NOTIZIE e CURIOSITA’. Almanacco di oggi 26 gennaio 2021 (Martedì)

4^ settimana – Giorni inizio/fine anno 26/339 – BUONA GIORNATA

OGGI in QUESTO ALMANACCO:

  • I morti di oggi (clicca qui)
  • I santi del giorno
  • Domani “Giornata della Memoria”
  • Bonus TV cosa cambia questa quest’anno
  • Bergamo e i “Grandi bergamaschi”
  • 1943 Accadde Oggi
  • Il “pensiero” del giorno
  • Il “Galateo” sui mezzi pubblici
  • Molte altre “NOTIZIE e CURIOSITA’” del giorno 
  • TUTTA LA CRONACA (clicca qui)

I SANTI del GIORNO:
San TIMOTEO martire. Fu Vescovo a Efeso (Turchia). Patrono dei malati all’apparato digerente
San TITO martire. Fu Vescovo a Creta. Entrambi i Santi martiri furono discepoli di San Paolo apostolo
Santa PAOLA ROMANA vedova
Sant’ALBERICO abate patrono dell’Ordine Cistercense

EVENTI dei PROSSIMI GIORNI:
 27 gennaio
“Giornata della Memoria”
 29-30-31 gennaio
“Giorni della merla”
 31 dicembre
Festa di San Giovanni Bosco
 2 febbraio:
Festa della Candelora
 3 febbraio:
Festa di San Biagio
Carnevale 2021: “giovedì grasso”: 11 febbraio – “martedì grasso”: 16 febbraio – “Mercoledì delle Ceneri”: 17 febbraio

AUGURI a GIAN PIERO GASPERINI dell’ATALANTA che oggi compie 63 anni

DOMANI il “GIORNO della MEMORIA” è un dovere ricordare ai nostri figli e nipoti i drammatici momenti che l’Umanità ha vissuto durante l’Olocausto. Già da oggi in tutta Italia e nel mondo si tengono celebrazioni commemorative nel rispetto delle normative sanitarie. Dato il significato simbolico della data, il 20 luglio del 2000 in Italia è stata approvata una legge (la numero 211), composta da due semplici articoli. Questa legge istituisce ogni 27 gennaio il “Giorno della Memoria”: una commemorazione pubblica non soltanto della shoah, ma anche delle leggi razziali approvate sotto il fascismo, di tutti gli italiani, ebrei e non, che sono stati uccisi, deportati ed imprigionati, e di tutti coloro che si sono opposti alla ‘soluzione finale’ voluta dai nazisti, spesso rischiando la vita. In Italia si celebrano altre due “giornate” commemorative: 11 marzo “Giornata Europea” in ricordo delle Vittime del terrorismo, 9 maggio (giorno del sequestro di Aldo Moro) si tiene la “Giornata Nazionale in ricordo delle Vittime del terrorismo e delle stragi”

BONUS TV: COSA CAMBIA QUEST’ANNO: L’obiettivo è ammodernare gli apparecchi delle case italiane, anche in vista dell’arrivo del nuovo digitale terrestre. A partire dal 1 settembre 2021 molte Regioni italiane non potranno più vedere la TV tramite il vecchio digitale terrestre. Parliamo in particolare di Friuli Venezia Giulia, Veneto, Valle d’Aosta, Lombardia, Emilia Romagna e le province di Bolzano e Trento. Il passaggio verso il nuovo standard coinvolgerà gradualmente tutte le altre regioni e il processo terminerà ufficialmente il 31 giugno 2022. Quindi, a partire dal 1 luglio 2022 tutti gli italiani dovranno adeguarsi e acquistare nuovi televisori Dvb T2 oppure nuovi decoder in grado di captare il segnale e trasmetterlo sull’apparecchio già presente nell’abitazione. Per capire se è necessario cambiare TV è possibile fare l’apposito test del nuovo digitale terrestre. Chi ha bisogno di acquistare una nuova televisione può richiedere il Bonus TV entro il 31 dicembre 2022 e ottenere così uno sconto di 50 € sull’acquisto del dispositivo. Come ottenere il BONUS TV: 1) un ISEE inferiore ai 20 mila euro: viene l’agevolazione quindi riconosciuto, non per ogni contribuente, ma in base alla famiglia2) Un solo Bonus per famiglia – 3) La TV e il decoder devono essere certificati dal MISE.

BERGAMO e i “GRANDI BERGAMASCHI”: GIUSEPPE RILLOSI nato a Bergamo nel 1811 (210 anni fa), morto a Bergamo il 26 gennaio 1884 è stato un pittore italiano ottocentesco formatosi presso l’Accademia Carrara di Bergamo alla scuola del noto ritrattista Giuseppe Diotti. La città di Bergamo gli ha dedicato un Via (traversa di Via Broseta). Giuseppe Rillosi fu tra gli allievi prediletti di Giuseppe Diotti, al punto che l’artista cremonese regalò a lui il cartone della grande tela manifesto raffigurante Antigone condannata a morte da Creonte, oggi conservata presso l’Accademia Tadini di Lovere. Rillosi fu attivo come restauratore, attività appresa tramite la frequentazione dello studio milanese del pittore Giuseppe Molteni, noto ritrattista dell’aristocrazia milanese ed esperto restauratore e come mercante d’arte tra Bergamo e Milano, dove frequentò lo studio di Giuseppe Molteni e impegnato tra la fine degli anni Trenta e la prima metà degli anni Cinquanta nella pittura di soggetto storico e in quella di tema sacro, ma la sua affermazione e la sua notorietà sono legate soprattutto alla specializzazione nel ritratto, che eseguiva anche da cadavere, nel quale fu sicuramente influenzato dalle opere dell’artista contemporaneo Giovan Battista Moroni. La sua opera più nota viene identificata nel Ritratto del defunto sig. Luzach, commissionato da Angelo Finardi, esponente di una nobile famiglia bergamasca e presentato alla mostra annuale dell’Accademia Carrara nel 1851, che rappresenta un avvocato austriaco che ricoprì dal 1836 al 1843 la carica di Presidente del Tribunale di Bergamo. Il fratello Isaia (1816-1860), fu allo stesso modo ritrattista e allievo di Enrico Scuri, particolarmente attivo nel Bergamasco. Morì a Bergamo il 26 gennaio 1884.

ACCADDE OGGI: 1943 ha luogo la Battaglia di Nikolaevka, ultima battaglia prima della tragica ritirata del Corpo d’Armata del Regio Esercito Italiano. Furono circa 40.000 i soldati italiani che qui persero la vita, mentre altri 7500 circa ebbero sintomi di congelamento o feriti. Il Cappellano Militare di questa battaglia fu il Beato Don Luigi Gnocchi. Per non dimenticare i nostri Caduti !!!

IL PENSIERO del GIORNO (di Don Antonio Donghi) Chi crede fortemente in alcuni valori non li rinchiude nella propria riflessione personale, ma desidera condividerli perché ritiene che essi siano un dono da offrire con purezza di cuore a chiunque. Ogni uomo è per natura sua un regalo da presentare ai fratelli per una comune ricerca della verità. Non c’è un assoluto nel cammino storico ma un desiderio di voler condividere un pezzetto di verità nel grande rispetto della libertà dell’altro. In questa meravigliosa sinfonia lentamente si costruisce una bozza di qualcosa di bello.  Padre, nel mistero di Gesù hai rinchiuso la verità per ogni uomo. Il mistero dell’incarnazione del Verbo va in questa direzione. Aiutaci a interiorizzare questa verità per poterla gridare al mondo intero con la libertà del cuore che ama ogni umana creatura. Lo Spirito ce ne dia il necessario entusiasmo per affascinare chi incontriamo per una coraggiosa attrazione nel mistero umano-divino di Gesù. Come sarebbe bello, o Padre, che la nostra coerenza esistenziale, anche povera, sia fonte di speranza per chiunque sia in ricerca della bellezza della vita umana! Amen

AFORISMA del GIORNO: “Smettila di dire che non puoi. Puoi. Solo che scegli di non farlo”

IL “GALATEO” sui MEZZI PUBBLICI: ecco alcune indicazioni 1) Cedere sempre il posto ad una persona disabile o anziana invitandola a sedere. 2) Sfilare sempre dalle spalle e mettere a terra gli zaini, per non urtare i passeggeri – 3) Muoversi con attenzione con gli ombrelli bagnati, per evitare di schizzare le altre persone – 4) A qualunque persona richieda informazioni, si risponde sempre educatamente – 5) Emanare cattivi odori (il contatto con le altre persone, su un mezzo pubblico, è così ravvicinato che non possiamo permetterci di non profumare di pulito) – 6) Profondersi in effusioni (il galateo impone di lasciare sempre fuori gli estranei dalla propria sfera intima) – 7) Descrivere, a voce alta, situazioni ed eventi personali (fare o rispondere al cellulare) – 8) Ascoltare musica ad alto volume – 9) Evitare di leggere il giornale per non dar fastidio al vicino – 10) Leggere il quotidiano altrui – 11) Fare fotografie (in quanto coinvolgono altre persone, violando la loro privacy). Ma non finisce qui … ne parleremo ancora

I FIORI RESISTENTI al FREDDO dell’INVERNO: AMAMELIDE esisto diverse qualità di amamelide con fiori arancione, rosati e porpora. Tutte le specie di questa pianta, eccetto l’hamamelis virginiana, fioriscono a partire da gennaio e la loro peculiarità è data dal fiore che prende vita sul ramo ancora spoglio. Si tratta di un arbusto molto resistente e dalle sorprendenti proprietà benefiche sulla circolazione sanguigna e non solo.

ACCADDE OGGI
 1926 a Londra (95 anni fa) si tiene la prima dimostrazione di funzionamento di una televisione
 1956 a Cortina d’Ampezzo (65 anni fa) si svolgono le Olimpiadi invernali, per la prima volta in Italia

SIGNIFICATO del NOME “TITO” è: “difensore” (nome di origine latina). In Italia portano questo nome circa 8.472 persone di cui il 16,3% nel Lazio (massima presenza), 10,8% in Lombardia e 0,1% in Basilicata (minima presenza). DA LEGGERE: Il libro completo dei nomi

CURIOSITA’: I Vangeli apocrifi riportano secondo la tradizione il “buon ladrone” crocefisso con Gesù sul Monte Calvario si chiamasse “Tito”. Fabrizio De Andrè incise una canzone “Il testamento di Tito” dedicata ai due personaggi della crocefissione con Gesù

PROVERBI: “Non tutti i mali vengono per nuocere” “I millenni son passati ma i proverbi son rimasti” “E’ più caro un NO grazioso, che un SI dispettoso” “Dal dire al fare c’è di mezzo il mare”

GIORNATA NAZIONALE dei TARALLI e dei TARALLUCCI sono piccoli pani croccanti, tostati, semplici o variamente speziati, caratterizzati dalla lunghissima conservabilità e dalla facilità di trasporto, legata anche alla loro particolare forma ad anello, hanno accompagnato la storia delle genti del sud. I taralli rappresentano però un alimento particolarmente pregiato sono conditi, aromatizzati, se ne fanno versioni anche dolci quindi particolarmente appetitose. Nascono da un geniale riciclo. In internet si possono trovare le varie e semplici ricette. DA PROVARE: Tarallucci cipolla e olive

SEGNO ZODIACALE “ACQUARIO” dal 21 Gennaio al 19 Febbraio. 2021

METEO: Nei prossimi giorni l’atmosfera resterà assai dinamica sull’Italia. Da una veloce irruzione polare (già in atto) passeremo a un ritorno dell’anticiclone, ma non durerà a lungo. Registreremo un’intensificazione dei freddi venti dal Nord Europa che provocheranno un generale raffreddamento, ma al tempo stesso anche un netto miglioramento delle condizioni del tempo, grazie ad contemporaneo aumento della pressione. Altrove ci sarà il bel tempo, ma il clima tornerà molto rigido soprattutto di notte e in prima mattinata quando si registreranno temperature sotto lo zero non solo sulle alture, ma anche su molti tratti della Val Padana. Il quadro meteo-climatico resterà poi pressoché immutato nella giornata di mercoledì 27 gennaio

A BERGAMO e in PROVINCIA: Il SOLE sorge alle ore 07.51 e tramonta alle ore 17.17 – Durata del giorno 09.26 (+3 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte: 14.38 (-3 minuti rispetto a ieri) – La LUNA crescente (60%) sorge oggi alle ore 12.54 e tramonta domani alle ore 02,32