Press ESC to close

Olena Gorbatiuk

Un posto meraviglioso, conosciuto negli anni ’30 da Ermenegildo Zanchi, sono le Grotte delle Meraviglie di Zogno. Nel cuore della montagna ha scoperto dei reperti paleontologici e antropologici, ora nel Museo della Valle, e poi ci sono sale piene di stalattiti e stalagmiti che lasciano stupiti tutti i visitatori.

A mantenere queste meraviglie è l’amministrazione comunale di Zogno in collaborazione con l’associazione che gestisce le Grotte e organizza le visite. Tutto parte da una piazzola adiacente alla strada 470 per la Valle Brembana. Da lì, con un facile percorso, si ci addentra nella montagna, in una zona ricca cose da scoprire.

Nonostante il Covid-19, le viste guidate nel paese delle meraviglie non si fermano. Anzi, sono già iniziate la seconda domenica di luglio e proseguiranno nelle date 26 luglio, 9 e 30 agosto e 6 settembre, sempre di pomeriggio dalle 14:30 alle ore 17:00.

L’amministrazione comunale – precisa Giampaolo Pesenti, assessorre al turismo del Comune di Zognosi spende in prima persona per mantenere fruibile questa perla brembana, con il mantenimento delle strutture di accesso e con la collaborazione con l’associazione che lo gestisce per l’organizzazione delle visite. Si temeva una sospensione delle visite causa coronavirus e si sarebbe persa una preziosissima opportunità per il turismo locale e vallare. L’attenuazione della pandemia consente una ripresa sia pure parziale delle visite“.

Ovviamente si sono prese tutte le dovute precauzioni. Ovvero le visite si svolgeranno in gruppi di massimo otto persone alla volta muniti di mascherina. Per accedere alle grotte occorre prenotare al numero 3664541598.

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

Preferenze dei cookie