NECROLOGIE DI OGGI 28 MARZO 2022

I SANTI del GIORNO
Santo STEFANO HARDING abate – Sant’ILARIONE abate – Beato VENTURINO da Bergamo – San SISTO Papa – La Chiesa celebra la Festa di altri Santi e Beati.

*

AFORISMA del GIORNO
Non aver paura di perdere le persone. Abbi paura di perdere te stesso cercando di compiacere tutti quelli che ti circondano

*

IL PENSIERO del GIORNO
“Se voi non vedete segni e prodigi, voi non credete”. La dimensione della fede appartiene alla persona umana che costruisce ogni istante della sua storia fidandosi. Ciò che conta è che tale esperienza sia costruita nella serena e coraggiosa vita di tutti i giorni evitando di ricorrere sempre a ciò che è straordinario. Il quotidiano amato nella serena semplicità rappresenta il terreno della vera fede dell’uomo. Padre, Gesù è stato meraviglioso nell’insegnarci ad amare la vita di tutti i giorni, affascinando l’uomo attraverso il linguaggio della sua ordinarietà. Rigenera nello Spirito il nostro modo di concepire lo scorrere della vita quotidiana, che rappresenta una costante manifestazione del tuo amore. Solo così possiamo condividere con tutti i fratelli la grandezza del suo cuore. Amen  (a cura di Mons. Antonio Donghi)

*

I GIORNI della VECCHIA
Nel Calendario Giuliano il mese di marzo era il primo mese dell’anno. Marzo: il mese che segna il cambio dall’inverno e dal suo rigido clima dettato dal freddo, alla primavera che con il suo sole e le temperature in rialzo conduce al saluto dell’estate. Questo mese “di transito” è anche chiamato “marzo pazzerello” per via delle sue continue e, alle volte, brusche variazioni del clima e, soprattutto, delle temperature che in questo mese oscillano anche notevolmente. Di tutto il mese però i giorni più noti sono gli ultimi: 29,30 e 31 marzo, quasi sempre giorni forieri di burrasca, vento, tempo perturbato e piovigginoso. Questi tre giorni prendono il nome (a seconda della località) di “Giorni prestati/imprestati (“I dè imprestac” in dialetto bergamasco)” oppure di “Giorni della vecchia”. Dietro a questi due nomi con cui si identificano gli ultimi tre giorni di marzo si cela una leggenda di lunga data. La leggenda si basa sull’andamento climatico particolarmente altalenante che oscilla tra gli ultimi freddi dell’inverno e la mite temperatura primaverile tipico delle ultime giornate di marzo e delle prime del mese successivo.

*

GIORNATA MONDIALE dell’ENDOMETRIOSI
Istituita per porre l’attenzione su una malattia che può essere fortemente invalidante per le donne che ne soffrono (solo in Italia riguarda 3 milioni di donne), ma che il 90% delle persone non conosce. Colpisce l’apparato riproduttivo femminile e può compromettere la fertilità e la qualità della vita se non affrontato da specialisti e per tempo. Per diffonderne la conoscenza anche alle donne più giovani ed evitare che le altre si rassegnino al dolore, il 28 marzo di ogni anno si celebra questa Giornata. Ecco di che cosa si tratta e che cosa tutte le donne dovrebbero sapere. Perché il dolore non va accettato come “normalità”. L’endometriosi è una malattia cronica e progressiva, che colpisce donne in eta’ fertile ed è caratterizzata dalla presenza e dalla proliferazione di tessuto endometriale al di fuori della cavità uterina. Per curare l’endometriosi si possono adottare diversi trattamenti in base allo stadio e alla sintomatologia della malattia, andando dal semplice controllo clinico, all’utilizzo di terapie farmacologiche, sino al trattamento chirurgico. Se la patologia è ancora in fase iniziale e la paziente è asintomatica e/o presenta piccoli endometriomi a carico delle ovaie e/o impianti peritoneali non rilevanti, viene spesso privilegiata una condotta di controllo e attesa.  In caso, invece, di una sintomatologia manifesta, con dolore durante il ciclo mestruale, è possibile sottoporsi a una terapia farmacologica, utile anche a limitare il rischio di recidiva in pazienti che hanno già sostenuto la chirurgia. Si tratta di terapie che non risolvono la malattia, ma tengono sotto controllo i sintomi, garantendo un miglioramento della qualità della vita di chi ne è affetta.

*

EVVIVA … ARRIVA la PIOGGIA
Dopo un arido inverno e un secco inizio di primavera sono destinati ad aumentare i giorni di pioggia del 2022 (l’ultima precipitazione risale al 19 febbraio). Dalle latitudini artiche, infatti, si sta preparando un affondo di aria fredda che punterà la Penisola Iberica nella prima parte della settimana e attiverà una circolazione di bassa pressione da cui si dipartirà una perturbazione diretta verso l’Italia. “Le nubi andranno aumentando nel corso di martedì, anche se si tratterà inizialmente di velature e nubi alte e stratificate che offuscheranno il cielo, ma si compatteranno dalle prime ore di mercoledì dando luogo ad una giornata nuvolosa con deboli piogge o pioviggini fino al pomeriggio, in esaurimento in serata – ha puntualizzato il meteorologo di Orio nel Bollettino. Caleranno vistosamente le temperature diurne, passando dai 18°C di martedì agli 11°C di mercoledì. Giovedì temporaneo miglioramento con schiarite al mattino e nuove piogge o rovesci tra il pomeriggio e la sera, clima fresco al primo mattino e minima intorno a 8/10°C, massime fino a 17°C. Tempo a tratti instabile e fresco anche a ridosso del prossimo weekend con altre occasioni per piogge e rovesci”.

*

BERGAMO e i GRANDI PERSONAGGI
VENTURINO da BERGAMO (proclamato Beato) nato a Bergamo, 9 aprile 1304Smirne (Turchia), 28 marzo 1346 (676 anni fa), è stato un religioso italiano. Fu un teologo e un predicatore che si caratterizzava per la veemenza delle proprie parole a difesa della pace in un periodo storico sconvolto dalle lotte fra i Guelfi e i Ghibellini. Fra i suoi fratelli Jacopo Domenico in stretti rapporti di amicizia col Petrarca e Caterina si sa che entrò nel convento di Santa Marta (Ndr.: oggi sede bella UBI Banca presso la Torre dei Caduti) fondato a Bergamo dallo stesso Venturino attorno al 1334. Venturino indossò a quattordici anni il saio domenicano a Bergamo nel convento di Santo Stefano (Ndr.:zona Porta San Giacomo/funicolare) demolito dai veneziani nel 1526), completò gli studi a Genova dove fu ordinato sacerdote. Venturino, che attraverso la propria oratoria aveva acquisito un forte carisma, percorse l’Italia centro-settentrionale predicando e sommuovendo animi ben disposti ad accettare il suo messaggio specie di chi più subiva le lotte delle fazioni, a volte riuniti in spontanei gruppi penitenziali che predicavano il suo stesso messaggio. Nel febbraio del 1335 si pose a capo di un enorme pellegrinaggio di oltre diecimila persone da Bergamo alla volta di Roma. Fu una processione imponente che in ogni posto in cui sostava lanciava il proprio messaggio di pace rendendolo più efficace con pratiche di autoflagellazione. Questo pellegrinaggio, tuttavia, suscitò il sospetto di Papa Benedetto XII che da Avignone, temendo di vedere usurpato il proprio potere, condannò l’iniziativa di Venturino. Raggiunta Roma il 21 marzo 1335, Venturino predicò con successo nonostante il sospetto e l’avversione della Curia, ma lasciò Roma per recarsi ad Avignone per chiarire la propria posizione davanti al Papa. Ad Avignone Venturino non ottenne quella comprensione da parte del papa in cui aveva sperato, ma dopo un lungo interrogatorio fu accusato di eresia e condannato. Gli fu impedito di predicare e fu relegato in un convento a Aubenas in Francia, praticamente una prigione. Papa Clemente VI lo liberò, nel 1343, reintegrandolo nella predicazione e nella confessione e lo incaricò di predicare la crociata contro i Turchi, cosa che fece con la consueta veemenza. Nel 1344 si recò assieme ai crociati a Smirne dove il 28 marzo 1346 morì. Venturino lasciò un nutrito epistolario. Pochi sono i bergamaschi che conoscono la biografia di Fra Venturino che ha fatto storia nella città di Bergamo e nella zona di Lèmine (Almenno San Salvatore) da cui ha avuto origine la sua famiglia.

*

PANDEMIA COVID. COSA CAMBIA dal 1° APRILE
Mancano pochi giorni alla fine dello stato d’emergenza – istituito il 31 gennaio 2020 per fronteggiare la pandemia – e prorogato, finora, a ogni scadenza. Da venerdì prossimo, primo aprile, saranno revocate gradualmente tutte le restrizioni. La road map stabilita dal governo prevede, tra l’altro, la fine del sistema delle zone colorate e il progressivo superamento del Green pass. Ecco in dettaglio i principali passaggi.
*** LUOGHI di LAVORO: Stop al super Green pass e alla sospensione per gli over 50 non vaccinati. Da venerdì tutti i dipendenti, compreso chi ha più di 50 anni e non è immunizzato, potranno accedere ai luoghi di lavoro con il Green pass base, che si ottiene con vaccinazione, guarigione o tampone negativo. Per l’abolizione definitiva dell’obbligo della certificazione verde bisognerà invece attendere il primo maggio.
*** OBBLIGO OVER 50 resta in vigore fino al 15 giugno. I renitenti vanno incontro a una sanzione pecuniaria di 100 euro. Il vaccino rimane obbligatorio per le seguenti categorie di lavoratori: personale scolastico e universitario (presidi, docenti e personale Ata) e dipendenti delle forze dell’ordine, indipendentemente dall’età.
*** RISTORANTI e BAR: Da venerdì si potrà accedere nei locali con tavoli all’aperto senza alcun tipo di certificazione. Al chiuso, sia per sedersi che per una consumazione al banco, servirà ancora il Green Pass rafforzato.
*** AUTOBUS e METRO: Da venerdì non sarà più richiesto il Green pass per salire su tram, bus e metropolitana e treni regionali. Resta obbligatorio l’utilizzo della mascherina ffp2.
*** PER ANDARE in AEREO: Basterà il Green pass base a partire da venerdì per viaggiare in aereo, in nave e su treni e autobus che collegano due o più regioni. Obbligatoria la mascherina ffp2.
*** PER ANDARE in ALBERGO: Dal venerdì l’ingresso negli hotel e nelle strutture ricettive è consentito senza dover esibire il Green pass. Nei ristoranti interni, i clienti che alloggiano nella struttura non sono tenuti a esibire il Green pass.
*** VIA LIBERA allo SHOPPING: Stop da venerdì al Green pass per recarsi dal parrucchiere, dall’estetista e nei negozi che vendono prodotti non di prima necessità. Certificazione abolita anche per accedere a banche, uffici postali e di pubblica amministrazione.
*** FARE SPORT: Fino al 30 aprile sarà richiesta la certificazione verde rafforzata in tutti gli impianti al chiuso (piscine e palestre) e per praticare sport di squadra e di contatto in ambiente chiuso. Ingresso libero negli impianti all’aperto, piscine comprese. Gli stadi tornano a riempirsi al 100%, ma per assistere agli eventi e alle competizioni sportive fino al 30 aprile saranno necessari il Green pass base e la mascherina ffp2. Per le gare nei palazzetti, rimangono indispensabili fino al 30 aprile il Super Green Pass e la mascherina ffp2.
*** CINEMA e DISCOTECHE: Cinema, teatri, discoteche torneranno a libero accesso da maggio. Fino ad allora saranno indispensabili il Green pass rafforzato e la mascherina ffp2. Stop da venerdì alla certificazione verde per gli eventi e gli spettacoli all’aperto. Non servirà più il Green pass per accedere ai musei, alle mostre e agli eventi culturali
*** VISITE ai RICOVERATI: Per poter far vista a un degente in una residenza sanitaria assistita o in ospedale resta obbligatorio fino al 31 dicembre essere in possesso del Green pass rafforzato.

*

I TURNI delle FARMACIE:
*** TURNO DIURNO durante il giorno, per sapere i turni si può chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24 ore su 24.
*** TURNO NOTTURNO: (da questa sera ore 21 a domani 29 marzo 2022) Albano S. Alessandro – Alzano Lombardo Farmacia di Nese – BERGAMO Farmacia Villa di Via XXIV Maggio – Bracca – Cisano Bergamasco – Isola di Fondra – Locatello – Martinengo – Osio Sotto – Peia – Ponte San Pietro (fino le ore 24) – Predore – Premolo – Schilpario – Seriate Farmacia “Al Cassinone” (fino le ore 24) – Premolo – TREVIGLIO Comunale 3 Viale Piave
*** CONTINUITA’ ASSISTENZIALE (ex Guardia Medica) tel. 116117 attivo dalle ore 20 alle ore 8 nei giorni lavorativi – 24 ore su 24 nei giorni di sabato e domenica (fino le ore 8 di lunedì) e festivi.

*

SIGNIFICATO del NOME
ILARIO significa allegro, lieto. In Italia portano questo nome circa 15.644 persone di cui il 20,9% nel Veneto, 18,3% in Lombardia.

*

PROVERBI
Un’oncia di allegria vale una libbra di tristezza
Ambasciator non porta pena
La lingua non ha le ossa ma li rompe
Lacrime d’ere è matto chi ci crede
Ospite raro, ospite caro
Amore di villeggiatura un mese dura

*

L’ANGOLO della LETTURA
VISITE RUBATE. DAL SOGNO CAPITALISTA AL FUTILITARISMO pag. 240 – costo € 18,50 – Trama: È raro che un libro di economia ci parli in maniera così diretta, quasi intima, della nostra condizione esistenziale. Con sgomento il lettore scopre che la persona intrappolata in attività inutili, valutate solo in base al denaro che generano, è lui stesso. Sono nostre le sensazioni di precarietà e di isolamento che rendono coloro che ci circondano concorrenti o compratori dell’immagine posticcia che bisogna costruire per essere appetibili nel mercato del lavoro. Siamo noi l’Homo Futilitus, impegnato nel ruolo di direttore marketing del prodotto, anzi del brand, che ciascuno di noi è diventato e si ritrova costretto a vendere. Neil Vallelly ci conduce, con ricchezza di esempi che abbracciano epoche e paesi diversi, lungo il cammino che ci ha condotto al punto in cui siamo, dove ci sembra normale ciò che non lo è, dove tutte le colpe e le responsabilità sono addossate a noi invece che al sistema neoliberista, la cui atmosfera orwelliana ci rende difficile persino respirare.

*

L’ANGOLO della CULTURA e degli AVVENIMENTI
BERGAMO – Piazza Libertà – 29 marzo ore 9 – Film Meeting “La petite Apocalypse” Fregia di Costantin Costa
BERGAMO – CineTeatro del Borgo (Palazzo) – 29 marzo ore 16” – Film “Una famiglia Vincente” King Richard
BERGAMO – Cine “Lo schermo bianco” Via Daste e Spalenga – 29 marzo ore 17 – Film Meeting: “Summer”
BERGAMO – Auditorium Liceo Mascheroni – 29 marzo ore 20 – “La meraviglia teofanica in Gregorio di Nissa” Relatore Gaetano Lettieri
BERGAMO – Creberg Teatro – 29 marzo ore 21 – nuovo spettacolo di Giorgio Panariello
BREMBATE – Biblioteca – 31 marzo ore 21 – “Topofilia: amore per i luoghi” Relatore Albano Marcarini
NEMBRO – Sede CAI Via Gavarno – 29 marzo ore 21 – promosso da CAI e Comune di Nembro “Libero di concatenare” – Ingresso libero –
ROVETTA – Biblioteca – organizza a maggio un Corso di fotografia – 347.8255612 – info@matteozanardi.it
SAN PALLEGRINO TERME – Casinò – 29 marzo ore 9,30 – Visita guidata al casinò

*

L’ANGOLO del CINEMA
PARIGI 13ARR – critica **** – drammatico – durata 105 minuti – consigliato a tutti – Trama: Non è la prima volta che Jacques Audiard, nutrito di letteratura francese e di cinema americano, pratica generi diversi (dal melodramma sociale al western) e interrompe la collezione di film ‘neri’ in cui eccelle. Dai suoi debutti non smette di filmare la maledizione della violenza, la relazione filiale, il disagio maschile, la forza delle donne e il declino della virilità. In un sontuoso bianco e nero, Audiard disegna qui la cronaca contemporanea, e sovente comica, di una giovinezza eteroclita alla ricerca di sé stessa e di qualcuno da amare, e da cui farsi amare. Il suo film cancella le frontiere dell’orientamento sessuale come quelle del colore. Il bianco e nero sublima le etnie, che non definiscono mai i personaggi. È uno dei miracoli di questo racconto di destini in divenire che fanno vibrare un quartiere parigino senza bellezza

*

L’ANGOLO della CUCINA
CEREALI e CIBI INTEGRALIusano il chicco intero, senza l’allontanamento della crusca e del germe e anche i cibi derivati sono frutto della macinazione del chicco completo oppure della successiva aggiunta di crusca. In questo modo, l’alimento risulta essere meno concentrato di amido e con un maggiore apporto di fibre, vitamine, sali minerali e fitonutrienti, potenzialmente utili per la nostra salute come gli antiossidanti. I cibi integrali rispetto ai cibi raffinati risultano essere meno calorici, con più basso indice glicemico e maggiormente sazianti. Senza dimenticare i vantaggi metabolici e salutistici che derivano dal maggior apporto di fibre, vitamine, sali minerali e fitonutrienti. Di contro i cibi integrali hanno un aspetto più “grezzo” e sono meno appetibili all’apparenza. Una consistenza grossolana e granulosa e un sapore diverso da quello degli analoghi raffinati a cui non siamo abituati ma non per forza peggiore.

*

SEI NATO OGGI?
Se siete nati in una di queste date, siete dei veri capi. Sapete prendere le decisioni giuste al momento giusto e sapete gestire un gruppo di persone. Siete intraprendenti, generosi e sicuri di voi. In più, se avete molto carisma, pochissime cose vi resisteranno. Indipendenti, creativi, dotati di coraggio e volontà, decisi a farvi strada nel mondo grazie all’intelligenza personale. Siete dei leader, sapete arrangiarvi da soli. Forte ambizione, sostenuta da grande energia e perseveranza, costanza e determinazione, a volte avete bisogno di essere incoraggiati, le vostre capacità di ragionamento sono eccellenti e siete buoni organizzatori.

*

A BERGAMO e in PROVINCIA
Il SOLE sorge alle ore 07.06 e tramonta alle ore 19.47– Durata del giorno ore 12.41 (+3 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte ore 11.19 (-3 minuti rispetto a ieri) – La LUNA calante (visibile al 29%) sorge oggi alle ore 05.51 e tramonta alle ore 15.14.

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

,