Atalanta – Inter finisce in parità (1-1) anche numerica in campo, ma è l’arbitraggio di Doveri che non convince per l’ennesima volta a Bergamo. Giallo a Vidal nella ripresa per un brutto fallo su Gomez, con la gamba altissima a cercare l’impatto con il capitano atalantino. Ineccepibile! Così come ineccepibile avrebbe dovuto essere un altro giallo allo stesso ruvido giocatore interista nella prima frazione di gioco per una entrataccia sempre con piede a martello. Gestione disciplinare da bocciare. Quantomeno questa volta gli amici interisti non avranno da lamentarsi, certo che se gli stessi errori fossero capitati con un giocatore della Juventus si sarebbe gridato allo scandalo o al favoritismo suddito nei confronti della Vecchia Signora.

Nulla da eccepire sull’episodio del presunto, ma solo presunto, rigore per il contatto (che non è da rigore perché davvero minimo) tra il difensore dell’Inter e il fantastico Miranciuk verso la fine del match. Per il resto normale amministrazione. Resta l’errore per l’episodio di Vidal nel primo tempo. Giocando in 10 gli ultimi 25 minuti la compagine di Conte avrebbe davvero rischiato di capitolare. Un aiutino questa volta lo portano a casa, sarà bene che se lo ricordino alle prossime lamentele per i torti arbitrali. Questo è un credito … “Doveroso” ! Passatemi la battuta.

Per quanto riguarda la Dea invece è da segnalare una buona reazione dopo lo svantaggio. Alle spalle la terribile serata con il Liverpool, adesso 14 giorni di relax per ricaricare le pile un po’ scariche, alcuni infortunati di troppo e quella condizione psicofisica che ne aveva caratterizzato le gesta nell’avvio di campionato. Buon lavoro a Gasperini, che oggi si è convinto di avere un Miranciuk a cui la panchina va molto stretta. In attesa dell Ilicic che ricordiamo tutti. Archiviata Atalanta – Inter la prossima partita è a La Spezia, da vincere a tutti i costi prima del ritorno in Inghilterra con i Reeds.

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in: