istituzioni invece (come ad esempio l’università e i monasteri) si erano create delle reti di messaggeri ad hoc. Alla fine del Trecento avvenne la prima rivoluzione postale dove iniziarono a istituirsi le prime regole del servizio: come ad esempio l’introduzione di corrieri ordinari e la costruzione di veri e proprio uffici postali. nel corso dei due secoli successivi il sistema postale si diffuse in tutto il territorio europeo, ma fu nel 1800 con l’invenzione di un sistema di posta rapida che si iniziò a plasmare quella che sarebbe diventata la posta moderna. Nel 1837 la riforma inglese sostituì il sistema vecchio e troppo oneroso con uno molto più efficiente che prevedeva tariffe uguali per tutto il regno e la possibilità di spedire lettere senza doversi recare nell’ufficio fisico (da qui l’invenzione del francobollo). Nel corso del Novecento in Italia nacque il servizio di posta aerea e su mezzi gommati che potessero percorrere lunghe tratte. Con gli scontri bellici dovuti dalla Seconda Guerra Mondiale però fu necessario ricostruire e rinnovare tutte le infrastrutture che porto ad un’altra rivoluzione nel 1967: la nascita del codice di avviamento postale. Nel 1971 Ray Tomlinson sviluppò un programma che gli permise di inviare il primo messaggio di posta elettronica della storia, ma solo nel 1992 con il debutto di Microsoft Outlook, e in seguito di Hotmail e Yahoo Mail, nacquero i primi servizi di posta elettronica come li conosciamo adesso. Ma fu nel 2005 che la Posta Elettronica Certificata (PEC) diventò quella che noi oggi conosciamo come e-mail: uno strumento che fornisce la prova di data ed orario di invio, ricezione del messaggio ed integrità del contenuto. Si desidera in un futuro prossimo che la PEC possa diventare un sistema di recapito certificato qualificato utilizzabile in Europa, così che le comunicazioni verso utenti, enti ed imprese europee mantengano valore legale e s curezza.


GIORNATA MONDIALE dell’ASTRONOMIA

E’ la scienza che si occupa dell’osservazione e della spiegazione degli eventi celesti. Studia le origini e l’evoluzione, le proprietà fisiche, chimiche e temporali degli oggetti che formano l’universo e che possono essere osservati sulla sfera celeste. È una delle scienze più antiche e molte civiltà arcaiche in tutto il mondo hanno studiato in modo più o meno sistematico il cielo e gli eventi astronomici: egizi e greci nell’area mediterranea, babilonesi,indiani e  nell’Oriente e infine i maya e gli incas nelle Americhe. Questi antichi studi astronomici erano orientati verso lo studio delle posizioni degli astri (astrometria), la periodicità degli eventi e la cosmologia e quindi, in particolare per questo ultimo aspetto, l’astronomia antica è quasi sempre fortemente collegata con aspetti religiosi. Nel ventunesimo secolo, invece, la ricerca astronomica moderna è praticamente sinonimo di astrofisica. L’astronomia non va confusa con l’astrologia, L’astrologia è forse questa  la parte più interessante su cui riflettere: sul valore aggiunto dello studio dell’astronomia in sé, al di là delle ricadute tecnologiche. “L’astronomia ha sempre avuto un impatto significativo sulla nostra visione del mondo… Ci sono ancora molte domande inevase in astronomia. La ricerca attuale si sforza di comprendere questioni come ‘Quanto siamo vecchi?’, ‘Qual è il destino dell’Universo’ e forse la più interessante‘Quanto è unico l’Universo, quanto un Universo leggermente differente avrebbe ancora potuto supportare la vita?’”


GIORNATA MONDIALE dell’ADOZIONE a DISTANZA

Distanza non vuol dire lontananza. Il tuo aiuto può percorrere migliaia di chilometri e arrivare dove è più necessario: dove può fare la differenza. Ma l’Adozione a Distanza ti permette sempre di osservare e toccare con mano come la vita di un bambino sia cambiata concretamente grazie a te. È un legame autentico con un bimbo che ha bisogni primari ma anche sogni. Il tuo sostegno può cambiare radicalmente le sue prospettive future e contribuire a spezzare il ciclo della povertà anche per le generazioni future.


BERGAMO e i “GRANDI BERGAMASCHI”: FRANCESCO CUCCHI

Nato a Bergamo il 17 dicembre 1834, morto a Roma il 2 ottobre 1913 è stato un patriota e politico italiano. Fu Senatore del Regno d’Italia, fratello di Luigi Cucchi già Sindaco di Bergamo e deputato del Regno: La città di Bergamo gli ha dedicato una Via (zona Centro) Francesco Cucchi si distinse fin da giovane per il suo fervido patriottismo, tanto da arruolarsi nel 1859 nei Cacciatori delle Alpi, al seguito di Giuseppe Garibaldi. Partecipò con entusiasmo alla Spedizione dei Mille durante la quale, con i concittadini Francesco Nullo e Gabriele Camozzi, si distinse per le gesta eroiche. Quattro anni più tardi venne inviato nei territori irredenti dell’impero austriaco per fomentarvi rivolte. Nel 1866 partecipò alla terza guerra di indipendenza come ufficiale di stato maggiore nel Corpo Volontari Italiani di Giuseppe Garibaldi. Nel 1867 fu inviato in segreto da Garibaldi a Roma ma non riuscì a promuovere la sollevazione della città. Una volta ottenuta l’unità d’Italia, partecipò attivamente alla vita politica del Regno d’Italia, tanto da essere eletto deputato al Parlamento italiano, con il partito radicale, per 27 anni; fu nominato senatore del Regno d’Italia il 10 ottobre 1892. “Notissimo come Massone” secondo Giordano Gamberini. Dopo la sua morte, avvenuta nella capitale nel 1913, la sua città natale gli dedicò un busto marmoreo, opera dello scultore milanese Attilio Prandoni, collocato nella parte principale della città bassa, nell’attuale piazza Matteotti, che fu inaugurato il 30 maggio 1920.


INCONTRI VOCAZIONALI per ADOLESCENTI

Ad ottobre riprendono gli incontri vocazionali per adolescenti maschi e femmine in età compresa tra la Terza Media e la Terza Superiore. L’invito ai sacerdoti e agli operatori pastorali, specialmente catechisti e animatori degli adolescenti, alle famiglie è di rivolgere questa proposta ai ragazzi e alle ragazze che siano interessati a vivere un percorso in cui è offerta la possibilità di stare insieme, di conoscere altri coetanei e di porsi qualche domanda sulla propria fede e sul proprio futuro vocazionale. Ai ragazzi e ragazze tra i 14 e i 17 anni viene proposto un percorso con proposte su amicizia, preghiera, divertimento, relazioni, gioco, domande e attività con l’obiettivo di offrire un tempo e qualche strumento per mettersi in ascolto del Signore, delle domande che si portano dentro potendo comprendere un po’ la direzione della propria vita. Gli incontri si terranno in Città Alta, presso il Seminario (in via Arena 11) e per iscriversi basta mandare una una mail a don Fabio (donpeso81@gmail.com).


RITIRI SPIRITUALI per GIOVANI

Ad ottobre prendono il via i sabati di ritiro per giovani dai 18 ai 35 anni “La carità non avrà mai fine organizzati dalla Scuola di Preghiera Bergamo. Gli incontri si terranno dalle 15.30 alle 19.30 con possibilità di cena. Informazioni sdpbergamo@gmail.com. Ogni lunedì di ottobre in questo post troverai il pr3ogramma per il sabato seguente.


1963 – DISASTRO del VAJONT (58 anni fa)

Una scena da diluvio universale. Gli animali, nelle stalle e nei cortili, passarono dal silenzio assoluto all’agitazione. Stormi di uccelli si alzarono in volo per andare lontano, fino a scomparire oltre l’orizzonte. Era una notte di inizio autunno quando un gigantesco mostro d’acqua scatenò l’inferno in terra. Esattamente alle 22.39 del 9 ottobre 1963, un’enorme frana di roccia si stacca dalle pendici del Monte Toc, dietro la diga del Vajont, tra il Friuli e il Veneto. L’enorme massa, un corpo unico di circa due chilometri quadrati di superficie, e di ben 260 milioni di metri cubi di volume, piomba in un baleno nel sottostante lago artificiale. Lo schianto solleva un’onda di 230 metri d’altezza: si alzano 50 milioni di metri cubi di materiale solido e liquido. La metà della massa d’acqua scavalca la diga, abbattendosi nella sottostante valle del Piave, provocando la distruzione di sette paesi: Longarone, Pirago, Maè, Rivalta, Villanova, Faè, Codissago, Castellavazzo. L’altra parte dell’onda sale la valle e va a colpire i paesini friulani di Erto e Casso e una miriade di borghi. Verso Longarone, allo sbocco del Vajont, l’onda è alta 70 metri e produce un vento sempre più intenso, che porta con sé, in leggera sospensione, una nuvola nebulizzata di goccioline. Tra un crescendo di rumori, le persone si rendono conto di ciò che sta per accadere ma oramai è troppo tardi, non possono più scappare. È un disastro immane: i morti accertati sono 1.910 (di cui 1.450 solo a Longarone), 460 dei quali bambini sotto i 15 anni. A cui si aggiungono i 10 caduti sul lavoro durante gli anni di costruzione della diga. E poi feriti, case spazzate via, collegamenti interrotti. La geografia dei luoghi, già sconvolta dalla realizzazione della diga, da quel terribile giorno cambia per sempre.


ACCADDE OGGI

  • 1446 Nasce (575 anni fa) l’alfabeto coreano
  • 2001 (20 anni fa) il Parlamento Italiano sostiene militarmente l’intervento degli Stati Uniti in Afganistan
 

L’almanacco di oggi lo trovi anche su Google News


Print Friendly, PDF & Email