Sono trascorse solo poche ore dal bellissimo discorso tenuto da Cinzia, store manager del Disney Store, al momento della chiusura del negozio avvenuta alle ore 18. Quello che rimane impresso nella memoria, è l’ondata d’amore che ha attraversato il primo piano dell’Oriocenter. È stato un via vai continuo di persone che, a partire dall’alta dirigenza Disney fino ad arrivare a quella del centro commerciale stesso, si sono alternate per tutto il giorno portando saluti e ringraziamenti alle cast member che, con la loro dedizione e passione, hanno saputo entrare nel cuore delle famiglie bergamasche e, soprattutto, dei più piccoli.

Infatti, non sono mancate anche le lacrime dei tanti bambini che, capendo che il loro negozio preferito stava per chiudere, hanno chiesto giustamente spiegazioni ai loro genitori incontrando, però, solo brevi e sentite parole che proviamo a riassumere così “ti capisco, dispiace anche a me”.

Ma è proprio in questa difficoltà a trovare e illustrare una motivazione che risiede l’unicità di quanto queste splendide persone, nel corso degli anni, hanno realizzato con la loro passione al lavoro all’interno del centro commerciale: perché, se come dicevano gli antichi, la spiegazione è una gabbia allora è per questo che un grande sogno come quello che hanno creato loro non poteva starci dentro per sempre.

Walt Disney ha basato tutto il suo approccio innovativo sulla tematica del “realizzare i sogni” e loro hanno mostrato ai bergamaschi, spesso molto concreti e poco sognatori, la verità e l’efficacia umana e professionale di questo principio fondativo.

Nessuno – diceva John Ruskin – può spiegare come le note di una melodia di Mozart, o le pieghe di un panneggio di Tiziano, producano i loro effetti essenziali. Se non lo senti, nessuno può fartelo sentire col ragionamento.” E così è analogamente difficile motivare quale sarà il contraccolpo che accadrà in ognuno di noi quando, entrando ad Oriocenter, non vedremo più la scritta Disney Store. Ad alcuni non farà alcun effetto, ad altri potranno venire alla memoria alcuni brevi ricordi ma poi ce ne saranno altri, sicuramente la maggioranza, che avvertiranno nel cuore una vibrazione e assecondando il suo moto torneranno a scoprire la disneyana verità: “… ricordati non smettere di essere un sognatore!”

E allora, proprio come nelle favole, adulti e bambini incominceranno a cercare quei volti che per tanti anni hanno reso le spese così speciali e noi, come Socialbg, li aiuteremo a ritrovare provando a realizzare una bellissima sorpresa per il prossimo Natale.

Infatti, qualcuno, prima di andare, ha detto: “Ci mancherete nelle prossime festività”. Allora accogliendo questo appello e mixandolo con la celebre formula “i sogni son desideri chiusi in fondo al cuore” anticipiamo che una novità potrebbe arrivare: un calendario dell’avvento super speciale in cui ritrovare le voci, i sorrisi e l’amore di queste amiche così speciali.

Dicembre 1998 – ottobre 2021… l’avventura continua: “Verso l’infinito e oltre”!

Print Friendly, PDF & Email

Autore

Alessandro Grazioli

Marito e papà di 4 bambini, laureato in Giurisprudenza presso l’Università Statale di Milano, Specialista sviluppo prodotti e servizi assicurativi Gruppo Assimoco – Business Unit Eticapro, Consigliere Comunale e Presidente del Comitato di settore dei servizi sociali del Comune di Torre Boldone, divulgatore nazionale

Vedi tutti gli articoli