NOTIZIE e CURIOSITA’, almanacco di oggi 22 marzo 2021 (Lunedì)

12^ settimana – Giorni inizio/fine anno 81/284 – BUONA SETIMANA

OGGI in QUESTO ALMANACCO:

  • I morti di oggi e la data dei funerali (clicca qui)
  • I Santi del giorno
  • Giornata Mondiale dell’ acqua
  • L’Italia solo in due colori
  • Il “pensiero” del giorno
  • Le sorgenti d’acqua nella bergamasca
  • Il personale sanitario nazionale candidato al “Premio Nobel” 2021
  • Mali di stagione: il torcicollo
  • Detti e Proverbi bergamaschi
  • Come li chiamavano gli abitanti di… 
  • Segno Zodiacale “Ariete”
  • Molte altre “Notizie e Curiosità” del giorno
  • TUTTA LA CRONACA (clicca qui)

I SANTI del GIORNO
Santa LEA patrona delle vedove
San BASILIO Sacerdote e Martire
San BENVENUTO SCOTIVOLI Vescovo e Frate Cappuccino
Sant’OTTAVIANO e Compagni martiri

L’ITALIA in DUE COLORI: da oggi in ZONA ROSSA ci saranno ancora Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, la provincia di Trento, Piemonte, Puglia, Veneto. In ZONA ARANCIONE invece Abruzzo, Basilicata, Calabria, Liguria, la provincia di Bolzano, Sicilia, Toscana, Umbria, Valle Aosta, Sardegna e Molise.

GIORNATA MONDIALE dell’ACQUA: Oltre un miliardo di persone nel mondo non ha accesso ad acqua potabile, un bambino su cinque muore per sete o per malattie legate al consumo di acqua non sicura, il 40% della popolazione globale convive con problemi di scarsa disponibilità d’acqua che, secondo l’Onu, sono alla base di oltre 50 conflitti, di cui 37 armati. Per mettere al centro del dibattito internazionale questi e altri problemi legati all’oro blu, nel 1992 le Nazioni Unite hanno istituito la Giornata Mondiale dell’acqua, che cade il 22 marzo. Il rischio idrico spesso passa sotto silenzio, eppure il Day Zero, il giorno in cui perderemo i normali accessi alle riserve di acqua, non è così lontano. Considerando che solo il 2,5% dell’acqua sulla terra è dolce, è importante limitare il più possibile gli sprechi. Secondo l’Oms, se si consumano più di 50 litri al giorno, ha luogo uno spreco: in Italia, avvisa l’Istat, la media si aggira intorno ai 245 litri quotidiani. Solo l’1% dell’acqua viene utilizzata per bere, la maggior parte (39%) è utilizzata per doccia e bagno: solo per lavarsi i denti, se non si chiude il rubinetto, si possono sprecare fino a 30 litri d’acqua al giorno. Un altro dato che fa pensare è quello della dispersione dell’acqua immessa, ovvero della quantità che si perde a causa del cattivo funzionamento delle reti idriche: la media nazionale è del 40%.

L’APPELLO di Papa FRANCESCO. (ieri all’Angelus): “Per noi credenti, ‘sorella acqua’ non è una merce: è un simbolo universale ed è fonte di vita e di salute. Troppi fratelli, tanti, tanti fratelli e sorelle hanno accesso a poca acqua e magari inquinata! È necessario assicurare a tutti acqua potabile e servizi igienici…”.

IL “PENSIERO del GIORNO (di Don Antonio Donghi): “Chi di voi è senza peccato scagli la prima pietra”  La caratteristica dell’uomo è la sua fragilità esistenziale, qualsiasi sia il nome con la quale la si chiami. La coscienza dei propri limiti e di quelli di coloro che incontriamo ci rende progressivamente persone sempre più mature perché impariamo ad accoglierci gli uni gli altri con il quotidiano coraggio della propria povertà. Solo in un recupero di tale convinzione si può far crescere un mondo nuovo.  Padre, il tuo Figlio Gesù è venuto in mezzo a noi per rinnovare il nostro cammino nei confronti della vita. Egli ha fatto suoi i nostri drammi per seminare speranza nelle nostre persone e offrire coraggio alle scelte quotidiane. Guidaci con la forza del tuo Spirito perché riconoscendo i nostri disagi esistenziali possiamo veramente crescere nella speranza della vita. Amen

AFORISMA del GIORNO: “L’unico vero errore è quello dal quale non impariamo nulla”

Le SORGENTI d’ACQUA nella BERGAMASCA: è tra le provincie d’Italia più ricca di “fonti” d’acqua minerale: 12 raccolte in sei aziende, a cui sommano altre cinque etichette fuori produzione (Ambria, Limpia e Precastello di San Pellegrino Terme, Gemma e Smeralda di Monasterolo). Da Zogno in Val Bremabana provengono le acque: “Bracca” e “Flavia”. Dalla Val Seriana la “Gaverina” con la “Pineta” e la “Presolana” da Clusone. Dai monti della Valle Brembana scaturiscono poi: la “Stella Alpina” di Moio dè Calvi, la “Pioda” di Lenna, la “Sanpellegrino” di San Pellegrino Terme esportata in tutto il mondo. In Val Cavallina a Spinone al Lago si imbottigliano la “San Carlo” e la “Primula”. Alle porte della Valle Brembana, ad Almè, nascono le fonti “Prealpi” e “Orobica”. La provincia di Bergamo supera i due miliardi di litri d’acqua prodotti in un anno e fanno delle fonti bergamasche tra le più importanti non solo a livello nazionale, europeo e mondiale. (NdR.: personalmente ho trovato l’acqua San Pellegrino sul confine tra l’Egitto e il Sudan in pieno deserto)

IL “PERSONALE SANITARIO” CANDIDATO per il “PREMIO NOBEL” 2021: L’alto merito andrebbe riconosciuto ai medici, infermieri, farmacisti, psicologi, fisioterapisti, biologi, tecnici, operatori civili e militari tutti, che hanno affrontato in situazioni spesso drammatiche e proibitive l’emergenza Covid-19 con straordinaria abnegazione, molti dei quali sacrificando la propria vita per preservare quella degli altri e per contenere la diffusione della pandemia

MALI di STAGIONE: il TORCICOLLO è un tipo di disturbo molto diffuso, che si presenta solitamente all’improvviso e che dura al massimo qualche giorno. Tra le cause principali di questo disturbo troviamo le contratture muscolari e le patologie della colonna vertebrale. Le contratture possono essere a loro volta provocate dagli sbalzi di temperatura, dall’assunzione di posizioni scorrette per lunghi periodi di tempo, così come da movimenti bruschi e traumi, come il colpo di frusta che può svilupparsi dopo un incidente. Lo Specialista consiglia: nel momento di dolore più intenso può dare sollievo una doccia tiepida, poiché il getto d’acqua esercita una sorta di massaggio sui muscoli del collo, rilassandoli. Un aiuto può essere fornito anche dall’assunzione di farmaci antinfiammatori. Al contrario di quanto si potrebbe pensare inoltre, tenere il capo immobile, sebbene aiuti a smettere di provare dolore, aumenta nel lungo periodo la rigidità muscolare, contribuendo a peggiorare la situazione complessiva. È per questo che piccoli movimenti controllati, così come esercizi di stretching, possono contribuire a risolvere il disturbo in minor tempo eventualmente anche applicado  cerotti con funzioni antinfiammatorie e antidolorifiche. Se il dolore dovesse perdurare è consigliato rivolgersi ad uno Specialista.

ACCADDE OGGI:
 1841 Viene brevettato l’amido di mais: polvere addensante per il budino, zuppe e salse
 1941 Africa Orientale Italiana (Abissinia): la città di Harar, viene dichiarata città aperta dagli italiani
2016 Bruxelles: attentato terroristico con un bilancio di 35 morti e 340 feriti
2017 Londra: attentato terroristico colpisce la capitale con un bilancio di 6 morti e 50 feriti.

SIGNIFICATO del NOMELEA” è: “stanca, laboriosa”. In Italia portano questo nome circa 19.462 persone di cui il 22,5% in Emilia Romagna, 7,3% in Lombardia

PROVERBI:
“Acqua passata non macina più”
“Tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare”
“Sotto la neve c’è pane, sotto l’acqua la fame”
“Bevi buon vino e lascia andare l’acqua al mulino”
“Il sangue non è acqua”

PROVERBI e DETTI BERGAMASCHI:
I s-cecc a ùsai tròp bè, a s’ì ruina” (i bambini ad abituarli troppo bene si rovinano)
Quando tà zùghet a carte coì s-cecc la prima zugada l’è la so, i-sé la sèconda e la tersa l’è amò chèla” (Quando giochi con i bambini a carta la prima, la seconda e anche la terza partita è sempre vinta da loro)

COME li CHIAMAVANO gli ABITANTI di: Ornica: “i bar” “i barèi” – Osio Sopra: “i balòch” “i brùs-cì” – Osio Sotto: “i saiòcc” – Ossanesga (Valbrembo): “i miseràbei” – Pagazzano: “i balabiòcc” – Pagliaro (Algua): “i paerane” “i gòs” – Paladina: “i laandèr” “i laapate” – Palazzago: “i pigassì” – Palosco: “i bressà” “i remolassì” – Paratico: “‘mpicàcc de Brèssa” “i  brùsàcc de Berghem” (continua con altri Comuni e Frazioni)

NATO OGGI: 1921 Nino MANFREDI (100 anni fa). Artisti come lui hanno dato lustro al cinema italiano, e non solo, nobilitando il genere della “commedia”, di cui è stato uno dei principali interpreti con Sordi, Gassman e Tognazzi. Scomparso il 4 giugno 2004 (17 anni fa)

SEGNO ZODIACALE “ARIETE”: Il pianeta dominante è Marte, l’elemento è il fuoco la qualità è cardinale. Il Sole transita nell’Ariete fra il 20 Marzo e il 20 Aprile. Colore da portare: il rosso in tutte le sue sfumature. Pietra portafortuna: rubino. La pietra dell’Ariete è di colore rosso, il rubino infatti ne conosce tutte le tonalità ed è un tipico cristallo alchemico in grado di sostenere coloro che non riescono ad essere fedeli, ma anche chi vorrebbe avere più memoria e fiducia in se stesso. Ha il potere di rendere felici e in salute combatte l’anemia e aiuta la rigenerazione cellulare. Metallo: il ferro che appartiene a Marte. Giorno favorevole: il Martedì, dominato da Marte. Qualità principale: dinamismo. Animali affine: lupo, gatto e cervo. Fiori compatibile: margherita e tulipano. Segni amici: Gemelli, Leone, Sagittario, Acquario. Il simbolo grafico che rappresenta il segno zodiacale dell’Ariete raffigura la testa dell’animale stesso, in particolare le corna, emblema di fecondità nella natura durante il periodo della primavera. Esso può infatti essere associato anche al germoglio che spunta dal terreno, all’eruzione del vulcano, allo zampillo dell’acqua. L’Ariete apre la ruota zodiacale, segnando inoltre l’equinozio di primavera. Mitologia: Il mito greco legato al segno Ariete sono gli Argonauti, ovvero i guerrieri che si imbarcarono nella nave Argo alla conquista del vello dorato. L’Ariete rappresenta la forza psichica e l’iniziazione

SEI NATO OGGI?. Un raffinato buon gusto e innegabili capacità creative, soprattutto nella letteratura e nella poesia, ti aprono le porte del mondo artistico. In amore sei un entusiasta e a volte prendi decisioni affrettate, dettate dall’impulsività, di cui poi ti penti. Quando incontrerai però l’anima gemella non avrai più dubbi e ti rivelerai fedelissimo.

GIORNATA NAZIONALE della FOCACCIA di RECCO: è una poesia da assaggiare e si fa solo a Recco con l’acqua, la farina, il sale, il formaggio, l’olio, il fornaio e pure il forno di Recco. Una tradizione che ha ottenuto il riconoscimento IGP e la produzione è regolata da un ferreo disciplinare, che ne stabilisce ingredienti e lavorazione. Dopo averne apprezzato origini, curiosità e immaginato il gusto della focaccia di Recco col formaggio, vogliamo nuovamente ricordare la ricetta del disciplinare a cui attenersi scrupolosamente per prepararla nel forno di casa con risultati apprezzabili.

ANNIVERSARIO: domani 23 marzo ricorre il 1^ Anniversario dalla scomparsa di Don Fausto Resmini … un grande ricordo

A BERGAMO e in PROVINCIA: Il SOLE sorge alle ore 06.21 e tramonta alle ore 18.36 – Durata del giorno 12.15 (+3 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte: 11.45 (-3 minuti rispetto a ieri) – La LUNA crescente (60%) sorge oggi alle ore 11.20 e tramonta domani alle ore 02,19 

Print Friendly, PDF & Email