Press ESC to close

Ugo Benedetti

NECROLOGIE DI OGGI 26 LUGLIO 2022

POMERIGGI E SERATE DI MEZZA ESTATE AL PARCO OLMI IN MALPENSATA
Da mercoledì 27 luglio a domenica 31 luglio 2022 prosegue la proposta di occasioni ricreative e culturali per le famiglie presso il parco Ermanno Olmi nel quartiere Malpensata.  Mercoledì 27 luglio alle ore 17 è in programma lo spettacolo di burattini “Arlecchino malato d’amore” proposto da “I burattini cortesi”. Qualora le condizioni meteorologiche non consentissero lo svolgimento dello spettacolo all’aperto, verrà rimandato a data da definirsi.  Venerdì 29 luglio alle ore 16.30 è tempo di “Una storia, tante storie” con le narrazioni in più lingue, italiano e spagnolo, a cura della Compagnia Pensattori “Tutti dritti arrivano i diritti!” e dei volontari e volontarie del circolo dei narratori.  E con il fine settimana tornano la giocoleria e le arti circensi con Family circus & Joy: sabato 30 luglio alle ore 10.30 si terrà un incontro aperto a coppie di un genitore e un bambino dai sei anni in su, per conoscere più da vicino e sperimentare la cultura circense. Consigliato un abbigliamento adatto a svolgere attività fisica. Per partecipare è sufficiente presentarsi all’orario indicato al parco. Nel pomeriggio di sabato 30 luglio, alle 15.30, verrà realizzata una micro esibizione di venti minuti a tema “Circo & Clown”. La programmazione prosegue alle ore 18 di sabato 30 luglio con Pippo Sala & Vito Panza che, accompagnati dalle percussioni, illustreranno giocosamente, in una lezione-concerto, le origini e l’evoluzione del ritmo suonato con le percussioni, con particolare riguardo alla musica da ballo. Il fine settimana si conclude domenica 31 luglio alle ore 21.30 con il film di animazione per famiglie “Dililì a Parigi”. Dililì è una piccola kanak meticcia, che arriva a Parigi a fine Ottocento, imbarcandosi di straforo sulla nave che riporta in Francia, dalla Nuova Caledonia, l’insegnante anarchica Louise Michel, di cui diviene discepola. Nella capitale stringe amicizia con Orel, un facchino affascinante e gentile, che conosce tutto il mondo culturale e artistico della Belle Époque. Insieme a lui, esplorerà tutta Parigi alla ricerca dei cosiddetti Maschi Maestri, una banda di malfattori che terrorizza la città, svaligiando le gioiellerie e rapendo le bambine. Le attività sono gratuite e aperte a chiunque desideri partecipare; sono parte di un fitto calendario proposto dal Comune di Bergamo che animerà il parco fino al 30 agosto 2022, con l’obiettivo di rafforzare la forte vocazione di punto aggregativo per le fasce dell’infanzia e per le famiglie del parco Ermanno Olmi.

I SANTI del GIORNO
Santi ANNA e GIOCCHINO Genitori della B.V. MARIA. Patroni dei nonni – Santa BARTOLOMEA CAPITANIO di Lovere (Bg) co-fondatrice con Santa Vincenza Gerosa delle Suore della Carità (Suore di Maria Bambina) proclamate Sante nel 1950 da Papa Pio XII – Sant’OLIMPIO martire – San TITO sacerdote – Sant’OLIMPIO martire – La Chiesa celebra la festa di altri 6 SANTI e 26 BEATI

*

AFORISMA del GIORNO
“Quando qualcuno ti dice che non ce la farai, hai il dovere di dimostrare che si sbaglia”

*

IL PENSIERO del GIORNO
“Beati i vostri occhi perché vedono e i vostri orecchi perché ascoltano”  – La gioia dell’uomo sta nel percepire il reale con l’attività piena della propria sensorialità. In tal modo il cuore avverte in profondità il mistero che viene comunicato e condiviso, e l’intelligenza può inquadrare la verità. Qui troviamo la bellezza feconda della comunicazione interpersonale che rigenera la freschezza del dono d’essere fratelli e sorelle. Padre, nel mistero dell’incarnazione del tuo Verbo riscopriamo la tua gioia nel comunicarti agli uomini e nel rivelare loro la bellezza d’essere veramente se stessi. Donaci una intensa docilità all’azione dello Spirito Santo perché attraverso il dialogo con il linguaggio umano possiamo crescere nel gusto della comunione feconda con il tuo cuore paterno e nella luminosità dei rapporti fraterni. Amen – a cura di Mons. Antonio Donghi

*

*

ARCHEOLOGIA SOTTO I RIFLETTORI A BERGAMO
In attesa della riapertura del Museo Archeologico nel 2023, una delle sale del Museo di Scienze Naturali ospiterà, da luglio a ottobre, una vetrina con cinque oggetti, selezionati tra i reperti delle sezioni preistorica, romana ed egizia del Museo, che verranno messi uno alla volta “sotto i riflettori”. Attraverso ciascuno di questi oggetti sarà possibile raccontare al visitatore una storia offerta o attraverso la lettura del pannello che accompagna l’esposizione, o attraverso l’ascolto di un operatore del Museo nel corso di cinque iniziative domenicali su prenotazione. Al centro della narrazione le vicende di antichi metallurghi, di statuette con cui giocare, di scambi di oggetti e di usanze tra popoli da scoprire attraverso reperti di grande interesse che suscitano quesiti a cui non è sempre facile rispondere. Alle storie degli oggetti “sotto i riflettori”, in ognuno degli eventi programmati si aggiungerà una breve visita alla mostra Food. Archeologia del cibo dalla preistoria all’antichità, che espone reperti delle collezioni del Museo sul tema della storia del cibo e dell’alimentazione umana.

Calendario delle iniziative:

  • 31 luglio – ore 16.00 e 16.30 Schnabelkanne
  • 21 agosto – ore 16.00 e 16.30 Ushabti
  • 4 settembre – ore 16.00 e 16.30 Statuetta di gladiatore
  • 25 settembre – ore 16.00 e 16.30 Balsamario
  • 16 ottobre – ore 16.00 e 16.30 Lingotti di Parre

Tutte le visite guidate hanno la durata di 30 minuti, con prenotazione obbligatoria al n. 035 286072 (lun-ven 9.30-12.30) o all’indirizzo e-mail archeodidatticabergamo@gmail.comLe iniziative sono gratuite ma prevedono l’acquisto del biglietto di ingresso al Museo di Scienze Naturali (3euro, gratuito per minori di 18 anni).

*

DALLA CAMERETTA AGLI STADI: E-SPORT, VIVERE GIOCANDO
Lunedì 1 agosto alle ore 20:45, appuntamento dal vivo con la conferenza Dalla cameretta agli stadi: e-sport, vivere giocando. I videogiochi sono al giorno d’oggi una delle industrie più rilevanti dell’entertainment mondiale. Raccontano storie, creano trend, permettono a chiunque di esplorare mondi immaginari utilizzando intelligenza e determinazione. Con un giro d’affari di circa 170 miliardi di dollari al mondo, l’industria del gaming continua a convincere sempre più giocatori che oggi si trasformano in cyber-atleti, competendo per montepremi milionari nei tornei esport. L’Italia sembra essere una delle ultime nazioni ad accorgersi del fenomeno: tutt’ora i videogiochi e gli esport sono visti come una perdita di tempo e non come un’opportunità di carriera. Insieme ai gamer Michela “Banshee” Sizzi e Simone “AKirA” Trimarchi, alla prorettrice all’innovazione dell’Università di Bergamo Daniela Andreini e Alessio Cicolari, fondatore e CEO di AK Group, cercheremo di dimostrare l’importanza del medium interattivo, una volta per tutte. La partecipazione è gratuita con prenotazione sul sito bergamoscienza.it

*

GIORNATA MONDIALE degli ZII
Il 26 Luglio si celebra la festa degli zii: parenti molto speciali, un delizioso connubio tra un compagno di gioco, un confidente e un baby-sitter. Una festa la meritano eccome, essi sono presenze costanti e divertenti, oltre che un riferimento per piccoli e grandi. Gli zii e le zie sono molto amati dai nipoti. Il loro abbraccio è un luogo sicuro, sanno diventare complici, coprire le marachelle e mantenere il segreto di una confessione. Sono compagni di gioco instancabili, fanno raramente le ramanzine o solo se strettamente necessario. La figura dello zio e della zia è da sempre un fondamentale punto di riferimento per i bambini. Rispetto ai nonni, sono più vicini come età ai bimbi, e per questo motivo riescono a creare un legame speciale con loro, giocando liberamente senza il carico di responsabilità che hanno i genitori. Stare con gli zii permette ai bambini di guardare la propria famiglia da un altro punto di vista, di riconoscere in loro qualche tratto dei genitori, o ascoltare storie divertenti sulla loro infanzia

*

GIORNATA MONDIALE DELLE MANGROVIE
La loro sopravvivenza è minacciata dalle attività di agricoltura, pesca e approvvigionamento di legname, che si sommano agli effetti dei mutamenti climatici. Le mangrovie sono state per molto tempo un’ancora di salvezza per le comunità costiere della Colombia: le proteggono dalle piene improvvise e forniscono cibo e legna alle famiglie. Sono una manna anche per l’intero pianeta, perché assorbono l’anidride carbonica dall’atmosfera e la conservano per secoli nel terreno acquifero. Studi recenti hanno dimostrato che le mangrovie sono in grado di trattenere fino a 10 volte la quantità di anidride carbonica per ettaro rispetto alle foreste terrestri.

*

SANT’ANNA tra LEGGENDE e FEDE
Oggi si festeggia Sant’Anna insieme a suo marito Gioacchino, i genitori della Madonna. Eppure quella a essere maggiormente celebrata è Anna che, insieme a Santa Maria Maddalena (festeggiata il 22 luglio), ricopre le antiche tradizioni e funzioni. Sant’Anna è ricordata, insieme al marito, nei vangeli aprocrifi, il protovangelo di Giacomo, lo Pseudo Matteo e il Libro della natività di Maria in relazione proprio alla concezione di quest’ultima che si modella per molti versi sul calco dell’Annunciazione. Anche la nascita della Vergine Maria, come quella di Cristo, ha del prodigioso. Anna infatti era sterile, e soltanto l’intervento del Signore, a lungo supplicato (narra la leggenda che Anna pregò e pianse per quaranta giorni consecutivi), le avrebbe permesso di generare Maria

*

La CHIESA di SANT’ANNA in BERGAMO
L’antica chiesa intitolata a sant’Anna fu edificata nel 1613 di piccole proporzioni, e del corso dei XVIII e XIX secolo, fu oggetto di ampliamento e di una completa ricostruzione. Fu visitata del vescovo di Bergamo Giovanni Paolo Dolfin e dagli atti si evince che era sussidiaria della chiesa di Sant’Alessandro della Croce indicata come oratorio. La completa ricostruzione fu realizzata su progetto di Giuseppe Berlendis nel 1840 grazie al contributo di monsignor Alessandro Noli. La posa della prima pietra fu benedetta dal vescovo Carlo Gritti Morlacchi il 3 aprile 1841. La nuova chiesa fu consacrata dal vescovo di Bergamo Pietro Luigi Speranza nel 1856 e fu elevata alla dignità di parrocchiale nel 1859 intitolata a sant’Anna madre di Maria Vergine, inserita nel 1861 come parrocchia urbana. In seguito fu aggiunto come co-patrono San Giocchino padre della B.V. Maria. Sia l’esterno che l’interno è uno scrigno d’arte e di storia che fanno della Chiesa Parrocchiale di Sant’Anna una della Chiese più importanti della città di Bergamo e che pochi conoscono. In internet sono elencate le opere d’arte in essa custodite. In molti paesi della bergamasca di sono Chiese, altari dedicati a Sant’Anna e oggi si fanno processioni statua della Santa.

*

I PERSONAGGI nelle VIE di BERGAMO
(Via) CARLO ALBERTO di SAVOIA-CARIGNANO nato a Torino il 2 ottobre 1798 – morto a Oporto il 28 luglio 1849 è stato Re di Sardegna dal 27 aprile 1831 al 23 marzo 1849. Alla corte di Napoleone a Parigi, all’età di sedici anni, riceve la nomina di luogotenente della cavalleria imperiale. Ma quando, caduto Napoleone, l’Austria attraverso il Congresso di Vienna lo individua quale futuro erede al trono, fa rientro a Torino per ricevere l’educazione riservata ad un principe reale. Nel 1817 sposa Maria Teresa d’Asburgo: dal matrimonio nascono Vittorio Emanuele, Ferdinando e Maria Cristina. Intanto, nel 1821, Carlo Alberto riceve dal Re Vittorio Emanuele, che abdica, la Reggenza a causa della temporanea assenza dell’erede al trono, Carlo Felice. Il Reggente Carlo Alberto concede subito ai piemontesi l’agognata Costituzione. Ma Carlo Felice, nettamente contrario a tale decisione, lo sconfessa ad allinearsi alle sue posizioni ed a quelle della Santa Alleanza, posizioni che prevedono l'”assolutismo monarchico” e l’intervento armato contro i liberali. Per dare credibilità al proprio impegno, Carlo Alberto nel 1823 si arruola e parte con la spedizione di Spagna per reprimere i moti popolari. Va intanto maturando in lui la persuasione che per il conseguimento dell’indipendenza nazionale, la priorità sia sconfiggere definitivamente l’Austria e, salito al trono nel 1831 – primo sovrano del ramo Savoia-Carignano – agisce di conseguenza dedicandosi alla preparazione dell’entrata in guerra, reprimendo inoltre i moti interni della “Giovine Italia” di Mazzini (1833 e 1834), ma introducendo altresì alcune significative riforme nella direzione di una maggiore dignità dei cittadini, come le nuove leggi comunali, provinciali, in materia di cassazione e di libertà di culto, oltre ad incoraggiare lo sviluppo economico. L’avvento al pontificato di Pio IX e la ventata di innovazioni sociali lo induce ad adeguare la sua politica in senso più liberale e fra molte esitazioni, il 4 marzo del 1848 accorda la Costituzione, che prenderà il nome di “Statuto Albertino“, e che determina una vera esplosione di entusiasmo popolare. In Europa intanto il fermento rivoluzionario esplode: si erigono barricate a Parigi, a Vienna, a Berlino, a Palermo. Il 23 marzo, subito dopo l’insurrezione anti-austriaca delle Cinque Giornate di Milano, dà avvio alla prima guerra d’indipendenza aprendo le ostilità con l’Austria, circondato dal consenso di tutti i patrioti: dopo aver registrato una serie di vittorie, viene però pesantemente sconfitto a Custoza dal feldmaresciallo Radetzky. Il 9 agosto firma l’armistizio di Salasco, ma nel marzo dell’anno successivo riprende le ostilità. Nuovamente e definitivamente sconfitto a Novara, profondamente amareggiato ed avvilito, abdica in favore di suo figlio primogenito Vittorio Emanuele II e, con il titolo di Conte di Barge e due soli servitori, parte in esilio volontario alla volta di Oporto. Qui, solo pochi mesi dopo, Carlo Alberto di Savoia si spegne il 28 luglio 1849, all’età di soli 50 anni. Ma quello che ha definitivamente marchiato negativamente la figura di Carlo Alberto è stato proprio il conflitto con l’Austria nel corso del quale, per ben due volte, non ha saputo muoversi con determinazione ed approfittare dei momenti a lui favorevoli per risolvere il conflitto, consentendo così al nemico di riorganizzarsi fino al conseguimento della vittoria finale. Questo andamento vacillante gli è valso l’appellativo di “re Tentenna”.

*

ACCADDE OGGI
1956 – Tragedia dell’Andrea Doria Partita con 1.134 passeggeri, martedì 17 luglio, dal porto di Genova e diretta a New York, il transatlantico Andrea Doria si trova ad affrontare un fitto banco di nebbia. A poca distanza, in direzione opposta, viaggia la MN Stockholm, un rompighiaccio svedese diretto a Goteborg.  Nonostante l’avvistamento sul radar e le comunicazioni tra i due equipaggi, alle 23,20 avviene un tremendo impatto con la nave svedese che sperona la Doria, provocando uno squarcio lungo quasi tutta la fiancata della nave. L’SOS viene raccolto dal transatlantico francese Ile de France che porta in salvo quasi tutti i passeggeri e l’equipaggio, poco prima che la nave italiana affondi completamente

*

SIGNIFICATO del NOME
ANNA – Deriva dall’ebraico Hannáh e significa secondo alcune fonti “grazia, graziosa” e secondo altre “Dio ha avuto misericordia”. Nella tradizione cristiana, Anna fu la madre della Madonna. Tra le divinità romane si ricorda invece Anna Perenna (dea che personifica il perpetuo ritorno dell’anno) che per Ovidio risulta essere la sorella della regina Didone. Anna è uno dei pochi nomi italiani palindromi. E’ inoltre un nome molto popolare sia in Italia che all’estero: è presente tra i primi 15 nomi più utilizzati per i neonati negli ultimi anni nella penisola italiana e tra i primi 40 ad esempio negli Stati Uniti, Francia e Norvegia. In Italia portano questo nome circa 1.558.233 donne ci cui il 18,3% in Campania, 11,5% in Lombardia.

*

PROVERBI

  • “La pioggia di Sant’Anna è una manna”
  • “A Sant’Anna corre l’acqua per la piana”
  • “Se piove a Sant’Anna piove un mese e una settimana”
  • “Per Sant’Anna entra l’anima nella castagna”

*

PROVERBI BERGAMASCHI

  • Sant’Ana l’ampienes la fontana
  • L’aqua de sant’ Ana, l’è öna mana
  • Ol bèl tép e la bèla zét i stöfa mai

*

L’ANGOLO della LETTURA
ABBASSA il CIELO e SCENDI – Narrativa moderna – pag. 264 – costo € 19,50 – trama: Il paese di Bruno è speciale: in quel mucchietto di case sprofondate tra campi e fossi, i bambini cercano di camminare sulle acque e le vecchie signore muoiono e dopo tre giorni risorgono – e non importa se solo per morire di nuovo. Bruno, però, dal suo piccolo borgo se ne va presto: mira alla santità, lui, e decide di studiare in seminario. Purtroppo, la follia ha un tocco veloce, e voci che muovendosi non fanno rumore: e così nessuno se ne accorge quando a centinaia bussano ed entrano nella testa di Bruno. Per lui e per tutti quelli come lui la malattia mentale dura per sempre – nel suo caso, mezzo secolo. Mezzo secolo di vecchi manicomi e psichiatrie riformate dai venti basagliani; centri di igiene mentale e abissali solitudini domestiche; tregue e improvvisi precipizi. Ma anche mezzo secolo d’Italia, perché Bruno è figlio del suo tempo, e il suo tempo è quello densissimo del Secolo Breve: e così insieme alla storia di Bruno corre anche la Storia di questo nostro Paese, dal tramonto del mondo contadino al boom delle città operaie, dal terrorismo agli anni da bere, e poi l’età delle famiglie che si disfano e il “ritorno al privato”, Internet, il lavoro precario

*

L’ANGOLO della SALUTE
Le LAMPADE ABBRONZANTI SONO PERICOLOSE? Informazione errata e “voci di corridoio” hanno contribuito, nel corso degli anni, a fortificare una serie di falsi miti sullabbronzatura che spesso sono, oltre che assolutamente poco veritieri, anche dannosi per la salute. Il primo, per esempio, è quello per cui una “base” di abbronzatura aiuterebbe quella solare. Cosa si intende, in questo caso, con “base”? Principalmente il tipo di abbronzatura artificiale ottenuta con lampade abbronzanti, sia docce che lettini abbronzanti. Si tratta però di un’esposizione dannosa, poiché estremamente intensa e senza i benefici della luce solare vera e propria. Pur utilizzando una protezione solare alta, il rischio di sviluppare scottature e danni alla pelle con l’abbronzatura artificiale è molto alto e infatti è particolarmente sconsigliata in età adolescenziale

*

I TURNI delle FARMACIE:

  • *** TURNO DIURNO durante il giorno, per sapere i turni si può chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24 ore su 24.
  • *** TURNO NOTTURNO: (da questa sera ore 21 a domani 27 luglio ore 9) Per sapere i turni si può chiamare il Numero Verde Gratuito 800.356114 “Pronto Farmacie” attivo 24/24 – consultare il sito www.federfarma.bergamo.it
  • *** CONTINUITA’ ASSISTENZIALE (ex Guardia Medica) tel. 116117 attivo dalle ore 20 alle ore 8 nei giorni lavorativi24 ore su 24 nei giorni di sabato e domenica (fino le ore 8 di lunedì) e festivi.

*

L’ ANGOLO della CULTURA e degli AVVENIMENTI

  • BERGAMO – Accademia Carrara – fino al 28 agosto – Mostra “Velazquez” – visite guidate su prenotazione
  • BERGAMO – Chiostro “Alle Grazie” – 28 luglio ore 20,45 – Letture nel Chiostro “Poeti per Dante” Fabrizio Brena – Virginio Zambelli – Giacomo Parimbelli alla chitarra
  • BERGAMO – Palazzo della Provincia Via Tasso – 27 luglio ore 21 – “Cantata profana” – DeSidera Eventi – ingresso € 5,00
  • BERGAMO – Parco E. Olmi (Malpensata) – 27 luglio ore 17 – spettacolo di burattini “Arlecchino malato d’amore”
  • BERGAMO – Esterno Notte Film Meeting – 27 luglio ore 21 – “Film: “Fiori d’equinozio
  • BERGAMO – Teatro san Giorgio – 27 luglio ore 21 – “Nido” incontro per ragazzi
  • BERGAMO – Fiera di Bergamo – 27 luglio ore 21- Concerto di Litfiba
  • BERGAMO – Piazzale degli Alpini – 1 agosto ore 20,30 – Dibattito “Dalla Cameretta agli stadi: export vivere giovando” – promosso da BergamoScienza
  • ALBINO – Via Mazzini (Porticato Chiesa) – 27 luglio ore 21 – proiezione del fil “Pane dal cielo”
  • BREMBATEOratorio – fino al 30 luglio – Sagra di Sant’Anna
  • CLUSONE – Centro – 31 luglio ore 4 – Rievocazione storica “in notturna” “Viva San Marco – La Valle Seriana Superiore e Venezia (1428 – 1534)
  • FINO del MONTE – Ex Convento – 27 luglio ore 21 – Concerto di Elisa Chenghini – ingresso libero
  • FINO del MONTE – Parco Res – 30 luglio ore 15,30 – Messaggio in bottilia – incontro per ragazzi
  • GANDINO – Spazio Last – 27 luglio ore 21 – Festival: “Volete un pezzo di me?”
  • GANDINO – Scuola Materna – 28 luglio ore 21 – Spettacolo di burattini: Gioppino e la medicina infernale”
  • MAPELLO – Villa Gromo – 30 luglio ore 20,45 – “Trovatore” di Giuseppe Verdi – informazioni presso la Biblioteca di Mapello – obbligatoria la prenotazione
  • MONASTEROLO del C. – Piazza del Comune – fino al 30 luglio – Festival al Park
  • PARRE – Centro – 30 e 31 luglio dalle ore 18 – “La Sagra del Capù e del folclore”
  • ROVETTA – 30 e 31 luglio – “Presolana Race” due giorni dedicati alla bicicletta
  • SERIATE – Biblioteca – 27 luglio ore 15,30 – Giochi in rete per ragazzi elementari – prenotazione obbligatoria
  • TREVIGLIO – Piazza Setti – 27 luglio ore 21 – Rassegna teatrale “Blascover”
  • TREVIOLO – Giardino Biblioteca – 27 luglio ore 21 – Racconto teatrale “Come un fiore raro”
  • VILLA DI SERIO – Biblioteca – 27 luglio ore 21 – spettacolo di Teo Manzo su note poetiche di Fabrizio de Andre

*

L’ANGOLO della CUCINA
I BENEFICI del POLPO Il polpo è una fonte importante di vitamine e sali minerali, e la bassa percentuale di grassi lo rende ideale in una dieta ipocalorica. Fornisce invece meno proteine rispetto ad altri pesci. Il fosforo ed il calcio sono importanti per la salute delle ossa e dei denti; il potassio aiuta a mantenere la pressione nella norma e può ridurre il rischio di calcoli renali ricorrenti e la perdita di tessuto osseo durante l’invecchiamento. Il selenio è fondamentale per l’organismo e permette il buon funzionamento degli antiossidanti cellulari. La vitamina A contribuisce alla salute della vista, allo sviluppo delle ossa e alla crescita dei denti; la B12 è essenziale nella produzione dei globuli rossi e nella formazione del midollo osseo; infine la vitamina C ha proprietà antiossidanti e potenzia le difese immunitarie

*

SEI NATO OGGI?
Le persone nate OGGI non avranno praticamente mai problemi finanziari. Sapete come fare i soldi e soprattutto come spenderli. Lavorate molto, siete persone serie e riuscite sempre a raggiungere i vostri obbiettivi. Interessati di finanza, progresso e beni materiali, avete la necessità di organizzare, per avere successo. Le vostre potenzialità si esprimono al meglio quando avete degli obiettivi ben chiari. Siete generosi, comprensivi e attivi. Dotati di una mente vulcanica e da un fisico sempre in movimento. Detestate le perdite di tempo e chi ve lo fa perdere. Innate capacità di giudizio, padronanza e capacità di esercitare l’autorità.

*

A BERGAMO e in PROVNCIA
Il SOLE sorge alle ore 05.55e tramonta alle ore 21.01– Durata del giorno ore 15.06 (-3 minuti rispetto a ieri) – Durata della notte ore 08.54 (+3 minuti rispetto a ieri) – La LUNA calante (visibile al 16%) sorge oggi alle ore 03.17 e tramonta domani alle ore 20.02

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

,

Preferenze dei cookie